scelta arma da difesa personale

pistole, fucili, carabine, Ex ordinanza, collezione
customs

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da customs » 03/06/2018, 19:11

nikkkk ha scritto:
customs ha scritto:Sappi comunque che in poligono qualunque Glock si comporta molto meglio di quanto si possa pensare, e per quanto riguarda porto e difesa sono armi ottime.
Nel caso l'avessi comunque esclusa chiedo scusa, non ho riletto i post pregressi.
al poligono tutti quelli che incontro e ci scambio due chiacchiere continuano a consigliarmi una pistola in polimeri e senza cane, sabato prossimo mi faccio 100km per provare una glock 19 in un poligono che ne ha una
A patto di tenerla sempre con colpo camerato, come qualunque altra arma da difesa.
P.S. Sperando che quella 19 non sia così maltenuta come la 17 del mio poligono ... vedo gente tentata di lanciarla direttamente contro il bersaglio!

lupo69
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 7048
Iscritto il: 21/12/2010, 19:06
Località: Highland Liguri (GE)

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da lupo69 » 03/06/2018, 21:50

85 fs ?
Monofilare, 7 colpi, io non riuscivo a tenerla correttamente impugnata,
con conseguente spantegamento di colpi sul bersaglio.
84 fs, bifilare, 13 colpi, imparato a tenerla, che spasso, bersagli a 25 mt,
colpi ricaricati, quando sparavo con quelli dell' amministrazione a 10 mt,
mi guardavano tutti come un alieno.
Provane ancora tante e ancora di più, solo allora prenditi quella definitiva
sperando di non usarla mai fuori dal poligono... :october:
"se le armi saranno bandite, solo i banditi saranno armati"
"un popolo che non vuole portare le proprie armi, portera' quelle di qualcun altro"

customs

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da customs » 04/06/2018, 11:32

Ottima, inox e con le guancette di legno chiaro anche molto bella, la Chetaa mi pare che sia.
Per l'uso prevalentemente difensivo però prediligo le più intuitive striker.

P.S. Anche se la chiusura labile rende la molla di recupero molto dura e le reazioni un pochetto ostiche, nonostante il calibro poco performante.
Ultima modifica di customs il 04/06/2018, 16:32, modificato 1 volta in totale.

customs

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da customs » 04/06/2018, 16:29

tascopropoint ha scritto:
customs ha scritto:Ottima, inox e con le guancette di legno chiaro anche molto bella, la Chetaa mi pare che sia.
Per l'uso prevalentemente difensivo però prediligo le più intuitive striker.
Chetaa??!!

Cos'è ...la pistola di Tarzan??!! :haha: :haha:
Come puoi vedere ho solo dimenticato una H, infatti non ero sicurissimo del nome USA.

https://www.google.it/url?sa=t&source=w ... dzvmm3oS7Q

customs

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da customs » 04/06/2018, 17:38

La scimmia ha una Glock in mano ... e qui si scatena l'inferno!!!

customs

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da customs » 04/06/2018, 18:07

Non dirlo a me, come già spiegato altrove per non farmi mancare nulla ho sia la plasticona austriaca che la sua rivale per elezione ... e mi piacciono un sacco entrambe!!

nikkkk
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 160
Iscritto il: 16/02/2018, 12:13

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da nikkkk » 04/06/2018, 21:22

le hai compatte? 43 ed m&p?

Avatar utente
hunter1951
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 6038
Iscritto il: 21/12/2010, 12:40

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da hunter1951 » 05/06/2018, 11:45

ranger.78 ha scritto:Alcuni di noi si! :ciglia: :rido: :lingua:
Compreso colui che ha messo in mano alla scimmia la Glock!
Ed ovviamente si tenuta ben stretta la 92 FS :felice:

nikkkk
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 160
Iscritto il: 16/02/2018, 12:13

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da nikkkk » 07/06/2018, 17:10

e come consigliate di tenerla quando in auto? all'appendice è troppo scomoda

customs

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da customs » 07/06/2018, 19:20

Esistono fondine da applicare sotto il cruscotto, difficili da reperire in Italia, però puoi fare un adattamento artigianale; oppure dei grossi e piatti magneti da applicare sotto ai tavoli, che puoi utilizzare.
Tieni presente però che per la normativa italiana l'arma da difesa pronta è da tenersi soltanto indosso,sulla persona, tutto il resto configura il trasporto (anche in borsa ed anche per i titolari di licenza per difesa) ed è, quindi, in ogni caso vietato trasportare armi che non siano in un contenitore, scariche e con le munizioni separate.

nikkkk
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 160
Iscritto il: 16/02/2018, 12:13

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da nikkkk » 26/09/2018, 9:12

eccomi qui ad aggiornare il topic, dopo alcuni mesi in cui ho testato in poligono quante più pistole e revolver e "molestato" le armerie di zona per valutare con mano quello che leggevo in rete, ho scelto

la misura doveva essere medio piccola, diciamo come la beretta 35 che avevo (ereditata da mio nonno), ma non una pocket gun (troppo brutte da sparare) e nemmeno di taglia media (come la m&p shield ad esempio) troppo ingombrante portarla IWB appendix da seduto (ad esempio), ed il peso non oltre i 400gr.......soglia limite per me per non farmi condizionare uscendo tipo "la porto o no oggi?"

il calibro, il minimo per avere un potere d'arresto adeguato (non amo il rinculo di un 9mm su una piccola arma con la quale intendo sparare tante scatole per farmi la mano) ..... ho optato per un 9 corto

....quindi la prescelta è stata una glock 42, sottile e leggera ma non al punto da compromettere la gioia di usarla in poligono. Ci ho sparato solo 100 colpi e devo dire che mi piace molto, unica limitazione la capacità di 6+1 che porterò a breve a 7+1 con il kit

Immagine

nikkkk
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 160
Iscritto il: 16/02/2018, 12:13

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da nikkkk » 26/09/2018, 11:20

in finale con la 42 c'è stato un piccolo revolver in lega (j frame od una lcr in 38) ma (non sono riuscito a provare la ruger) come come comfort di tiro la 42 è decisamente superiore (e più rapida a doppiare il colpo) quindi ho optato per la glock

lepanto357
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1213
Iscritto il: 22/03/2016, 14:55

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da lepanto357 » 26/09/2018, 15:33

Guardavo recentemente una SW in 9 corto e la Glock nello strsso calibro: a vederle sembrano pistole giocattolo, saranno anche ottime armi ma mancano, almeno secondo me del fattore deterrente. Vecchie armi pari calibro incutono più timore

nikkkk
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 160
Iscritto il: 16/02/2018, 12:13

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da nikkkk » 26/09/2018, 16:36

mi spiace bidello ma dovendola portare in porto occulto tutto questo tempo praticamente nelle mutande una g19 bifilare l'avrei lasciata a casa una volta su due ed una volta su una durate l'estate in camicia

al limite la g43 ma provandola scalciava troppo per me, forse un domani ma per ora sto bene con il mio calibro moscio da anziano o donna gravida

Avatar utente
Oldodes
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 178
Iscritto il: 26/03/2011, 20:43
Località: Lombardia

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da Oldodes » 28/09/2018, 17:28

Se posso, aggiungo una variabile a quanto scritto in questo thread.
Limitandosi alle automatiche contemporanee (un deferente saluto alle generazioni di Beretta 34, Saurer 232, Walther PP e PPK...), quale pistola valutereste per utente con mani piccole? :ciuccio:

Grazie per i pareri.

Ol Dodés

nikkkk
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 160
Iscritto il: 16/02/2018, 12:13

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da nikkkk » 29/09/2018, 16:22

Alpha63 ha scritto:Gira e rigira quando si cerca la praticità si va a finire sempre da quelle parti...
non che sia un fanboy della glock (prima di questa avevo solo sparato una 17 in poligono e ne il grilletto ne l'estetica mi fanno impazzire), ma è l'unica 380acp non a chiusura labile (per avere meno rinculo, altrimenti prendevo direttamente una 9mm), non single action (tipo la kimber) e non di misura pocket che abbia trovato (tipo la bodyguard...troppo piccola per le mie capacità per tirarci bene)

mi piaceva molto la walter pk380 ma è un pelo grossa per quello che volevo ed è cmq blowback putroppo

cisco60
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5391
Iscritto il: 13/05/2017, 17:28

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da cisco60 » 30/09/2018, 19:32

Alpha63 ha scritto:
Non so cosa intendi con la faccenda del grilletto (distanza? tipo di scatto?) ma l'estetica la lascerei perdere. Se uno ha davvero motivo di doversi difendere quindi serie probabilità di affidare la propria pelle ad una pistola non bada a questioni estetiche. Se lo fa è ......(omissis)

Secondo me invece, anche l'aspetto ha la sua importanza. Un'arma "brutta" e dall'aspetto
"semplice" potrebbe incutere più timore che una tutta "fronzoli". Quest'ultima potrebbe
apparire come un "giocattolo". Anche tutta bella pulita e lustra potrebbe essere indice di
non uso frequente. Quelle "vissute" penso che siano più adatte allo scopo anche di deterrenza.
:october:

Avatar utente
Oldodes
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 178
Iscritto il: 26/03/2011, 20:43
Località: Lombardia

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da Oldodes » 30/09/2018, 20:40

tascopropoint ha scritto:
Oldodes ha scritto:Se posso, aggiungo una variabile a quanto scritto in questo thread.
Limitandosi alle automatiche contemporanee (un deferente saluto alle generazioni di Beretta 34, Saurer 232, Walther PP e PPK...), quale pistola valutereste per utente con mani piccole? :ciuccio:

Grazie per i pareri.

Ol Dodés
Sicuramente ...una monofilare, ottime Sig-Sauer 230/232 e Walther PPK finalmente ...il 9 corto e non in 7,65 br. Ma parliamo di porto o che?? Avendo anche la d.a. meglio controllare che l'indice arrivi comodo al grilletto, senza torsioni dell'asse dell'arma rispetto al braccio. E' un errore ...mooolto diffuso. Valutare bene il famigerato ...trigger reach è essenziale.

http://static1.squarespace.com/static/5 ... /Grip.jpeg

Parere di Bidello, al solito.

:october: :sigaro:
Caro TascoPP, mille grazie per il tuo parere.
Vedo che comunque anche un bidello d'alto lignaggio, torna ancora a suggerire dei cavalli da battaglia, che più che vecchi, potremmo definire intramontabili!

Un saluto cordiale. :october: :popcorn:
Ol Dodés

albertominelli@Gmail.com
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 17
Iscritto il: 13/01/2018, 13:23

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da albertominelli@Gmail.com » 01/10/2018, 17:05

nikkkk ha scritto:salve a tutti, sto ottendo il porto d'arma per difesa personale, non ho grande esperienza di tiro se non il corso da carabiniere ausiliario nel 98

l'arma la porterò addosso 5 giorni la settimana e penso di usarla anche per sport in poligono ma nulla di competitivo

al corso non sparavo male, peso 80kg per 178cm ed ho una mano media

pensavo ad un 9mm imi od anche una 380 acp

semiatomatica con il cane, ma non grande come una 92. il corpo in polimeri sinceramente non so come sia "in mano". limite di spesa 800 euro

pensavo ad una cz 75 compact, una px4 compact e se riesco una sig 229

tra le 380 una beretta 84

che mi consigliate? grazie
Benvenuto!
Da quanto indichi, ti stai rivolgendo prevalentemente ad armi interamente in metallo. Le semipolimeriche sono state create apposta per permettere qualche etto in meno...ed il corpo in plastica tende ad assorbire maggiormente le vibrazioni o i contraccolpi. Per il porto realmente occulto Ti suggerirei armi sul genere Glock 42 (in .380) o 43 (in 9x21), HS XD-9SS (migliore rispetto alle prime due...ho avuto la 43 e la HS. La seconda è una spanna sopra). Se vuoi queste pistole sono disponibili anche in versione bifilare (Glock 26 oppure HS XD). Se poi vuoi aumentare le dimensioni H&K SFP9, la APX compact etc etc. Si apre un mondo. Alternativa un revolver (meglio in 38 che in 357 per motivi di controllabilità) con canna da 2 o 3". Minor volume di fuoco ma affidabilità totale. Una cartuccia difettosa in un revolver la risolvi ritirando il grilletto; in una semiautomatica lo stesso problema è più complesso da risolvere, dovendo scarrellare per camerare il colpo successivo. Un inceppamento può essere ancora più complesso (a volte devi anche estrarre il caricatore). In un revolver il volume di fuoco è inferiore....ma in un eventuale conflitto a fuoco difficile aver bisogno di più di 2/3 colpi.

albertominelli@Gmail.com
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 17
Iscritto il: 13/01/2018, 13:23

Re: scelta arma da difesa personale

Messaggio da albertominelli@Gmail.com » 02/10/2018, 14:12

tascopropoint ha scritto:
albertominelli@Gmail.com ha scritto:
nikkkk ha scritto:salve a tutti, sto ottendo il porto d'arma per difesa personale, non ho grande esperienza di tiro se non il corso da carabiniere ausiliario nel 98

l'arma la porterò addosso 5 giorni la settimana e penso di usarla anche per sport in poligono ma nulla di competitivo

al corso non sparavo male, peso 80kg per 178cm ed ho una mano media

pensavo ad un 9mm imi od anche una 380 acp

semiatomatica con il cane, ma non grande come una 92. il corpo in polimeri sinceramente non so come sia "in mano". limite di spesa 800 euro

pensavo ad una cz 75 compact, una px4 compact e se riesco una sig 229

tra le 380 una beretta 84

che mi consigliate? grazie
Benvenuto!
Da quanto indichi, ti stai rivolgendo prevalentemente ad armi interamente in metallo. Le semipolimeriche sono state create apposta per permettere qualche etto in meno...ed il corpo in plastica tende ad assorbire maggiormente le vibrazioni o i contraccolpi. Per il porto realmente occulto Ti suggerirei armi sul genere Glock 42 (in .380) o 43 (in 9x21), HS XD-9SS (migliore rispetto alle prime due...ho avuto la 43 e la HS. La seconda è una spanna sopra). Se vuoi queste pistole sono disponibili anche in versione bifilare (Glock 26 oppure HS XD). Se poi vuoi aumentare le dimensioni H&K SFP9, la APX compact etc etc. Si apre un mondo. Alternativa un revolver (meglio in 38 che in 357 per motivi di controllabilità) con canna da 2 o 3". Minor volume di fuoco ma affidabilità totale. Una cartuccia difettosa in un revolver la risolvi ritirando il grilletto; in una semiautomatica lo stesso problema è più complesso da risolvere, dovendo scarrellare per camerare il colpo successivo. Un inceppamento può essere ancora più complesso (a volte devi anche estrarre il caricatore). In un revolver il volume di fuoco è inferiore....ma in un eventuale conflitto a fuoco difficile aver bisogno di più di 2/3 colpi.
Benvenuto?? ...E' iscritto da febbraio, ma a ieri ...non ha ancora risolto!! .dubbio:

Mala tempora currunt...

:october: :sigaro: :haha:
In realtà ( e me ne sono accorto dopo) a pagina 4 pare che, in data 26/09, abbia risolto con una Glock 42.....

Rispondi