Se mio nonno avesse avuto le ruote...

off topic, cioè fuori tema.
Rispondi
oizirbaf
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 13838
Iscritto il: 21/12/2010, 13:26
Località: Gallia cisalpina

Se mio nonno avesse avuto le ruote...

Messaggio da oizirbaf » 14/03/2016, 10:00

Azz! Se è vero...Se è vero eh!!! Qui siamo alla frutta del CPDM:
"Al lavoro in bici, investita: niente risarcimento, doveva prendere il bus"

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/ ... 27786.html
:mha:
Rem tene, verba sequentur.

Avatar utente
docpilot
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 11243
Iscritto il: 21/12/2010, 19:27
Località: Neapolis

Re: Se mio nonno avesse avuto le ruote...

Messaggio da docpilot » 14/03/2016, 16:00

E se andava a piedi? Anche quelli sono "mezzi propri"... :barella:

P.S. 5% permettendo.
Immagine
Moglie che tace casa felice. Confucio.
La gente che grida parole violente non vede, non sente, non pensa per niente.
Immagine

Avatar utente
SniperElite
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 691
Iscritto il: 02/04/2012, 16:17

Re: Se mio nonno avesse avuto le ruote...

Messaggio da SniperElite » 14/03/2016, 18:27

oizirbaf ha scritto:Azz! Se è vero...Se è vero eh!!! Qui siamo alla frutta del CPDM:
"Al lavoro in bici, investita: niente risarcimento, doveva prendere il bus"

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/ ... 27786.html
:mha:
Mi stupisce che, data la fonte, non sia stata data la colpa a Renzi anche di questo.
E' la legge a stabilire cosa sia un "infortunio in itinere" non l'Inail, quest'ultima si limita semplicemente a rilevare i fatti.
E nel caso di specie, non si può appunto parlare di infortunio in itinere (se il dipendente sceglie deliberatamente di utilizzare un mezzo proprio per recarsi a lavoro nonostante abbia la possibilità di servirsi dei mezzi pubblici, lo fa a proprio rischio e pericolo e di conseguenza l'eventuale infortunio viene classificato come "malattia" e non come "infortuno in itinere" con tutto ciò che ne deriva).
Insomma la solita polpetta avvelenata per seminare zizzania e malcontento...
Immagine

lupo69
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 7048
Iscritto il: 21/12/2010, 19:06
Località: Highland Liguri (GE)

Re: Se mio nonno avesse avuto le ruote...

Messaggio da lupo69 » 14/03/2016, 21:12

Ho un paio di colleghi che, mentre andavano/tornavano in servizio,
causa incidenti con la moto e conseguenti gambe rotte, non solo hanno
preso l' infortunio, ma anche la causa di servizio, perciò tutta fuffa questa.
"se le armi saranno bandite, solo i banditi saranno armati"
"un popolo che non vuole portare le proprie armi, portera' quelle di qualcun altro"

oizirbaf
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 13838
Iscritto il: 21/12/2010, 13:26
Località: Gallia cisalpina

Re: Se mio nonno avesse avuto le ruote...

Messaggio da oizirbaf » 15/03/2016, 10:38

Non viene solo dal Giornale che è stato solo il più comodo da consultare...
http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-i ... s-1317561/
http://www.ecodibergamo.it/stories/Hint ... l_pullman/
http://archivio.panorama.it/news/cronac ... on-ti-paga
http://www.ilgiorno.it/bergamo/cronaca/ ... cade.shtml
et alii...
Il problema sta "pelonell'uovismo"! Due pesi e due misure... Gente con trentotto ergastoli rilasciata...assassini plurimi patteggiati, ma assoluta rigidità per le leggi dell'inail...
questa:
http://www.inail.it/internet/default/IN ... index.html
Il mio pelo nell'uovo (come dice Lupo) sarebbe: E se fosse andata a piedi? Mezzo proprio? pubblico? Privato?
Io sarei comunque per l'abolizione di questa norma (infortunio in itinere) che, non dimentichiamo0lo, al di là delle urla delle Erinni che lamentano l'insicurezza sui posti di lavoro, rappresenta una quota del 18% degli infortuni sul lavoro in Italia!
Però gli interessati politici si guardano bene dal dirlo!
Oizirbaf
Rem tene, verba sequentur.

Avatar utente
SniperElite
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 691
Iscritto il: 02/04/2012, 16:17

Re: Se mio nonno avesse avuto le ruote...

Messaggio da SniperElite » 15/03/2016, 11:40

lupo69 ha scritto:Ho un paio di colleghi che, mentre andavano/tornavano in servizio,
causa incidenti con la moto e conseguenti gambe rotte, non solo hanno
preso l' infortunio, ma anche la causa di servizio, perciò tutta fuffa questa.
Ricordo che per gli appartenenti alle FFOO ci sono norme e iter diversi, nulla a che vedere con gli altri lavoratori (pubblici o privati che siano) e oltretutto la causa di servizio viene riconosciuta con una certa elasticità proprio in virtù delle condizioni particolari degli agenti e ufficiali di PS.
oizirbaf ha scritto:Non viene solo dal Giornale che è stato solo il più comodo da consultare...
Il problema sta "pelonell'uovismo"! Due pesi e due misure... Gente con trentotto ergastoli rilasciata...assassini plurimi patteggiati, ma assoluta rigidità per le leggi dell'inail...questa:
http://www.inail.it/internet/default/IN ... index.html
Il mio pelo nell'uovo (come dice Lupo) sarebbe: E se fosse andata a piedi? Mezzo proprio? pubblico? Privato?
Io sarei comunque per l'abolizione di questa norma (infortunio in itinere) che, non dimentichiamo0lo, al di là delle urla delle Erinni che lamentano l'insicurezza sui posti di lavoro, rappresenta una quota del 18% degli infortuni sul lavoro in Italia!
Però gli interessati politici si guardano bene dal dirlo!
Oizirbaf
Non contestavo ovviamente la veridicità della notizia, ma il modo in cui il Giornale l'ha posta.
La norma di per sé è chiara per cui non c'è nulla di sensazionale, se ti rechi a lavoro con il mezzo privato pur non avendone la necessità (perché è disponibile il servizio pubblico di trasporto) non puoi invocare la disciplina dell'infortunio in itinere.
Se si dovesse riconoscere l'infortunio in itinere a tutti quelli che subiscono un qualsiasi incidente mentre si recano/tornano da lavoro staremmo freschi...
Immagine

Rispondi