Legge porto coltelli

pistole, fucili, carabine, Ex ordinanza, collezione
Rispondi
FILI686
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 228
Iscritto il: 07/06/2011, 18:31

Legge porto coltelli

Messaggio da FILI686 » 09/11/2014, 23:22

Ciao a tutti ... volevo una volta per tutte capire se è possibile portare un coltello chiudibile, che sia a lama bloccabile o meno ( coltellino svizzero) o che sia multiuso.
Grazie a tutti :october:

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14882
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Legge porto coltelli

Messaggio da Bizio61 » 10/11/2014, 11:35

Per evitare possibili grane quando vai in montagna tieni il coltellino svizzero multilama nella sua custodia e in una tasca dello zaino e non addosso. In questo modo si dovrebbe configurare, credo, il trasporto e non il porto di coltello. E comunque sempre con giustificato motivo. Se ad esempio stai facendo una gita nei boschi la presenza di un coltellino nello zaino può essere giustificata, ma se sei nel bel mezzo di una manifestazione o di un comizio elettorale decisamente no.
Strumenti atti ad offendere (armi improprie) . Non sono armi, ma strumenti: i coltelli di qualsiasi genere e dimensione (vedi sopra per quelli a scatto), gli archi, le balestre, i fucili da pesca subacquea, accette, forbici, punteruoli, attrezzi sportivi delle arti marziali ecc. Vale a dire ogni strumento che può ferire, ma che è destinato in via principale ad altro scopo come strumento sportivo o di lavoro. Gli archi e le balestre non sono considerate armi improprie se portati senza le frecce o non incordati (è comunque chiaramente solo un trasporto). Per il D. L.vo 204/2010 vi rientrano i laser di classe superiore alla 3b e le armi a salve e i simulacri di armi. Questi strumenti sono liberamente importabili, acquistabili, detenibili senza denunzia e trasportabili; possono essere portati solo per giustificato motivo, cioè per essere usati per la loro destinazione primaria. Il cacciatore e l’escursionista possono portare ogni tipo di coltello. Chi è uscito di casa portando l’oggetto per un giustificato motivo, è legittimato a portarlo fino a che non rientra a casa. Il porto senza giustificato motivo è punito dall’art. 4 L. 110/1975.
Non sono armi proprie, secondo la prassi della maggioranza delle questure e con piena logica, le spade, le katane, le sciabole, le shuriken, non particolarmente affilate o appuntite, da considerare o strumenti sportivi o da arredamento o da uso scenico, o complemento di divisa. Esse quindi vengono liberamente importate e vendute e non vanno denunziate. Però ogni tanto qualche sciocco sequestra e denunzia a sproposito dimenticandosi che i negozi sportivi sono pieni di questi oggetti e che è lo stesso Stato a dare agli allievi ufficiali la spada come oggetto da parata.
http://www.earmi.it/diritto/faq/sintesi.htm
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

Itto
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 524
Iscritto il: 20/09/2013, 10:55

Re: Legge porto coltelli

Messaggio da Itto » 10/11/2014, 14:47

Si, il cacciatore è l'unica figura che può portare legittimamente un coltello in Italia.
Deve essere un coltello riconducibile alla caccia o quantomeno non un'arma prettamente costruita per offendere la persona.
Non deve sottostare a dimensioni, può portare anche quei coltelli tipo Rambo, deve trovarsi su terreno di caccia o su strada mentre vi si reca o torna, naturalmente non basta la sua parola che andava a caccia, magari vestito in giacca e cravatta, naturalmente dall'abbigliamento e dal possesso di fucile deve essere evidente che altro non potrebbe fare che recarsi a caccia.
Pare che nessuno vieti di entrare in una trattoria con il fucile scarico, anche perché in macchina non si possono lasciare, e quindi anche con il coltello.

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14882
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Legge porto coltelli

Messaggio da Bizio61 » 10/11/2014, 15:13

Il cacciatore non e' l' unica. Come dice sopra il Dott. Mori puo' portarlo anche l' escursionista.
Quest' ultimo piuttosto che appeso alla cintura, secondo me, meglio se lo trasporta all' interno di uno zaino.
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

tucojuanramirez
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2635
Iscritto il: 24/08/2013, 9:25

Re: Legge porto coltelli

Messaggio da tucojuanramirez » 10/11/2014, 15:18

Quando con il mio gruppo da trekking esco a fare un escursione (nel pieno della natura e fuori da qualsiasi ambiente urbano) porto come gli altri (abbiamo tutti lo stesso coltello) il Gerber LMF II attaccato allo zaino con il suo fodero M.O.L.L.E.
:bla:

Itto
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 524
Iscritto il: 20/09/2013, 10:55

Re: Legge porto coltelli

Messaggio da Itto » 10/11/2014, 15:36

Bizio61 ha scritto:Il cacciatore non e' l' unica. Come dice sopra il Dott. Mori puo' portarlo anche l' escursionista.
Quest' ultimo piuttosto che appeso alla cintura, secondo me, meglio se lo trasporta all' interno di uno zaino.
Si può trasportarlo,....?????. Forse... il porto no di sicuro, prova a fare quattro passi in montagna con un coltello tipo Rambo appeso alla cintura e vedi che fine ti fanno fare.
Se è per questo anche i subacquei possono trasportare un coltello di grosse dimensioni e portarlo alla gamba prima di immergersi, ma chi davvero può andarsene in giro con il coltello appeso alla cintura è solo il cacciatore.
Lo può portare in città mentre si sta avviando per il luogo di caccia, lo può portare in macchina sempre per lo stesso motivo e in campagna quasi ovunque in stagione di caccia, un po' di differenza c'è.

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14882
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Legge porto coltelli

Messaggio da Bizio61 » 10/11/2014, 16:00

Questa è la tua opinione personale, o comunque la tua interpretazione di legge.
Io mi baso invece più sull' interpretazione delle leggi vigenti data dal Giudice Dott. Mori di cui sopra ho riportato stralcio e link. :wink:
Il cacciatore e l’escursionista possono portare ogni tipo di coltello.
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

skipper150
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 22
Iscritto il: 21/01/2011, 2:05

Re: Legge porto coltelli

Messaggio da skipper150 » 10/11/2014, 18:23

-Art. 13 Legge sulla caccia 11 febbraio 1992, n. 157: “il titolare della licenza di porto di fucile per uso di caccia è autorizzato, per l’esercizio venatorio, a portare, oltre alle armi consentite, gli utensili da punta e da taglio atti alle esigenze venatorie”.
A parte questo caso, espressamente previsto da una norma, per gli altri, ferma restando la differenza fra porto e trasporto, ci si deve rifare al buon senso, con riferimento a talune attività (sub durante l'immersione, agricoltore, giardiniere, ecc.)

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14882
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Legge porto coltelli

Messaggio da Bizio61 » 10/11/2014, 19:03

Questa sentenza della Cassazione interessa in particolar modo chi ha aperto il topic confermando l'interpretazione di legge del Giudice Mori.
Cassazione, I, 18 gennaio 1996, n° 580. Il reato di cui all'art. 4 legge 18 aprile 1975 n. 110 sussiste soltanto allorché sia, tra l'altro, provato che l'agente ha portato "senza giustificato motivo" fuori della propria abitazione qualcuno degli oggetti elencati nel detto articolo. E deve intendersi per motivo giu­stificativo del porto quello determinato da particolari esigenze dell'agente perfettamente corrispondenti a regole comportamentali lecite relazionate alla natura dell'oggetto, alle moda­lità di verificazione del fatto, alle condizioni soggettive del portatore, ai luoghi dell'accadimento, alla normale funzione dello oggetto. Ne consegue che il porto di coltello da caccia e di coltello con cavaturaccioli da parte di chi si reca per diporto in zona boschiva è pienamente giustificato atteso che detti oggetti sono tra quelli che normalmente un soggetto porta con sé, allorquando si reca in gita in zona boschiva di monta­gna ove gli stessi possono essere utilmente usati.
Fonte: http://www.tiropratico.com/normativa/SE ... telli.html
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

ofbiro
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 335
Iscritto il: 05/01/2013, 20:06

Re: Legge porto coltelli

Messaggio da ofbiro » 11/11/2014, 10:53

L'argomento è importante, ma non sarebbe meglio discuterne nella sezione "Le armi e la legge?" Forse un po' d'ordine non fa male.

Avatar utente
Oldodes
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 178
Iscritto il: 26/03/2011, 20:43
Località: Lombardia

Re: Legge porto coltelli

Messaggio da Oldodes » 11/11/2014, 17:45

nnn
Ultima modifica di Oldodes il 11/11/2014, 17:56, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Oldodes
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 178
Iscritto il: 26/03/2011, 20:43
Località: Lombardia

Re: Legge porto coltelli

Messaggio da Oldodes » 11/11/2014, 17:55

ranger.78 ha scritto:In montagna può anche essere portato in cintura un coltellino svizzero o al limite una pinza multiuso.....

ma un lama fissa .dubbio: non capisco a cosa possa servire......


Tuco, tuco....... :fischio:
Hai ragione da vendere, ma (spesso c'é un "ma"!)... ma vuoi mettere la soddisfazione a girare con una lama fissa al fianco, mentre stai escursionando su pei monti...
Certo, qui non c'è l'orso grizly, ma poni che il mio terrier molesti inavvertitamente un'orsa incazzosa tipo Daniza, ovvero che sui miei passi si ponga il gorilla cantato da De André...
Colla lama fissa morirò egualmente, ma oltre che da "giudice giubilato" , morirò anche da uomo!
:sigaro:

Dev.mo Vs
Ol Dodés

Jure17
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 177
Iscritto il: 06/09/2012, 23:00

Re: Legge porto coltelli

Messaggio da Jure17 » 12/11/2014, 0:21

Scusate ... DAVVERO ! Però, rileggendo le considerazioni di tutti, mi è sorto un dubbio, ossia:
tutto vero per quanto attiene il "giustificato motivo", ma se io, ad esempio ho un porto d' armi e posso girare con una (o tre pistole contemporaneamente :medioevo: - e ... tanti, anzi tantissimi caricatori pieni ...per un totale di duecento munizioni :ocho: ) cosa mai potrebbe fare in più un milleusi in tasca ? :friends:

Itto
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 524
Iscritto il: 20/09/2013, 10:55

Re: Legge porto coltelli

Messaggio da Itto » 12/11/2014, 11:46

Il porto per difesa personale non abilita al porto di arma bianca, l'unico titolo è il porto da caccia su terreno di caccia o mentre ci stai andando o tornando.
Esiste un porto da difesa d'arma bianca che è quello del bastone animato: cioè un bastone con una lama all'interno che si sfodera a modi spadino, ricordo che non può essere la lama inferiore ad una certa dimensione, ma è un porto che pur esistendo ancora nei fatti non ho mai conosciuto qualcuno che lo avesse, chissà a chi lo concedono? non ne ho idea, probabilmente più a nessuno.
Il realtà il porto di coltello può essere anche più micidiale che quello d'arma da fuoco sia per le ferite che si possono fare, sia e soprattutto per la silenziosità con cui si può agire

Avatar utente
beta
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 275
Iscritto il: 26/12/2010, 11:01

Re: Legge porto coltelli

Messaggio da beta » 23/11/2014, 11:16

Io quando esco di casa fatti dieci metri sono nel bosco e nel bosco ci vado spessissimo, accompagnato dal mio coltello a lama fissa di 20 cm. impugnatura compresa. Ci sono da sempre abituato e ci faccio tutto quello che serve fare con un coltello in un bosco. Tenerlo nello zaino per quando mi serve mi fa abbastanza ridere, il coltello in montagna non lo usi quasi mai, ma se quella volta che davvero ti serve lo devi cercare nello zaino, allora ciao.... Troppe "seghe mentali", senza offesa per nessuno ovviamente, ma se in montagna ci vai davvero, allora il coltello ci vuole di sicuro. Io prediligo un bello e robusto lama fissa, poi nello zainetto cimetto anche la pinzetta multiuso che non si sa mai. Buone escursioni a tutti. Beta. :sigaro:

Fra.
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 306
Iscritto il: 20/08/2013, 18:35

Re: Legge porto coltelli

Messaggio da Fra. » 23/11/2014, 18:48

Forse occorre fare qualche distinguo.
Mi riferisco al porto del coltello autorizzato dalla legge sulla caccia.
Il porto (disponibilità immediata dell'oggetto) è autorizzato durante l'esercizio dell'attività venatoria, non durante il trasferimento verso i luoghi di caccia ed al ritorno.
Durante il tragitto, va custodito all'interno del suo fodero ed in modo che non sia confondibile il suo trasporto con il porto (quindi in uno zaino o simile, riposto nel bagagliaio, etc.).
Non certo alla cintura, ne in auto ne al bar ne altrove neppure se ci si sta recando a caccia perché devono ricorrere in quel momento le circostanze spazio-temporali dell'attività venatoria.
Per quanto attiene invece l'attività di porto (o trasporto) di oggetti atti ad offendere in altre circostanze, estranee alla caccia, l'art. 4 della L. 110/75 fa divieto di portare "fuori della propria abitazione" qualunque oggetto atto ad offendere.
E' una legge nata per contrastare i tumulti di piazza dove veniva usato di tutto e non fa distinzione alcuna tra porto e trasporto in quanto vieta ogni trasferimento esterno all'abitazione che non sia giustificato.
E' ovvio che ricorre il giustificato motivo se un coltello viene imballato per recarsi ad esempio dall'arrotino.
Fra.

Rispondi