ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

pistole, fucili, carabine, Ex ordinanza, collezione
Avatar utente
Rocchetta
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5175
Iscritto il: 27/12/2010, 23:28

Re: ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

Messaggio da Rocchetta » 13/11/2011, 15:15

ricarica1 ha scritto:Ninurta 69 ho la "sfortuna" di conoscere il "funzionario" in questione,lui ti dirà che sono le aziende che chiedevano di catalogare le armi come sportive,per il fucile a canna liscia informati cosa è successo in una riunione dove è stato deciso il tutto......
Ma guarda caso quelle che non lo chiedevano si vedevano rifiutata la catalogazione. Questa è mentalità MAFIOSA, non da uomo delle Istituzioni...
Un cittadino disarmato è solo uno che paga le tasse

Avatar utente
Scream72
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1123
Iscritto il: 20/06/2011, 20:04
Località: Oltrepò Pavese

Re: ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

Messaggio da Scream72 » 13/11/2011, 15:17

SENZA IL CATALOGO:
COSA SUCCEDE ORA ?




Il Catalogo Nazionale delle Armi è stato abbrogato, ma la scomparsa del catalogo cosa cambierà nel mondo del tiro e della caccia ?

Per il passato poco o nulla cambierà, rimasto in piedi l'articolo 10 della Legge 18 aprile 1975 n.110 in cui si cita: La detenzione di armi comuni da sparo per fini diversi da quelli previsti dall'articolo 31 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, approvato con R.D. 18 giugno 1931, n. 773, è consentita nel numero di tre per le armi comuni da sparo e di sei per le armi di uso sportivo. Per le armi da caccia resta valido il disposto dell'articolo 37, comma 2, della legge 11 febbraio 1992, n. 157 (1). le armi che sono elencate e rimangono elencate nel "superato" Catalogo, soggiaciono a questa norma e sono detenibili come l'articolo specifica, per tutte le armi non catalogate e le future prodotte o importate, si prevede che esse si possano dividere essenzialmente in due gruppi principali: uno che comprende le armi non da caccia, quindi tutte quelle cosrte e quelle in calibro inferiore al 5,6mm. con mossolo della cartuccia più corto di 4 cm. e un secondo gruppo che comprende tutte quelle da caccia.

Quindi, seguendo la legge, si potranno detenere 3 armi non da caccia, un numero illimitato di armi da caccia e qualora presenti, 6 armi "ex sportive" in base alla vecchia catalogazione.

Insomma d'ora in poi si potranno detenere solo 3 pistole tra le future senza numero di catalogo ma per contro, si potranno detenere un infinità di carabine da tiro se non catalogate in precedenza come sportive. Si potrà allora gareggiare con la propria carabina da tiro e se si vorrà anche andare a caccia con essa, oppure utilizzare la propria pistola (che sarebbe stata catalogata sportiva in altro periodo), per gare di tiro e difesa sul lavoro. Si potrà in definitiva, piantonare una banca con una pistola da tiro dinamico o cacciare con una carabina per bench-rest. Sono eccessi, sicuramente, ma questo sarà possibile fino a che qualche buon politico non provvederà a mettere mano anche agli articoli del TULPS, nato intorno al catalogo e che ora senza di esso, deve per forza essere rivisto.

E I CARICATORI ?

D'ora in poi, il problema della catalogazione del numero di colpi decade, i caricatori liberi, potranno essere usati nella loro forma e capienza senza limitazione alcuna se non per quelle armi che hanno numero di catalogo ben definito. Anche qui si spera nell'abbrogazione della norma sui caricatori catalogati, norma ancora valida.

Vedremo sicuramente un esplosione dell'importazione di modelli mai catalogati completi di caricatori di ogni forma e capienza, per non parlare delle armi rifiutate dal catalogo.

TORNA IL .500

Ricordate la Smith & Wesson in .500SW ? Chi gli aveva messo gli occhi sopra non perda le speranze, il detto: "a volte tornano" è proprio vero. Senza le limitazioni del catalogo potranno essere importate tutte le armi nei calibri consentiti purchè abbiano superato le prove di un banco nazionale di prova riconosciuto.

Semplice utopia ? Vedremo nei prossimi giorni, per il momento armatevi di cataloghi perchè il mercato si è aperto !

http://www.tiropratico.com/doc/2011/FIN ... ALOGO.html
"All governments are lying cock suckers"
Bill Hicks


Immagine

Avatar utente
cheytac
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1951
Iscritto il: 23/12/2010, 15:01
Località: gallia cisalpina

Re: ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

Messaggio da cheytac » 13/11/2011, 15:26

Con l'abolizione del catalogo nazionale,la commissione all'uopo istituita non ha semplicemente più ragione di esistere.La commissione aveva il compito di stabilire quali erano le armi da guerra da quelle comini (esattamente quello che adesso è già stato deciso in sede UE),e poi arbitrariamente si sono arrogati il diritto di nuove qualificazioni,armi sportive,armi antiche,armi da caccia semplicemente non previste dalla norma.Un gruppo di bottegai e commercianti che si è inventanto storture come le peculiarita del peso dell'arma ,delle dimensioni della canna ,se non addirittura la sua flutatura o meno,come se queste ne variassero il potenziale o lo stato.Mancava soltanto che si decidesse che so in base al colore della calciatura,per l'inserimento che so tra un'arma da caccia ed una sportiva.Personaggi legati indissolubilmente ad arroganza e supponenza oltre che ad interessi di settori solo a fini commerciali,che nulla avevano con il loro incarico e i veri interessi degli utenti ed il libero mercato.A casa il catalogo ed i mercanti della commissione..............Adieu!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!e senza rimpianti
ImmagineImmagine

herla
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 11
Iscritto il: 17/10/2011, 23:00

Re: ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

Messaggio da herla » 13/11/2011, 15:47

Scream72 ha scritto:SENZA IL CATALOGO:
COSA SUCCEDE ORA ?




Il Catalogo Nazionale delle Armi è stato abbrogato, ma la scomparsa del catalogo cosa cambierà nel mondo del tiro e della caccia ?

Per il passato poco o nulla cambierà, rimasto in piedi l'articolo 10 della Legge 18 aprile 1975 n.110 in cui si cita: La detenzione di armi comuni da sparo per fini diversi da quelli previsti dall'articolo 31 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, approvato con R.D. 18 giugno 1931, n. 773, è consentita nel numero di tre per le armi comuni da sparo e di sei per le armi di uso sportivo. Per le armi da caccia resta valido il disposto dell'articolo 37, comma 2, della legge 11 febbraio 1992, n. 157 (1). le armi che sono elencate e rimangono elencate nel "superato" Catalogo, soggiaciono a questa norma e sono detenibili come l'articolo specifica, per tutte le armi non catalogate e le future prodotte o importate, si prevede che esse si possano dividere essenzialmente in due gruppi principali: uno che comprende le armi non da caccia, quindi tutte quelle cosrte e quelle in calibro inferiore al 5,6mm. con mossolo della cartuccia più corto di 4 cm. e un secondo gruppo che comprende tutte quelle da caccia.

Quindi, seguendo la legge, si potranno detenere 3 armi non da caccia, un numero illimitato di armi da caccia e qualora presenti, 6 armi "ex sportive" in base alla vecchia catalogazione.

Insomma d'ora in poi si potranno detenere solo 3 pistole tra le future senza numero di catalogo ma per contro, si potranno detenere un infinità di carabine da tiro se non catalogate in precedenza come sportive. Si potrà allora gareggiare con la propria carabina da tiro e se si vorrà anche andare a caccia con essa, oppure utilizzare la propria pistola (che sarebbe stata catalogata sportiva in altro periodo), per gare di tiro e difesa sul lavoro. Si potrà in definitiva, piantonare una banca con una pistola da tiro dinamico o cacciare con una carabina per bench-rest. Sono eccessi, sicuramente, ma questo sarà possibile fino a che qualche buon politico non provvederà a mettere mano anche agli articoli del TULPS, nato intorno al catalogo e che ora senza di esso, deve per forza essere rivisto.

E I CARICATORI ?

D'ora in poi, il problema della catalogazione del numero di colpi decade, i caricatori liberi, potranno essere usati nella loro forma e capienza senza limitazione alcuna se non per quelle armi che hanno numero di catalogo ben definito. Anche qui si spera nell'abbrogazione della norma sui caricatori catalogati, norma ancora valida.

Vedremo sicuramente un esplosione dell'importazione di modelli mai catalogati completi di caricatori di ogni forma e capienza, per non parlare delle armi rifiutate dal catalogo.

TORNA IL .500

Ricordate la Smith & Wesson in .500SW ? Chi gli aveva messo gli occhi sopra non perda le speranze, il detto: "a volte tornano" è proprio vero. Senza le limitazioni del catalogo potranno essere importate tutte le armi nei calibri consentiti purchè abbiano superato le prove di un banco nazionale di prova riconosciuto.

Semplice utopia ? Vedremo nei prossimi giorni, per il momento armatevi di cataloghi perchè il mercato si è aperto !

http://www.tiropratico.com/doc/2011/FIN ... ALOGO.html

La limitazione a sole 3 pistole detenibili mi sembra insostenibile dal punto di vista della normativa, e senza dubbio porrebbe disparità alla diffuzione commerciale delle armi corte... Speriamo in bene...

Avatar utente
Scream72
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1123
Iscritto il: 20/06/2011, 20:04
Località: Oltrepò Pavese

Re: ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

Messaggio da Scream72 » 13/11/2011, 16:23

herla ha scritto:

La limitazione a sole 3 pistole detenibili mi sembra insostenibile dal punto di vista della normativa, e senza dubbio porrebbe disparità alla diffuzione commerciale delle armi corte... Speriamo in bene...
beh se non ho capito male si toglie la classificazione di "comuni", per il resto all'attuale resta invariata la detenzione di pistole dat che :

Quindi, seguendo la legge, si potranno detenere 3 armi non da caccia, un numero illimitato di armi da caccia e qualora presenti, 6 armi "ex sportive" in base alla vecchia catalogazione.

la parte che mi sembra suscettibile di revisione e novita è questa :

Si potrà allora gareggiare con la propria carabina da tiro e se si vorrà anche andare a caccia con essa, oppure utilizzare la propria pistola (che sarebbe stata catalogata sportiva in altro periodo), per gare di tiro e difesa sul lavoro. Si potrà in definitiva, piantonare una banca con una pistola da tiro dinamico o cacciare con una carabina per bench-rest. Sono eccessi, sicuramente, ma questo sarà possibile fino a che qualche buon politico non provvederà a mettere mano anche agli articoli del TULPS, nato intorno al catalogo e che ora senza di esso, deve per forza essere rivisto.


va da se che l'interpretazione resta quella attuale, ma dovendo necessariamente intervenire per legiferare in materia, restiamo in un campo sostanzialmente ancora ipotetico....dubito ferocemente che si vada al ribasso per la detenzione di armi corte ex novo e si prenda in considerazione la sola "vecchia catalogazione" per quelle "ora" esistenti, si dovrà necessariamente rivedere il tutto ed aggiustarlo alla bisogna e con buonsenso(e questa è la parte che mi spaventa di più, vista la mentalità italiota/politico-burocratica).
"All governments are lying cock suckers"
Bill Hicks


Immagine

ilcorvo84
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1053
Iscritto il: 23/08/2011, 16:13

Re: ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

Messaggio da ilcorvo84 » 13/11/2011, 16:49

salve,ma il cal 22 ora e possibile cacciare,o e vietato a prescindere'<??
:october:
Smit & Wesson M&P 357MAGNUM; kimber custom II ;semiauto Franchi 712 raptor ;semiatuto Hyldiz cal 20;doppietta cal 12;sovrapposto marocchi cal 12; carabina norinco cal 22; carabina marlin a leva cal 30.30. SPAS 12 FRANCHI.


213
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 381
Iscritto il: 03/08/2011, 23:17

Re: ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

Messaggio da 213 » 13/11/2011, 17:26

Qualcuno ha sentore di modifica anche per quella limitazione delle 1500 cartucce per arma corta acquistabili nell'arco dei 6 anni?

ricarica1
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 896
Iscritto il: 22/12/2010, 1:07

Re: ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

Messaggio da ricarica1 » 13/11/2011, 17:35

La limitazione a 1500 per FORTUNA e per SFORTUNA per te è data solamente dalle ca...... che si inventano a livello locale qualche pseudo-funzionario...... :cazz:

herla
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 11
Iscritto il: 17/10/2011, 23:00

Re: ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

Messaggio da herla » 13/11/2011, 18:01

Scream72 ha scritto:
herla ha scritto:

La limitazione a sole 3 pistole detenibili mi sembra insostenibile dal punto di vista della normativa, e senza dubbio porrebbe disparità alla diffuzione commerciale delle armi corte... Speriamo in bene...
beh se non ho capito male si toglie la classificazione di "comuni", per il resto all'attuale resta invariata la detenzione di pistole dat che :

Quindi, seguendo la legge, si potranno detenere 3 armi non da caccia, un numero illimitato di armi da caccia e qualora presenti, 6 armi "ex sportive" in base alla vecchia catalogazione.

la parte che mi sembra suscettibile di revisione e novita è questa :

Si potrà allora gareggiare con la propria carabina da tiro e se si vorrà anche andare a caccia con essa, oppure utilizzare la propria pistola (che sarebbe stata catalogata sportiva in altro periodo), per gare di tiro e difesa sul lavoro. Si potrà in definitiva, piantonare una banca con una pistola da tiro dinamico o cacciare con una carabina per bench-rest. Sono eccessi, sicuramente, ma questo sarà possibile fino a che qualche buon politico non provvederà a mettere mano anche agli articoli del TULPS, nato intorno al catalogo e che ora senza di esso, deve per forza essere rivisto.


va da se che l'interpretazione resta quella attuale, ma dovendo necessariamente intervenire per legiferare in materia, restiamo in un campo sostanzialmente ancora ipotetico....dubito ferocemente che si vada al ribasso per la detenzione di armi corte ex novo e si prenda in considerazione la sola "vecchia catalogazione" per quelle "ora" esistenti, si dovrà necessariamente rivedere il tutto ed aggiustarlo alla bisogna e con buonsenso(e questa è la parte che mi spaventa di più, vista la mentalità italiota/politico-burocratica).

In attesa dello sperato buon senso, rimango interdetto, da che ho capito io (forse mi sbaglio) dovrebbe succedere che non sia possibile detenere un numero di armi corte superiore a 3 (quelle definite non da caccia) mentre invece sarà possibile detenere un numero illimitato di armi da caccia. Mi chiedo perchè ad un cacciatore sia permesso detenere ciò che vuole per dar corpo alla sua passione e invece ad un appassionato di tiro con la pistola sia impedito il possesso di più di 3 armi di suo interesse. Non trovo alcuna ratio in questo e spero si rimedi al più presto. Un saluto.

TNT58
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 401
Iscritto il: 22/12/2010, 23:57
Località: Valtellina

Re: ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

Messaggio da TNT58 » 13/11/2011, 18:37

herla ha scritto:


.... In attesa dello sperato buon senso, rimango interdetto, da che ho capito io (forse mi sbaglio) dovrebbe succedere che non sia possibile detenere un numero di armi corte superiore a 3 (quelle definite non da caccia) mentre invece sarà possibile detenere un numero illimitato di armi da caccia. Mi chiedo perchè ad un cacciatore sia permesso detenere ciò che vuole per dar corpo alla sua passione e invece ad un appassionato di tiro con la pistola sia impedito il possesso di più di 3 armi di suo interesse. Non trovo alcuna ratio in questo e spero si rimedi al più presto. Un saluto.
Vuoi mettere l'effetto... prova a dire a qualcuno che non sia un appasionato " a casa mio ho 30 fucili da caccia tra canna liscia e rigata" oppure "a casa mia ho 30 armi tra pistole e revolver" nell'immaginario ripeto" immaginario" collettivo l'arma corta è vista come demone attrezzo del male, occultabile, silenziabile, ecc., (demonizzazione che ora stanno cercando di indirizzare verso i fucili con aspetto riconducibile ai fucili militari, AR in primis, o già da tempo verso armi giocattolo) figuriamoci il maresciallo della locale stazione CC, lo avremmo in casa tutte le sere a fare la conta....
Mi sà che per i primi tempi sarà il solito pastrocchio nella speranza di non peggiorare
saluti a tutti TNT

TNT58
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 401
Iscritto il: 22/12/2010, 23:57
Località: Valtellina

Re: ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

Messaggio da TNT58 » 13/11/2011, 18:47

Rocchetta ha scritto:
ricarica1 ha scritto:Ninurta 69 ho la "sfortuna" di conoscere il "funzionario" in questione,lui ti dirà che sono le aziende che chiedevano di catalogare le armi come sportive,per il fucile a canna liscia informati cosa è successo in una riunione dove è stato deciso il tutto......
Ma guarda caso quelle che non lo chiedevano si vedevano rifiutata la catalogazione. Questa è mentalità MAFIOSA, non da uomo delle Istituzioni...
Giusto Rocchetta ma devo aggiungere che per me anche qualche importatore o produttore con il catalogo ci ha marciato.
saluti TNT

Avatar utente
docpilot
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 11243
Iscritto il: 21/12/2010, 19:27
Località: Neapolis

Re: ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

Messaggio da docpilot » 13/11/2011, 18:47

herla ha scritto:... Mi chiedo perchè ad un cacciatore sia permesso detenere ciò che vuole per dar corpo alla sua passione e invece ad un appassionato di tiro con la pistola sia impedito il possesso di più di 3 armi di suo interesse. Non trovo alcuna ratio in questo e spero si rimedi al più presto. Un saluto.
Ecco che riaffiora l'italico vizio del: "perchè a te sì e a me no?"... :mazza:
Premetto che non sono cacciatore, ma un semplice appassionato possessore di armi corte e lunghe, convinto però del fatto che un simile comportamento e/o atteggiamento offrirà sempre il fianco (per non dire altra parte anatomica) ai nostri "detrattori" (eufemismo)... :sadomaso:
B. Franklin docet...

P.S. Le armi non sono 3, ma 9 (tra ex-comuni ed ex-sportive) e credo che il numero rimarrà invariato...con un po' di ottimismo che non guasta mai potremmo sperare invece che lo aumentino; ma al momento nessuno di noi ha la sfera di cristallo...
Immagine
Moglie che tace casa felice. Confucio.
La gente che grida parole violente non vede, non sente, non pensa per niente.
Immagine

Pivi
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 6729
Iscritto il: 22/12/2010, 19:02
Località: Loneriacco di Tarcento - Udine

Re: ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

Messaggio da Pivi » 13/11/2011, 19:00

Nulla vieta ad uno stato europeo di redigere norme sulle armi più restrittive rispetto a quelle suggerite dalle circolari europee.
Norme più restrittive per i detentori, ovviamente.
Il catalogo è stato abolito perchè era visto come un inghippo per la libera circolazione delle merci e della libera conocrrenza tra gli stati membri, non perchè era vessatorio verso i detentori. Questa la mia opinione

Fermo restando che a mio parere è troppo ottimistico parlare di liberalizzazione dei calibri e delle modifiche all'arma, visto che dovrebbe rimanere in vigore la distinzione comuni/sportive tra le armi già catalogate, penso che la cosa si orienterebbe verso una detenzione 9 non da caccia + illimitate da caccia, quindi sostanzialmente la stessa situazione passata.

Per le armi antiche vale la costruzione ante 1890
WHEN COMMISSIONS ARE ALL AROUND...GET DOWN TO WHISKEY
CERCO / SCAMBIO CARTUCCE INERTI E BOSSOLI...NEL CASO MANDATE UN PM !
Immagine
ImmagineImmagine
CIAO DAL...

Avatar utente
Rocchetta
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5175
Iscritto il: 27/12/2010, 23:28

Re: ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

Messaggio da Rocchetta » 13/11/2011, 19:11

herla ha scritto: In attesa dello sperato buon senso, rimango interdetto, da che ho capito io (forse mi sbaglio) dovrebbe succedere che non sia possibile detenere un numero di armi corte superiore a 3 (quelle definite non da caccia) mentre invece sarà possibile detenere un numero illimitato di armi da caccia. Mi chiedo perchè ad un cacciatore sia permesso detenere ciò che vuole per dar corpo alla sua passione e invece ad un appassionato di tiro con la pistola sia impedito il possesso di più di 3 armi di suo interesse. Non trovo alcuna ratio in questo e spero si rimedi al più presto. Un saluto.
Io non sono cacciatore (non di quadrupedi ne di pennuti, per lo meno...), ma ho parecchi amici cacciatori.

Il cacciatore, se è uno che ci capisce, ha esigenze MOLTO diverse, a seconda del tipo e della stazza di selvaggina che si vuole cacciare. Un semiautomatico in .30-06 andrà bene per un certo tipo di caccia, per esempio quella in battuta al cinghiale. Per la caccia in alta montagna ad animali di taglia medio-piccola ci vorrà un kipplauf od una carabina bolt action di diversi calibri: per un animale di media taglia magari ci vorrà un 270 Win. per un altro di piccola taglia magari un .222 Rem. od un altro calibro di alta precisione intrinseca ad alta velocità.

Un tiratore di poligono che si impegna in UNA disciplina specifica avrà bisogno di UN'arma e magari di una identica di backup (il secondo SG550 l'ho comprato proprio per non trovarmi in mutande se ho problemi con il primo durante una gara sezionale ai 300 metri...), perchè il bersaglio è sempre uno: un pezzo di carta.

Resta l'esigenza di coloro che hanno tempo e mezzi per cimentarsi in più di una disciplina sportiva che implichi il tiro a segno: tiro a segno classico, TDS, tiro di divertimento in cava con armi lunghe, tiro di campagna a lunga distanza (sempre più popolare in Italia, a quanto sento...).

Io la butto li: perchè non consentire di detenere un certo numero di armi comuni A PRESCINDERE se siano sportive e da caccia o semplici comuni, prescrivendo livelli successivi di sicurezza a seconda del numero detenuto? Per esempio da 1-10 armi (corte, lunghe, sportive, da caccia e quant'altro non importa...) normali precauzioni detentive. Da 10 a 30 armi prescrizione di armadi blindati ed allarme semplice, da 30 a 100 armi tutto il precedente + un ambiente chiuso con allarme telefonico con la polizia e via cantando. E per le munizioni analogamente: qui in Svizzera mica c'è il limite! Ma se arriva una ispezione e tieni le munizioni vicino al caminetto, la prima volta ti avvertono, la seconda ti tolgono tutto!
Un cittadino disarmato è solo uno che paga le tasse

herla
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 11
Iscritto il: 17/10/2011, 23:00

Re: ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

Messaggio da herla » 13/11/2011, 19:18

docpilot ha scritto:
herla ha scritto:... Mi chiedo perchè ad un cacciatore sia permesso detenere ciò che vuole per dar corpo alla sua passione e invece ad un appassionato di tiro con la pistola sia impedito il possesso di più di 3 armi di suo interesse. Non trovo alcuna ratio in questo e spero si rimedi al più presto. Un saluto.
Ecco che riaffiora l'italico vizio del: "perchè a te sì e a me no?"... :mazza:
Premetto che non sono cacciatore, ma un semplice appassionato possessore di armi corte e lunghe, convinto però del fatto che un simile comportamento e/o atteggiamento offrirà sempre il fianco (per non dire altra parte anatomica) ai nostri "detrattori" (eufemismo)... :sadomaso:
B. Franklin docet...

P.S. Le armi non sono 3, ma 9 (tra ex-comuni ed ex-sportive) e credo che il numero rimarrà invariato...con un po' di ottimismo che non guasta mai potremmo sperare invece che lo aumentino; ma al momento nessuno di noi ha la sfera di cristallo...

Forse non mi sono spiegato bene: non sono in polemica con nessuno, tanto meno con i cacciatori, categoria che rispetto. Sono semplicemente un essere razionale che ama razionalità e chiarezza. Sarebbe come dire che è lecito possedere illimitate auto ma doversi accontentare per legge di 2 moto. Se in un simile meccanismo tu trovi una motivazione che non sia meramente arbitraria illuminami, sono curioso... E poi quale sarebbe l'atteggiamento da te censurato? Il semplice desiderare un' equità di giudizio da parte del legislatore? Boh. Ri-saluti. :angelo:

Avatar utente
docpilot
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 11243
Iscritto il: 21/12/2010, 19:27
Località: Neapolis

Re: ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

Messaggio da docpilot » 13/11/2011, 19:37

herla ha scritto:F...Se in un simile meccanismo tu trovi una motivazione che non sia meramente arbitraria illuminami, sono curioso...
Non è una novità il fatto che l'arbitrio sembra essere parte integrante di certe motivazioni...così come non è una novità il fatto che esista una certa differenza tra auto, moto e armi...
Niente di illuminante, credimi...
E poi quale sarebbe l'atteggiamento da te censurato? Il semplice desiderare un' equità di giudizio da parte del legislatore? Boh. Ri-saluti. :angelo:
Non ho censurato nessun atteggiamento, quello che ho scritto sta a significare semplicemente che l'unione fa la forza...(infatti ho citato il buon B. Franklin)
Saluti.
Immagine
Moglie che tace casa felice. Confucio.
La gente che grida parole violente non vede, non sente, non pensa per niente.
Immagine

Avatar utente
ninurta69
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 471
Iscritto il: 29/12/2010, 12:57
Località: Sardegna

Re: ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

Messaggio da ninurta69 » 14/11/2011, 0:33

.dubbio: scusate,
volevo brevemente reintervenire perchè molti citano armi catalogate "prima" dell'abrogazione del Catalogo ed effetti giuridici connessi a questa situazione.

Premesso che abrogazione ha il preciso significato di "cancellare", "privare di effetti giuridici", non sarà più possibile, a mio parere, riferirsi a quanto è accaduto durante la vigenza del catalogo.

IL CATALOGO NON ESISTE PIU' :felice: ! Quindi sono cancellati tutti le limitazioni che vi erano contenute (ad es. i 5 colpi per le armi lunghe) e stessa identica valutazione faccio per la questione delle armi sportive.

Dobbiamo attendere l'interpretazione del Ministero dell'interno su come si regolarà sulla questione detenzione, ma il catalogo è cancellato e non ci si potrà più riferire ad esso per alcuna ragione.

In base alle normative europee che l'Italia ha ratificato, o alla legge italiana, ora la situazione è questa e il Ministero potrà solo prenderne atto (impartendo istruzioni :nooo: agli uffici periferici - è su queste che dobbiamo vigilare...il resto è Gazzosa) :

a) armi da guerra [o tipo guerra (??!)] vietate ai civili ;
b) armi DA CACCIA (art. 13 L.157/92) ;
c) armi NON DA CACCIA (tutte le altre non da guerra e non da caccia) ...le sportive in questo momento rientrano tra queste ultime
Nessuno resta indietro! Viene lasciato, abbandonato o dimenticato!

Avatar utente
gunsite
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3596
Iscritto il: 02/08/2011, 17:37

Re: ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

Messaggio da gunsite » 14/11/2011, 8:31

massimo_vallini ha scritto:http://www.earmi.it/diritto/leggi/catalogo.html

Saluti, MV
:allah: :allah: :allah: :allah: :allah:

direi che qui abbiamo tutte le risposte. Dio salvi il giudice Mori e se qualcuno arriva alla clonazione umana ho già chi proporre come cavia....
Thank's God for Guns.....
Danny Crane

Immagine

Avatar utente
marco64
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1680
Iscritto il: 24/12/2010, 7:22
Località: Pistoia
Contatta:

Re: ORE 17.52. LA CAMERA APPROVA. IL CATALOGO è ORMAI STORIA

Messaggio da marco64 » 14/11/2011, 11:37

se la bozza è uguale a quella approvata :
http://www.leggioggi.it/wp-content/uplo ... ttobre.pdf
l'articolo che ci interessa è il 113.

Quello che mi preoccupa e non poco è il punto d) dove descrive quello dove la commissione può mettre bocca ...
E ci rientra la detenzione, la raccolta, la collezione, il trasporto e l'uso delle armi ...

Che il cetriolo sia già pronto ?

Poi il punto f). Di fatto autorizza mediante comunicazione preventiva l'uso delle armi in collezione e il munizionamento se non legittimamente detenuto può essere acquistato e immediatamente consumato. Cade il divieto di detenzione di munizioni per le armi in collezione quindi ?

Marco

Rispondi