La rivincita dei Nerds o calibri depressi

pistole, fucili, carabine, Ex ordinanza, collezione
jrs

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da jrs » 11/04/2016, 16:25

johnwayne ha scritto:alla fine "molto rumor per nulla"(come si suol dire),a parte la volgarità gratuita ed inaccettabile di certi argomenti.personalmente mi spiace per JRS che ha aperto il tema con intenti goliardicamente provocatori,non aspettandosi certo uno sviluppo del genere(o dovrei dire degenere?),per Falcon che, al di della permalosità e della passione per i "supercalibri",è spesso fatto oggetto di sfottò pesantucci,cui risponde molto per le rime,dando l'impressione di innervosirsi alquanto;mi spiace anche per ak9 che ci frequenta da poco ed è rimasto un tantinello disorientato dalla brutta impressione che gli abbiamo fatto e certamente questo non ci fa onore.poi,prendendo atto della sottile ironia di geoveloce,sottolineo come potrebbe non essere capita da alcuni,meglio sarebbe,forse,non buttare altra benzina sul fuoco,non vi pare?inoltre ognuno di noi ha un suo carattere e va preso per quello che è,non è necessario essere amici di tutti,basterebbe solo il desiderio di confronto civile,magari infiammato ma sempre educato e rispettoso dell'interlocutore.infine qualcuno potrebbe star attraversando un "periodo nero"(a chi non è mai capitato?)e si trova ad esternarlo anche qui sul forum,magari senza rendersene conto,il rintuzzarlo puntualmente non credo possa aiutare,forse dovremmo essere un poco + comprensivi ed accoglienti tutti,a partire da me.se poi qualche amico "pistolero"potesse fare a meno di tirare in ballo il Cristo inutilmente,sarebbe tanto di guadagnato,sempre nell'interesse del forum e di noi tutti. :october: :october: :october:
Grazie John, hai capito perfettamente quello che volevo dire. :october:
tucojuanramirez ha scritto:RAGAZZI MI HA RISPOSTO L'ACCADEMIA DELLA CRUSCA !!!!! VI ASPETTO AL BAR DELLO SPORT!!!
Ho risposto. Ciao :october:

Avatar utente
geoveloce
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 741
Iscritto il: 21/12/2010, 23:57

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da geoveloce » 12/04/2016, 14:49

Cari jrs e johnwayne,
è da un sacco di tempo che sono iscritto su questo forum, rispondo molto poco e scrivo ancor meno, data la notevole irascibilità che è sempre stata presente... ma che è molto aumentata megli ultimi.uno o due anni.

Per parte mia ho cercato di trattare argomenti che fossero più tecnici che frutto di impressioni o gusti personali, proprio perché sono appassionato a tutto ciò che è in grado di far uscire un proiettile da una canna... senza escluder nessun mezzo di propulsione, né di calibro....
Dalla cerbottana all'obice da 225/23, per intenderci :-)

Ma di fronte a 15 pagine di insulti, prese per il culo, cazzate varie, giustificazioni, puntini sulle "i" e via dicendo, mi sono lasciato andare ad un commento, che non ritengo così grave da infiammare ulteriormente gli animi!

Ironico, sicuramente allegro come la faccina in basso testimonia.... pazienza se non così intelligente....

Beviamoci una birretta, che è meglio

:october:
742 post(s)
- Se non vivi come pensi, finirai per pensare a come vivere....

ak9
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 80
Iscritto il: 28/03/2016, 15:58

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da ak9 » 12/04/2016, 21:55

Allora, tralascio l'esito imbarazzante sul famoso "risponderli"...e rispondo agli altri:
tucojuanramirez ha scritto:Concordo con sipo.
E poi CRISTO D'UN CRISTO non siamo mica mezze seghe qua. Ci stanno bene la provocazione e l'offesa, sennò è meglio andarsene sui forum di discussione per la crescita indoor delle petunie.
Altro che avvocati, querele, denunce..... ma dove cazzo siamo? Qua ci si sfida a duello
Immagine
Infatti l'invito c'è stato...ed è stato attentamente evitato
jrs ha scritto:Be' concordo anch'io con voi Sipowicz Tuco e Bizio61
Infatti mi ero espresso contro le querele, poi per una sciocchezza del genere in fondo, e pure contro attacchi e commenti non certo basati sullo scherzo, verso la famiglia o intimi o verso la persona.
Jrs, sulla questione "legale" credo di aver già chiarito. Sulla questione degli insulti sulla persona, che se non ho inteso male, giudichi troppo pesanti invece non sono d'accordo. C'è bisogno che riporti qui di nuovo tutte le offese ricevute? Non credo. Se una persona mi offende con insulti palesi e pesanti, io rispondo con attacchi altrettanto pesanti. Dovevo forse, secondo te, insultarlo, ma con garbo?

johnwayne
Si, in effetti, ad esclusione di qualcuno ovviamente, la prima impressione non è stata certo delle migliori. Il ragionamento più che giusto ed al contempo estremamente civile non può che trovarmi d'accordo, ma voglio sottolineare che personalmente non ho "rintuzzato" nessuno, ho solo risposto colpo su colpo

Avatar utente
geoveloce
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 741
Iscritto il: 21/12/2010, 23:57

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da geoveloce » 13/04/2016, 11:02

Alpha63 ha scritto:
geoveloce ha scritto: Dalla cerbottana all'obice
:october:
Cerbottana: cerva meridionale di facili costumi? .dubbio:
Talvolta la chiamano tirascartocci...
742 post(s)
- Se non vivi come pensi, finirai per pensare a come vivere....

Eutidemo
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 45
Iscritto il: 21/04/2016, 5:02

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da Eutidemo » 27/04/2016, 13:40

Secondo il mio "modestissimo" parere, vorrei sottolineare un ulteriore vantaggio del cal.22; che, però, si può ottenere solo se ci si è allenati con esso veramente TANTO (soprattutto nel tiro "dinamico").
Questo, però, è molto più agevole col cal.22 che con gli altri calibri, perchè:
- i proiettili costano meno;
- il tiro a a segno è meno faticoso e più divertente.
Quindi, ci si può addestrare "ad libitum", divenendo quasi una cosa sola con l'arma.
Una volta ottenuto ciò, in caso di aggressione VERAMENTE GRAVE, ci si può difenderre sparando in rapida doppia azione (che, con i calibri più pesanti, è meno agevole, salvo per i tiratori esperti), direttamente in faccia all'avversario che ci assale con armi mortali; avendo cura di mirare alla punta del suo naso, perchè la fronte ha ossa durissime, e, essendo un po' convessa, potrebbe deviare i colpi.
Poichè, peraltro, stiamo parlando di "aggressione" (e non di "cecchinaggio"), ne consegue che l'assalitore dovrebbe trovarsi al massimo a pochi metri di distanza; per cui, essendo noi molto allenati con l'arma, e sparando in rapida sequenza più di un colpo al centro del volto, è quasi certo che lo fermiamo.
Probabilmente, per sempre.
Tra l'altro, con tale tecnica, si evita il rischio che indumenti pesanti, cellulari intascati, eventuali giubbotti antiproiettile (sembra che ora non pochi rapinatori li usino), possano arrestare o frenare i nostri colpi.
L'altro rischio che si può attenuare e ridurre, pur non potendolo evitare con certezza, è una condanna per "eccesso di legittima difesa"; che invece, nel caso di calibri più grossi e letali, è molto probabile.
Ed infatti i giudici, non di rado, guardano un po' storto i possessori di 44 MAGNUM o altre armi ad altà letalità, "subodorando" una sorta di "dolo eventuale"* implicito nel possesso di tale tipo di arma, e preordinati intenti di eccessiva reazione difensiva.
Nel caso, invece, dei possessori di cal.22, trattandosi delle munizioni meno "letali" che esistano in commercio (a parte quelle di gomma e il peperoncino spray), i giudici saranno sicuramente molto più propensi ad non ipotizzare alcun "eccesso" di difesa; questo, ovviamente, sempre tenendo conto delle altre circostanze concrete, che devono in ogni caso configurare un GRAVE rischio per l'aggredito.
Peraltro, il fatto che si sia mirato al volto, e non al petto, a mio avviso, non influirebbe molto, in quanto "adgreditum non habet staderam in manu"; i colpi arrivano dove arrivano..."ndo' cojo, cojo!".
E magari, un giudice poco esperto, potrebbe anche pensare che i colpi siano arrivati al volto per via del "rilevamento" dell'arma; benchè, in genere, questo non dovrebbe accadere, anche considerando il calibro.
Ma la mia è solo una modestissima opinione, che vale quello che vale.
A parte questo, però, per la difesa personale penso che la cosa migliore, alla fin fine, siano i calibri medi ("in medio stat virtus"); ma, soprattutto, quelli con cui ci si trova a proprio agio.
:-)

* Il dolo eventuale è un tipo di manifestazione del dolo in cui l'agente si rappresenta la possibilità che l'evento si possa verificare (morte dell'aggressore) e accetta la possibilità che tale fatto si verifichi, senza particolari preoccupazioni al riguardo :-).

Avatar utente
giovannimerecano
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 8689
Iscritto il: 29/07/2011, 15:44
Località: Elba, Alabama, U.S.A.

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da giovannimerecano » 27/04/2016, 13:52

Scusami, ma essendo stato un professore non posso evitare di essere pedante: credo che dovrebbe essere "adgreditUS non habet staderam in manu" perche' adgreditus e' il soggetto e deve essere nominativo, non accusativo.
La Glock e' un'ottima pistola per quelli che non sanno usare una 1911

NEMO ME IMPUNE LACESSIT


SOCIO SOSTENITORE FISAT

Avatar utente
Bafometto
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 223
Iscritto il: 12/08/2014, 19:45

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da Bafometto » 27/04/2016, 14:33

Eutidemo ha scritto:Secondo il mio "modestissimo" parere, vorrei sottolineare un ulteriore vantaggio del cal.22; che, però, si può ottenere solo se ci si è allenati con esso veramente TANTO (soprattutto nel tiro "dinamico").
Questo, però, è molto più agevole col cal.22 che con gli altri calibri, perchè:
- i proiettili costano meno;
- il tiro a a segno è meno faticoso e più divertente.
Quindi, ci si può addestrare "ad libitum", divenendo quasi una cosa sola con l'arma.
Una volta ottenuto ciò, in caso di aggressione VERAMENTE GRAVE, ci si può difenderre sparando in rapida doppia azione (che, con i calibri più pesanti, è meno agevole, salvo per i tiratori esperti), direttamente in faccia all'avversario che ci assale con armi mortali; avendo cura di mirare alla punta del suo naso, perchè la fronte ha ossa durissime, e, essendo un po' convessa, potrebbe deviare i colpi.
Poichè, peraltro, stiamo parlando di "aggressione" (e non di "cecchinaggio"), ne consegue che l'assalitore dovrebbe trovarsi al massimo a pochi metri di distanza; per cui, essendo noi molto allenati con l'arma, e sparando in rapida sequenza più di un colpo al centro del volto, è quasi certo che lo fermiamo.
Probabilmente, per sempre.
Tra l'altro, con tale tecnica, si evita il rischio che indumenti pesanti, cellulari intascati, eventuali giubbotti antiproiettile (sembra che ora non pochi rapinatori li usino), possano arrestare o frenare i nostri colpi.
L'altro rischio che si può attenuare e ridurre, pur non potendolo evitare con certezza, è una condanna per "eccesso di legittima difesa"; che invece, nel caso di calibri più grossi e letali, è molto probabile.
Ed infatti i giudici, non di rado, guardano un po' storto i possessori di 44 MAGNUM o altre armi ad altà letalità, "subodorando" una sorta di "dolo eventuale"* implicito nel possesso di tale tipo di arma, e preordinati intenti di eccessiva reazione difensiva.
Nel caso, invece, dei possessori di cal.22, trattandosi delle munizioni meno "letali" che esistano in commercio (a parte quelle di gomma e il peperoncino spray), i giudici saranno sicuramente molto più propensi ad non ipotizzare alcun "eccesso" di difesa; questo, ovviamente, sempre tenendo conto delle altre circostanze concrete, che devono in ogni caso configurare un GRAVE rischio per l'aggredito.
Peraltro, il fatto che si sia mirato al volto, e non al petto, a mio avviso, non influirebbe molto, in quanto "adgreditum non habet staderam in manu"; i colpi arrivano dove arrivano..."ndo' cojo, cojo!".
E magari, un giudice poco esperto, potrebbe anche pensare che i colpi siano arrivati al volto per via del "rilevamento" dell'arma; benchè, in genere, questo non dovrebbe accadere, anche considerando il calibro.
Ma la mia è solo una modestissima opinione, che vale quello che vale.
A parte questo, però, per la difesa personale penso che la cosa migliore, alla fin fine, siano i calibri medi ("in medio stat virtus"); ma, soprattutto, quelli con cui ci si trova a proprio agio.
:-)

* Il dolo eventuale è un tipo di manifestazione del dolo in cui l'agente si rappresenta la possibilità che l'evento si possa verificare (morte dell'aggressore) e accetta la possibilità che tale fatto si verifichi, senza particolari preoccupazioni al riguardo :-).

Tralasciando il discorso dell uso del .22 sul quale conconrdo , per tutto il resto hai le idee un po' confuse riguardo a come giudicano e di cosa tengono conto i magistrati.

Gisto

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da Gisto » 27/04/2016, 14:43

Eutidemo ha scritto: in caso di aggressione VERAMENTE GRAVE, ci si può difenderre sparando in rapida doppia azione (che, con i calibri più pesanti, è meno agevole, salvo per i tiratori esperti), direttamente in faccia all'avversario che ci assale con armi mortali; avendo cura di mirare alla punta del suo naso, perchè la fronte ha ossa durissime, e, essendo un po' convessa, potrebbe deviare i colpi.
Tralasciando "quello che direbbe il giudice" che a mio parere basterebbe a rinunciare a un'arma per difendersi e comunque ti ha risposto l'amico Bafometto,hai presente che in quel frangente avremo l'adrenalina a mille perchè stiamo rischiando la vita vero? Se tu riesci a mirare alla punta del naso (avendo davanti un delinquente paraplegico che stia abbastanza fermo da permettertelo) riuscendo a rimanere impassibile hai tutta la mia ammirazione,io che sono una persona normale posso dirti con certezza che non ci riuscirei!!!

panella
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1420
Iscritto il: 06/03/2013, 15:22

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da panella » 27/04/2016, 14:46

Gisto ha scritto:
Eutidemo ha scritto: in caso di aggressione VERAMENTE GRAVE, ci si può difenderre sparando in rapida doppia azione (che, con i calibri più pesanti, è meno agevole, salvo per i tiratori esperti), direttamente in faccia all'avversario che ci assale con armi mortali; avendo cura di mirare alla punta del suo naso, perchè la fronte ha ossa durissime, e, essendo un po' convessa, potrebbe deviare i colpi.
Tralasciando "quello che direbbe il giudice" che a mio parere basterebbe a rinunciare a un'arma per difendersi e comunque ti ha risposto l'amico Bafometto,hai presente che in quel frangente avremo l'adrenalina a mille perchè stiamo rischiando la vita vero? Se tu riesci a mirare alla punta del naso (avendo davanti un delinquente paraplegico che stia abbastanza fermo da permettertelo) riuscendo a rimanere impassibile hai tutta la mia ammirazione,io che sono una persona normale posso dirti con certezza che non ci riuscirei!!!
:applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi:

Eutidemo
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 45
Iscritto il: 21/04/2016, 5:02

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da Eutidemo » 27/04/2016, 14:47

Ovviamente è "adgreditus", nominativo, trattandosi del soggetto della frase; il complemento oggetto non è lui, ma è la bilancia, la quale, appunto, va all'accusativo ("staderam").
Chiedo venia per il refuso.:-)
Il latino lo conosco bene anche io, soprattutto i "brocardi" (essendo avvocato). :-)
Grazie per la correzione, comunque :october:

chirgun
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 43
Iscritto il: 20/04/2016, 13:04

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da chirgun » 27/04/2016, 15:08

Eutidemo ha scritto: -("in medio stat virtus"); ma, soprattutto, quelli con cui ci si trova a proprio agio.-

Precisamente e daccordo.
Se le regole che hai seguito ti hanno portato a questo punto, a che servivano quelle regole?

Immagine Immagine

Avatar utente
.falcon
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 198
Iscritto il: 28/09/2015, 21:51

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da .falcon » 27/04/2016, 16:39

In verità questo topic con la difesa domestica ha poco a che vedere, comunque dico la mia anche su questo aspetto, dopo essermi espresso in lungo e in largo sulla questione della presunta rivincita dei calibri depressi.

Secondo me quando si parla di difesa domestica bisogna fare la scelta dell'arma in base ai decibel, vale a dire che bisogna porsi la seguente domanda :
1) uso un'arma depressa che fa poco rumore senza le cuffie ?
2) Oppure uso un'arma più potente ma assolutamente e necessariamente con le cuffie ?

Se la risposta è la 1, allora i calibri che non spaccano i timpani senza le cuffie sono : 38 Special, 22, 7,65 Browning e 9 Corto.
Se la risposta che ci si da è la 2, allora il calibro ideale è il 9x21.

Io opterei per la risposta 1 e relativi calibri, senza cuffie.
Infatti usare le cuffie significa non sentire gli eventuali aggressori che si muovono furtivamente nel buio della notte ... e sarebbe un gravissimo e pericolosissimo handicap !
Piuttosto bisogna ficcarsi in testa che l'arma che abbiamo in mano è assolutamente depressa ed un solo colpo potrebbe non bastare ... poco male, basterebbe doppiare i colpi !

Se l' opzione scelta è la 2, le cuffie sono assolutamente d'obbligo e sono una seccatura perchè limitano il senso importantissimo dell'udito !

Io allo stato attuale non sono attrezzato per la difesa domestica, infatti le mie armi sono quelle che ho messo nella mia firma ; all'occorrenza userei la DE con le cuffie, tra l'altro l'ho già usata tra le 4 mura, col bersaglio ad una distanza di 15 m, su dei tronchi di legno. Unico inconveniente registrato è che dopo 7 colpi l'aria era irrespirabile.

Sinceramente non m'interessa comprare una pistolina depressa per l'autodifesa, non ne ho mai sentito la necessità. Dalle mie parti non ho mai avuto di questi problemi, tranne nella casa di campagna o al mare dove sono entrati diverse volte i ladri, ma lì non ci vivo. All'occorrenza mi porto la DE posta sul comodino con otturatore aperto e caricatore inserito, insieme alle cuffie.
All'occorrenza tutto ciò che dovrei fare è indossare le cuffie (2-3 secondi), chiudere l'otturatore e sparare, tempo più che sufficiente mentre i delinquenti tentano di sfondare la porta esterna.
Se riuscissero ad entrare, io farei fuoco senza dubbi fino a quando non si muoverebbero più !

Altro discorso è se sorprendessi un ladro in flagrante e senza via di uscita, in questo caso gli punterei l'arma e lo costringerei a sdraiarsi per terra, se non obbedisse farei fuoco.

Coloro che vengono condannati sono quei cittadini poco avveduti che sparano alle spalle del ladro in fuga ... questo non si può fare, ficcatevelo in testa !
E' molto, molto improbabile che io venga condannato se uccido un ladro dentro casa , se invece gli sparo in giardino mentre fugge, alle spalle ... ovvio che verrei condannato !
La differenza è abissale !
ΔΩ

panella
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1420
Iscritto il: 06/03/2013, 15:22

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da panella » 27/04/2016, 17:00

ho usato il 9x21 senza cuffie in ambiente piccolo e chiuso....grosso botto, ma niente di trascendentale

Avatar utente
.falcon
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 198
Iscritto il: 28/09/2015, 21:51

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da .falcon » 27/04/2016, 17:09

Il rumore del 9x21 l'ho sentito al poligono, sia con le cuffie che senza le cuffie ed è bello tosto ... tra le 4 mura mi spaccherebbe i timpani.

Al poligono ho avuto occasione di sparare con un 22 e con un 7,65, le cuffie si potevano anche tralasciare, soprattutto col 22 ... faceva un sibilo piuttosto che uno sparo.

Per divertirmi al poligono questi calibri sono autentici mattoni, sonniferi allo stato puro !
ΔΩ

panella
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1420
Iscritto il: 06/03/2013, 15:22

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da panella » 27/04/2016, 17:18

.falcon ha scritto:Il rumore del 9x21 l'ho sentito al poligono, sia con le cuffie che senza le cuffie ed è bello tosto ... tra le 4 mura mi spaccherebbe i timpani.

Al poligono ho avuto occasione di sparare con un 22 e con un 7,65, le cuffie si potevano anche tralasciare, soprattutto col 22 ... faceva un sibilo piuttosto che uno sparo.

Per divertirmi al poligono questi calibri sono autentici mattoni, sonniferi allo stato puro !
al poligono di milano, in tettoia, si può sparare con il 9x21 e non è presente alcuna separazione acustica fra le linee di tiro ed il "pubblico", che è normalmente privo di cuffie (ovvio che metterle non fa male)

gunwriter
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 623
Iscritto il: 02/02/2012, 14:02

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da gunwriter » 27/04/2016, 17:56

panella ha scritto:al poligono di milano, in tettoia, si può sparare con il 9x21 e non è presente alcuna separazione acustica fra le linee di tiro ed il "pubblico", che è normalmente privo di cuffie (ovvio che metterle non fa male)
Intanto è all'aperto e il pubblico non è vicino a chi spara. Mettiti vicino a chi spara senza cuffie poi vediamo se non è dannoso!
panella ha scritto: ho usato il 9x21 senza cuffie in ambiente piccolo e chiuso....grosso botto, ma niente di trascendentale
.

Allora Panella, con un amico nei primi anni '80 abbiamo fatto una prova senza cuffie o tappi in un piccolo ricovero attrezzi grande quanto un bagno di un'abitazione con una 6.35 e con la porta aperta alle mie spalle, quindi neppure in un ambiente completamente chiuso e le orecchie mi fischiavano eccome se mi fischiavano e mi hanno continuato a fischiare e per un po' non sentivo nulla e tu dici che con una 9 x21 non è niente di trascendentale? Allora o non è vero o dici balle e io penso e ho la certezza che una 9 x 21 sia molto peggio di una 6.35 in un piccolo ambiente chiuso E una roba simile non è da dire alla leggera, perché è un'argomento delicato ed è grave perché può causare danni all'udito, se qui uno legge e si fida incautamente di quello che scrivi e poi fa una una prova del genere con una 9 x 21.

Ne ho piene le palle di leggere queste cazzate me ne vado.
GW
Ci vuole coraggio per fingere di avere paura/ Sun Zu- L'arte della Guerra.


Immagine

panella
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1420
Iscritto il: 06/03/2013, 15:22

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da panella » 27/04/2016, 18:17

gunwriter ha scritto:
panella ha scritto:al poligono di milano, in tettoia, si può sparare con il 9x21 e non è presente alcuna separazione acustica fra le linee di tiro ed il "pubblico", che è normalmente privo di cuffie (ovvio che metterle non fa male)
Intanto è all'aperto e il pubblico non è vicino a chi spara. Mettiti vicino a chi spara senza cuffie poi vediamo se non è dannoso!
panella ha scritto: ho usato il 9x21 senza cuffie in ambiente piccolo e chiuso....grosso botto, ma niente di trascendentale
.

Allora Panella, con un amico nei primi anni '80 abbiamo fatto una prova senza cuffie o tappi in un piccolo ricovero attrezzi grande quanto un bagno di un'abitazione con una 6.35 e con la porta aperta alle mie spalle, quindi neppure in un ambiente completamente chiuso e le orecchie mi fischiavano eccome se mi fischiavano e mi hanno continuato a fischiare e per un po' non sentivo nulla e tu dici che con una 9 x21 non è niente di trascendentale? Allora o non è vero o dici balle e io penso e ho la certezza che una 9 x 21 sia molto peggio di una 6.35 in un piccolo ambiente chiuso E una roba simile non è da dire alla leggera, perché è un'argomento delicato ed è grave perché può causare danni all'udito, se qui uno legge e si fida incautamente di quello che scrivi e poi fa una una prova del genere con una 9 x 21.

Ne ho piene le palle di leggere queste cazzate me ne vado.
GW
1) Intanto il poligono non è per niente all'aperto.
2) io non ho detto che non è dannoso.
3) Se sei ipersensibile ai rumori.....non per questo io racconto balle o mi invento le cose. Ciò posto, anche la semplice detonazione dell'innesco è fastidiosa...e dunque?
4) non mi risulta che i poliziotti che magari sono coinvolti in una sparatoria rimangano sordi a vita.....o hanno anche loro le cuffie?? Ah no...gli danno un equipaggiamento che, se usato, rende permanentemente invalidi...ecco sarà sicuramente così!!!
5) io non ti obbligo certo a rimanere.

Avatar utente
moderatore
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 523
Iscritto il: 19/04/2016, 16:52

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da moderatore » 27/04/2016, 18:34

Si moderino i toni
Tutti gli utenti possono chiedere info o chiarimenti a mezzo email o mp.
moderatoreat@gmail.com
Grazie

ak9
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 80
Iscritto il: 28/03/2016, 15:58

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da ak9 » 27/04/2016, 19:47

Mi aggiungo anche io a quelli che dicono che senza cuffie già il 9x21 è bello forte. Ovviamente credo che la percezione del "forte" sia anche molto soggettiva, su questo concordo. Posso però dire che conosco svariati cacciatori ormai in là con gli anni e ex poliziotti in pensione, che a forza di sparare senza cuffie (una volta abitudine molto diffusa) ora sono mezzi sordi...e ovviamente, soprattutto per i cacciatori, parliamo di spari all'aperto. Personalmente ho sentito diverse volte il 9 all'aperto, senza cuffie e a una certa distanza e mi da già fastidio...ok...niente di insopportabile...ma nemmeno proprio piacevole. Che poi sul fatto che in caso di pericolo estremo si usa quello che si ha e che l'udito sia l'ultimo dei problemi posso anche essere d'accordo, anche se bisogna sempre tenere presente che rumori estremamente forti possono anche portare a disorientamento, vertigini etc etc e fino alla perforazione del timpano con le conseguenze che sicuramente conoscete meglio di me
Ultima modifica di ak9 il 27/04/2016, 19:49, modificato 1 volta in totale.

gunwriter
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 623
Iscritto il: 02/02/2012, 14:02

Re: La rivincita dei Nerds o calibri depressi

Messaggio da gunwriter » 27/04/2016, 19:48

panella ha scritto:
gunwriter ha scritto:
panella ha scritto:al poligono di milano, in tettoia, si può sparare con il 9x21 e non è presente alcuna separazione acustica fra le linee di tiro ed il "pubblico", che è normalmente privo di cuffie (ovvio che metterle non fa male)
Intanto è all'aperto e il pubblico non è vicino a chi spara. Mettiti vicino a chi spara senza cuffie poi vediamo se non è dannoso!
panella ha scritto: ho usato il 9x21 senza cuffie in ambiente piccolo e chiuso....grosso botto, ma niente di trascendentale
.

Allora Panella, con un amico nei primi anni '80 abbiamo fatto una prova senza cuffie o tappi in un piccolo ricovero attrezzi grande quanto un bagno di un'abitazione con una 6.35 e con la porta aperta alle mie spalle, quindi neppure in un ambiente completamente chiuso e le orecchie mi fischiavano eccome se mi fischiavano e mi hanno continuato a fischiare e per un po' non sentivo nulla e tu dici che con una 9 x21 non è niente di trascendentale? Allora o non è vero o dici balle e io penso e ho la certezza che una 9 x 21 sia molto peggio di una 6.35 in un piccolo ambiente chiuso E una roba simile non è da dire alla leggera, perché è un'argomento delicato ed è grave perché può causare danni all'udito, se qui uno legge e si fida incautamente di quello che scrivi e poi fa una una prova del genere con una 9 x 21.

Ne ho piene le palle di leggere queste cazzate me ne vado.
GW
1) Intanto il poligono non è per niente all'aperto.
2) io non ho detto che non è dannoso.
3) Se sei ipersensibile ai rumori.....non per questo io racconto balle o mi invento le cose. Ciò posto, anche la semplice detonazione dell'innesco è fastidiosa...e dunque?
4) non mi risulta che i poliziotti che magari sono coinvolti in una sparatoria rimangano sordi a vita.....o hanno anche loro le cuffie?? Ah no...gli danno un equipaggiamento che, se usato, rende permanentemente invalidi...ecco sarà sicuramente così!!!
5) io non ti obbligo certo a rimanere.
Tu Panella, per me non hai mai provato nulla al chiuso con una 9 x 21. No tu hai parlato della tettoia non del poligono in generale dove solo il tunnel è veramente al chiuso. Stai mestando nel torbido. E una tettoia è per definizione aperta può esserlo su quattro lati o almeno su un lato o sul davanti come in via Achille Papa. E tu solo perché hai un tetto sulla testa lo consideri un'ambiente chiuso? E dove il pubblico sotto la tettoia anche se è lontano dalle linee dopo un po' che sta lì chiede i tappi? Ma a chi la racconti?
E prova a sparare senza cuffie vicino a quelli che sparano certe .22 non moscie che ti fischiano gli orecchi già così, figuriamoci se spari di fianco a una 9 x 21 senza cuffie, e lì in tettoia siamo ancora all'aperto e immaginiamo in un ambiente piccolo chiuso. Ma stiamo scherzando? E' come la tettoia del TS di via Achille Papa l'ambiente chiuso dove dici di aver provato la 9 x 21?
Questo è un provocatore o è un ragazzino che mesta nel torbido. Ma non si preoccupi moderatore sono io che me ne vado per non bloccare la discussione.
Un po' di astinenza o meglio una lunga astinenza da qui, da questo forum mi fa di certo bene.
Buona sera e saluti a tutti
Ultima modifica di gunwriter il 28/04/2016, 0:25, modificato 1 volta in totale.
Ci vuole coraggio per fingere di avere paura/ Sun Zu- L'arte della Guerra.


Immagine

Rispondi