lo spauracchio delle "somiglianze" nella direttiva UE

pistole, fucili, carabine, Ex ordinanza, collezione
Rispondi
jrs

lo spauracchio delle "somiglianze" nella direttiva UE

Messaggio da jrs » 05/01/2016, 1:34

Riporto qui quanto ho scritto e paventato sulla home page della nostra Rivista in Fb, al post "L'europa che mistifica".

- Credo però, in aggiunta a quanto sopra e avendo letto la proposta, che la fregatura maggiore (non solo per le armi classificate B7), stia tutta in quel termine "somiglianti ad armi da guerra" che può costituire un precedente molto pericoloso non soltanto per noi onesti appassionati d'armi, ma anche per chi in futuro vorrebbe possedere legalmente un'arma da fuoco per esercitare il sacrosanto diritto ad una realistica legittima difesa. Infatti tale termine se inteso nella sua più ampia accezione, potrebbe in futuro portare al divieto assoluto di detenzione fatta eccezione per le FFOO di quasi tutte le armi lunghe e anche parecchie di quelle corte. Infatti persino una pistola può essere intesa somigliante o simile ad un'altra usata da militari e in guerra, e per essere ora pessimista, questo divieto potrebbe perfino riguardare diverse armi lunghe e corte di un non vicino passato e usate durante varie guerre compresi bolt action e revolver. In considerazione di ciò se si intendesse davvero procedere nel senso per noi più restrittivo ne resterebbero fuori, come armi lunghe, soltanto sovrapposti, doppiette e altre inequivocabilmente riconoscibili come classiche armi da caccia. Tutto questo dovrebbe far suonare un campanello d'allarme in chi più di me, in chi più di molti di noi, è preparato legalmente nella materia e tenerne conto in modo sagace ed opportuno nell'ambito della propria formulazione dei "suggerimenti richiesti" dalla commissione. IMO. -

Avatar utente
Oldodes
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 178
Iscritto il: 26/03/2011, 20:43
Località: Lombardia

Re: lo spauracchio delle "somiglianze" nella direttiva UE

Messaggio da Oldodes » 05/01/2016, 13:07

Il concetto di "somiglianza" è una mostruosità giuridica.

Va combattuto con slancio, sennò la pervicacia dei burocrati l'avrà vinta e allora saremo un poco meno cittadini e un molto più sudditi.

Ma vi immaginate l'estensione della "dottrina delle somiglianze": "che siano arrestati tutti coloro che assomigliano ai terroristi" !

Olé!
W George Orwell
Ultima modifica di Oldodes il 05/01/2016, 16:19, modificato 1 volta in totale.

oldgunner
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 525
Iscritto il: 26/12/2010, 18:05

Re: lo spauracchio delle "somiglianze" nella direttiva UE

Messaggio da oldgunner » 05/01/2016, 15:08

.....cazzo nooooooooo, mi sono appena comprato un trapano black & deker....assomiglia in maniera mostruosa alla mini uzi.....non verranno mica a sequestrarmelo....?? :ocho:

Reemul
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 58
Iscritto il: 09/08/2015, 9:13

Re: lo spauracchio delle "somiglianze" nella direttiva UE

Messaggio da Reemul » 05/01/2016, 15:13

Il concetto di somiglianza non è neanche lontanamente difendibile in tribunale. Qualsiasi avvocato di una qualsiasi grande lobby farebbe a pezzi una qualsiasi accusa mossa in questo senso e con questi termini.

Ho l'impressione che sia la solita mossa atta a dimostrare di voler fare qualcosa, per accontentare la res publica, senza fare nulla di reale nella pratica.

Certo è che ogni 3x2, ogni qualvolta succede un qualsiasi casino, in Italia come in Europa si va a colpire l'anello più debole anziché cercare il vero colpevole.

Imporre restrizioni sul mercato legale delle armi non serve ad una beneamata cippa nella lotta al terrorismo. Si presuppone che qualsiasi delinquente degno di questo nome acquisti armi al mercato nero e non tramite porto d'armi denunciato alla questura locale.
Se poi parliamo del tipo che impazzisce e spara alla moglie/compagna/figlia beh anche una sedia può diventare un'arma...

Follia...

Jure17
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 177
Iscritto il: 06/09/2012, 23:00

Re: lo spauracchio delle "somiglianze" nella direttiva UE

Messaggio da Jure17 » 05/01/2016, 19:09

oldgunner ha scritto:.....cazzo nooooooooo, mi sono appena comprato un trapano black & deker....assomiglia in maniera mostruosa alla mini uzi.....non verranno mica a sequestrarmelo....?? :ocho:
:october: :sonno: :sonno: :sonno: :october:
... però il rischio c'è :bulli:

Avatar utente
docpilot
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 11237
Iscritto il: 21/12/2010, 19:27
Località: Neapolis

Re: lo spauracchio delle "somiglianze" nella direttiva UE

Messaggio da docpilot » 05/01/2016, 20:03

Alpha63 ha scritto:rompere le scatole alla gente perbene.
Facile = poca fatica = non pericoloso.
Si occupassero seriamente dei delinquenti, che ce n'è un gran bisogno.
Difficile = molta fatica = pericoloso.
Immagine
Moglie che tace casa felice. Confucio.
La gente che grida parole violente non vede, non sente, non pensa per niente.
Immagine

mauro111
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 268
Iscritto il: 25/11/2014, 23:17

Re: lo spauracchio delle "somiglianze" nella direttiva UE

Messaggio da mauro111 » 05/01/2016, 22:04

A mio parere hanno ragione gli americani quando dicono che uno stato che disarma i propri cittadini si prepara alla dittatura.
Quel che è incredibile non è tanto il fatto che certi politici usino demagocicamente ("populisticamente" mi verrebbe da dire) certi argomenti, quanto il numero di coloro disposti a credere )ingenuamente a dir poco) che più armi si tolgono di mezzo tanto meglio sarà per la tanto declamata "sicurezza".
Richiamandomi a quanto dicevo sopra, quando i cittadini cominciano a pensare in questi modi sono già bell'è pronti per la dittatura (evento, sempre a mio modesto parere, da non escludere).

Avatar utente
docpilot
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 11237
Iscritto il: 21/12/2010, 19:27
Località: Neapolis

Re: lo spauracchio delle "somiglianze" nella direttiva UE

Messaggio da docpilot » 05/01/2016, 23:41

Il triste è che la maggioranza dei cittadini (spero di sbagliarmi) aspetta sempre che qualcuno gli tolga le castagne dal fuoco... :sadomaso:
Immagine
Moglie che tace casa felice. Confucio.
La gente che grida parole violente non vede, non sente, non pensa per niente.
Immagine

mauro111
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 268
Iscritto il: 25/11/2014, 23:17

Re: lo spauracchio delle "somiglianze" nella direttiva UE

Messaggio da mauro111 » 06/01/2016, 10:36

Su questo punto hanno ancora ragione gli americani: sono i cittadini a fare lo stato, non lo stato a fare i cittadini.
Gli Stati Uniti nascono dalla ribellione contro l'Inghilterra, una ribelione di cittadini armati contro chi le armi, fra l'altro, gliele aveva tolte... :idea:
Mai, negli Usa, avremmo avuto un D'Azeglio che diceva: "fatta l'Italia bisogna fare gli Italiani" (andiamo a rileggerci Beniamino Franklin...).
Che poi, in certi stati degli USA,, la legislazione sulle armi sia discutibile è un'altro discorso (sono personalmente favorevole a certe restrizioni), ma da qui ad arrivare ad una mostruosità giuridica come quellìaggettivo: "somiglianti" (alle armi da guerra), ne passa.
:october:

jrs

Re: lo spauracchio delle "somiglianze" nella direttiva UE

Messaggio da jrs » 06/01/2016, 20:04

ranger.78 ha scritto:Ma la somiglianza non riguarda ciò che è usato in ambito militare
La somiglianza va intesa come similitudine verso armi a funzionamento AUTOMATICO

I militari ad esempio usano il Benelli M4, bene, questo non sarà mai un B7!
Infatti se leggi bene ho detto usato da militari, ma da militari -> in guerra o -> in varie guerre.
Quello delle armi automatiche, per chi un po' ingenuamente spera ancora, è solo il primo passo, perché nulla hanno ragionevolmente a che vedere le ARMI DA FUOCO SOMIGLIANTI con quelle automatiche : mi dite - tanto che senso ha vietare e/o limitare una carabina che è stata prodotta dall'inizio come semiautomatica assimilandola INTEGRALMENTE a una carabina automatica??? Sono due armi DI FATTO diverse pur se possono avere somiglianza esteriore!!! Per fare un semplice banale esempio, che senso ha vietare un numero totale di 10 colpi in una CX4 ??? Esistono CX4 a raffica??? No !!! Perché da sempre, è stata immessa sul mercato come una carabina semiautomatica e in calibro da pistola (9x21 IMI), e per ora non sono previsti modelli "automatici" (ovvero che sparano a raffica). Neppure sono previsti modelli della CX4 per forniture militari in 9X19 da usare in guerra.
Ma questo accade se il disegno o l'obiettivo finale è, come al di là di ogni ragionevole dubbio di sicuro è, quello di limitare del tutto o quasi, progressivamente, la possibilità alle persone di possedere armi, (vedasi obiettivo raggiunto in alcuni stati per es. Inghilterra), lasciando alla popolazione quelle con colpi assai limitati e quelle da caccia, - e solo in un primo tempo, poi toglieranno forse anche quelle in futuro: vedasi movimenti ambientalisti, vegani, anti-caccia e armi, ecc. sempre più in aumento nel mondo, che fanno la loro parte; dementi lacchè e sudditi felici consapevoli (o inconsapevoli) di contribuire in tale dispotico disegno.

Concordo con Mauro 111. Gli USA hanno molti difetti come tutti, chi non ne ha? Ma sono forse, L'UNICO STATO AL MONDO DOPO UNA RIVOLUZIONE, dove i cittadini non sono mai stati privati o limitati nella possibilità di poter detenere armi per difendere la loro libertà !!!
E non c'è Rivoluzione Russa, Francese o Cubana, ecc. che abbia fatto ciò. Perché contrariamente agli USA, una volta finita la rivoluzione, verso la popolazione sono stati come tanti altri, ESSENZIALMENTE dei "contro-rivoluzionari"...
Ultima modifica di jrs il 07/01/2016, 22:54, modificato 5 volte in totale.

Rispondi