Anni di dislettici danno velenosi frutti.

notizie dal mondo delle armi e delle munizioni
Rispondi
oizirbaf
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 13838
Iscritto il: 21/12/2010, 13:26
Località: Gallia cisalpina

Anni di dislettici danno velenosi frutti.

Messaggio da oizirbaf » 15/03/2019, 9:07

https://www.armietiro.it/remington-sara ... hook-10628
certo non potrà esserci di consolazione...anzi.
E' la dimostrazione della corruzione del buon senso e del diritto in gran parte del mondo.
:mha:
Rem tene, verba sequentur.

monteaspro
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3131
Iscritto il: 10/03/2017, 19:23

Re: Anni di dislettici danno velenosi frutti.

Messaggio da monteaspro » 15/03/2019, 10:32

si pensi magari prendesse piede anche in italia ,citare in giudizio .beretta .e fiocchi , e altri x gli assalti alle ville ,e altri fatti sanguinosi , :medioevo: :medioevo:

snipermosin
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 4598
Iscritto il: 21/12/2010, 18:39

Re: Anni di dislettici danno velenosi frutti.

Messaggio da snipermosin » 15/03/2019, 10:52

Allora chiamiamo in causa i costruttori di automobili di tutto il mondo per il numero di morti enormemente superiore a quelli causati dalle armi ?
Le armi hanno due nemici: la ruggine e i politici.

adri55
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 369
Iscritto il: 03/05/2018, 22:10
Località: Marmoree APUANE...

Re: Anni di dislettici danno velenosi frutti.

Messaggio da adri55 » 15/03/2019, 11:53

Mah?! e normale tutto questo?...o il cervello si sta fumando tutto quello che c'è da fumare?..... :giudice:
:october: ...non ti curar di loro ma guarda e passa...o torre che non crolla all'impeto dei venti... :friends2:

Beppepac
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1127
Iscritto il: 21/12/2010, 17:52
Località: Torino

Re: Anni di dislettici danno velenosi frutti.

Messaggio da Beppepac » 15/03/2019, 16:20

Nuova sentenza dalla Corte suprema del Connecticut
La legge sulla protezione del commercio legale di armi (PLCAA) del 2005 protegge i produttori di armi da fuoco da responsabilità per le riprese di massa. Quindi cosa è cambiato giovedì?

I giudici hanno trovato una deroga al PLCAA che consente ai querelanti di contestare le tattiche di marketing di Remington.
Secondo un rapporto di Reuters, la Corte suprema del Connecticut ha affermato che le famiglie potrebbero presentare le loro affermazioni attraverso una "deroga alla legge federale sullo scudo federale del 2005, basandola su uno statuto di protezione dei consumatori del Connecticut".
La corte ha dichiarato che la PLCAA non ha escluso affermazioni errate di marketing e pubblicità non etica di prodotti pericolosi per scopi illegali e che i querelanti potrebbero perseguire tali richieste in base alla legge statale.

Tre giudici dissenzienti hanno respinto questa scoperta, affermando che la legge federale sugli scudi armamenti non includeva tali eccezioni.

Joshua Koskoff,
chi rappresenta i querelanti, ha accusato Remington di prendere di mira "utenti ad alto rischio" con le sue tattiche di marketing.

"L'obiettivo delle famiglie è sempre stato quello di gettare luce sulla strategia calcolata e basata sui profitti di Remington per espandere il mercato AR-15 e giudicare gli utenti ad alto rischio, tutto a scapito della sicurezza degli americani.
La decisione di oggi è un passo fondamentale verso il raggiungimento di questo obiettivo ", ha detto Koskoff in una dichiarazione.
Risposta dell'industria delle armi da fuoco
Un leader del settore con una conoscenza approfondita del caso, che desiderava rimanere anonimo, ha parlato con Personal Defense World. Ha detto che l'accusa di marketing è semplicemente una forma di "ginnastica giudiziaria".

Nel frattempo, la National Shooting Sports Foundation ha rilasciato una dichiarazione che ha condannato la sentenza:
"La Corte Suprema del Connecticut ha annullato oggi (4-3) una sentenza della Corte Superiore dello Stato; ha deciso in Soto v. Bushmaster che il caso può andare avanti in base all'accusa dei querelanti che gli imputati che commercializzano e pubblicizzano un prodotto legale violano in qualche modo la legge sulle pratiche commerciali sleali del Connecticut (CUTPA).
La decisione spaccata della Corte ha ritenuto che la CUTPA si inserisse in una deroga al PLCAA. L'esenzione consente azioni legali in cui il convenuto ha violato uno statuto applicabile alla vendita di armi da fuoco.

"In un dissenso ben formulato e ben ragionato, il Capo della Giustizia Robinson ha respinto l'interpretazione eccessivamente ampia della maggioranza della portata dell'eccezione limitata
, che è contrario al testo legislativo, cannoni di interpretazione statutaria e storia legislativa del PLCAA. La decisione della maggioranza odierna è in contrasto con tutte le altre corti d'appello statali e federali che hanno interpretato la portata dell'eccezione. Come l'associazione commerciale per l'industria delle armi da fuoco,
la National Shooting Sports Foundation ha presentato una memoria d'amicus a sostegno degli imputati in questo caso ed entrambi rispettosamente sono in disaccordo e sono delusi dalla decisione della maggioranza della corte ".

Remington non ha commentato, al momento della pubblicazione. La difesa personale continuerà a monitorare la situazione.

cisco60
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5388
Iscritto il: 13/05/2017, 17:28

Re: Anni di dislettici danno velenosi frutti.

Messaggio da cisco60 » 16/03/2019, 2:20

Penso che tutto si basi su sottigliezze giuridiche che non riesco minimamente a comprendere.
Ripeto, comprendere non che non siano valide. Se ci sono studi legali che beccano centinaia di
migliaia di dollaroni, ci sarà pure un motivo. Mi vengono in mente le cause, poi vinte, contro le
multinazionali del tabacco. Non vennero condannate perchè il fumo di sigaretta e/o altro fosse
dannoso ma perchè, pur sapendolo, non avvisarono esplicitamente il consumatore dei danni che
avrebbe subito. In questo caso, mi sembra la stessa cosa. Qualcuno comincia a domandarsi se,
anche per le armi, per lo più "black rifle", servano le stesse precauzioni e gli stessi avvisi espliciti
riportati sui pacchetti si sigarette. Se poi fosse dimostrato, come avvenne per la nicotina, che portino
assuefazione, sarebbe un'altra bella fetta di risarcimenti da gestire.
:october:

leopard2a4
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 412
Iscritto il: 02/12/2016, 23:55

Re: Anni di dislettici danno velenosi frutti.

Messaggio da leopard2a4 » 16/03/2019, 15:03

Quando FORSE le carabine tipo black rifle saranno messe al bando la strage successiva sarà fatta con altrettanta efficacia con un enfield, o un buon sovrapposto, la mattanza di persone inermi non sarà difficile comunque. Sempre qli assassini avevano dato avvisaglie di quello che avrebbero voluto fare, ma le autorità si girano dall'altra parte..è un caso?
Spero di no.

cisco60
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5388
Iscritto il: 13/05/2017, 17:28

Re: Anni di dislettici danno velenosi frutti.

Messaggio da cisco60 » 17/03/2019, 0:24

Anche sui pacchetti di sigarette c'è scritto che il fumo uccide.
Io non ho mai visto qualcuno smettere di fumare grazie a quel
messaggio. Si chiama assuefazione. Accadrà, ammesso che
non stia già avvenendo, per i morti ammazzati più o meno
"trucidamente"?
:october:
Ultima modifica di cisco60 il 17/03/2019, 16:10, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
docpilot
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 11237
Iscritto il: 21/12/2010, 19:27
Località: Neapolis

Re: Anni di dislettici danno velenosi frutti.

Messaggio da docpilot » 17/03/2019, 12:39

E' solo e semplicemente una questione di numeri. I fumatori sono miliardi di persone. Gli automobilisti sono centinaia di milioni di persone. Ergo è difficile, se non impossibile, rompergli gli zebedei.
"E' la somma che fa il totale"... (cfr Totò) :medioevo:
Immagine
Moglie che tace casa felice. Confucio.
La gente che grida parole violente non vede, non sente, non pensa per niente.
Immagine

Rispondi