TAV ITER Richiesta/Rinnovo

legislazione armiera, novità legislative e amministrative, giurisprudenza e dottrina.
Rispondi
Avatar utente
marcanto10
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 171
Iscritto il: 05/11/2014, 12:43

TAV ITER Richiesta/Rinnovo

Messaggio da marcanto10 » 08/10/2019, 17:53

Un saluto al forum > Non saprei se l'argomento è stato già affrontato.
Ma mi sono chiesto quale sia L'iter (trafila - percorso) che segue una nuova richiesta di TAV o il suo rinnovo.
Ossia, presentata la domanda e tutta la documentazione necessaria alla caserma dei Carabinieri, questi quali compiti o istruttoria svolgono ?
Poi sappiamo per certo che successivamente i carabinieri trasmettono la domanda al locale Commissariato di PS, e qui cos'altro fanno ?
Qualcuno di voi può descrivere dettagliatamente o per grandi linee quello che avviene.
Saluti
Ultima modifica di marcanto10 il 10/10/2019, 16:52, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
marcanto10
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 171
Iscritto il: 05/11/2014, 12:43

Re: TAV Prima richiesta/Rinnovo ITER

Messaggio da marcanto10 » 08/10/2019, 18:17

Campania
Perché ........ le norme in materia d'armi sono differenti da regione a regione, possono variare le tempistiche ma le procedure da porre in essere sono identiche. Almeno per il rilascio/rinnovo

customs

Re: TAV Prima richiesta/Rinnovo ITER

Messaggio da customs » 08/10/2019, 18:37

L'istruttoria viene fatta per stabilire che tu sia persona affidabile e che non vi siano motivi ostativi al rilascio del porto. Di nessun tipo.
La procedura è la stessa per qualunque tipo di richiesta, compresa quella di porto per difesa.
Una grande Questura di una grande città probabilmente consulterà gli archivi informatici; una piccola stazione dei Carabinieri di un piccolo paese potrebbe anche fare domande in maniera informale a vicini o colleghi prima di trasmettere il tutto alla locale Questura in caso di TAV o caccia o detenzione, oppure alla Prefettura il caso di porto per difesa e GPG.
Ma come già detto l'Italia per le faccende burocratiche è ancora piuttosto feudale.
Inoltre nella nostra nazione possedere armi non viene considerato un diritto del cittadino, piuttosto una concessione dello Stato in deroga al divieto generalizzato.

MarioP56
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 32
Iscritto il: 08/04/2019, 7:29
Località: Usini (SS)

Re: TAV Prima richiesta/Rinnovo ITER

Messaggio da MarioP56 » 09/10/2019, 18:06

Buona sera marcanto10, ho risposto ma non riesco ad allegare pdf, allora l'ho fatto al seguente link:
http://forum.biscusoarmitalia.com/viewt ... =25&t=2111
Cordiali saluti

Avatar utente
marcanto10
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 171
Iscritto il: 05/11/2014, 12:43

Re: TAV Prima richiesta/Rinnovo ITER

Messaggio da marcanto10 » 09/10/2019, 18:40

MarioP56 ha scritto:Buona sera marcanto10, ho risposto ma non riesco ad allegare pdf, allora l'ho fatto al seguente link:
http://forum.biscusoarmitalia.com/viewt ... =25&t=2111
Cordiali saluti
ti ringrazio ma il quesito riguarda quello che avviene DOPO che la domanda sia stata consegnata.

Avatar utente
marcanto10
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 171
Iscritto il: 05/11/2014, 12:43

Re: TAV ITER Richiesta/Rinnovo

Messaggio da marcanto10 » 22/10/2019, 16:35

Questa mattina ho telefonato in caserma carabinieri parlando con l'incaricato che ha preso in consegna la mia domanda di rinnovo del TAV, telefonavo per chiedere se la documentazione allegata era a posto e se la domanda era stata già trasmessa agli uffici successivi.
Mi diceva che era in attesa di ricevere il Certificato dei Carichi Pendenti.

Vi risulta che tale certificato faccia parte della procedura della richiesta ?

Avatar utente
marcanto10
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 171
Iscritto il: 05/11/2014, 12:43

Re: TAV ITER Richiesta/Rinnovo

Messaggio da marcanto10 » 22/10/2019, 17:03

Quindi è tutto ok .....procede tutto normalmente.
Nessun trattamento persecutorio :haha:

cisco60
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5431
Iscritto il: 13/05/2017, 17:28

Re: TAV ITER Richiesta/Rinnovo

Messaggio da cisco60 » 22/10/2019, 21:02

Mio figlio Andrea, qualche mese fa, la domanda l'ha dovuta compilare in Comune
e successivamente ha portato tutto in caserma. L'ha ritirata in Questura dopo un
paio di mesi e gli hanno pure porto le scuse per il ritardo. :felice:
:october:

Avatar utente
marcanto10
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 171
Iscritto il: 05/11/2014, 12:43

Re: TAV ITER Richiesta/Rinnovo

Messaggio da marcanto10 » 23/10/2019, 16:25

cisco60 ha scritto:Mio figlio Andrea, qualche mese fa, la domanda l'ha dovuta compilare in Comune
e successivamente ha portato tutto in caserma. L'ha ritirata in Questura dopo un
paio di mesi e gli hanno pure porto le scuse per il ritardo. :felice:
:october:
Dopo soli 2 mesi è un tempo ottimo e accettabile.......con anche le scuse poi.
Non capisco perché ha dovuto compilare la domanda in comune.

Sul modulo di domanda che mi hanno dato era presente anche lo spazio ove autenticare la foto, quindi sullo stesso foglio della domanda con su scritto "richiesta/rinnovo porto d'armi .........etc" si doveva porre anche la foto.
A me già da fastidio che il pinco pallino che fa le autentiche deve sapere cosa io sto facendo .......figuriamoci poi compilare la domanda in comune .........e la riservatezza ?

cisco60
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5431
Iscritto il: 13/05/2017, 17:28

Re: TAV ITER Richiesta/Rinnovo

Messaggio da cisco60 » 23/10/2019, 22:09

Anche quando fece la prima domanda il modulo con l'autentificazione lo compilò
in Comune ed allora, dopo meno di un mese la licenza la portarono a domicilio
i Vigili Urbani (Polizia Municipale). Ricordo benissimo che la consegnarono a me
in quanto allora era convivente e studiava a Parma. Anche per me accadde lo stesso
solo che io, erroneamente l'aspettai a casa mentre, cambiate le consuetudini era
invece depositata in Questura. Un amico poliziotto mi avvisò ed andai di persona.
Dalla data di emissione, osservai che per la mia licenza TAV ci vollero trenta giorni.
A Luglio "15 era bella che pronta ed io, non prima di aver fatto ogni tipo di congettura
la ritirai a Settembre inoltrato. In effetti l'addetta si stupì un po' ma spiegato il qui
pro quo mi coonfermò che la nuova procedura non era ancora stata pienamente
recepita dai comuni, specie quelli più piccoli. Tutto è bene ciò che finisce bene.
:october:

Rispondi