Beretta 85f

pistole, fucili, carabine, Ex ordinanza, collezione
Avatar utente
gepp01
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 205
Iscritto il: 27/03/2011, 10:41

Re: Beretta 85f

Messaggio da gepp01 » 03/10/2011, 1:48

Chiedo venia, io adoperavo la versione BB.
E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.
(Albert Einstein)

ORDNANCE
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3075
Iscritto il: 21/12/2010, 12:29

Re: Beretta 85f

Messaggio da ORDNANCE » 03/10/2011, 8:57

Guardate che c'è l'articolo sulla 85 anche su Armi e Tiro di questo mese.

lupo69
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 7048
Iscritto il: 21/12/2010, 19:06
Località: Highland Liguri (GE)

Re: Beretta 85f

Messaggio da lupo69 » 03/10/2011, 9:11

Nella versione BB, non esiste l' abbatti cane e normalmente si porta
con caricatore inserito, senza colpo in canna, cane abbattuto e fino a poco tempo fa',
con sicura inserita, quest' ultima cosa e' assurda, ma le consegne di
servizio parlavano chiaro
"se le armi saranno bandite, solo i banditi saranno armati"
"un popolo che non vuole portare le proprie armi, portera' quelle di qualcun altro"

ORDNANCE
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3075
Iscritto il: 21/12/2010, 12:29

Re: Beretta 85f

Messaggio da ORDNANCE » 03/10/2011, 9:41

Non è poi così assurda, a livello puramente teorico. Se la fondina è stretta, inserendo l'arma in fondina può capitare che il carrello arretri. E magari, senza accorgersene, si mette il colpo in canna da solo. Con una sicura come quella della 85 (o tipo Colt) inserita, questo non può avvenire. Logicamente, la contropartita (ben più penalizzante) è che in caso di conflitto a fuoco, sotto stress, prima di riuscire ad avere l'arma in condizioni di pronto al fuoco, sei già morto tre volte.

Avatar utente
gepp01
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 205
Iscritto il: 27/03/2011, 10:41

Re: Beretta 85f

Messaggio da gepp01 » 03/10/2011, 10:16

lupo69 ha scritto:Nella versione BB, non esiste l' abbatti cane e normalmente si porta
con caricatore inserito, senza colpo in canna, cane abbattuto e fino a poco tempo fa',
con sicura inserita, quest' ultima cosa e' assurda, ma le consegne di
servizio parlavano chiaro
Tutto giusto tranne che per la sicura, che le consegne indicavano disinserita.
Ciò non toglie che prima di un intervento "particolare", se lo si riteneva opportuno, l'arma veniva portata in condition one (a discrezione e libero arbitrio dell'operatore). Non vi nascondo che, tuttavia, la cosa mi ha sempre fatto scorrere un brivido lungo la schiena.

Saluti
E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.
(Albert Einstein)

Avatar utente
vic60
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2997
Iscritto il: 21/12/2010, 12:54
Località: Roma

Re: Beretta 85f

Messaggio da vic60 » 03/10/2011, 10:19

è grandissima la politica commerciale di casa Beretta.

stanno facendo risuscitare pure i morti....
e le riviste del settore che gli vanno pure dietro.
pubblicano servizi sulla 85 come se fosse una nuova scoperta,
ovvero la famosa scoperta dell' "acqua calda"...bah... .dubbio:

forse hanno un pò di fondi di magazzino da smaltire? :furboni:
:october:
This is my 1911:there are many like it,but this one is mine!
"And...keep your finger off the trigger until you are ready to shoot!"

ORDNANCE
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3075
Iscritto il: 21/12/2010, 12:29

Re: Beretta 85f

Messaggio da ORDNANCE » 03/10/2011, 10:34

Be', che le riviste abbiano mostrato interesse per la 85 non è strano. Per il mercato italiano è, infatti, una novità, visto che solo a partire dal 2011 la 85 è disponibile nel catalogo Beretta, visti i noti motivi. E visto l'interesse suscitato sul forum, non mi pare neanche una brutta idea, no?
Sulla "politica commerciale" Beretta, direi che sia quella giusta: vendere! Quale altra "politica" dovrebbero attuare? Hanno appena presentato una back up modernissima, ma non per questo la 85 non ha il proprio segmento in cui è ancora valida.
Scusa, come commenti a questo punto la "politica commerciale" della Colt, che per salvarsi dal fallimento non trova di meglio da fare che proporre la Serie 70? Eh, quello sì che è il nuovo che avanza! Mamma mia come è innovativa la Colt serie 70!

Avatar utente
vic60
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2997
Iscritto il: 21/12/2010, 12:54
Località: Roma

Re: Beretta 85f

Messaggio da vic60 » 03/10/2011, 10:59

ORDNANCE ha scritto:Be', che le riviste abbiano mostrato interesse per la 85 non è strano. Per il mercato italiano è, infatti, una novità, visto che solo a partire dal 2011 la 85 è disponibile nel catalogo Beretta, visti i noti motivi. E visto l'interesse suscitato sul forum, non mi pare neanche una brutta idea, no?
Sulla "politica commerciale" Beretta, direi che sia quella giusta: vendere! Quale altra "politica" dovrebbero attuare? Hanno appena presentato una back up modernissima, ma non per questo la 85 non ha il proprio segmento in cui è ancora valida.
Scusa, come commenti a questo punto la "politica commerciale" della Colt, che per salvarsi dal fallimento non trova di meglio da fare che proporre la Serie 70? Eh, quello sì che è il nuovo che avanza! Mamma mia come è innovativa la Colt serie 70!


ho avuto in passato una 98 fs, poi venduta con molto piacere,
e mi è bastato.

ora ho comprato una Colt serie 70 reissue e nella prova che ho fatto mi ha soddisfatto.

secondo me sono due case e due prodotti imparagonabili...

cmq, no problem.
tu tieniti le tue Berette ed io mi tengo le mie 1911... :sigaro:

my friend, stammi bene...
This is my 1911:there are many like it,but this one is mine!
"And...keep your finger off the trigger until you are ready to shoot!"

ORDNANCE
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3075
Iscritto il: 21/12/2010, 12:29

Re: Beretta 85f

Messaggio da ORDNANCE » 03/10/2011, 11:06

I gusti sono una cosa, tu parlavi di politica commerciale ed è un'altra cosa. Se a te non piace la Beretta 98, non si può comunque dire che, commercialmente, sia stata un fallimento. Puoi smentire ciò? Non credo.
Mi fa veramente pena che un'azienda come Colt punti, per salvarsi, su un prodotto che ha cent'anni. In passato Colt ha dominato il mercato con prodotti innovativi, che imponevano nuovi punti di vista ai progettisti di tutto il mondo. Oggi, ci si aggrappa ai fasti del passato illudendosi che bastino a far quadrare i conti. Così non è, tanto è vero che sono alcuni DECENNI che la Colt è in palese sofferenza economica. Quindi, anche se la 1911 è un'ottima pistola, puntare solo su di essa è una politica commerciale suicida. Tutto qui.

vecchiaraffica
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5804
Iscritto il: 21/12/2010, 23:06

Re: Beretta 85f

Messaggio da vecchiaraffica » 04/10/2011, 0:28

gepp01 ha scritto:
vecchiaraffica ha scritto:io lo accompagno col pollice , a volte gli sparo appena dietro l' orecchio .
Lorenzo scusa, tu che ne sai più di me, la funzione abbatticane è sempre esistita su tutti i modelli della 85?


mi dispiace ma non lo so .
la canna bluastra del fucile a pompa stava salda come una condanna nelle sue vecchie mani
the night of the hunter (la morte corre sul fiume) di Davis Grubb

i caricatori non bastano mai (v.r.)

Avatar utente
giovannimerecano
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 8689
Iscritto il: 29/07/2011, 15:44
Località: Elba, Alabama, U.S.A.

Re: Beretta 85f

Messaggio da giovannimerecano » 04/10/2011, 0:55

La Colt, che io sappia, non e' sull'orlo del fallimento, ma se lo avete letto da qualche parte (non in un forum) mi piacerebbe avere il link...
Il ritorno alla Series 70 e' per soddisfare quei "puristi" che hanno sempre risentito l'aggiunta della sicura al percussore della Series 80 che, secondo loro, "ingoffisce" il grilletto. Io ho una Series 80, e dopo averne fatto alleggerire il grilletto non ho riscontrato mai alcun problema.
Da notare che la nuova Ruger 1911 non ha la sicura al percussore.
Da notare che ci sono dozzine di fabbriche U.S. e estere che sfornano 1911's a milioni, e gente pronta a comprarle.
Da notare che la 1911 per se e' ancora e sempre in gran richiesta negli U.S. e altrove. E ci sono centinaia di migliaia di oplofili U.S. (e non U.S.)che per tradizionalismo, romanticismo, nazionalismo, classicismo o qualche altro ismo (anche pragmatismo) non abbandoneranno mai la 1911 in favore della plastica e delle pistole che sembrano mattoncini con impugnatura e grilletto invece di pistole. Io sono uno di loro. E quando affronto il mondo con una 1911 al mio fianco (una Colt Combat Elite con caricatore da 8 e uno in canna, in condizione 1), mi sento perfettamente a mio agio con un'arma molto piu' facile da occultare di una "Block" o altra auto, e non tremo tutto di paura perche' ho soltanto 9 colpi a disposizione invece di 30 o qualcosa del genere. Perche' ho imparato a sparare dritto anche in situazioni di stress invece di spruzzare pallottole a destra e a manca sperando che una colpisca il bersaglio...
La Glock e' un'ottima pistola per quelli che non sanno usare una 1911

NEMO ME IMPUNE LACESSIT


SOCIO SOSTENITORE FISAT

aim
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5743
Iscritto il: 23/12/2010, 16:16

Re: Beretta 85f

Messaggio da aim » 04/10/2011, 2:26

Caro GM,

ho capito che ti piace usare la 1911 per difesa e con quella ti senti sicuro, come si dice, contento te contenti tutti.

Mi domando se le tue sono considerazioni solo generali oppure se hai pure una qualche ragione tecnica per esprimerti sulle 1911, io per mio conto seguito a fidarmi delle prove fatte da gente (FFAA USA ) che su tali prove ha speso energie non indifferenti per giungere a risultati diametralmente opposti dai tuoi anche in quanto a percentuali di malfunzionamenti , io ti rinnovo quanto gia' in passato ebbi inutilmente a chiederti e cioe' se hai nuovi test da farci conoscere o, al limite, tue considerazioni tecniche personali che tengano conto di una qualche cognizione meccanica.

Insomma non ti chiedo di erudirmi su quanto sia meglio imparare a sparare "dritti" 9 colpi invece di 18 (che non ho capito perche' non ossano essere sparati dritti pure loro), non ti chiedo neanche di spiegarmi perche' sia meglio poter sparare solo premendo il grilletto invece che dover prima togliere una sicura e poi impugnare l'arma in modo da toglierne una seconda, do' per assodato che in tutto cio' la 1911 sia assiomaticamente superiore, pero' dopo un tale mio atto di fede, almeno erudiscimi sulla migliore affidabilita' che le 1911 tecnicamente vantano su Glock, Sig Sauer, H&K etc.

Cordialmente
aim

Avatar utente
giovannimerecano
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 8689
Iscritto il: 29/07/2011, 15:44
Località: Elba, Alabama, U.S.A.

Re: Beretta 85f

Messaggio da giovannimerecano » 04/10/2011, 5:58

Come affidabilita' (nel senso che quando premi il grilletto la pistola fa BOOOOM!) e' piu' o meno la stessa in tutte le pistole di marca, ben rodate e tenute, con caricatori buoni e munizioni adatte. Anzi, se vogliamo, le pistole con il cane esterno, ho letto, sono un tantino piu' affidabili di quelle con lo striker.
Hai spesso fatto menzione, caro Aim, di studi e prove che hanno dimostrato le "tue" pistole piu' affidabili della mia. Rilancio e raddoppio: dimmi tu quali studi, e cita la parte dove dicono che la 1911 e' meno affidabile.
Per quanto riguarda la "vecchietta" che non piace a te, io la preferisco alle "Blocks" (Glock & altri mattoncini con impugnatura e grilletto) perche' e' spessa la meta' ed e' piu' facile da portare occultata e perche' (e qui purtroppo devo paragonare la 1911 soltanto alla Glock, perche' la Glock l'ho provata e le altre Blocks no) il grilletto della Glock non mi piace. E non mi piacciono neanche i grilletti SA/DA, a cominciare dalla P-38 e a finire con le Beretta e altre auto di oggi perche' non concepisco proprio l'idea di un grilletto con due pesi diversi, uno per il primo colpo e l'altro, piu' leggero, per i colpi successivi che in situazioni di stress puo' provocare la partenza accidentale di un secondo colpo che non si doveva o voleva sparare. Con i revolvers e' diverso, perche' il SA se lo vuoi o ti serve, come per un tiro calcolato a un bersaglio lontano, lo ottieni deliberatamente alzando il cane a mano.
Per quanto riguarda la sicura, quella laterale che si aziona con il pollice a uno che ha fatto soltanto due scatole da cinquanta colpi di pratica "viene" e si toglie naturalmente mentre si punta l'arma e si rimette altrettanto naturalmente e facilmente. Quella dell'impugnatura non la dovevi proprio nominare: se impugni una pistola come la si deve impugnare (a prescindere da marca o modello, da Derringer a S&W .500) la sicura nell'impugnatura si disinnesta automaticamente.
E adesso basta, perche' mi pare che stiamo facendo una discussione circolare e inutile. Tu suona le tue trombe e io suono le mie campane. Le mie "campane" sono cent'anni che suonano--devono essere state fatte abbastanza bene!
La Glock e' un'ottima pistola per quelli che non sanno usare una 1911

NEMO ME IMPUNE LACESSIT


SOCIO SOSTENITORE FISAT

ORDNANCE
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3075
Iscritto il: 21/12/2010, 12:29

Re: Beretta 85f

Messaggio da ORDNANCE » 04/10/2011, 7:49

A ridaje, basta toccare la 1911, e si scatena l'inferno. Dunque, per quanto riguarda la floridezza delle finanze Colt, qualche anno fa misi le mani su un rapportino (circolava sul web) nel quale si evinceva che oltre il 50 per cento del fatturato dell'azienda derivava non dalla vendita di prodotti, ma dai profitti dati dalle cause giudiziarie intentate per l'utilizzo illecito del "nome" M4. Ora, a me pare che se un'azienda deve far quadrare i bilanci non con quello che produce, ma con quello che producono i propri avvocati, c'è qualcosa che non va. Sbaglio?
Non ho avanzato, in questa sede, come già ho spiegato a Vic60, alcun giudizio di merito sulla 1911, che sia serie 70, 80, 90, 100, 124, 131, giardinetta e chi più ne ha più ne metta. Se però si vuole parlare di politica commerciale, dico che un'azienda come la Colt, che ha fatto ciò che la Colt ha fatto, è semplicemente ALLUCINANTE che da decenni non tiri fuori niente di nuovo (a meno che non vogliate parlarmi della Double eagle e della "all american 2000"...). Poi se dobbiamo dire per forza che, siccome produce la 1911, allora va tutto bene, possiamo anche raccontarcelo. Se vogliamo invece parlare di quello che succede nel mondo agli altri grandi nomi armieri (trasformazione in holding, apertura di nuovi stabilimenti eccetera), viene forse appena appena un po' di dubbio che la Colt sia rimasta un filino indietro.

Avatar utente
gepp01
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 205
Iscritto il: 27/03/2011, 10:41

Re: Beretta 85f

Messaggio da gepp01 » 04/10/2011, 9:42

ORDNANCE ha scritto:A ridaje, basta toccare la 1911, e si scatena l'inferno. Dunque, per quanto riguarda la floridezza delle finanze Colt, qualche anno fa misi le mani su un rapportino (circolava sul web) nel quale si evinceva che oltre il 50 per cento del fatturato dell'azienda derivava non dalla vendita di prodotti, ma dai profitti dati dalle cause giudiziarie intentate per l'utilizzo illecito del "nome" M4. Ora, a me pare che se un'azienda deve far quadrare i bilanci non con quello che produce, ma con quello che producono i propri avvocati, c'è qualcosa che non va. Sbaglio?
Non ho avanzato, in questa sede, come già ho spiegato a Vic60, alcun giudizio di merito sulla 1911, che sia serie 70, 80, 90, 100, 124, 131, giardinetta e chi più ne ha più ne metta. Se però si vuole parlare di politica commerciale, dico che un'azienda come la Colt, che ha fatto ciò che la Colt ha fatto, è semplicemente ALLUCINANTE che da decenni non tiri fuori niente di nuovo (a meno che non vogliate parlarmi della Double eagle e della "all american 2000"...). Poi se dobbiamo dire per forza che, siccome produce la 1911, allora va tutto bene, possiamo anche raccontarcelo. Se vogliamo invece parlare di quello che succede nel mondo agli altri grandi nomi armieri (trasformazione in holding, apertura di nuovi stabilimenti eccetera), viene forse appena appena un po' di dubbio che la Colt sia rimasta un filino indietro.
In effetti pensare che un'azienda come la Colt, con il suo blasone che conta uno zoccolo duro di fedelissimi, con alcuni suoi prodotti - 1911 in testa - che sono universalmente apprezzati, con l'eco del suo grande passato (se chiedete a qualcuno che le armi le ha visto solo nei film di citare il nome di una fabbrica di pistole, indovinate cosa vi risponde?), abbia o abbia avuto dissesti finanziari scatena qualche riflessione.
Anche a mio giudizio, tra i suoi collaboratori, non vi sono strateghi del mercato.
Saluti
E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.
(Albert Einstein)

Avatar utente
gepp01
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 205
Iscritto il: 27/03/2011, 10:41

Re: Beretta 85f

Messaggio da gepp01 » 04/10/2011, 9:46

vecchiaraffica ha scritto:
gepp01 ha scritto:
vecchiaraffica ha scritto:io lo accompagno col pollice , a volte gli sparo appena dietro l' orecchio .
Lorenzo scusa, tu che ne sai più di me, la funzione abbatticane è sempre esistita su tutti i modelli della 85?


mi dispiace ma non lo so .
Grazie, già risolto :october:
A quando un altro giro da "ferro e ghisa"?
E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.
(Albert Einstein)

Avatar utente
massimoarmeria
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 458
Iscritto il: 23/12/2010, 17:26

Re: Beretta 85f

Messaggio da massimoarmeria » 04/10/2011, 9:47

Premesso che adoro le Colt ma non disdegno le pistole della Beretta, l'unica cosa che mi fa rodere un pò è che l'85, che ritengo una buona pistola, costa veramente tanto !

Il listino è di 799 euro e sinceramente, mi sembra un pò troppo per una pistola con chiusura a massa, di facile realizzazione ed economica intrinsecamente, visto che oramai la maggior parte delle armi moderne in 9x21 si trova su un range commerciale che oscilla da 500 a 600 euro.

Certo poi c'è la solita storia del mercato americano dove le pistole Gardonesi costano un terzo...Nemo profeta in Patria ?

Un max "biblico".

Avatar utente
Oldodes
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 178
Iscritto il: 26/03/2011, 20:43
Località: Lombardia

Re: Beretta 85f

Messaggio da Oldodes » 04/10/2011, 11:07

Quoto al 100% MaxArmeria !

La Beretta 85 é un buon prodotto ad un prezzo eccessivo.

Lo dimostra Max, con argomentazioni commerciali inoppugnabili.

Lo capiamo anche ragionando sui costi industriali: infatti se consideriamo che i costi di R&D e di ingegnerizzazione sono completamente pagati e che l'arma (molto probabilmente) é realizzzata sfruttando le rimanenze di magazzino...

...un beneficio nel prezzo lo si doveva poter constatare, invece...

---------------------------------------

Un piccolo appunto all'articolo di A&T, dove cita l'interesse collezionistico per un'arma adottata da una "Forza Armata";
tale interesse sussite solo per gli esemplari con marchi che dimostrano che proprio il "tal esemplare" ha prestato servizio in uniforme; se un esemplare (pur di modello analogo a quello adottato in ambito militare) é sempre vissuto in ambito civile, non potrà mai essere una "ex-ordinanza"!

Avatar utente
sipowicz
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14063
Iscritto il: 21/12/2010, 11:34
Località: Sud Salento

Re: Beretta 85f

Messaggio da sipowicz » 04/10/2011, 11:22

................ho quì sottomano l'articolo di A. M. e l'abbatti cane c'è l'ha, pagina 85 alla voce sicure.
Quando il governo teme il popolo, c'è libertà. Quando il popolo teme il governo, c'è tirannia. Benjamin Franklin

ORDNANCE
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3075
Iscritto il: 21/12/2010, 12:29

Re: Beretta 85f

Messaggio da ORDNANCE » 04/10/2011, 12:33

Oldodes, le Beretta 85 assegnate ai carabinieri non hanno marchi distintivi diversi dalla produzione corrente. A meno che non abbiano subito un ricondizionamento a Terni, non è possibile distinguerle. Però, quelle destinate alle forze armate hanno il tappo porta molla del cane con l'anello per il correggiolo incorporato (come l'esemplare del servizio), quelle civili "pure" hanno il tappo porta molla del cane piatto.

Rispondi