Ma sto MOS?

pistole, fucili, carabine, Ex ordinanza, collezione
IlGianka
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 58
Iscritto il: 02/06/2014, 15:15

Ma sto MOS?

Messaggio da IlGianka » 17/12/2020, 0:36

Domanda:
Ma questa cosa di voler mettere il MOS sulle pistole e' pura moda o ha una qualche utilita'?
Capisco se fai tiro operativo ma per il resto non ho capito a che daivolo serve.

Chi me la spiega? .dubbio:
Grazie
ciao e buon Natale

Customs
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 296
Iscritto il: 12/12/2019, 16:48

Re: Ma sto MOS?

Messaggio da Customs » 17/12/2020, 9:12

Non sto a spiegarti come funziona perché immagino tu lo sappia.
Comunque sì, è pura moda, un nuovo aggeggio che ha scopi economici ... per chi lo vende.
Potrebbe essere utile per il tiro più o meno di precisione nei poligoni,
soprattutto per chi, a causa dell'età, ha problemi nell'allineamento delle
mire metalliche che spesso non si risolve del tutto neppure con gli occhiali.
Per quello che riguarda il tiro operativo/difesa si tratta certamente di una sciocchezza:
se spari lo fai contro bersagli relativamente vicini, per cui spari in maniera
"istintiva" senza la necessità di collimare nulla.
E poi immagina se è possibile mettersi lì a cercare il punto rosso e il bersaglio all'interno
del "vetrino" durante una concitata azione di risposta al fuoco!
Per non parlare poi dei maggiori ingombri e onseguente difficoltà di estrazione.
Potrebbe essere utile, forse, su un fucile d'assalto usando il red dot come un più pratico
e compatto sostituto dell'ingombrante ottica classica per i tiri a relativamente breve distanza.

Avatar utente
paolo.brsh@gmail.com
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 259
Iscritto il: 09/01/2018, 18:16

Re: Ma sto MOS?

Messaggio da paolo.brsh@gmail.com » 17/12/2020, 12:46

ciao
non sono assolutamente d'accordo,
permette di sparare ad occhi aperti,
diminuisce i tempi di fuoco ed aumenta enormemente l'accuratezza,
la pistola con mos in gare di tiro dinamico deve competere a parte....
per forza
ciao

Customs
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 296
Iscritto il: 12/12/2019, 16:48

Re: Ma sto MOS?

Messaggio da Customs » 17/12/2020, 12:56

Nelle competizioni in poligono è così, come detto (soprattutto per i meno bravi :rido: );
ma "su strada" è un inutile e ingombrante orpello.

mauesp
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 471
Iscritto il: 28/12/2010, 15:41
Località: Varese

Re: Ma sto MOS?

Messaggio da mauesp » 17/12/2020, 18:18

Mio figlio e i suoi commilitoni del 9° usano tutti glock con MOS in teatri operativi.
Si sono convertiti da qualche tempo e poco alla volta hanno concluso che è molto meglio delle mire tradizionali.
Si spara ad occhi aperti, acquisizione bersaglio più rapida, accuratezza migliore e, cosa importantissima, migliore visibilità in condizioni di luce scarsa o quasi nulla. Al buio naturalmente usano visori notturni ed anche con quelli funziona benissimo

Customs
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 296
Iscritto il: 12/12/2019, 16:48

Re: Ma sto MOS?

Messaggio da Customs » 17/12/2020, 18:28

mauesp ha scritto:
17/12/2020, 18:18
Mio figlio e i suoi commilitoni del 9° usano tutti glock con MOS in teatri operativi.
Si sono convertiti da qualche tempo e poco alla volta hanno concluso che è molto meglio delle mire tradizionali.
Si spara ad occhi aperti, acquisizione bersaglio più rapida, accuratezza migliore e, cosa importantissima, migliore visibilità in condizioni di luce scarsa o quasi nulla. Al buio naturalmente usano visori notturni ed anche con quelli funziona benissimo
In teatro "di guerra" sarà certamente così.
Personalmente più che altro mi riferivo al tiro da difesa, quando la risposta deve essere
rapida e il tiro a brevissima distanza.

Avatar utente
DELTAOMEGA
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2310
Iscritto il: 06/01/2012, 16:02

Re: Ma sto MOS?

Messaggio da DELTAOMEGA » 17/12/2020, 20:12

.
Nel tiro lento mirato il red dot è sicuramente utile perchè non si deve allineare mirino e tacca di mira, quindi per il tiratore è più semplice, però a volte si perde il punto rosso sul visore e ci possono volere secondi per ritrovarlo, il che mi sembra un handicap per il tiro dinamico.
Altro handicap è che se c'è il sole e si spara su sagome bianche molto riflettenti, il punto rosso non si vede bene.
Nel buio totale il punto rosso è molto negativo, perchè si perde completamente l'orientamento dell'arma e per ritrovare il punto sul vetrino ci può volere una vita !

In condizioni di scarsa luminosità o al buio, è imbattibile il laser, assolutamente il meglio in ASSOLUTO ! Acquisizione rapida e immediata.
Ovviamente durante il giorno all'aperto non si può usare perchè non si vede. Si potrebbe usare nei poligoni chiusi con scarsa luce ambientale.

Customs
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 296
Iscritto il: 12/12/2019, 16:48

Re: Ma sto MOS?

Messaggio da Customs » 18/12/2020, 9:51

Comunque, anche se lo sappiamo tutti, l'aggeggio di che trattasi è il RED DOT
o mirino olografico, mentre il citato MOS del titolo è in realtà il sistema delle
pistole progettate per ospitarlo con la sola interposizione della giusta piastrina
nella predisposta fresatura del carrello, tipo Glock MOS (Modular Optic System).

Avatar utente
paolo.brsh@gmail.com
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 259
Iscritto il: 09/01/2018, 18:16

Re: Ma sto MOS?

Messaggio da paolo.brsh@gmail.com » 18/12/2020, 18:10

DELTAOMEGA ha scritto:
17/12/2020, 20:12

In condizioni di scarsa luminosità o al buio, è imbattibile il laser, assolutamente il meglio in ASSOLUTO ! Acquisizione rapida e immediata.
Ovviamente durante il giorno all'aperto non si può usare perchè non si vede. Si potrebbe usare nei poligoni chiusi con scarsa luce ambientale.
Assolutamente no!!!!
non c'è NESSUNO che in ambito operativo usa un laser
e nemmeno una torcia montata sull'arma.
E' solamente una trovata ad effetto cinematografico,
tu entreresti in una stanza in penombra con una luce accesa che dice al
delinquente di turno: "mira qui e spara???"

l'unica alternativa operativa alle mire tradizionali è il punto rosso

ciao
paolo

Customs
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 296
Iscritto il: 12/12/2019, 16:48

Re: Ma sto MOS?

Messaggio da Customs » 18/12/2020, 18:43

paolo.brsh@gmail.com ha scritto:
18/12/2020, 18:10
DELTAOMEGA ha scritto:
17/12/2020, 20:12

In condizioni di scarsa luminosità o al buio, è imbattibile il laser, assolutamente il meglio in ASSOLUTO ! Acquisizione rapida e immediata.
Ovviamente durante il giorno all'aperto non si può usare perchè non si vede. Si potrebbe usare nei poligoni chiusi con scarsa luce ambientale.
Assolutamente no!!!!
non c'è NESSUNO che in ambito operativo usa un laser
e nemmeno una torcia montata sull'arma.
E' solamente una trovata ad effetto cinematografico,
tu entreresti in una stanza in penombra con una luce accesa che dice al
delinquente di turno: "mira qui e spara???"

l'unica alternativa operativa alle mire tradizionali è il punto rosso

ciao
paolo
Vero, il puntatore laser è stata una novità (che ogni tanto qualcuno deve pur tirare
fuori per vendere) che ormai fa solo scenografia filmica.
Oltre a rendere ben identificabile il tiratore, cercare di mettere il punto laser sul bersaglio
cercandolo in qua e in là, è improponibile a scopo difensivo.

Avatar utente
DELTAOMEGA
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2310
Iscritto il: 06/01/2012, 16:02

Re: Ma sto MOS?

Messaggio da DELTAOMEGA » 18/12/2020, 19:41

.
Io conosco benissimo sia il punto rosso che il laser perchè li ho entrambi e il laser in penombra o al buio è nettamente superiore, l'acquisizione del bersaglio è immediata. Non esiste nessun sistema di mira che renda il tiro più veloce, a meno che non si spari a caso. Il fatto che il laser sia una lampada accesa è un'esagerazione perchè la sorgente è puntiforme, si vede appena e non è facilmente rilevabile.

Il laser serve in condizioni di scarsa luminosità o al buio e serve soprattutto per sparare in velocità, tutte caratteristiche che nel tiro lento mirato al poligono non servono !

Che l'unica alternativa alle mire tradizionali sia il punto rosso è sbagliato, dal momento che sono più che note le mire fosforescenti al trizio ! Se si ha paura di essere individuati col laser, allora questa è la giusta soluzione.

Il punto rosso nel buio totale l'ho provato e lo perdo quasi sempre nel visore, per ritrovarlo a volte ci vuole un sacco di tempo perchè al buio si perde l'orientamento dell'arma.

Le mire al trizio non le ho mai provate e non conosco pregi e difetti, se si vedono bene o male nell'oscurità, rapidità di esecuzione, ecc, invece punto rosso e laser li conosco bene.

Customs
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 296
Iscritto il: 12/12/2019, 16:48

Re: Ma sto MOS?

Messaggio da Customs » 18/12/2020, 20:42

In effetti posseggo una pistola con mire al trizio, una con mire luminescenti
e una con mire "luminol" (sono le più visibili ma si "scaricano" in fretta)
e devo dire che nell'oscurità totale si riescono ad allineare perfettamente
... peccato che non si veda il bersaglio però.

Avatar utente
paolo.brsh@gmail.com
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 259
Iscritto il: 09/01/2018, 18:16

Re: Ma sto MOS?

Messaggio da paolo.brsh@gmail.com » 19/12/2020, 11:56

Che l'unica alternativa alle mire tradizionali sia il punto rosso è sbagliato, dal momento che sono più che note le mire fosforescenti al trizio ! Se si ha paura di essere individuati col laser, allora questa è la giusta soluzione.
ciao
le mire fluorescenti la mettevo nelle tradizionali
non sono niente di speciale, al massimo sono radioattive....
e credo che a livello operativo l'allenamento a sparare al buio senza mirare sia l'unica salvezza,
un esercizio che fanno TUTTI gli appartenenti alle squadre di pronto intervento
è: occhi bendati - estrazione e un colpo su sagoma a 5 o 10 m.
i più bravi fanno anche double.
Se la memoria muscolare è allenata non si sbaglia mai, provare per credere!
ciao
paolo

Avatar utente
DELTAOMEGA
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2310
Iscritto il: 06/01/2012, 16:02

Re: Ma sto MOS?

Messaggio da DELTAOMEGA » 21/12/2020, 14:43

.
Il trizio è un isotopo dell'idrogeno radioattivo ma le mire con questo elemento chimico sono in vendita e non sono affatto pericolose per la salute ... non vorrei che passasse il messaggio che con il loro utilizzo ci sia il rischio di leucemie o tumori come avviene per l'uranio impoverito utilizzato nei proiettili dei cannoni della NATO.

Un'alternativa alle costose mire al trizio potrebbe arrivare da un espediente artigianale, ovvero quello di marcare gli organi di mira e la canna con vernice fluorescente, questo è un esempio : https://www.fluostyle.it/it/vernici-che ... -buio.html

Solo che in caso di difesa domestica al buio, non si ha il tempo di dipingere o rinnovare la vernice.

Avatar utente
paolo.brsh@gmail.com
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 259
Iscritto il: 09/01/2018, 18:16

Re: Ma sto MOS?

Messaggio da paolo.brsh@gmail.com » 22/12/2020, 9:48

DELTAOMEGA ha scritto:
21/12/2020, 14:43
.
Il trizio è un isotopo dell'idrogeno radioattivo ma le mire con questo elemento chimico sono in vendita e non sono affatto pericolose per la salute ... non vorrei che passasse il messaggio che con il loro utilizzo ci sia il rischio di leucemie o tumori come avviene per l'uranio impoverito utilizzato nei proiettili dei cannoni della NATO.

Un'alternativa alle costose mire al trizio potrebbe arrivare da un espediente artigianale, ovvero quello di marcare gli organi di mira e la canna con vernice fluorescente, questo è un esempio : https://www.fluostyle.it/it/vernici-che ... -buio.html

Solo che in caso di difesa domestica al buio, non si ha il tempo di dipingere o rinnovare la vernice.
sbagliato sbagliato
il messaggio deve passare comunque
non è che il trizio non sia pericoloso
quarda un orologio anche rolex anni 70 e mettilo di fianco ad uno moderno al buio,
quello vecchio sembra un abat jour,
I collezionisti americani di orologi militari conservano gli hamilton contratto WW2 e corea e viet
nei pallini di piombo
hanno solo diminuito (o eliminato) la quantità di trizio
è la quantità che e pericolosa, come dire che 1 tac o 10 rx all'anno non fanno male....
e comunque io non lo porterei mai al polso...
ciao
paolo

Avatar utente
paolo.brsh@gmail.com
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 259
Iscritto il: 09/01/2018, 18:16

Re: Ma sto MOS?

Messaggio da paolo.brsh@gmail.com » 22/12/2020, 9:49

DELTAOMEGA ha scritto:
21/12/2020, 14:43
.
Il trizio è un isotopo dell'idrogeno radioattivo
ciao
è un isotopo radioattivo dell'idrogeno
ciao

Avatar utente
DELTAOMEGA
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2310
Iscritto il: 06/01/2012, 16:02

Re: Ma sto MOS?

Messaggio da DELTAOMEGA » 22/12/2020, 12:28

paolo.brsh@gmail.com ha scritto:
22/12/2020, 9:49
DELTAOMEGA ha scritto:
21/12/2020, 14:43
.
Il trizio è un isotopo dell'idrogeno radioattivo
ciao
è un isotopo radioattivo dell'idrogeno
ciao
Gli esami di chimica generale inorganica e chimica organica li ho dati entrambi, altrimenti non sarei laureato in Scienze Naturali ; di sbagliato non ho scritto proprio nulla !

Radioattivo è riferito ovviamente all'isotopo dell'idrogeno con 1 protone e 2 neutroni, ovvero il trizio, il fatto che lo debba specificare è veramente stucchevole !

La radiazione Beta, costituita da elettroni con la quale il trizio converte un neutrone in un protone trasformandosi in Elio-3, è talmente debole che non supera lo spessore dell'epidermide umana ! Infatti è utilizzato senza controindicazioni per manufatti di libera vendita, comprese le mire al trizio ... poi di quello che pensi soggettivamente tu, non me ne frega assolutamente niente.

Ci sono pure i no-vax che soggettivamente e stupidamente ritengono i vaccini dannosi, sta di fatto che la comunità scientifica ha stabilito che la radiazione beta del trizio non è dannosa.

Se le mire al trizio perdono luminosità col tempo e virano di colore, non è dato dal decadimento beta in Elio3 e dall'esaurirsi dell'isotopo originario, ma è dato semplicemente da reazioni chimiche della sostanza scintillante favorite dall'umidità e da fattori ambientali.

Avatar utente
paolo.brsh@gmail.com
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 259
Iscritto il: 09/01/2018, 18:16

Re: Ma sto MOS?

Messaggio da paolo.brsh@gmail.com » 23/12/2020, 10:07

DELTAOMEGA ha scritto:
22/12/2020, 12:28
paolo.brsh@gmail.com ha scritto:
22/12/2020, 9:49
DELTAOMEGA ha scritto:
21/12/2020, 14:43
.
Il trizio è un isotopo dell'idrogeno radioattivo
ciao
è un isotopo radioattivo dell'idrogeno
ciao
Gli esami di chimica generale inorganica e chimica organica li ho dati entrambi, altrimenti non sarei laureato in Scienze Naturali ; di sbagliato non ho scritto proprio nulla !

Radioattivo è riferito ovviamente all'isotopo dell'idrogeno con 1 protone e 2 neutroni, ovvero il trizio, il fatto che lo debba specificare è veramente stucchevole !

La radiazione Beta, costituita da elettroni con la quale il trizio converte un neutrone in un protone trasformandosi in Elio-3, è talmente debole che non supera lo spessore dell'epidermide umana ! Infatti è utilizzato senza controindicazioni per manufatti di libera vendita, comprese le mire al trizio ... poi di quello che pensi soggettivamente tu, non me ne frega assolutamente niente.

Ci sono pure i no-vax che soggettivamente e stupidamente ritengono i vaccini dannosi, sta di fatto che la comunità scientifica ha stabilito che la radiazione beta del trizio non è dannosa.

Se le mire al trizio perdono luminosità col tempo e virano di colore, non è dato dal decadimento beta in Elio3 e dall'esaurirsi dell'isotopo originario, ma è dato semplicemente da reazioni chimiche della sostanza scintillante favorite dall'umidità e da fattori ambientali.
ma per favore!!!
scienza naturale
ti ha dato fastidio la correzzzzzione?
ciao

Avatar utente
paolo.brsh@gmail.com
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 259
Iscritto il: 09/01/2018, 18:16

Re: Ma sto MOS?

Messaggio da paolo.brsh@gmail.com » 23/12/2020, 10:09

hai scritto che è un isotopo dell'idrogeno radioattivo
se l'avessi detto in uno dei miei esami di fisica
adesso ero qua a sparare con le cerbottane
ciao comnunque

Avatar utente
DELTAOMEGA
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2310
Iscritto il: 06/01/2012, 16:02

Re: Ma sto MOS?

Messaggio da DELTAOMEGA » 23/12/2020, 12:22

paolo.brsh@gmail.com ha scritto:
23/12/2020, 10:07

ma per favore!!!
scienza naturale
ti ha dato fastidio la correzzzzzione?
ciao

Ma per favore che cosa !? Che favore dovrei farti !? Mi avrebbe dato fastidio una correzione de che ? Ma che minchia scrivi !?

Se non conosci il corso di laurea di Scienze Naturali sei un ignorante patentato ! Il padre fondatore delle Scienze Naturali è stato Charles Darwin nel XVIII secolo e non sarai certamente tu con la tua becera supponenza ed ignoranza a screditarle !

Molti professori di scienze delle scuole superiori sono laureati in Scienze Naturali, per cui il favore fallo a te stesso evitandoti queste figure di merda !

Io stesso insegno scienze nelle scuole superiori e non saprei cosa sia l'idrogeno ? Il termine radioattivo è riferito all'isotopo dell'idrogeno, non pensavo che dovessi specificarlo perchè il mio interlocutore fosse così tardo di mente che non capisse e ne facesse un caso.

Il trizio non è affatto pericoloso per la salute umana, hai scritto una grande idiozia ed è inutile che cambi discorso provocando in vari modi.

Fatti 6 anni di università come ho fatto io prima di rompere i coglioni e vai ad infastidire gli ignoranti come te !

Rispondi