La risposta di FISAT

notizie dal mondo delle armi e delle munizioni
Avatar utente
Jackgio
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 183
Iscritto il: 22/12/2010, 19:25

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da Jackgio » 26/07/2011, 17:58

Gisto ha scritto:
Jackgio ha scritto: occhio che sono vicino anche io a casa tua, mi pare che hai la memoria un po corta e bolognese.
Quindi???? cosa vuoi fare tu che hai le palle???
non perdo più tempo a leggere i tuoi post preferisco leggere quello di persone intelligenti e che ne sanno tipo Wesson. Mi manca e mi piacerebbe sapere in merito il parere di altri attivisti del forum
Immagine

reset-N1
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 878
Iscritto il: 09/02/2011, 14:00
Località: Milano, Francia meridionale, Cittadino del Mondo fido al Governor

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da reset-N1 » 26/07/2011, 18:02

Jackgio ha scritto:
wesson ha scritto:Mi sembra di capire quanto segue:
Per importare un “black rifle” (ma poi mi vengono pensieri orrendi perché nel minestrone si parla di “armi di derivazione militare”, che detta tra noi potrebbe essere anche la pistola…), bisogna presentare il progetto dal quale risulti che le dimensioni della scatola di scatto sia INFERIORE all’equivalente militare. Far controllare al BPN che ciò corrisponda a quanto disposto e solo allora il simil-militare potrà essere importato.
Quindi i fabbricanti esteri dovranno fare il Simil-Miliatre per il paese dei cachi, con la scatola di scatto di dimensioni inferiori dall’originale.
“Cui prodest”?
Alla sicurezza del paese? Ovvero: non ti posso trasformare un Black Rifle in Militar Rifle perché ha la scatola di scatto più piccola?
Solo in Italia si può arrivare a questa aberrante conclusione.
Quindi a parte le “paturnie” che da sempre affliggono chi decide sulle armi, di per se la disposizione in oggetto non risolverebbero nulla se non nella mente dei burocrati del MinInt. Perché in pratica un Black Rifle (che ammazza tanto quanto una Pink Rifle), farà, se usato dall’impazzito di turno, dei bei danni anche con la scatola di scatto di dimensioni ridotte.
Quindi non “prodest” alla sicurezza nazionale.
Ed allora a chi conviene?
Vedrei una salita di prezzi del prodotto importato che dovrà essere riprogettato o addirittura fabbricato “ad usum delphini” per il “povero italiano”. Quindi una disaffezione del prodotto simil-militare estero. Il ragionamento quindi potrebbe essere “il Colt mi costa troppo e quindi prendo un Beretta, un nazionale insomma”.
Oppure: “ il Norinco, visto che è un prodotto così e così, mi costa troppo… e poi non è più fedele all’originale… quindi mi butto all’ “avancarica” (improbabile ma possibile).
Così, seguendo questo ragionamento (lo ammetto, mio ed insano), abbiamo scoperto a “cui prodest” e cioè al fabbricante nazionale.
Quindi nulla da stupirsi se i Fabbricanti hanno escogitato una “astensione” parziale o cosa accidenti sia successo, al fine di parare i loro interessi. Chiaramente non quelli dei tiratori italiani che si vedranno scomparire dal mercato italiano, appunto i fucili di derivazione militare.
Una sorta di “protezionismo” all’importazione, camuffato da alto senso del bene del cittadino e cioè la scomparsa dal mercato nazionale dell’arma di derivazione militare.
Il famoso verbale certifica che l’indirizzo è questo e che il Consorzio Fabbricanti ha voltato la testa da un’altra parte. Invece di dire: “NO I FUCILI DI DERIVAZIONE MILITARE, VANNO BENE COSI’!!!” Senza tante menate. Almeno a me così’ sembra.
Poi tutte le giustificazioni alla guisa di politici scafati, non contano nulla.
L’operato della Fisat, organizzazione nata da poco e da poco operante, DEVE essere “aggressivo”.
Per il semplice motivo che quelli “anti-armi” e ministeriali che in tutte le maniere hanno cercato di cancellarci dal territorio, mica sono mai andati leggeri!
Anzi: hanno sempre cercato di fare “più male possibile”.
Ben venga una Fisat indiavolata e combattiva. Finalmente la controparte si accorgerà di avere un interlocutore forte e non i soliti appassionati della domenica che finita la processione passata la festa, che finito il 3D al forum di armi, e chisseneimporta.
Secondo me la Fisat fa bene e se nello specifico non fosse andata con i guanti di velluto, beh, è una vita che gli “altri” con gli appassionati d’armi, non ci sono andati con i guanti di velluto, ma a mazzate delle più brutali (mi viene da ridere pensando la Catalogo nazionale, al 9x21, ai rituali che dovevano imporci con la nuova direttiva europea)…
Finalmente abbiamo chi prende le nostre parti e sembra gente corredata con gli “attributi”, e leggo che secondo alcuni, la Fisat non si è proprio comportata bene, che doveva essere più “attenta” ecc. ecc. Ed il bello è che questi pensieri sono partoriti da “appassionati di armi”.
Pur di essere dall’ “altra parte”, cosa si escogiterebbe un italiano. Guelfi e Ghibellini… bianchi e neri, sinistra e destra, limone o fragola. Mah! Pur che riusciamo con tutti i distinguo, a prenderlo in quel posto.
Saluti da un Wesson molto perplesso.
Quoto e straquoto
si Wesson daccordo sul 9x21 e il resto, ma se poi alla fine... nel momento clou, ci si muove come un elefante in un negozio di cristalleria... si rischia di buttar via tutto il lavoro fatto. E allora cosa cazzo centra il discorso di alcuni che dovrebbero essere degli appassionati d'armi? Anzi è proprio in questo che si vede chi ci tiene davvero tra noi appassionati che ci tiene al fatto che non si debbano commettere errori grossolani, o no? Poi se si vuol chiudere gli occhi ed essere tutti uniti comunque vada...
è una scelta, legitttima ma non del tutto condivisibile per chi ci tiene davvero che le cose vadano a buon fine.
http://www.youtube.com/watch?v=7fbjTYSZvC8

Se la volontà c'è, un modo si trova. Albert Einstein

Quando sarò famoso, se ci vedremo su un treno diretto ad ovest, fingeremo di non esserci mai incontrati.
(Bob Dylan)

Gisto

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da Gisto » 26/07/2011, 18:03

Gisto ha scritto:
Jackgio ha scritto: occhio che sono vicino anche io a casa tua, mi pare che hai la memoria un po corta e bolognese.
Quindi???? cosa vuoi fare tu che hai le palle???
Ecco vedete,c'è della gente che alle domande non risponde e fanno i grossi dietro alla tastiera l'amico Jackgio difende la Fisat ma non sa dire con esattezza cosa ha fatto...è per questo che non concluderemo mai nulla!!! :morto: :morto: :morto:

Avatar utente
Jackgio
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 183
Iscritto il: 22/12/2010, 19:25

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da Jackgio » 26/07/2011, 18:05

reset-N1 ha scritto:
Jackgio ha scritto:
wesson ha scritto:Mi sembra di capire quanto segue:
Per importare un “black rifle” (ma poi mi vengono pensieri orrendi perché nel minestrone si parla di “armi di derivazione militare”, che detta tra noi potrebbe essere anche la pistola…), bisogna presentare il progetto dal quale risulti che le dimensioni della scatola di scatto sia INFERIORE all’equivalente militare. Far controllare al BPN che ciò corrisponda a quanto disposto e solo allora il simil-militare potrà essere importato.
Quindi i fabbricanti esteri dovranno fare il Simil-Miliatre per il paese dei cachi, con la scatola di scatto di dimensioni inferiori dall’originale.
“Cui prodest”?
Alla sicurezza del paese? Ovvero: non ti posso trasformare un Black Rifle in Militar Rifle perché ha la scatola di scatto più piccola?
Solo in Italia si può arrivare a questa aberrante conclusione.
Quindi a parte le “paturnie” che da sempre affliggono chi decide sulle armi, di per se la disposizione in oggetto non risolverebbero nulla se non nella mente dei burocrati del MinInt. Perché in pratica un Black Rifle (che ammazza tanto quanto una Pink Rifle), farà, se usato dall’impazzito di turno, dei bei danni anche con la scatola di scatto di dimensioni ridotte.
Quindi non “prodest” alla sicurezza nazionale.
Ed allora a chi conviene?
Vedrei una salita di prezzi del prodotto importato che dovrà essere riprogettato o addirittura fabbricato “ad usum delphini” per il “povero italiano”. Quindi una disaffezione del prodotto simil-militare estero. Il ragionamento quindi potrebbe essere “il Colt mi costa troppo e quindi prendo un Beretta, un nazionale insomma”.
Oppure: “ il Norinco, visto che è un prodotto così e così, mi costa troppo… e poi non è più fedele all’originale… quindi mi butto all’ “avancarica” (improbabile ma possibile).
Così, seguendo questo ragionamento (lo ammetto, mio ed insano), abbiamo scoperto a “cui prodest” e cioè al fabbricante nazionale.
Quindi nulla da stupirsi se i Fabbricanti hanno escogitato una “astensione” parziale o cosa accidenti sia successo, al fine di parare i loro interessi. Chiaramente non quelli dei tiratori italiani che si vedranno scomparire dal mercato italiano, appunto i fucili di derivazione militare.
Una sorta di “protezionismo” all’importazione, camuffato da alto senso del bene del cittadino e cioè la scomparsa dal mercato nazionale dell’arma di derivazione militare.
Il famoso verbale certifica che l’indirizzo è questo e che il Consorzio Fabbricanti ha voltato la testa da un’altra parte. Invece di dire: “NO I FUCILI DI DERIVAZIONE MILITARE, VANNO BENE COSI’!!!” Senza tante menate. Almeno a me così’ sembra.
Poi tutte le giustificazioni alla guisa di politici scafati, non contano nulla.
L’operato della Fisat, organizzazione nata da poco e da poco operante, DEVE essere “aggressivo”.
Per il semplice motivo che quelli “anti-armi” e ministeriali che in tutte le maniere hanno cercato di cancellarci dal territorio, mica sono mai andati leggeri!
Anzi: hanno sempre cercato di fare “più male possibile”.
Ben venga una Fisat indiavolata e combattiva. Finalmente la controparte si accorgerà di avere un interlocutore forte e non i soliti appassionati della domenica che finita la processione passata la festa, che finito il 3D al forum di armi, e chisseneimporta.
Secondo me la Fisat fa bene e se nello specifico non fosse andata con i guanti di velluto, beh, è una vita che gli “altri” con gli appassionati d’armi, non ci sono andati con i guanti di velluto, ma a mazzate delle più brutali (mi viene da ridere pensando la Catalogo nazionale, al 9x21, ai rituali che dovevano imporci con la nuova direttiva europea)…
Finalmente abbiamo chi prende le nostre parti e sembra gente corredata con gli “attributi”, e leggo che secondo alcuni, la Fisat non si è proprio comportata bene, che doveva essere più “attenta” ecc. ecc. Ed il bello è che questi pensieri sono partoriti da “appassionati di armi”.
Pur di essere dall’ “altra parte”, cosa si escogiterebbe un italiano. Guelfi e Ghibellini… bianchi e neri, sinistra e destra, limone o fragola. Mah! Pur che riusciamo con tutti i distinguo, a prenderlo in quel posto.
Saluti da un Wesson molto perplesso.
Quoto e straquoto
si Wesson daccordo sul 9x21 e il resto, ma se poi alla fine... nel momento clou, ci si muove come un elefante in un negozio di cristalleria... si rischia di buttar via tutto il lavoro fatto. E allora cosa cazzo centra il discorso di alcuni che dovrebbero essere degli appassionati d'armi? Anzi è proprio in questo che si vede chi ci tiene davvero tra noi appassionati che ci tiene al fatto che non si debbano commettere errori grossolani, o no? Poi se si vuol chiudere gli occhi ed essere tutti uniti comunque vada...
è una scelta, legitttima ma non del tutto condivisibile per chi ci tiene davvero che le cose vadano a buon fine.
A casa mia questa si chiama paura, econ la paura si fa poca strada bisogna osare.
Immagine

Gisto

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da Gisto » 26/07/2011, 18:09

Jackgio...sei vicino a casa mia...e hai le palle...sei della Fisat,ormai puoi dirlo!!!! :furboni: :furboni: :furboni:

Avatar utente
Jackgio
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 183
Iscritto il: 22/12/2010, 19:25

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da Jackgio » 26/07/2011, 18:09

Gisto ha scritto:
Gisto ha scritto:
Jackgio ha scritto: occhio che sono vicino anche io a casa tua, mi pare che hai la memoria un po corta e bolognese.
Quindi???? cosa vuoi fare tu che hai le palle???
Ecco vedete,c'è della gente che alle domande non risponde e fanno i grossi dietro alla tastiera l'amico Jackgio difende la Fisat ma non sa dire con esattezza cosa ha fatto...è per questo che non concluderemo mai nulla!!! :morto: :morto: :morto:
forse non mi stai capito tutti sanno quello che ha fatto la Fisat per la ricarica esattamente un anno fa, se non ti ricordi si parlava di corsi per poter aver una abilitazione , ti ricordi e poi vatti a prendere le riviste di A&T da Luglio ad andare in dietro ogni numero decine di persone che ringrazziavano pubblicamente Fisat per il supporto legale ricevuto gratuitamente e io potri essere tra quelli. TI E' CHIARO ORA.
Immagine

reset-N1
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 878
Iscritto il: 09/02/2011, 14:00
Località: Milano, Francia meridionale, Cittadino del Mondo fido al Governor

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da reset-N1 » 26/07/2011, 18:11

Jackgio ha scritto:
reset-N1 ha scritto:
si Wesson daccordo sul 9x21 e il resto, ma se poi alla fine... nel momento clou, ci si muove come un elefante in un negozio di cristalleria... si rischia di buttar via tutto il lavoro fatto. E allora cosa cazzo centra il discorso di alcuni che dovrebbero essere degli appassionati d'armi? Anzi è proprio in questo che si vede chi ci tiene davvero tra noi appassionati che ci tiene al fatto che non si debbano commettere errori grossolani, o no? Poi se si vuol chiudere gli occhi ed essere tutti uniti comunque vada...
è una scelta, legitttima ma non del tutto condivisibile per chi ci tiene davvero che le cose vadano a buon fine.
A casa mia questa si chiama paura, econ la paura si fa poca strada bisogna osare.
A casa mia invece quella che sostieni si chiama ingenuità, superficialità, debolezza, e poca visione strategica.
Ultima modifica di reset-N1 il 26/07/2011, 18:17, modificato 1 volta in totale.
http://www.youtube.com/watch?v=7fbjTYSZvC8

Se la volontà c'è, un modo si trova. Albert Einstein

Quando sarò famoso, se ci vedremo su un treno diretto ad ovest, fingeremo di non esserci mai incontrati.
(Bob Dylan)

Gisto

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da Gisto » 26/07/2011, 18:15

Jackgio ha scritto: forse non mi stai capito tutti sanno quello che ha fatto la Fisat per la ricarica esattamente un anno fa, se non ti ricordi si parlava di corsi per poter aver una abilitazione
Eh ma sei tu che hai la memoria caro amico mica io veh,te lo sto chiedendo apposta...ma non sarà che quella cosa della ricarica non è andata a buon fine perchè come altre volte c'è stato un casino al governo?In ogni caso a quanto pare non sono solo io che non ricorda perchè abbiamo già posto la domanda svariate volte ma nessuno risponde...poi scusami io sapevo che la fisat dava dei pareri ma pochi giorni fa proprio un utente di A&T si meravigliava che per seguirlo come si deve li doveva pagare...visto che tu "potresti" essere stato da loro puoi confermare o smentire??

Avatar utente
leuca1998
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 7351
Iscritto il: 21/12/2010, 12:41
Località: Bergamo

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da leuca1998 » 26/07/2011, 18:21

....discutiamo, bisticciamo, ed intanto c'è chi si gode questo siparietto isterico degno di un pollaio.
"E quelli dovrebbero avere il diritto alle armi?", ecco l'immagine che stiamo fornendo a chi è estraneo al mondo delle armi.
Ma possibile che stiamo perdendo di vista l'obiettivo principale?
Che sarebbe quello di evitare di farci infilare il cocomero?
:bulli:
Immagine

La via del saggio è agire, ma non competere.

Gisto

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da Gisto » 26/07/2011, 18:24

Eh leuca ma vedi che qui ci sono due o tre che fanno casino apposta?Il tizio di nome jackJò prima mi provoca dicendo "occhio che anch'io sono vicino a casa tua"(vieni pure quando vuoi :mrgreen: ) e poi a domanda non risponde e insieme ad altri due fanno un gran casino???

Avatar utente
corsica1
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 451
Iscritto il: 09/03/2011, 14:31
Località: milano
Contatta:

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da corsica1 » 26/07/2011, 18:37

Jackgio ha scritto:forse non mi stai capito tutti sanno quello che ha fatto la Fisat per la ricarica esattamente un anno fa, se non ti ricordi si parlava di corsi per poter aver una abilitazione , ti ricordi e poi vatti a prendere le riviste di A&T da Luglio ad andare in dietro ogni numero decine di persone che ringrazziavano pubblicamente Fisat per il supporto legale ricevuto gratuitamente e io potri essere tra quelli. TI E' CHIARO ORA.
bene parliamo allora dei lavori della commissione per la 204
come sono avvenuti? cosa è stato fatto? chi è andato a Roma e cosa ha fatto per ottenere quello che dici? da chi sono state presentate le modifiche del testo in base alle quali si sono evitati problemi della ricarica?
devo risponderti io?
no lo devi dire tu che lo sai perchè a te viene detto tutto||||||
Saluti
Corsica
Maurizio Piccolo
socio fondatore AUDA
http://www.auda.it

Avatar utente
standard9
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 4553
Iscritto il: 11/01/2011, 7:48

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da standard9 » 26/07/2011, 18:57

Leggevo dell'intervento di un nostro produttore di armi che si congratulava con Pedersoli per la sua posizione contraria alle armi simil militari o militari o ex ordinanza,perchè sono oggetti sporchi di sangue che rievocano le guerre ecc. ecc. Ebbene,caro Lei,anche le repliche degli Springfield,dei Richmond e degli Enfield della guerra di secessione americana sono armi simil militari e rievocano....... 'bla bla bla ' :vaff:

Avatar utente
ifyou
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 324
Iscritto il: 21/12/2010, 21:23
Località: Verona

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da ifyou » 26/07/2011, 19:05

Forse sbaglio ma per me le cose sono molto semplici, si chiamano "interessi economici".
Chi non commercia "black rifles" non ha alcun interesse che in italia vengano venduti, quindi ben venga una legge che li penalizza. Ed aver fatto finta di niente, oppure essere stato assente non è una scusa, ma bensì una colpa. Poi.... Un'associazione è una spesa, una pubblicità è un guadagno.... Logico capire da che parte stà colui che condivide nel proprio lavoro queste due cose.... A buon inteditore poche parole.....
:furboni:

Avatar utente
leuca1998
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 7351
Iscritto il: 21/12/2010, 12:41
Località: Bergamo

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da leuca1998 » 26/07/2011, 19:21

Gisto ha scritto:Eh leuca ma vedi che qui ci sono due o tre che fanno casino apposta?Il tizio di nome jackJò prima mi provoca dicendo "occhio che anch'io sono vicino a casa tua"(vieni pure quando vuoi :mrgreen: ) e poi a domanda non risponde e insieme ad altri due fanno un gran casino???

Immagine

:october:
Immagine

La via del saggio è agire, ma non competere.

Gisto

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da Gisto » 26/07/2011, 19:27

Il re dei troll lo conosciamo entrambi e non mi sembra lui...però da come ne parla sono convinto che c'entra molto con la Fisat...nel qual caso può anche qualificarsi visto che siamo tra persone civili...altrimenti fare lo sbruffone dicendomi di stare attento perchè anche lui è vicino a casa mia.... :pipi: :pipi: :pipi: .....e in ogni caso non ha mica risposto veh!!! :sigaro:

Avatar utente
Jackgio
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 183
Iscritto il: 22/12/2010, 19:25

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da Jackgio » 26/07/2011, 19:52

Caro il mio Gisto io non c'entro un c****o con la Fisat sono solo un Supporter 2011, che tu saprai sicuramente cosa è, ho preso solo le loro difese perchè io e mi da fastidio che fa allusioni alle poltroncine e critica l'operato senza sapere quello che fa come dici tu. Non e mio compito dirtelo vai a documentari.
Al sig. Corsica vol dire che il can can creato l'anno scorso per il decreto e i vari incontri che ha avuto la Fisat con dei politici non è servito a nulla, io non ci credo. Attenzio io Trool la prendo come un offesa.
Saluti
Immagine

Gisto

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da Gisto » 26/07/2011, 20:04

Jackgio ha scritto:Caro il mio Gisto io non c'entro un c****o con la Fisat sono solo un Supporter 2011, che tu saprai sicuramente cosa è
No,non frequento associazioni e affini mi spiace!!!
Allora cosa volevi dire con
Jackgio ha scritto: occhio che sono vicino anche io a casa tua
E ancora vuoi elencare una buona volta (visto che sei un Supposter 2011 allora Tu devi saperlo) tutto quello che ha fatto di buono la Fisat da quando è nata?Puoi elencarlo come ha fatto l'amico Corsica1 per le altre cose che abbiamo avuto (non da Fisat) per cortesia?
Jackgio ha scritto:Attenzio io Trool la prendo come un offesa.
Saluti
E vabbè dai...farai due fatiche come gli altri!!!

Grazie (Lee Pro) MIlle!!! :popcorn:

Avatar utente
leuca1998
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 7351
Iscritto il: 21/12/2010, 12:41
Località: Bergamo

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da leuca1998 » 26/07/2011, 20:08

Jackgio ha scritto:.... Attenzio io Trool la prendo come un offesa.
Saluti

Allora chiedo scusa.
Immagine

La via del saggio è agire, ma non competere.

Avatar utente
Jackgio
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 183
Iscritto il: 22/12/2010, 19:25

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da Jackgio » 26/07/2011, 20:09

Gisto ha scritto:
Jackgio ha scritto:Caro il mio Gisto io non c'entro un c****o con la Fisat sono solo un Supporter 2011, che tu saprai sicuramente cosa è
No,non frequento associazioni e affini mi spiace!!!
Allora cosa volevi dire con
Jackgio ha scritto: occhio che sono vicino anche io a casa tua
E ancora vuoi elencare una buona volta (visto che sei un Supposter 2011 allora Tu devi saperlo) tutto quello che ha fatto di buono la Fisat da quando è nata?Puoi elencarlo come ha fatto l'amico Corsica1 per le altre cose che abbiamo avuto (non da Fisat) per cortesia?

Grazie (Lee Pro) MIlle!!! :popcorn:
Ti ho detto che io non ti elenco un bel niente se vuoi ti vai a documentare. Quel occhio a che sono vicino a casa tua e perchè non mi piaciono neanche un po quei :bla: :bla: :bla: :bla:
Immagine

Gisto

Re: La risposta di FISAT

Messaggio da Gisto » 26/07/2011, 20:15

Jackgio ha scritto:Quel occhio a che sono vicino a casa tua e perchè non mi piaciono neanche un po quei :bla: :bla: :bla: :bla:
E quindi minacci?E' così che fanno i supporter della Fisat?Devo dire che non frequentando non lo sapevo!!! :fischio: :fischio: :fischio:

Rispondi