Coronavirus SARS-CoV-2

off topic, cioè fuori tema.
Avatar utente
DELTAOMEGA
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2260
Iscritto il: 06/01/2012, 16:02

Coronavirus SARS-CoV-2

Messaggio da DELTAOMEGA » 29/02/2020, 17:07

Ogni anno l'influenza stagionale colpisce il 9% della popolazione, ovvero 5,5 milioni di persone in Italia. 8.000 di queste persone muoiono, le restanti guariscono.
Pertanto l'indice di mortalità per una normale influenza è 0,16% ! Un indice bassissimo, a dispetto degli 8000 deceduti che sembra un numero impressionante.

Allo stato attuale, in Italia sono state infettate dal COVID-19 822 persone , per ora 21 morti, 46 guariti.
Dal momento che l'epidemia è in atto non si hanno dati definitivi, poichè allo stato attuale non possiamo sapere alla fine dell'epidemia quanti morti e quanti guariti si conteranno, per cui si può ottenere un indice di mortalità provvisorio, aggiornato a oggi.
Proprio perchè l'epidemia non è terminata, l'indice deve essere calcolato in base al numero dei pazienti che hanno concluso la degenza in modo negativo (deceduti) e in base al numero dei pazienti che hanno concluso la degenza in modo positivo (guariti).
Come detto i guariti sono 46, i morti sono 21, per cui : 46+21 = 67
21 su 67 sono morti, per cui l'indice di mortalità del COVID-19 in Italia, allo stato attuale, è del 31,3% !!!

In Cina i morti sono 2835 e i guariti sono 39.103.
Per cui in Cina l'indice di mortalità aggiornato a oggi è : 2835 + 39103 = 41.938 pazienti che hanno superato la degenza (deceduti+guariti).
2835 morti su 41938 = 6,76 %
6,76% è un indice di mortalità inferiore a quello che si registra in Italia, ma enormemente superiore allo 0,16% di una normale influenza stagionale !
Per cui chi afferma che questa epidemia sia come un'influenza, è un ignorante oppure un bugiardo, oppure uno speculatore come coloro che attaccano il governo.

La differenza di mortalità tra Italia e Cina è dovuta al fatto che in Cina i guariti sono molti di più che in Italia poichè in quel Paese l'epidemia ha superato il picco e molte persone hanno avuto il tempo di guarire, invece in Italia probabilmente il picco è ancora lontano.

Certo che per spacciare il 31% di mortalità in Italia (ma anche il 6,76% della mortalità in Cina) per una normale influenza, ci vuole proprio una faccia di culo gigantesca !

Oltretutto a me risulta che la maggior parte degli ammalati si beccano la polmonite che fino a prova contraria è mortale senza supporto medico ... infatti la polmonite spiega l'alto indice di mortalità rispetto alla normale influenza.

I media, i politici e anche gli epidemiologi, fanno di tutto per negarlo, sta di fatto che la maggior parte degli infettati sono in ospedale in terapia intensiva e molti di loro lottano tra la vita e la morte, testimoniato dal numero dei morti che aumenta tutti i giorni in una percentuale che è 195 volte superiore a quella dell'influenza !
Ultima modifica di DELTAOMEGA il 02/03/2020, 11:01, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Zappabc
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1131
Iscritto il: 27/05/2016, 21:27
Località: zona sismica emilia

Re: Coronavirus COVID-19

Messaggio da Zappabc » 29/02/2020, 17:12

A casa mia, 800 malati e 21 morti fa un indice di mortalità di circa il 3%. Sempre troppi per essere un influenza normale, ma non assurdo come il tuo 31.
C'era una volta Sergiuccio, poi venne abc che fu arbitrariamente soppresso.

Avatar utente
DELTAOMEGA
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2260
Iscritto il: 06/01/2012, 16:02

Re: Coronavirus COVID-19

Messaggio da DELTAOMEGA » 29/02/2020, 17:32

Zappabc ha scritto:
29/02/2020, 17:12
A casa mia, 800 malati e 21 morti fa un indice di mortalità di circa il 3%. Sempre troppi per essere un influenza normale, ma non assurdo come il tuo 31.
L'indice di mortalità si calcola sui pazienti che hanno superato la malattia, ovvero sul numero dei deceduti + guariti, non sul numero totale dei contagiati che non sai se sopravviveranno o se moriranno dal momento che l'epidemia è in atto, per cui a casa tua vi sbagliate in tondo !

AndrewL80
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 35
Iscritto il: 25/03/2019, 17:05

Re: Coronavirus COVID-19

Messaggio da AndrewL80 » 29/02/2020, 18:06

Ma tutti quelli che questa influenza l'hanno fatta e che nemmeno se ne sono accorti?
Quelli ai quali il tampone non è stato fatto perchè presentavano sintomi "diversi" e non gravi e che probabilmente hanno contratto il loro bel Covid-19 e sono guariti senza fare una piega? Senza parlare degli asintomatici puri. Gente trovata positiva che nemmeno lo sapeva.

Il "censimento" dei contagiati ci da come risultato solo i positivi da tampone o cioloro ai quali è stato fatto il test.
Tutti quelli ai quali il test non è stato fatto non è che non hanno contratto il virus eh... semplicemente non lo sappiamo... buffo poi tirare in ballo cifre sulla mortalità con casi ancora in corso di accertamento, quarantene non terminate ecc. Se proprio lo si vuole fare questo calcolo, lo si faccia alla fine della questione.

Nel frattempo continuiamo a fare le quarantene a caso e le procedure a caso. In Germania, nel frattempo, probabilmente questo virus l'hanno già passato e nessuno ha detto nulla...

Ciao
Andrea

cisco60
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5433
Iscritto il: 13/05/2017, 17:28

Re: Coronavirus COVID-19

Messaggio da cisco60 » 29/02/2020, 18:31

Purtroppo le teorie sulla virulenza e morbilità studicchiate trentacinque anni fa sono
ormai un lontano ed offuscato ricordo ma clinicamente, lavorando con anziani da circa
diciotto, potrei dire che se al posto di questo vairus gli attaccassimo un bel Pneumococco,
delle Salmonella, o semplicemente uno Strepto o quelli stagionali dell'Influenza, metà
dei miei, cardiopatici gravi, dializzati, bronchitici cronici da far paura o l'insieme di tutto
ciò, andrebbero a raggiungere il regno dei più. Ora ci sono delle affezioni, specie polmonari
che si riescono a combattere faticosamente con cocktail di Antibiotici creati più per intuizione
che altro. Con questo non sto dicendo di non preoccuparci, anzi però nel modo giusto e per
le cose giuste.
:october:

Avatar utente
DELTAOMEGA
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2260
Iscritto il: 06/01/2012, 16:02

Re: Coronavirus COVID-19

Messaggio da DELTAOMEGA » 29/02/2020, 18:37

AndrewL80 ha scritto:
29/02/2020, 18:06
Ma tutti quelli che questa influenza l'hanno fatta e che nemmeno se ne sono accorti?
Quelli ai quali il tampone non è stato fatto perchè presentavano sintomi "diversi" e non gravi e che probabilmente hanno contratto il loro bel Covid-19 e sono guariti senza fare una piega? Senza parlare degli asintomatici puri. Gente trovata positiva che nemmeno lo sapeva.

Il "censimento" dei contagiati ci da come risultato solo i positivi da tampone o cioloro ai quali è stato fatto il test.
Tutti quelli ai quali il test non è stato fatto non è che non hanno contratto il virus eh... semplicemente non lo sappiamo... buffo poi tirare in ballo cifre sulla mortalità con casi ancora in corso di accertamento, quarantene non terminate ecc. Se proprio lo si vuole fare questo calcolo, lo si faccia alla fine della questione.

Nel frattempo continuiamo a fare le quarantene a caso e le procedure a caso. In Germania, nel frattempo, probabilmente questo virus l'hanno già passato e nessuno ha detto nulla...

Ciao
Andrea
Ma infatti l'ho ben specificato, i dati in Italia sono provvisori poichè l'epidemia è in atto, sta di fatto che in una normale influenza su 67 pazienti che l'hanno avuta, è impensabile che si possano contare 21 decessi ! 21 morti su 67 !!! I dati che abbiamo per ora sono questi.

In Cina c'è una percentuale di mortalità inferiore perchè probabilmente hanno superato il picco, per cui l'epidemia è in uno stato più avanzato ed il numero dei guariti e dei morti è più conforme alle caratteristiche reali della virulenza del COVID-19.

Per ora i dati in Italia non sono molto attendibili proprio perchè ci troviamo in una fase interlocutoria dell'epidemia.

In Germania a mio avviso l'epidemia deve ancora arrivare.

Se non trovano un vaccino in tempi brevi, credo che faremo in tempo ad ammalarci tutti, se non quest'anno, sarà l'anno prossimo.

Ricordo il nome della malattia causata dal COVID-19 : Polmonite di Vuhan ... mi sembra molto eloquente, non ha bisogno di molti commenti.

Poi se vogliamo credere che non è nulla o è come l'influenza ...

Avatar utente
Zappabc
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1131
Iscritto il: 27/05/2016, 21:27
Località: zona sismica emilia

Re: Coronavirus COVID-19

Messaggio da Zappabc » 29/02/2020, 21:44

DELTAOMEGA ha scritto:
29/02/2020, 17:32
Zappabc ha scritto:
29/02/2020, 17:12
A casa mia, 800 malati e 21 morti fa un indice di mortalità di circa il 3%. Sempre troppi per essere un influenza normale, ma non assurdo come il tuo 31.
L'indice di mortalità si calcola sui pazienti che hanno superato la malattia, ovvero sul numero dei deceduti + guariti, non sul numero totale dei contagiati che non sai se sopravviveranno o se moriranno dal momento che l'epidemia è in atto, per cui a casa tua vi sbagliate in tondo !
Ok, allora lo sai solo tu perchè tutti, televisioni comprese, parlano di 3 % di mortalità considerando il totale dei contagiati esattamente come in Cina e nel resto del mondo.
C'era una volta Sergiuccio, poi venne abc che fu arbitrariamente soppresso.

Avatar utente
DELTAOMEGA
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2260
Iscritto il: 06/01/2012, 16:02

Re: Coronavirus COVID-19

Messaggio da DELTAOMEGA » 01/03/2020, 10:25

Zappabc ha scritto:
29/02/2020, 21:44
DELTAOMEGA ha scritto:
29/02/2020, 17:32
Zappabc ha scritto:
29/02/2020, 17:12
A casa mia, 800 malati e 21 morti fa un indice di mortalità di circa il 3%. Sempre troppi per essere un influenza normale, ma non assurdo come il tuo 31.
L'indice di mortalità si calcola sui pazienti che hanno superato la malattia, ovvero sul numero dei deceduti + guariti, non sul numero totale dei contagiati che non sai se sopravviveranno o se moriranno dal momento che l'epidemia è in atto, per cui a casa tua vi sbagliate in tondo !
Ok, allora lo sai solo tu perchè tutti, televisioni comprese, parlano di 3 % di mortalità considerando il totale dei contagiati esattamente come in Cina e nel resto del mondo.
Il 3% di mortalità di cui si parla è una stima del tutto teorica del bilancio definitivo dell'epidemia, stima che allo stato attuale è del tutto smentita dai numeri provvisori, provvisori proprio perchè l'epidemia è in atto.

Allo stato attuale in Italia ci sono 1049 persone infette, 29 morti e 50 guariti.
La mortalità si calcola su coloro che hanno superato la malattia, positivamente (guariti) o negativamente (deceduti). Coloro che hanno superato la malattia sono 79, di cui 29 sono morti, per cui la mortalità in Italia, per ora, è del 36,7 % !!!
Dei 1049 infetti, non sappiamo quanti ne moriranno e quanti sopravviveranno, proprio perchè l'epidemia è in atto e non possiamo avere dati definitivi.

In Cina, dove l'epidemia è molto più avanzata, probabilmente si hanno dati più attendibili, sempre che ci sia stata trasparenza da parte delle autorità che sappiamo bene non brillare in tal senso, ebbene la mortalità in quel Paese è del 6,76 %, ovvero 2835 morti e 39103 guariti, ovvero sono morte 2835 persone su 41.938 che hanno superato la malattia.
Le altre persone attualmente infette non fanno testo per la mortalità, perchè non sappiamo quanti moriranno e quanti sopravviveranno. Infatti il bilancio defintivo lo si avrà alla fine dell'epidemia.

E' impressionante, drammatico ed incredibile che in Italia ci siano 29 morti su 79 totali che hanno superato la malattia, sono numeri spaventosi che nulla hanno a che vedere con una normale influenza.
Un'influenza non fa 29 morti su 79, se fosse stata una normale influenza i morti sarebbero stati 0 su 79 !!!

Un'altra cosa preoccupante è che senza vaccino, o quest'anno o l'anno prossimo, ci ammaleremo più o meno tutti, alla faccia di quegli stronzi, ignoranti, trogloditi dei NO Vax ... Salvini e la Lega e il M5S dovrebbero vergognarsi per averli appoggiati !

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Coronavirus COVID-19

Messaggio da Bizio61 » 01/03/2020, 10:36

Mi sbaglierò ma secondo me il virus serpeggia in Italia già da inizio anno.
Ad esempio il medico messo in quarantena a Tenerife ha menzionato casi pregressi di polmonite che ha afflitto alcuni suoi pazienti.
Pertanto, come si fa ad avere un totale esatto di chi si è realmente ammalato?
Come si fa a conteggiare gli eventuali portatori sani?
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

Avatar utente
DELTAOMEGA
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2260
Iscritto il: 06/01/2012, 16:02

Re: Coronavirus COVID-19

Messaggio da DELTAOMEGA » 01/03/2020, 11:08

Bizio61 ha scritto:
01/03/2020, 10:36
Mi sbaglierò ma secondo me il virus serpeggia in Italia già da inizio anno.
Ad esempio il medico messo in quarantena a Tenerife ha menzionato casi pregressi di polmonite che ha afflitto alcuni suoi pazienti.
Pertanto, come si fa ad avere un totale esatto di chi si è realmente ammalato?
Come si fa a conteggiare gli eventuali portatori sani?
Allo stato attuale non possiamo tirare le somme, l'epidemia è in corso, il bilancio è provvisorio, i morti sono 29 e forse questo è l'unico dato certo e attendibile ... può darsi che i guariti siano più dei 50 attuali.

Avatar utente
DELTAOMEGA
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2260
Iscritto il: 06/01/2012, 16:02

Re: Coronavirus COVID-19

Messaggio da DELTAOMEGA » 01/03/2020, 11:20


Questo conferma che la situazione è molto seria e preoccupante ... chi pensa di poter risolvere la polmonite di Vuhan con un'aspirina o con il Momendol, come ho sentito ieri alla trasmissione di Lilly Gruber Otto1/2, ho paura che si sia bevuta la classica storiella. Sono persino riusciti a minimizzare i 29 morti.

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Coronavirus COVID-19

Messaggio da Bizio61 » 01/03/2020, 12:00

DELTAOMEGA ha scritto:
01/03/2020, 11:08
Allo stato attuale non possiamo tirare le somme, l'epidemia è in corso, il bilancio è provvisorio, i morti sono 29 e forse questo è l'unico dato certo e attendibile ... può darsi che i guariti siano più dei 50 attuali.
Esattamente.
A gennaio qualcuno potrebbe anche essere morto di influenza o polmonite virale che non è però stata diagnosticata come COVID-19.
Ero in sala d’attesa dal medico della mutua un paio di lunedì fa, la sala era piena di gente influenzata ed in diversi si lamentavano di una tosse fastidiosa e febbre persistente che durava da oltre dieci giorni. Chissà se si trattava di normale influenza ...
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

cisco60
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5433
Iscritto il: 13/05/2017, 17:28

Re: Coronavirus COVID-19

Messaggio da cisco60 » 01/03/2020, 16:36

-"Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare". :medioevo: :sigaro:
:october:

Avatar utente
DELTAOMEGA
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2260
Iscritto il: 06/01/2012, 16:02

Re: Coronavirus COVID-19

Messaggio da DELTAOMEGA » 01/03/2020, 17:44

.
Se non si riesce ad avere un vaccino in tempi brevi (almeno per l'anno prossimo), bisogna sperare che il virus perda di aggressività nel tempo, poichè è probabile che prima o poi tutti verremo infettati, così come capita per l'influenza.

Certo che se il COVID-19 dovesse mutare e diventare più letale, eludendo eventuali vaccini, sarebbero cavoli amari per tutta l'umanità, come narrato nella serie televisiva degli anni '70 intitolata "I sopravvissuti", nella quale solo l'1% della popolazione mondiale sopravvisse.

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Coronavirus COVID-19

Messaggio da Bizio61 » 01/03/2020, 18:44

Probabilmente ci ammaleremo in tanti ma ciò che interessa al Ministero della Sanità è che ci ammaliamo gradualmente e non tutti in una volta, altrimenti i posti negli ospedali di tutta Italia nelle Unità Terapia Intensiva (UTI) non basterebbero sicuramente. Proprio vicino a casa mia ho letto che vorrebbero allestire un nuovo Lazzaretto presso l’ ospedale militare di Baggio.
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

Avatar utente
massimo_vallini
Amministratore
Messaggi: 2082
Iscritto il: 21/12/2010, 12:11

Re: Coronavirus COVID-19

Messaggio da massimo_vallini » 01/03/2020, 19:17

Mi pare che per il momento le stime per l'Italia siano azzardate. Atteniamoci alle prescrizioni!
Saluti, MV

cisco60
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5433
Iscritto il: 13/05/2017, 17:28

Re: Coronavirus COVID-19

Messaggio da cisco60 » 01/03/2020, 19:55

Da noi avrebbero dovuto riaprire i locali dell'aeroporto militare di San Damiano
ma al momento non se n'è fatto nulla. Un paio d'ispezioni ed è calato il silenzio.
La mia esperienza personale e dei miei famigliari è stata quella d'avvisare l'AUSL
di Piacenza tramite compilazione di un modulo inviato telematicamente dell'avvenuto
transito o permanenza nella così detta "zona rossa". Nel giro di 24 ore vi è stata la
loro prima risposta ed in seguito, dopo circa 12 ore abbiamo ricevuto le chiamate
telefoniche per una vera e propria intervista. Hanno fatto domande specifiche ed in
modo chiaro e semplice. Hanno consigliato a tutti, sia pur in assenza di sintomatologia
di adottare tutte le precauzioni e protezioni individuali necessarie e consigliate in
vari modi e luoghi. Confermando la loro disponibilità hanno detto di richiamare in caso
di dubbi. Unica nota divertente è stata quando l'intervistatrice mi ha riconosciuto e si
è scusata lei di avermi fatto perdere tempo. Gentilissima comunque. Speriamo che i
loro e nostri sforzi nell'applicare le linee guida, servano a rallentare l'epidemia ed i danni.
:october:

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Coronavirus COVID-19

Messaggio da Bizio61 » 02/03/2020, 1:11

Questa è la lettera agli studenti della facoltà di Veterinaria dell'Università di Torino che spiega in modo semplice e senza allarmismi il motivo per cui dobbiamo tutti accettare di buon grado le restrizioni dell'emergenza.

“Care studentesse e cari studenti, come virologi del Dipartimento di Scienze Veterinarie sentiamo il dovere di esprimere e farvi conoscere la nostra opinione su quanto sta accadendo sul nostro territorio.
Chi di voi ha già frequentato le nostre lezioni di virologia e malattie virali conosce l'approccio che utilizziamo quando vi parliamo delle infezioni epidemiche e di quali strategie i virus adottano per sfruttare la popolazione animale e mantenersi in natura. Abbiamo a che fare con un virus ad RNA con una forte propensione a mutare ed adattarsi. L'origine è sicuramente animale ed il pipistrello è la specie serbatoio più probabile (alberga numerosi betacoronavirus fra cui quello da cui ha originato il virus della SARS). E' probabile che sia passato all'uomo già da un pò di tempo e si sia adattato (abbia imparato) proprio attraverso le mutazioni, ad essere trasmesso nel circuito interumano.
Il salto di specie garantisce ad un nuovo virus un notevole vantaggio verso la popolazione suscettibile.
L'uomo quindi rappresenta una opportunità formidabile perché rappresenta una specie abbondante, che vive in promiscuità ed è sprovvisto di memoria immunologica. I coronavirus del raffreddore sono degli alfacoronavirus e condividono ben poco del Covid 2019 in termini di cross-protezione. Quindi non è attesa in tempi brevi una riduzione della virulenza. Solo quando l'immunità di popolazione avrà raggiunto un certo livello, allora il virus comincerà ad essere trasmesso con maggiore difficoltà e tenderanno ad aumentare le forme lievi, croniche o asintomatiche. Notate che queste sono già presenti nella maggior parte degli infetti ma abbiamo ancora un 15-20% di infetti che sviluppano forme gravi che richiedono l'ospedalizzazione. Una caratteristica di questo virus è quella di essere molto contagioso. Il legame con il recettore cellulare è venti volte più forte rispetto al virus della SARS. Inoltre presenta siti per le proteasi cellulari simili a quelli dei virus influenzali associati a peste aviare ad alta patogenicità (furin-like) quindi potenzialmente in grado di dare forme a maggior tropismo tissutale, essendo queste proteasi espresse in molti tessuti.
Quindi per concludere il virus non è la peste nera ma non è neanche una banale influenza e vi spieghiamo perchè:
- L'Influenza stagionale ha una mortalità di circa lo 0,1%, non banale, ma la popolazione è in gran parte immune (per pregresse infezioni, parzialmente cross-protettive verso le nuove varianti e per la vaccinazione). In un tale contesto il virus influenzale serpeggia fra la popolazione e colpisce una frazione minoritaria delle persone senza incidere in modo significativo sulla forza lavoro di un paese.
- SARS-Cov2 è un virus nuovo. Non abbiamo memoria immunologica o immunità di gregge. In tali casi il virus, senza misure di controllo, avrebbe un andamento epidemico, arrivando ad interessare una larga fascia della popolazione recettiva (dove il denominatore è tutta la popolazione italiana) prima di cominciare a rallentare la progressione. Questo significa che, anche in assenza di forme gravi, una gran parte della popolazione in età lavorativa, sarebbe bloccata per settimane con immaginabili ripercussioni sull'economia nazionale. Quindi ben vengano le misure di restrizione attualmente in uso per arginare almeno i principali focolai epidemici.
- Covid 2019 causa forme gravi che richiedono il ricovero nel 15% dei casi. Si tratta di polmoniti che vengono curate in terapia intensiva per diversi giorni con l'ausilio della respirazione assistita.
Quindi poco importa se la categoria a rischio di decesso siano gli over settantenni, con tutto il rispetto per i nostri vecchi. Anche i quarantenni o i cinquantenni (una parte cospicua della forza lavoro) avrebbe necessità della stessa terapia. Provate a chiedervi quanti letti per terapia intensiva ci sono nelle province italiane e quanti di questi sono già giustamente occupati da pazienti che hanno subito operazioni chirurgiche, traumi, ustioni ecc. Da qui la necessità di applicare tutte le misure utili ad arginare l'espandersi dei focolai epidemici, anche se vengono percepite come eccessive.
L'appello che facciamo agli studenti che hanno già maturato una sensibilità e coscienza sulle misure di lotta alle malattie degli animali è quella di fare tesoro delle vostre conoscenze ed essere parte attiva nella comunicazione del rischio, senza allarmare eccessivamente ma senza sottovalutare il problema. Vi sarete accorti che non tutti i virologi che quotidianamente affollano le trasmissioni televisive la pensano allo stesso modo. Questo è assolutamente normale (la scienza è democratica fra gli scienziati e sensibilità e approcci diversi sono il sale del dibattito scientifico).
La verità è che nessuno conosce come andrà a finire. Il principio di precauzione, se applicato bene, non sarà mai apprezzato abbastanza, se il problema sanitario poi non si verifica. Mentre una sottovalutazione del pericolo, in presenza di un'epidemia fuori controllo, farebbe scoppiare la rivoluzione.
La difficoltà di prendere la giusta decisione è un sottile filo che lega questi due estremi.”
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

cisco60
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5433
Iscritto il: 13/05/2017, 17:28

Re: Coronavirus COVID-19

Messaggio da cisco60 » 02/03/2020, 2:42

Intanto e per prima cosa, grazie. Con i se ed i ma non si fa la storia.
Ugualmente vorrei farti una domanda. Pensi che se per assurdo si
fossero bloccati i flussi da e per le aree d'origine oppure comunque
messe in quarantena tali persone, si sarebbe potuto rallentare la
epidemia ? Ti ricordi inoltre quali sono le sentinelle previste dall'OMS
e la tempistica da esse adottate nei confronti dell'influenza stagionale
che proviene annualmente dal SudEst Asiatico o giù di li ? Si insomma,
da quei brutti musi gialli, insomma. :ciglia: :sigaro: :haha:
:october:

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Coronavirus COVID-19

Messaggio da Bizio61 » 02/03/2020, 6:07

Prego :october:
Premetto che mi occupo di tutt’altro per cui posso dare risposte che potrebbero risultare inesatte.
Credo che il blocco delle frontiere avrebbe potuto rallentare ma non evitare del tutto la diffusione del virus.
In merito al servizio sentinella prevista per ogni forma influenzale mi pare di capire che sia basato sulla rete di medici che aderiscono a tale servizio.
Ho trovato in rete questo pdf
http://old.iss.it/binary/iflu/cont/Prot ... 644732.pdf

Comunque per essere precisi, DO, COVID-19 (il 19 sta per 2019) non è il nome del virus ma della malattia infettiva.
Il virus si chiama in realtà SARS-COV2.
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

Rispondi