Pagina 2 di 3

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 08/06/2012, 20:02
da standard9
giovannimerecano ha scritto:Un commento storico/militare sulla campagna d'Italia. IMHO gli Alleati fecero uno sbaglio stupido che costo' loro e la popolazione civile migliaia e migliaia di vite. Invece di attaccare dal sud e respingere i nazifascisti verso il nord metro a metro, sarebbero dovuti sbarcare in massa a Ostia, sul litorale romano, spezzando cosi' le linee di riapprovvigionamento nemiche. Il litorale romano e' piatto, e non avrebbe consentito al nemico di usare postazioni di artiglieria pesante sulle colline, come fecero ad Anzio e Nettuno, tenendo gli Alleati bloccati per mesi. E si sarebbe potuto evitare il macello di Montecassino. Sbarcando a Roma e tagliando il nemico in due avrebbe entro poco tempo lasciato le truppe nemiche a sud di Roma senza rifornimenti e senza munizioni.

Questo è vero.Come è vero l'errore commesso di consentire che le truppe italotedesche ripiegassero totalmente,e quasi indisturbate sulla penisola.Gli angloamericani si accapigliavano spesso tra di loro per decidere tattiche e strategie.
Patton ne è un esempio. Agiva per cazzi suoi.

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 09/06/2012, 9:22
da massimoarmeria
I ragazzi che sbarcarono in Europa erano gente come noi che combatteva con la speranza di costruire un nuovo mondo.

Al contrario dei loro Governanti, che con la scusa delle "Grandi Democrazie" sostituirono il potere imperialista inglese a quello americano.

L'entrata in guerrA DEGLI Stati Uniti segni, infatti, la fine del potere colonio-Imperialista inglese sul mondo, per sostituirsi a quello"democratico" degli Stati Uniti.

Per quanto riguarda le campagne in Italia.

Bhe! Lo dice la storia, ma anche i documenti ufficiali. I generali alleati erano degli immani cazzoni !!!

Iniziando da George Custer (sterminatore di donne e bambini indiani),

Patton (una Soubrette mancata),

Montgomery (ribattezzato da Indro Montanelli il generale 3 a 1)

Clark (processato in america dai parenti delle vittime della divisione "Texas" per il disastro sul fiume Rapido)

Lucas (un vero cagasotto e coniglio (sbarco' 25.000 autocarri ad Anzio e 50.000 soldati)

Frejberg (neozelandese) ideatore, sostenitore ed esecutore del Bombardamento, inutile dell'Abbazia di Montecassino (minaccio' di ritirare il corpo di spedizione se la stessa non fosse rasa al suolo).

Il generale Juin comandante delle truppe coloniali francesi (marocchine) veri criminali macchiatisi di tanti crimini a sfondo sessuale nel centro Italia, violentatori di Preti donne, uomini e bambini, per i quali lo stato italiano paga ancora una sorta di pensione alle sfortunate vittime.

Senza dimenticare "bombing Harris" Comandante inglese ideatore dei bombardamenti terroristici...

Un recente studio calcola che dai 70.000 ai 90.000 civili (non certo militari in servizio) furono vittime dei mitragliamenti da parte delle aereonautiche alleate in italia !!!

Mi tocca evidenziare che le vittime civili dei tedeschi furono molto meno...

Purtroppo questa è una Tattica "tanto cara ai Liberatori americani" i quali non si fanno scrupoli neanche oggi a riempire di piombo donne e bambini che si trovano a tiro dei loro aereoplani.


Il Terzo Reich fu certo distrutto dall'immane sacrificio di giovani vite americane
e dalla grande potenza economica statunitense, non certo dalle capacità dei loro Comandanti.

Non a caso Churchill disse: "Abbiamo vinto una guerra perdendo tutte le battaglie..."


Per quanto riguarda il D-Day. A Omaha Beach gli americani persero circa 3.000 uomini sulla spiaggia in pochissimo tempo...

I giovani americani furono semplicemente mandati al macello perchè i carri armati galleggianti (Sherman Duplex Drive) furono sbarcati dalle navi madre a circa un miglio dalla spiaggia (per paura) invece di 200 metri come studiato.

Affondarono tutti causa il mare mosso !!!

Oltretutto l'artiglieria navale alleata allungo' il tiro cannoneggiando e radendo al suolo un paio di innocui villaggi francesi e lasciando intatte le difese di Omaha...Di conseguenza le truppe si trovarono allo scoperto solo con armi leggere e senza la protezione dei blindati...FU' UN MASSACRO !!!

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 09/06/2012, 9:30
da standard9
x Massimoarmeria. Il tuo intervento mi è piaciuto. :october:

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 09/06/2012, 10:22
da giovannimerecano
Meglio il potere imperialista degli U.S. che quello di Hitler, Mussolini e Hirohito.
E le cazzate non le hanno fatte soltanto i generali alleati, ma anche i loro governi, specialmente il governo U.S. che ha dato all'Unione Sovietica aerei, munizioni, armi per aiutarli a combattere contro Hitler, quando la guerra la si potrebbe potuta vincere anche senza l'intervento sovietico, sebbene con piu' difficolta' e sacrifici di mezzi e di vite. Invece, cosi' facendo, si e' dato all'Unione Sovietica l'opportunita' di fagocitare l'Europa orientale, di instituire un impero retto da armi, oppressione brutale, campi di concentramento e squadre d'esecuzione, e di costituire un pericolo per il mondo libero.

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 09/06/2012, 10:43
da massimoarmeria
Giovanni, se non ci fossero stati i 21 milioni di morti russi sul fronte orientale, e di conseguenza i tre milioni di soldati tedeschi schierati ad Est, probabilmente oggi avremmo parlato tutti il tedesco.

Gli americani non sarebbero mai riusciti da soli (o con gli inglesi) a mettere piede sul vecchio continente. Probabilmente avrebbero optato per una pace, dove la Germania dominava incontrastata in Europa e L'America nel resto del mondo.

Lo dimostrano i costanti rovesci militari subiti dalle truppe alleate anche dopo lo sbarco in Normandia. La guerra del Bocage l'operazione Market Garden, le Ardenne.

A truppe super rifornite di ogni ben di Dio al massimo della capacità addestrativa, i tedeschi opponevano divisioni costituite da solo tre battaglioni (4 per gli alleati) formati da uomini gia' feriti (a Omaha beach c'era un battaglione di feriti alla pancia, pluricinquantenni con dieta speciale) con poche armi pesanti ed ancora ippotrainate !!!. D'altronde questa è storia, consultabile in qualsiasi libro. Non basiamoci su Hollywood e la saga del cinema d'eroismo americano. I fatti andarono diversamente non certo come la macchina da presa li narra.

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 09/06/2012, 12:25
da lg.klink
Onore ai caduti di tutte le guerre!!!! Per chi va in Sicilia voglio segnalare il museo dello sbarco a Catania zona ciminiere , ci sono tutte le armi e divise della II WW , piu' qualke cannone e carro ,in piu' la ricostruzione videofotografica delle battaglie in piu' sale anche attraverso un vecchio borgo ricostruito, con muri in cartone e un percorso interno enorme , con le copie di cera dei capi di stato del periodo da Mussolini a Hitler , Churcil , il re nano, ecc.

Riguardo le battaglie cruente ve ne furono diverse da quella della piana di Catania contro i para tedeschi Africa corps , svoltasi per parecchi giorni sul ponte simeto a quella di Randazzo e Troina e tra gli Americani e italiani sulla piana di Gela divisione "Livorno"monte Castelluccio vi furno 3.300 morti italiani questi non scapparono .Oltre la strage di Licata Canicatti'.
Purtroppo come in tutte le guerre si sa 'vi furono da una e dall' altra parte atti di atrocita' e crudelta' inaudita.
A Francofonte mi ricordava mia nonna vennero trovati i corpi di un soldato tedesco abbracciato ad un Inglese si erano trafitti in un duello mortale con le baionette rimanerndo uniti come in un' ultimo abbraccio appunto, ultimamente in zona di Scordia hanno ritrovato i resti di due soldati tedeschi sepolti in contrada inziti dentro una grotta sepolti da un contadino , erano mummificati avevano ancora brandelli di uniformi oltre l'elmetto ecc.
Leggete
Qui
http://ricerca.repubblica.it/repubblica ... scudi.html

http://www.gelacittadimare.it/la%20batt ... 0Gela.html

http://livesicilia.it/2009/04/04/uccidi ... a-augello/

http://www.solfano.it/canicatti/tragicifatti43.html

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 09/06/2012, 12:54
da standard9
In sintesi il 6 giugno cosa rappresenta? La liberazione dei popoli dall'oppressione e il trionfo della democrazia?
Senz'altro la dittatura di Hitler e di Stalin(continuata anche dopo la seconda guerra mondiale sulla popolazione russa e sui popoli dell'est:Budapest '56.Praga '68,tanto per rinfrescare la memoria) sono episodi storici da evitare in futuro.
Essere perseguitati perchè si ha un'idea contraria è un' abominevole crimine contro l'umanità intera.
Vivere in una società libera e democratica ove il sostentamento quotidiano dell'individuo è in forse mentre altri guazzano nella ricchezza illimitata,con,senza,con pochi o con molti meriti,(ha poca importanza) è un'altro abominevole crimine contro l'esistenza umana.Proprio l'altro ieri durante una trasmissione(non ricordo il canale) fu intervistato Schultz che tra tante dichiarazioni affermò che nei paesi democratici capitalisti la maggior parte della ricchezza sta in mano a pochissimi individui ed è d'obbligo,al più presto una distribuzione equa della ricchezza nazionale in tutti i paesi che si definiscono democratici.Sotto questo punto di vista ,attualmente nessun paese del mondo occidentale ha fatto più di tanto! Vergogna!!! :mazza: :medioevo: :medioevo: :medioevo:

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 09/06/2012, 13:09
da 58-KURTZ
Quando il Terzo Reich invase la polonia ,provocando il successivo 3 settembre, la dichiarazione di guerra di Gran Bretagna e Francia, legate da un patto di alleanza con i polacchi perchè non hanno dichiarato guerra anche all'Unione Sovietica ? .dubbio:





Poi nella battaglia la mano pesante l'hanno usata un pò tutti..........................prigionieri italiani in Africa passati alle armi , a Cefalonia , piloti Italiani mitragliati quando scendevano con il paracadute ( prassi ordinata dal comando ) Monte Cassino rasa al suolo perchè volevano farci un parcheggio.....ecc ecc

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 09/06/2012, 19:21
da giovannimerecano
Francamente parlando, prendere un'occasione come l'anniversario dello sbarco in Normandia e la commemorazione dei suoi caduti Alleati e usarlo per sciorinare l'antiamericanismo che affligge certi o per ideologia o per invidia (o una misture delle due), mi da' un certo fastidio e mi fa quasi (ma non veramente) desiderare che l'America si fosse fatti i cazzi suoi e vi avesse lasciato nelle mani di Mussolini e Hitler. Detto questo, esco permanentemente da questa discussione sia come scrvente che lettore.

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 09/06/2012, 19:25
da vic60
Personalmente le truppe anglo-americane
Piu' che liberatori le ho sempre considerate invasori
Del suolo italico, dato che noi italiani eravamo alleati
Dei tedeschi, se non erro...

Altra cosa:
I soldati purtroppo non muoiono mai per la liberta' dei popoli
Ma solo per gli interessi economici di chI li comanda.
Questo insegna la storia.

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 09/06/2012, 19:33
da snipermosin
lg.klink ha scritto:Onore ai caduti di tutte le guerre!!!! Per chi va in Sicilia voglio segnalare il museo dello sbarco a Catania zona ciminiere , ci sono tutte le armi e divise della II WW , piu' qualke cannone e carro ,in piu' la ricostruzione videofotografica delle battaglie in piu' sale anche attraverso un vecchio borgo ricostruito, con muri in cartone e un percorso interno enorme , con le copie di cera dei capi di stato del periodo da Mussolini a Hitler , Churcil , il re nano, ecc.

Riguardo le battaglie cruente ve ne furono diverse da quella della piana di Catania contro i para tedeschi Africa corps , svoltasi per parecchi giorni sul ponte simeto a quella di Randazzo e Troina e tra gli Americani e italiani sulla piana di Gela divisione "Livorno"monte Castelluccio vi furno 3.300 morti italiani questi non scapparono .Oltre la strage di Licata Canicatti'.
Purtroppo come in tutte le guerre si sa 'vi furono da una e dall' altra parte atti di atrocita' e crudelta' inaudita.
A Francofonte mi ricordava mia nonna vennero trovati i corpi di un soldato tedesco abbracciato ad un Inglese si erano trafitti in un duello mortale con le baionette rimanerndo uniti come in un' ultimo abbraccio appunto, ultimamente in zona di Scordia hanno ritrovato i resti di due soldati tedeschi sepolti in contrada inziti dentro una grotta sepolti da un contadino , erano mummificati avevano ancora brandelli di uniformi oltre l'elmetto ecc.
Leggete
Qui
http://ricerca.repubblica.it/repubblica ... scudi.html

http://www.gelacittadimare.it/la%20batt ... 0Gela.html

http://livesicilia.it/2009/04/04/uccidi ... a-augello/

http://www.solfano.it/canicatti/tragicifatti43.html
Grazie per i link, essendo siciliano è interessante conoscere i particolari di come avvennero i fatti. La maggior parte delle foto mi erano sconosciute.

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 09/06/2012, 19:35
da docpilot
La storia la raccontano i vincitori. Punto e basta.
Massimoarmeria dice cose esatte.
Vi consiglio inoltre una buona e onesta lettura in merito all'argomento, si tratta di un libro scritto da un inglese: Frederick W. Winterbotham dal titolo ULTRASECRET edito da Mursia. In una parte del libro, non ricordo quale, l'autore afferma che la guerra la hanno vinta per un soffio.
Le conseguenze di una nostra eventuale vittoria (parlo degli eserciti dell'asse) sono ancora oggetto di discussione.
Vale la pena leggerlo.

P.S. Riporto una bellissima frase scritta su una lapide durante la I GM: "oltre la morte nessuna ira nemica".

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 09/06/2012, 20:42
da standard9
giovannimerecano ha scritto:Francamente parlando, prendere un'occasione come l'anniversario dello sbarco in Normandia e la commemorazione dei suoi caduti Alleati e usarlo per sciorinare l'antiamericanismo che affligge certi o per ideologia o per invidia (o una misture delle due), mi da' un certo fastidio e mi fa quasi (ma non veramente) desiderare che l'America si fosse fatti i cazzi suoi e vi avesse lasciato nelle mani di Mussolini e Hitler. Detto questo, esco permanentemente da questa discussione sia come scrvente che lettore.

A prescindere, ma quel 'Vi' mi dà la netta impressione che tu debba difendere un'intera genealogia americana.
Vero è che sei cittadino americano degli USA,da pochi anni, ma ostentarlo così sembra che le tue radici siano americane dal tempo di George Washington! 'A' romano de' Roma' :ciglia: :october:

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 10/06/2012, 0:29
da docpilot
standard9 ha scritto:... 'A' romano de' Roma' :ciglia: :october:

Trad. "(Hi) Roman of Rome" or "(Hi) Rome's Roman"? :lingua: :rido:

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 10/06/2012, 0:46
da Rocchetta
Patton una primadonna? Può darsi... (ed allora Clark? suvvia...)

Ma era un generale americano che sapeva usare corazzati e fanteria alla pari dei Tedeschi. Era uno dei pochissimi stimati dagli avversari dell'Asse.

Fredericks era un vero cazzone: il neozelandese non concepiva altro che l'attacco frontale ed il bombardamento massiccio. Se avesse potuto avrebbe mandato i soldati Alleati schierati come la fanteria di linea napoleonica. Finezza tattica ZERO. E dopo la guerra questo pezzo di merda ha fatto pure carriera.

Quanto a Juin: potevate evitare di pugnalare la Francia, nel 1940, come Maramaldo fece con il Ferrucci. Perchè poi ve l'hanno fatta pagare. I Francesi sono dei figli di puttana dalla memoria lunghissima. E sono VENDICATIVI.

Chiedetevi perchè non avete più sentito parlare di sequestri di navi francesi al largo della Somalia, mentre voi state ancora con due valorosi fanti di marina in carcere in India...

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 10/06/2012, 12:11
da lg.klink
Grazie per i link, essendo siciliano è interessante conoscere i particolari di come avvennero i fatti. La maggior parte delle foto mi erano sconosciute.[/quote]


Se scendi ti posso fare vedere una mia collezione di elemtti , mi sembra che ti abbia dato un elmo inglese trovato in zona , ci sono molti libri sulle battaglie di sicilia , quando scendi ne parliamo.

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 10/06/2012, 17:34
da snipermosin
lg.klink ha scritto:Grazie per i link, essendo siciliano è interessante conoscere i particolari di come avvennero i fatti. La maggior parte delle foto mi erano sconosciute.

Se scendi ti posso fare vedere una mia collezione di elemtti , mi sembra che ti abbia dato un elmo inglese trovato in zona , ci sono molti libri sulle battaglie di sicilia , quando scendi ne parliamo.[/quote]
Ah sei tu?
Allora alla prima occasione con molto piacere.

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 11/06/2012, 10:30
da massimoarmeria
Mi spiace che Giovanni l'abbia presa a male. Ma, purtroppo, quello che ho scritto non lo dico io ma i libri di storia, e questo è innegabile.

Non faccio considerazioni politiche ma soltanto Storico Militari, percio', volente o nolente dobbiamo accettare che i fatti andarono diversamente e non come narrato dalla "Vulgata" politica odierna.

Per il resto, giudicherà il tempo e la storia, non certo le macchine da presa di Hollywood.

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 11/06/2012, 10:39
da belpi
c'è poco da prendersela a male.


non è questione di essere filo o anti USA;
a esordire che questi Caduti si sono sacrificati per la "nostra libertà" il minimo che poteva saltare fuori era la discussione su che fine abbia fatto la nostra libertà;

quei Caduti si sono sacrificati per la loro Patria.
punto.
che la Patria fossero gli USA che ci hanno conquistato un impero mondiale, o l'Impero Britannico che l'impero l'ha perduto.
non è mica una cosa brutta, o limitativa, cadere per la Patria.

Re: 6 giugno, 1944

Inviato: 11/06/2012, 14:11
da vic60
chissà se anche i geni-assassini che idearono e progettarono i
bombardamenti criminali di Dresda, Hiroshima e Nagasaki,
lo fecero per la ns libertà?

che differenza c'è tra un campo di sterminio
ed un bombardamento del genere?


per chi fosse interessato ai particolari della tecnica detta "tempesta di fuoco":

http://cronologia.leonardo.it/storia/a1945n.htm