Notizie dagli Interni

pistole, fucili, carabine, Ex ordinanza, collezione
harvester
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2033
Iscritto il: 26/12/2010, 15:35

Re: Notizie dagli Interni

Messaggio da harvester » 28/06/2011, 19:45

Ma daiiiiiiii! In fin dei conti il giro di vite è nei confronti di chi detiene armi senza alcun titolo! Siamo d'accordo tutti penso, che circolano armi in giro , appartenute al nonno, allo zio, al padre o a chissà chi altro , che poi si fermano in mano alla parentela , non sempre potrebbero cadere in mani giuste! Poi se uno vuole ..oggi le possibilità ci sono , molto più di ieri! :october:
"SE DEVI RISCHIARE LA VITA FALLO X QUALCOSA SENZA LA QUALE MORIRESTI LO STESSO"

aljoshapiaia
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1863
Iscritto il: 14/02/2011, 20:24
Località: Centro Cadore
Contatta:

Re: Notizie dagli Interni

Messaggio da aljoshapiaia » 28/06/2011, 20:06

Io spero solo che non mi tocchi fare i salti mortali ogni volta che devo comprare-vendere-trasportare-riparare o usare armi!

Già la nostra vita è difficile... poi se ce la complicano ci sopprimono la passione!

Ma noi siamo uno zoccolo duro! Siamo irriducibili!!! :october: :october:
Ora la CZSP01 finalmente è MIA!
Immagine Immagine

ugo.delgiudice
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3363
Iscritto il: 17/01/2011, 11:16

Re: Notizie dagli Interni

Messaggio da ugo.delgiudice » 28/06/2011, 20:22

partiamo da un presupposto: i registri che giacciono in caserma non venivano aggoirnati quando un detentore volava negli immensi campi da tiro dei cieli.quindi, se i parenti non sanno o se non hanno memoria di ferri gettati nei bauli o nascosti in vari posti, queste armi rimangono a disposizione del primo che le trova. allora, il primo serio e utile lavoro da fare è il censimento dei vivi e dei morti ancora presenti sui registri e delle armi dichiarate. credo che solo questo possa tenere seriamente indaffare le forze dell'ordine per qualche annetto. utile sarebbe permettere la regolarizzazione di quei casi che per ignoranza delle leggi ha permesso che i ferri finissero in mano di ignari nipoti e similia.questo censimento dei registri deve assolutamente essere seguito dalla immissione a terminale dei dati risultanti dai vecchi registri. sono infatti convinto che il cervellone non abbia mai avuto i dati di armi registrate nei primi anni 80 e/o che molti di questi dati siano errati o incompleti.in questo modo nessun laetitia di turno potrà affermare che non si sà chi e quante armi legalmente detute in italia ci siano. da questo punto in poi, possiamo iniziare a ragionare sull'efficendamento della rete telematica, delle dichiarazioni in 3 giorni e di tutto quello che ne consegue. poi, suggerirei anche al Dottor Vallini, magari in collaborazione con la FISAT e i giurisprudenzialisti a noi amici, la stesura della denuncia perfetta, magari scaricabile in pdf, con tutte le indicazioni per compilarla ed i riferimenti di legge a tergo per impedire a chiunque di inventarsi leggi ad ufficium. questo documento, se condiviso con il ministero e le ff'oo, unificherebbe una volta per tutte l'italia.

harvester
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2033
Iscritto il: 26/12/2010, 15:35

Re: Notizie dagli Interni

Messaggio da harvester » 28/06/2011, 20:26

ugo.delgiudice ha scritto:partiamo da un presupposto: i registri che giacciono in caserma non venivano aggoirnati quando un detentore volava negli immensi campi da tiro dei cieli.quindi, se i parenti non sanno o se non hanno memoria di ferri gettati nei bauli o nascosti in vari posti, queste armi rimangono a disposizione del primo che le trova. allora, il primo serio e utile lavoro da fare è il censimento dei vivi e dei morti ancora presenti sui registri e delle armi dichiarate. credo che solo questo possa tenere seriamente indaffare le forze dell'ordine per qualche annetto. utile sarebbe permettere la regolarizzazione di quei casi che per ignoranza delle leggi ha permesso che i ferri finissero in mano di ignari nipoti e similia.questo censimento dei registri deve assolutamente essere seguito dalla immissione a terminale dei dati risultanti dai vecchi registri. sono infatti convinto che il cervellone non abbia mai avuto i dati di armi registrate nei primi anni 80 e/o che molti di questi dati siano errati o incompleti.in questo modo nessun laetitia di turno potrà affermare che non si sà chi e quante armi legalmente detute in italia ci siano. da questo punto in poi, possiamo iniziare a ragionare sull'efficendamento della rete telematica, delle dichiarazioni in 3 giorni e di tutto quello che ne consegue. poi, suggerirei anche al Dottor Vallini, magari in collaborazione con la FISAT e i giurisprudenzialisti a noi amici, la stesura della denuncia perfetta, magari scaricabile in pdf, con tutte le indicazioni per compilarla ed i riferimenti di legge a tergo per impedire a chiunque di inventarsi leggi ad ufficium. questo documento, se condiviso con il ministero e le ff'oo, unificherebbe una volta per tutte l'italia.
Come non quotarti!!!
"SE DEVI RISCHIARE LA VITA FALLO X QUALCOSA SENZA LA QUALE MORIRESTI LO STESSO"

Avatar utente
zak68it
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1200
Iscritto il: 25/01/2011, 20:51
Località: Trani, BAT

Re: Notizie dagli Interni

Messaggio da zak68it » 28/06/2011, 20:51

Rocchetta ha scritto:
massimoarmeria ha scritto:Altre fonti mi dicono che non è niente male...Mah! sarà vero?
Un max dubitativo...
- caricatori non piú limitati
- 9 para legale per i civili
- restrizione sugli spegnifiamma tolta
- ricarica libera



e soprattutto sparare a raffica libera.......


















































ci avevate creduto eh?

Immagine
Silent... leges inter arma.

Rispondi