Al ritorno dall'Exa...

pistole, fucili, carabine, Ex ordinanza, collezione
Avatar utente
MarcoVSK
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3461
Iscritto il: 29/05/2011, 15:22
Località: Centro Italia

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da MarcoVSK » 15/04/2012, 22:49

morto ha scritto:proprio non capisci...
Allora dai, illuminaci tu, mostraci cose che noi rozzi e plebei non riusciamo a vedere...

Certo che con il marketing vi infinocchiano bene bene, se quegli stessi fucili li avesse fatti la "Ditta Rodolfo Rossi e figli" di Campobasso a li avessero venduti a 10000€ tu avresti detto "se permettete con 10000€ mi compro il Perazzi" :ocho:

morto
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 192
Iscritto il: 29/12/2010, 18:21

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da morto » 15/04/2012, 23:07

Nel marketing ci lavoro da 30 anni:
Se ti fossi prima preso la briga di leggere, ho scritto che su un fucile fine ci sono tante ore di lavoro di maestranze specializzatissime.
Mettiamo 800 ore di lavoro, minimo. Quanto le paghi tu 800 ore di un muratore? 15.000 euro? Sei sicuro che ti bastano?
La fiat ne prende almeno 45 di euro l'ora, quando ti fa la revisione alla tua Punto. 45 x 800? Mille o duemila o 3000 euro per una bozza di noce per il calcio? 100 mani di finitura per lo stesso? E che differenze fra le cuspidi di uno uno zigrino ? Vedo che non sei abituato ad apprezzare il lavoro di un artigiano. E non sei abituato a leggere perche queste cose le avevo scritte nel mio post precedente, a saperle leggere.
Forse bastava volerle leggere, Non importa, ma spiegami solo una cosa ;come fai ad apprezzare le differenze fra una wilson e una spartan, fra un abito dell'Oviesse e uno di Ermenegildo Zegna, fra un paio di scarpe di bata e un paio fatto su misura per te se non ami la cura delle finiture e non apprezzi la qualità dei materiali?
Per qualcuno è vero la storia della volpe e l'uva, ma credo che la tua sia pura e semplice ignoranza.

Avatar utente
MarcoVSK
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3461
Iscritto il: 29/05/2011, 15:22
Località: Centro Italia

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da MarcoVSK » 15/04/2012, 23:17

morto ha scritto:Nel marketing ci lavoro da 30 anni:
Se ti fossi prima preso la briga di leggere, ho scritto che su un fucile fine ci sono tante ore di lavoro di maestranze specializzatissime.
Mettiamo 800 ore di lavoro, minimo. Quanto le paghi tu 800 ore di un muratore? 15.000 euro? Sei sicuro che ti bastano?
La fiat ne prende almeno 45 di euro l'ora, quando ti fa la revisione alla tua Punto. 45 x 800? Mille o duemila o 3000 euro per una bozza di noce per il calcio? 100 mani di finitura per lo stesso? E che differenze fra le cuspidi di uno uno zigrino ? Vedo che non sei abituato ad apprezzare il lavoro di un artigiano. E non sei abituato a leggere perche queste cose le avevo scritte nel mio post precedente, a saperle leggere.
Forse bastava volerle leggere, Non importa, ma spiegami solo una cosa ;come fai ad apprezzare le differenze fra una wilson e una spartan, fra un abito dell'Oviesse e uno di Ermenegildo Zegna, fra un paio di scarpe di bata e un paio fatto su misura per te se non ami la cura delle finiture e non apprezzi la qualità dei materiali?
Per qualcuno è vero la storia della volpe e l'uva, ma credo che la tua sia pura e semplice ignoranza.
Morto, mi è talmente semplice rispondere che lo farò domani, tanto non è che dovrò pensarci di nuovo ! Buonanotte...

argoplus
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 770
Iscritto il: 06/10/2011, 21:44

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da argoplus » 16/04/2012, 0:14

Hahaha questi discorsi legati alla qualità della marca li ho già sentiti moltissime volte, sono poco seri e sopratutto infondati se veramente alcuni di voi potessero andare a fondo di chi svolge alcune lavorazioni e sopratutto quando in realtà costano all'origine... Qui sto chiuso come una cerniera lampo ma per chi come me ha avuto modo di costatare e conoscere laboratori artigiani che sviluppano prodotti per grandi marche ( conosciuti a livello mondiale ) gli si sono aperti dei mondi che non si sarebbero mai potuti aspettare... e cascasse il mondo se potessi fare nomi non sono scemo.
Quindi a vari esperti nel settore marketing e spazzatura varia non auguro mai di andare a fondo di quello che si cela dietro a questi mercati perché qui si rischia di rimanerci male... e cosi succede in tutti i campi!
Sulla carta è tutto di qualità peccato che poi... e qui richiudo la cerniera lampo.

ugo.delgiudice
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3363
Iscritto il: 17/01/2011, 11:16

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da ugo.delgiudice » 16/04/2012, 0:59

partendo dal presupposto che non comprerei mai una serie di fucili per 300.000 euro, allo stesso modo non comprerò mai un'auto che costi + di 15.000 euro cercando di mantenermi comunque al disotto dei 10.000. ma non disapprovo affatto chi realizza opere di ingegno,d'arte, e di alta tecnica ne chi ama così tanto il bello da chiudere gli occhi davanti a queste cifre. l'arte è arte, c'è chi farebbe pazzie per una posata fatta dal cellini e chi la metterebbe in lavastoviglie con quelle comprate al supermercato. c'è chi sogna un'uovo di faberge nella sua vetrinetta e chi lo guarda distratto e pensa "cissà che mega frittata ci hanno fatto prima". ora, se un'atleta che pratica il tiro a volo, la fossa il double etc, aspira ad avere un perazzi o un dt10 o quello che gli pare, è perchè sono armi che qualche vantaggio rispetto ad un marocchi 03 lo danno. ed uno di questi fucili, da listino, cosa già una decina di migliaia di euro. un vecchio usato non scende al disotto dei 2000 euro. un cosmi, stessa cosa + o meno. una h &h di buona fattura, 10.000 euro. poi, se andiamo a prendere dei casi particolari, come le gemini, i f.lli poli, bosis, e tutti gli altri, vediamo cifre di 4 zeri ed ogni tanto 5. c'è chi ama il bello. è una fortuna per tutti, altrimenti la cappella sistina avrebbe le carte da parti e il soffitto verrebbe imbiancato ogni anno, il colosseo sarebbe già stato mantellato per lasciare il posto ad un'ipermercato.

argoplus
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 770
Iscritto il: 06/10/2011, 21:44

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da argoplus » 16/04/2012, 1:20

ugo.delgiudice ha scritto:partendo dal presupposto che non comprerei mai una serie di fucili per 300.000 euro, allo stesso modo non comprerò mai un'auto che costi + di 15.000 euro cercando di mantenermi comunque al disotto dei 10.000. ma non disapprovo affatto chi realizza opere di ingegno,d'arte, e di alta tecnica ne chi ama così tanto il bello da chiudere gli occhi davanti a queste cifre. l'arte è arte, c'è chi farebbe pazzie per una posata fatta dal cellini e chi la metterebbe in lavastoviglie con quelle comprate al supermercato. c'è chi sogna un'uovo di faberge nella sua vetrinetta e chi lo guarda distratto e pensa "cissà che mega frittata ci hanno fatto prima". ora, se un'atleta che pratica il tiro a volo, la fossa il double etc, aspira ad avere un perazzi o un dt10 o quello che gli pare, è perchè sono armi che qualche vantaggio rispetto ad un marocchi 03 lo danno. ed uno di questi fucili, da listino, cosa già una decina di migliaia di euro. un vecchio usato non scende al disotto dei 2000 euro. un cosmi, stessa cosa + o meno. una h &h di buona fattura, 10.000 euro. poi, se andiamo a prendere dei casi particolari, come le gemini, i f.lli poli, bosis, e tutti gli altri, vediamo cifre di 4 zeri ed ogni tanto 5. c'è chi ama il bello. è una fortuna per tutti, altrimenti la cappella sistina avrebbe le carte da parti e il soffitto verrebbe imbiancato ogni anno, il colosseo sarebbe già stato mantellato per lasciare il posto ad un'ipermercato.
Ci mancherebbe... Ogni Oggetto merita il suo padrone come dicono dalle mie parti :october:

belpi
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2624
Iscritto il: 20/03/2012, 13:56
Località: Brescia

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da belpi » 16/04/2012, 11:19

MarcoVSK ha scritto: P.s. Una Ferrari 458 Italia costa 190000€ e parliamo di un opera ingegneristica e stilistica di ben altro livello...
intanto è una sola.
poi prova a prendere un fagiano nella brughiera, con la 458, e mi sai dire. :ciglia:

sul lato ingegneristico il confronto sarà discutibile, ma come opera stilistica è di ben altro livello nel senso che è inferiore a un fucile fine.
il quale fucile fine "costa" per ragione di ore di lavoro umano di molti artigiani e di un artista.
"vale" solo se a uno piace.
lo compra chi vuole, sono fatti suoi. ovvio che non è cosa per tasche comuni. ma siccome il fucile non è una cosa che si esibisce più di tanto, parliamo sicuramente di amatori. meglio (dal mio personale e discutibilissimo punto di vista) di bottiglie magnum di champagne da oltre 10mila euro bevute a gargarozza da qualche russo che non lo distinguerebbe da un discreto prosecco.

uno può avere alla parete un poster della CocaCola, oppure un bel quadro d'autore, oppure addirittura un Van Gogh, un Caravaggio o un Giorgione.
io non spenderei milioni di euro per una tela, forse nemmeno se li avessi, sto nella linea del quadro (piuttosto che il poster, terrei la parete imbiancata).
ma non per questo mi scandalizzo quando si legge a quanto venngono battuti i quadri famosi

argoplus
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 770
Iscritto il: 06/10/2011, 21:44

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da argoplus » 16/04/2012, 11:29

http://www.gunsinternational.com/Perazz ... =100233737

Qui si sono dimenticati di vendervi anche qualche artigiano... :october:

belpi
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2624
Iscritto il: 20/03/2012, 13:56
Località: Brescia

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da belpi » 16/04/2012, 11:36

argoplus ha scritto:http://www.gunsinternational.com/Perazz ... =100233737

Qui si sono dimenticati di vendervi anche qualche artigiano... :october:
capisco che sia difficile, a volte, accettare il fatto che gli altri non siano tutti deficienti.
però, a prescindere dal diverso regime fiscale (del prodotto e del margine del venditore) quello dell'annuncio è un usato del 2000.
non che un fucile si rovini in dodici anni, ma se vogliamo paragonare le mele con le pere...

argoplus
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 770
Iscritto il: 06/10/2011, 21:44

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da argoplus » 16/04/2012, 11:46

belpi ha scritto:
argoplus ha scritto:http://www.gunsinternational.com/Perazz ... =100233737

Qui si sono dimenticati di vendervi anche qualche artigiano... :october:
capisco che sia difficile, a volte, accettare il fatto che gli altri non siano tutti deficienti.
però, a prescindere dal diverso regime fiscale (del prodotto e del margine del venditore) quello dell'annuncio è un usato del 2000.
non che un fucile si rovini in dodici anni, ma se vogliamo paragonare le mele con le pere...
In confronto mi vale più un Beretta 682 che dopo 10 anni mantiene il suo prezzo quasi inalterato qui invece c'è un abisso di perdita, eppure in 12 anni! Non saranno tutti deficienti ma è giusto che vada cosi per chi ha il portafoglio gonfio ;-> :october:

belpi
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2624
Iscritto il: 20/03/2012, 13:56
Località: Brescia

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da belpi » 16/04/2012, 11:48

tanto per dire, 300mile diviso 4 sono 75mila a schioppo.
che è ovviamente una follia.
però siccome i folli non sono solo in Perazzi, non è lontano dai 68mila del Beretta SO10, o quello splendido SO"sparviere" che sempre in EXA è in esposizione nella teca (con lo specchio sotto per vedere l'incisione del petto, ma con la luce sbagliata, disgraziati!!!)

cos'hanno, dei fucili fini italiani, di meno degli H&H o dei Purdey di Eric Clapton?
tanto per dire, i Purdey credo partano da 60mila sterline.

Avatar utente
MarcoVSK
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3461
Iscritto il: 29/05/2011, 15:22
Località: Centro Italia

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da MarcoVSK » 16/04/2012, 12:08

La mia risposta........






.......visto che ognuno con i propri soldi ci fa quello che gli pare, sarò sintetico :






Immagine

morto
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 192
Iscritto il: 29/12/2010, 18:21

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da morto » 16/04/2012, 12:47

Banale e populista. La dacia è uguale alla Land Rover per andare a caccia in africa?
Ma ormai non si sa più distinguere la merda dalla cioccolata. Ci meritiamo la classe dirigente che abbiamo...tanto e tutto lo stesso.

belpi
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2624
Iscritto il: 20/03/2012, 13:56
Località: Brescia

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da belpi » 16/04/2012, 12:53

che ognuno ci faccia quello che vuole con i propri soldi, è sacrosanto.
che altri possano storcere il naso, quando la spesa lievita molto oltre i parametri ordinari, è legittimo.

ma che si ipotizzi che il prezzo di un fucile fine sia puramente un mezzo di marketing, come per le ciabatte, senza che ci sia nessuna motivazione diversa dalla influenza del prezzo sull'immagine del prodotto, cioé si sostiene che un Piotti possa essere realizzato allo stesso costo (e non presenti differenze) rispetto a un Yldiz o ad un Marocchi da mille euro, lascia perplessi.

morto
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 192
Iscritto il: 29/12/2010, 18:21

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da morto » 16/04/2012, 14:08

Secondo me è anche offensivo, verso i Piotti, si fa per dire, verso la mano d'opera specializzata che era il nostro vanto e che ora si perde anche perche i più non riescono a cogliere la differenza, che non è solo questione di forma, ma anche di funzione.

Per chi dice la perdita di valore poi, guarda quanto costava un s3 eell nel 1965 e adesso, consideri la svalutazione e dica se chi lo ha comprato ci ha rimesso. E nota bene, nello specifico, la serie beretta SO è al momento assolutamente sottovalutata.

Avatar utente
MarcoVSK
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3461
Iscritto il: 29/05/2011, 15:22
Località: Centro Italia

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da MarcoVSK » 16/04/2012, 14:25

Ah ecco cosa volevo dire, me ne stavo dimenticando.....

Buona dose di scortesia e arroganza da parte degli addetti alla sicurezza dell'Exa !

Capisco che gestire e controllare tutta quella folla non sia facile ma ricordo che è quella folla che fa girare tutta la giostra, loro stipendi compresi ! Mi stanno bene le perquisizioni corporali e le domande da Questura ma la faccia da caxxo e l'essere trattati male proprio no. Grande nota stonata della fiera, e ne ho sentiti molti lamentarsi !

argoplus
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 770
Iscritto il: 06/10/2011, 21:44

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da argoplus » 16/04/2012, 14:27

Banale e populista. La dacia è uguale alla Land Rover per andare a caccia in africa? Io userei X5 oppure il Cayenne per non essere populista ne demagogo... rigorosamente coi sedili in pelle e cerchi il lega :october:

Avatar utente
hunter1951
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 6038
Iscritto il: 21/12/2010, 12:40

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da hunter1951 » 16/04/2012, 14:29

Proviamo a guardare sotto un'altro punto di vista. Quelle sono opere d'arte uniche ed irripetibili. Nemmeno l'artista riuscirebbe a farne una copia " Assolutamente identica " Possono piacere oppure no, ma come per tutte le opere d'arte il valore è dato dall'interesse dell'estimatore. Negli anni ottanta, mentre stavo cercando di far ripartire uno dei primi mainframe di un cliente, ( Non cito il nome per ovvi motivi di privacy) Lo stesso ricevette una telefonata da brescia. Era un costruttore di armi fini che gli comunicava di aver appena terminato una coppia di doppiette gemelle. Costo 90 milioni di lire cadauna, la risposta lapidaria fù "Tienimele che vengo a prenderle in settimana". La cosa non mi scandalizzò più di tanto, anche se il mio stipendio da tecnico non arrivava al milione al mese. Non nego di aver provato un pizzico di invidia, ma non più di tanto.

Avatar utente
MarcoVSK
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3461
Iscritto il: 29/05/2011, 15:22
Località: Centro Italia

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da MarcoVSK » 16/04/2012, 14:37

Continuo a pensare che l"arte che si possa esprimere sulla culatta "de ferro" di un fucile (grande circa 20-30 cm) sia splendida e di valore, e giù il cappello agli incisori che incidono a mano vite per vite (a vista quante sono, 10 ?) e che questo lavoro vada apprezzato e ben pagato anche migliaia di euro. Alcune migliaia di euro.
Parlare invece di 4 fucili a 300000 (trecentomila) € è marketing, ossia confidare nella coglionaggine del consumatore.
IMHO :october:

argoplus
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 770
Iscritto il: 06/10/2011, 21:44

Re: Al ritorno dall'Exa...

Messaggio da argoplus » 16/04/2012, 14:37

hunter1951 ha scritto:Proviamo a guardare sotto un'altro punto di vista. Quelle sono opere d'arte uniche ed irripetibili. Nemmeno l'artista riuscirebbe a farne una copia " Assolutamente identica " Possono piacere oppure no, ma come per tutte le opere d'arte il valore è dato dall'interesse dell'estimatore. Negli anni ottanta, mentre stavo cercando di far ripartire uno dei primi mainframe di un cliente, ( Non cito il nome per ovvi motivi di privacy) Lo stesso ricevette una telefonata da brescia. Era un costruttore di armi fini che gli comunicava di aver appena terminato una coppia di doppiette gemelle. Costo 90 milioni di lire cadauna, la risposta lapidaria fù "Tienimele che vengo a prenderle in settimana". La cosa non mi scandalizzò più di tanto, anche se il mio stipendio da tecnico non arrivava al milione al mese. Non nego di aver provato un pizzico di invidia, ma non più di tanto.
Discorsi troppo alti per noi umili artigiani o imprenditori, che ci svegliamo la mattina e valutiamo ogni singolo componente e valutiamo fra il "vantaggioso" a livello qualità/prezzo e molte volte può capitare che il pezzo c'è lo dobbiamo pure inventare perché su mercato non esiste di quella specifica misura... eppure io di estimatori che mi hanno valutato il mio lavoro 40 volte di più di quello che vale non li ho mai trovati... e pensare che svolgo una professione anche molto importante a livello di priorità... ma sono sempre qui a dover gestire 100 euro più o 100 euro meno con la manodopera specializzata che costa sempre più e io che devo aggiornarmi ogni 30 giorni per non restare a piedi. Sarà mica che questa società non ha focalizzato bene cosa significa un rapporto qualità/prezzo? :october:

Rispondi