Mori sui fatti di Milano

notizie dal mondo delle armi e delle munizioni
belpi
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2624
Iscritto il: 20/03/2012, 13:56
Località: Brescia

Re: Mori sui fatti di Milano

Messaggio da belpi » 12/04/2015, 7:13

jrs ha scritto:
Oppure che facciamo? Evitiamo di mettere OVUNQUE SIA NECESSARIO i metal detector, i raggi X, le telecamere, gli infrarossi ecc. ecc. quant'altro possa in qualche modo servire a tale scopo perché in modo un po' bizzarro lo si ritiene inutile?.
ecco, il punto è "ovunque sia necessario"

perché a tuo giudizio questo "ovunque" sarebbe il Tribunale, e non per esempio tutti gli uffici comunali, regionali e provinciali in cui un altrettanta violenza vendicativa potrebbe manifestarsi?
perché non in tutte le agenzie delle entrate?

e poi, perché il funzionario del ministero di giustizia merita di essere "blindato" e quello del catasto, e dell'ufficio del registro, non lo meritano?

andiamo avanti: perché uno può entrare a spararmi in studio, o nell'androne (Fragalà a Palermo, per dirne solo uno) ma dentro il Tribunale no?

stavolta concordo con il principio di Mori: il Tribunale è un luogo in cui viene svolta una funzione sociale fondamentale dello Stato, che non deve essere ostacolata e disturbata, e fino alla ordinaria difesa di questa funzione si deve disporre la dovuta sicurezza.
non è invece un "sancta sanctorum" inviolabile la cui difesa deve essere totale e assoluta a qualunque costo (economico, funzionale, e di compressione di libertà).
altrimenti ragioniamo come quelli che vogliono abolire le armi in mano ai cittadini perché ciò che non c'è non può essere usato in modo illecito.

jrs

Re: Mori sui fatti di Milano

Messaggio da jrs » 12/04/2015, 9:08

belpi ha scritto:
jrs ha scritto:
Oppure che facciamo? Evitiamo di mettere OVUNQUE SIA NECESSARIO i metal detector, i raggi X, le telecamere, gli infrarossi ecc. ecc. quant'altro possa in qualche modo servire a tale scopo perché in modo un po' bizzarro lo si ritiene inutile?.
ecco, il punto è "ovunque sia necessario"

perché a tuo giudizio questo "ovunque" sarebbe il Tribunale, e non per esempio tutti gli uffici comunali, regionali e provinciali in cui un altrettanta violenza vendicativa potrebbe manifestarsi?
perché non in tutte le agenzie delle entrate?

e poi, perché il funzionario del ministero di giustizia merita di essere "blindato" e quello del catasto, e dell'ufficio del registro, non lo meritano?

andiamo avanti: perché uno può entrare a spararmi in studio, o nell'androne (Fragalà a Palermo, per dirne solo uno) ma dentro il Tribunale no?

Ma tu mi stai mettendo in bocca parole che non ho detto né pensato: secondo Te le parole OVUNQUE SIA NECESSARIO significano solo TRIBUNALE ???
Ma stiamo giocando come fanno i bambini o cosa??? O adesso devo farti un ampio elenco dei luoghi oggettivamente sensibili, come l'EXPO, per fare un solo esempio. E poi anche con tutte le mie buone intenzioni ma vuoi mettere in paragone il rischio di un giudice o uomo di legge che esprime una sentenza con reali pesanti conseguenze rispetto a un impiegato del catasto? Ma daiii!!

Leggi o rileggi ONESTAMENTE e interamente i miei post o anche solo il mio ultimo post, si proprio quello da cui hai estrapolato le parole OVUNQUE SIA NECESSARIO da dove emerge chiaramente, per chi vuole e sa leggere, il significato di " ovunque sia necessario".

E in quanto al fatto che davanti al portone possono ucciderti ti rispondo che anche in casa possono ucciderti:
e allora ? Il portone o l'androne di casa di ognuno secondo te è un luogo necessario dove occorre la pubblica sicurezza??
Allora ragionando in questo modo ogni posto diventa un luogo necessario. Peccato però che la polizia non può essere presente ovunque, ma dovrebbe esserci almeno laddove sia OGGETTIVAMENTE NECESSARIO.
Il programma strade sicure infatti con le camionette che giravano avevano almeno in parte questo scopo e parecchi reati erano diminuiti. E la gente aveva un senso di sicurezza maggiore. Certo che se uno ha in mente di fare il kamikaze in strada o in un mercato può riuscirci di sicuro. Ma si può fermare e controllare tutta la gente in giro per le strade ?? Ma neppure in certi luoghi di Israele lo fanno, perché anche lì per esempio, che ci sono davvero motivazioni più forti delle nostre, lo fanno solo dove è oggettivamente necessario. E' una cosa talmente semplice che chiunque lo capisce, oppure è evidente che si è in malafede...
O in alternativa qualcuno, qui, desidera un ferreo STATO DI POLIZIA come non esiste al mondo se non in una situazione di reale conflitto come durante una guerra ??
Perché non si può sostenere in ambito di sorveglianza e di sicurezza pubblica cose come: o tutto o niente.
Che è solo una cazzata provocatoria che non serve a nulla e non porta da nessuna parte. Se non a perdere di credibilità.
E in generale se si ha un atteggiamento simile non credo proprio che faccia l'interesse REALE di chi ha la passione, come noi, per l'uso, ludico, sportivo o anche per semplice difesa, delle armi. Anzi, sicuramente è anche per questi atteggiamenti bizzarri e non molto razionali che perdiamo sempre più terreno... e credo, anche, che in un processo legale atteggiamenti del genere non farebbero altro che far perdere qualsiasi causa. E' fuor di dubbio.
Non è che ci vuole un intelligenza particolare per capire questo. O no?

E chiudo perché se non si vuol ragionare seriamente è inutile continuare.
Io non gioco, quando in un argomento che si presume serio esprimo un parere. Non mi va di perdere tempo ne mi diverte.
Cosa che -in certe discussioni- sarebbe sempre bene fare, altrimenti diventa controproducente in particolare per noi e per la nostra passione. IMO.

Buona domenica. :october:

Saluti

belpi
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2624
Iscritto il: 20/03/2012, 13:56
Località: Brescia

Re: Mori sui fatti di Milano

Messaggio da belpi » 12/04/2015, 17:54

jrs ha scritto: Non è che ci vuole un intelligenza particolare per capire questo. O no?
si vede che io sono stupido, o che tu sei un maleducato.

jrs

Re: Mori sui fatti di Milano

Messaggio da jrs » 12/04/2015, 19:48

Caro Belpi, non mi pare di aver detto che non sei intelligente e quindi di essere stato offensivo, ci mancherebbe,
se hai interpretato così mi spiace e mi scuso.
Con "non ci vuole una particolare intelligenza per capire questo. O no?" ho voluto proprio dire tra le righe, ok un po' provocatoriamente, che una persona intelligente come tu sei di solito non si ostina nel sostenere certe motivazioni, e se lo fa è solo per voler ribattere dialetticamente, a mio avviso.

Se volevo essere maleducato avrei usato altri toni e non avrei detto buona domenica con la birretta, non ti pare?

Ciao

Giuse

:october:

coordinatoreAMST
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 573
Iscritto il: 29/05/2012, 12:03

Re: Mori sui fatti di Milano

Messaggio da coordinatoreAMST » 14/04/2015, 9:15

Ma Voi ci siete mai stati in Corte d'Appello a Milano ???
E' accaduto lì ma poteva accedere in altre decine di posti ...
Avete idea di quanti entrano ogni mattina ?
Io ci sono stato ieri per lavoro: stessi controlli di sempre; in più ho notato molti carabinieri (in coppia) girare per i corridoi.
Ora la colpa sarebbe dei TAV ? :vaff: :vaff: :vaff:
E tutti i giudici, e PM, e connessi che (al contrario degli avvocati) godono di porto di pistola senza licenza ? A che serve.
Buona discussione a tutti ... ciao. :october:

Rispondi