ARMI SPORTIVE ED ARMI MILITARI NON HANNO NESSUNA ATTINENZA

pistole, fucili, carabine, Ex ordinanza, collezione
Rispondi
Avatar utente
BrunoBiscuso
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 56
Iscritto il: 05/07/2012, 10:25
Località: SALENTO, Terra del Sole e degli Ulivi N.40°23' E. 018°18'
Contatta:

ARMI SPORTIVE ED ARMI MILITARI NON HANNO NESSUNA ATTINENZA

Messaggio da BrunoBiscuso » 17/07/2012, 12:55

Il Decreto Legge deve essere bocciato a tutti i costi in Parlamento!
Le armi militari non possono essere equiparate alle sportive, il legislatore che all'epoca le inserì nella L. 110/75 non avrebbe mai partorito una simile sciocchezza, inoltre, avallare questo imbroglio con disquisizioni improduttive ci porterà a subirne ancora.
Questa è la risposta data oggi ad un post dall'aria soccombente (purtroppo):
da Bruno Biscuso » oggi, 9:42
[b]Non condivido assolutamente il gaudio di vedere una limitazione alle sole armi 'automatiche' simil militari la classificazione di Sportiva.
Accettare questo come male minore significa subìre il giogo dell'estensore di questo Decreto Legge.
Le armi ex militari non hanno nulla a che fare con quelle sportive, che hanno una destinazione ben precisa, lo SPORT, che sia esso accademico od olimpionico, ma solo lo Sport.
Se vogliono limitare e controllare queste armi devono fare una nuova legge e non 'imbrogliare' i parlamentari mischiando 'fave e foglie' così come è stato fatto nel D.L. n° 79, che nulla ha a che vedere con il “ …contrasto della criminalità organizzata, …al terrorismo, …, ed alla prevenzione di condotte illecite…” .

Non vi è traccia di condotte illecite, di rapine ed attentati effettuati da titolari di Porto d'Armi dotati di ex militari che siano automatiche pure e/o di quelle intermittenti.
Continuerò a portare avanti le mie idee per non consentire questa indecenza legislativa che può determinare la fine del diritto degli sportivi.
Provate a spiegare ad uno straniero che un Fal o AK sono armi sportive in italia, e vi chiederanno subito in quale discipina olimpica o paraolimpica sono impiegate.... SIC!

[/b]

http://forum.biscusoarmitalia.com/viewt ... 4499#p4499
Bruno Biscuso
Armaiolo Restauratore - Analista Balistico - I.F.
http://forum.biscusoarmitalia.com
http://www.biscusoarmitalia.com

Avatar utente
sceriffo
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5062
Iscritto il: 28/04/2012, 20:05

Re: ARMI SPORTIVE ED ARMI MILITARI NON HANNO NESSUNA ATTINEN

Messaggio da sceriffo » 17/07/2012, 13:37

QUOTO! :october:

Avatar utente
MarcoVSK
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3461
Iscritto il: 29/05/2011, 15:22
Località: Centro Italia

Re: ARMI SPORTIVE ED ARMI MILITARI NON HANNO NESSUNA ATTINEN

Messaggio da MarcoVSK » 17/07/2012, 13:40

Il Decreto 79 del 2012 è stato abrogato un'ora fa !
Certo adesso si riapre un periodo di incertezza ancora più nera :ops:

Di buono c'è che i Senatori DIVINA (LNP) - BRICOLO (LNP) - ORSI (PDL) - SAIA (VARI) hanno emanato una raccomandazione al Governo in cui si dice che “il riconoscimento del Banco Nazionale di Prova della qualità di arma comune da sparo NON E’ NECESSARIO perché sono armi comuni da sparo tutte quelle identificate come tali dall’articolo 2 della Legge 18 Aprile 1975 nr. 110 nonché quelle previste nelle categorie B-C-D dell’allegato 1 della Direttiva 91/477/CE”.
Adesso al Ministero..... :furboni:

Avatar utente
sceriffo
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5062
Iscritto il: 28/04/2012, 20:05

Re: ARMI SPORTIVE ED ARMI MILITARI NON HANNO NESSUNA ATTINEN

Messaggio da sceriffo » 17/07/2012, 13:57

Che macello! :cazz:

Avatar utente
guysade
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 308
Iscritto il: 17/07/2012, 14:01

Re: ARMI SPORTIVE ED ARMI MILITARI NON HANNO NESSUNA ATTINEN

Messaggio da guysade » 17/07/2012, 14:07

ci hanno rotto le scatole:
1.posso comprare quello che voglio basta che non sia un'arma automatica
2.sportivi sono quelli che vanno al poligono a sparare con le .22
3.che ci lascino in pace andare a caccia senza mandarci questi rimbambiti dei verdolini tra le balle....
4.riconoscere l'attivita' di selecontrollore come pubblico ufficiale che esercita una funzione per conto dello stato ,quindi con la possibilta' di denunciare abusi o intromissioni di chiunque non autorizzato ad esercitare l'attivita venatoria sul territorio
5.abolire i gav
6. :vaff:

gunwriter
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 623
Iscritto il: 02/02/2012, 14:02

Re: ARMI SPORTIVE ED ARMI MILITARI NON HANNO NESSUNA ATTINEN

Messaggio da gunwriter » 17/07/2012, 14:12

guysade ha scritto:ci hanno rotto le scatole:
1.posso comprare quello che voglio basta che non sia un'arma automatica
2.sportivi sono quelli che vanno al poligono a sparare con le .22
3.che ci lascino in pace andare a caccia senza mandarci questi rimbambiti dei verdolini tra le balle....
4.riconoscere l'attivita' di selecontrollore come pubblico ufficiale che esercita una funzione per conto dello stato ,quindi con la possibilta' di denunciare abusi o intromissioni di chiunque non autorizzato ad esercitare l'attivita venatoria sul territorio
5.abolire i gav
6. :vaff:
bene, nuovo utente, adesso che hai avuto i tuoi 15 minuti di celebrità possiamo andarcene a casa :haha: :october:
Ci vuole coraggio per fingere di avere paura/ Sun Zu- L'arte della Guerra.


Immagine

Avatar utente
sceriffo
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5062
Iscritto il: 28/04/2012, 20:05

Re: ARMI SPORTIVE ED ARMI MILITARI NON HANNO NESSUNA ATTINEN

Messaggio da sceriffo » 17/07/2012, 16:39

Al punto 5 pure abolire i gay?! e come famo?ah ah ah .dubbio:

Avatar utente
Rocchetta
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5175
Iscritto il: 27/12/2010, 23:28

Re: ARMI SPORTIVE ED ARMI MILITARI NON HANNO NESSUNA ATTINEN

Messaggio da Rocchetta » 17/07/2012, 22:50

Anche il fatto che con le armi di derivazione militare non si possono fare gare sportive è una CAZZATA MEGAGALATTICA:

- qui in Svizzera si gareggia regolarmente ai 300 metri (gare di club, cantonali e persino nazionali) usando K11, K31, Stg57 e Stg90.

-negli Stati Uniti si gareggia regolarmente nelle categorie Open e Service Rifle (divisi in sottocategorie...)

-in Italia mi risulta che sono numerose le gare di ex ordinanza ai 100 metri

Fatemi capire che differenza c'è nel praticare il tiro a segno competitivo con una carabina .22 LR ai 50 metri ed un Garand M1 ai 100 metri ed un Stg57 ai 300 metri: sempre mirare, scattare bene e centrare il bersaglio si tratta.

E' un po come il nuoto: puoi fare il misto, stile libero, dorso o farfalla, ma sempre di nuotare nell'acqua ed arrivare prima degli altri si tratta. Od è solo l'ASPETTO che oltre al legislatore italiota svia anche voi comuni cittadini?

Quanto alla 110/75, è una legge fatta da chi sapeva legiferare, non come questi 4 quaquaraquà che avete in parlamento...
Un cittadino disarmato è solo uno che paga le tasse

Pivi
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 6729
Iscritto il: 22/12/2010, 19:02
Località: Loneriacco di Tarcento - Udine

Re: ARMI SPORTIVE ED ARMI MILITARI NON HANNO NESSUNA ATTINEN

Messaggio da Pivi » 18/07/2012, 10:34

Scusa brunoBiscuso, ma serve tanto per fare una cosa molto semplice:

- eliminare la categoria "armi sportive" ma tenere solo armi comuni che non possono o possono essere usate a caccia.
Le prime in numero massimo di 9 senza licenza di collezione, le seconde in numero illimitato. Per le munizioni 1500 colpi massimo per cartucce a palla per caccia ( ex legge 157 / 92 ) se si possiede una carabina in quel calibro, e 200 massimo ( ma direi elevabile almeno a 300 senza causare problemi di ordine pubblico) per munizioni non utilizzabili a caccia oppure se usate solo in pistole. 1000 cartucce a pallini senza denuncia e liberalizzazione delle armi ad avancarica monocolpo originali.
WHEN COMMISSIONS ARE ALL AROUND...GET DOWN TO WHISKEY
CERCO / SCAMBIO CARTUCCE INERTI E BOSSOLI...NEL CASO MANDATE UN PM !
Immagine
ImmagineImmagine
CIAO DAL...

Avatar utente
BrunoBiscuso
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 56
Iscritto il: 05/07/2012, 10:25
Località: SALENTO, Terra del Sole e degli Ulivi N.40°23' E. 018°18'
Contatta:

Re: ARMI SPORTIVE ED ARMI MILITARI NON HANNO NESSUNA ATTINEN

Messaggio da BrunoBiscuso » 19/07/2012, 0:53

Direi che fare confusione con le altre realtà europee non porta vantaggio alle nostre istanze.
La cultura svizzera è un altro pianeta, dove l'impiego di armi militari è di normale uso in club che sono frequentati da migliaia di appassionati con al seguito le famiglie.
Anche in italia si stanno portando avanti piccoli contesti che si spera crescano maggiormente.
Pertanto, non è impedito al alcuno di utilizzare armi ex militari per il tiro sportivo.
Questo però non è lo Sport inteso nei lavori parlamentari sfociati nella sottocitata legge:
- La normativa che regolamenta la materia delle armi per uso sportivo è contenuta nella Legge 25 Marzo 1986 n° 85 “Norme in materia di armi per uso sportivo – G.U. 3 apr.1986, n° 77” che all’art. 2 così ne stabilisce le “Caratteristiche” ,valutate anche dalle federazioni sportive del Coni ed ai comma 2. “ Ai sensi e per gli effetti della presente legge, si intendono per armi sportive quelle, sia lunghe che corte, che, per le loro caratteristiche strutturali e meccaniche, si prestano esclusivamente allo specifico impiego nelle attività sportive" -
Quindi, le armi militari pur essendo impiegate in Club di sportivi nulla hanno a che vedere con quelle destinate esclusivamente agli Sport (Internazionali) ed olimpici.
Infatti, si parla di queste 'Armi Sportive', e la L. 110/75 ce ne ha attribuite sei.
La battaglia deve vertere su questo, ed il tentativo dei ministreriali di inserire le 'simil militari automatiche' nel numero delle Sportive pure è un abuso che deve essere sostenuto sia a livello parlamentare che, possibilmente, da tutta la rete.
Eliminare la categoria delle armi sportive sarebbe auspicabile, ci porterebbe al pari delle legislazioni europee, ma attualmente ciò non è fattibile con semplicità in quanto 'smonterebbe' l'impianto della L.110/75 che potrebbe portare a maggiori restrizioni con emendamenti mirati proprio sulle ex militari simil automatiche.
La procedura più semplice è stata quella di proporre una legge che finalmente classifichi le caratteristiche di arma sportiva, e qualora ben sostenuta potrebbe dare una svolta positiva agli interessi degli sportivi.
E' stata finalmente registrata negli atti parlamentare la Proposta di Legge di iniziativa dei relatori Biscuso/Mori, depositata il 12 c.m. alla Camera dei Deputati dall'On. Salvatore Ruggeri/N. Poli e sostenuta da tutto il gruppo UDC (che ha già depositato altre proposte di legge in materia) che prevede fra l'altro l'unificazione dei Porto Tiro a Volo e Sportivo, che consentono il Porto delle armi corte anche in strutture private, dove attualmente se non regolarizzate secondo l'ultima normativa del Luglio 2011, risulta abusivo.
Presto sarà disponibile anche il testo ultimo e la relazione trascritti sullo stesso link:
http://www.camera.it/126?tab=&leg=16&id ... ede=&tipo=
Bruno Biscuso
Armaiolo Restauratore - Analista Balistico - I.F.
http://forum.biscusoarmitalia.com
http://www.biscusoarmitalia.com

Avatar utente
DoubleTap
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2220
Iscritto il: 21/12/2010, 15:48

Re: ARMI SPORTIVE ED ARMI MILITARI NON HANNO NESSUNA ATTINEN

Messaggio da DoubleTap » 19/07/2012, 12:25

Scusi Dott.Biuscuso in base a cosa il porto in una struttura privata (poligono privato) configura un porto abusivo di arma?
Mi ricordo di aver sentito parlare di queta cosa e forse di aver letto qualcosa sul sito del Giudice Mori, ma ora non ricordo bene..perchè a questo punto ci sarebbero migliaia di persone fuorilegge.
Inoltre spero anche che abbiate levato l'articolo sulle sole palle in piombo..
Mi veniva in mente un parallelo con i revolver, catalogati comuni in 9 Luger, dove ci fu la limitaizone alla sola palla in piombo altrimenti si sarebbero equiparati al 9 NATO. se la palla ramata è in piombo per le sportive lo è anche per le comuni giusto?
Quindi un revolver catalogato 9 PARA con palla ramata sarebbe da considerarsi sempr ein piombo..ma se lo dovessero trovare a qualcuno, i nostir solerti funzionari come glielo considererebbero? blindata o in piombo?

oizirbaf
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 13838
Iscritto il: 21/12/2010, 13:26
Località: Gallia cisalpina

Re: ARMI SPORTIVE ED ARMI MILITARI NON HANNO NESSUNA ATTINEN

Messaggio da oizirbaf » 19/07/2012, 12:39

Cazzo! Ma bisogna proprio mettercela tutta per partorire un coacervo di inutilità, ovvietà, assurdità, amenità tutte in una volta sola e continuare a ricamarci sopra in un inutile divenire di sciocchezze.
Parlo dei legislatori imbelli ed oplologicamente (e non solo) analfabeti.
Gente che ne sa ancora meno di quelli che nel lontano 1975 definivano arma da guerra "quella adatta ad armare eserciti nazionali ed esteri". Il potere d'arresto a 25 metri..."
Oizirbaf
Rem tene, verba sequentur.

Rispondi