Che fucile sarà mai un "Roselli"?

pistole, fucili, carabine, Ex ordinanza, collezione
andrea_1
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 16
Iscritto il: 15/04/2014, 17:18

Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da andrea_1 » 15/04/2014, 17:24

Salve a tutti!
Nuovo del forum non nego di essere un pochino in imbarazzo nel chiedere subito un aiutino per capire che fucile ho comprato.
O meglio... ho rilevato con altre armi da una gentile signora che, defunto il marito, ha deciso di vendere il blocco.
Si tratta di un cal. 12 sopvrapposto di marca ROSELLI.
Nonostante le fatiche profuse non sono riuscito a trovare nulla su questo che credo essere un Artigiano della provincia di Brescia.
C'è qualche buon samaritano che può illuminarmi in merito?
Grazie
Saluti!

oizirbaf
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 13838
Iscritto il: 21/12/2010, 13:26
Località: Gallia cisalpina

Re: Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da oizirbaf » 15/04/2014, 19:09

Ciao Andrea_1
Un uomo scendeva da Gerusalemme a Gerico e incappò nei briganti che lo spogliarono, lo percossero e poi se ne andarono, lasciandolo mezzo morto. Per caso, un sacerdote scendeva per quella medesima strada e quando lo vide passò oltre dall'altra parte. Anche un levita, giunto in quel luogo, lo vide e passò oltre. Invece un samaritano, che era in viaggio, passandogli accanto lo vide e n'ebbe compassione. Gli si fece vicino, gli fasciò le ferite, versandovi olio e vino; poi, caricatolo sopra il suo giumento, lo portò a una locanda e si prese cura di lui. Il giorno seguente, estrasse due denari e li diede al locandiere, dicendo: «Abbi cura di lui e ciò che spenderai in più, te lo rifonderò al mio ritorno».

Io ho cercato di fare il "buon samaritano" versando del buon Prosecco e un po' del superlativo olio prodotto da Alpha63 sulle metaforiche ferite della curiosità...
Ho controllato sul volume "Fucili d'Autore" di Marco E. Nobili dove sono riportati gli elenchi ed i marchi dei produttori che furono, o che sono, registrati presso il BNP di Gardone dall'inizio della sua attività senza successo...
Non per fare il pignolo ma sei sicuro della scritta? Proprio "Roselli" o c'è spazio per qualche errore di lettura?
Avrai anche un marchio. Potresti fotografarlo nitidamente o "trasferirlo" a matita e postarlo?
Il nome Roselli è diffusamente presente in Gardone VT.
Oizirbaf
Rem tene, verba sequentur.

andrea_1
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 16
Iscritto il: 15/04/2014, 17:18

Re: Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da andrea_1 » 16/04/2014, 11:51

Grazie ragazzi, che spettacolare benvenuto! Credo proprio che tra di voi mi troverò benissimo!

Mah, io ho guardato e riguardato tutto lo "schioppo" anche in cerca di altri indizi ma oltre a Roselli c'è la località e un numero di brevetto.
Per altro, solo a capire come si apriva per incamerare le cartucce ci ho messo una settimana! (sembravo lo scimmione di 2001 odissea nello spazio!) Se può essere d' aiuto, al fine ho scoperto che le canne ruotano orizzontalmente verso destra su un perno longitudinale posto sotto di esse.
... come avrete capito non sono un grande esperto.
Comunque, senz'altro, appena torno a casa (sono fuori sede) gli faccio un bel servizio foto e lo inserisco.
... Per altro, ho un altro "schioppetto" (e questo è vecchio-vecchio) da sottoporvi perchè anche lì non so dove andare a sbattere.... un Saint Etienne con canne damasco, cani esterni ma senza percussori o scodellini o capsuline.... solo due forellini nel vivo di culatta in corrispondenza delle canne e due "pianetti" dove vanno a battere i cani piatti.
Qui le foto le ho... magari apro un altro topic intitolato "Il Saint Etienne".

Grazie ancora! :felice:

Avatar utente
hunter1951
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 6038
Iscritto il: 21/12/2010, 12:40

Re: Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da hunter1951 » 16/04/2014, 12:17

Intanto: Benvenuto sul forum ! :october:

Avatar utente
hunter1951
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 6038
Iscritto il: 21/12/2010, 12:40

Re: Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da hunter1951 » 16/04/2014, 12:45

Un uomo scendeva da Gerusalemme a Gerico e incappò nei briganti che lo spogliarono, lo percossero e poi se ne andarono, lasciandolo mezzo morto. Per caso, un sacerdote scendeva per quella medesima strada e quando lo vide passò oltre dall'altra parte. Anche un levita, giunto in quel luogo, lo vide e passò oltre. Invece un samaritano, che era in viaggio, passandogli accanto lo vide e n'ebbe compassione. Gli si fece vicino, gli fasciò le ferite, versandovi olio e vino; poi, caricatolo sopra il suo giumento, lo portò a una locanda e si prese cura di lui. Il giorno seguente, estrasse due denari e li diede al locandiere, dicendo: «Abbi cura di lui e ciò che spenderai in più, te lo rifonderò al mio ritorno».

Mi corre l'obbligo di ricordare che il buon samaritano Oizi oltre a soccorrere la curiosità del neofito, ha anche soccorso altri forumisti ( Compreso il sottoscritto e il suo pargolo ) Con grande generosità e altruismo !

ugo.delgiudice
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3363
Iscritto il: 17/01/2011, 11:16

Re: Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da ugo.delgiudice » 16/04/2014, 12:53

hai due possibili soluzioni: la prima è che l'arma non sia di produzione italiana ma estera. la seconda e che l'arma sia una artigianale post unitaria prodotta al sud. in quel caso, i migliori artigiani erano calabresi, alcuni pugliesi e diversi napoletani. il sistema di apertura da te accennato, si discosta dalla produzione gardonese.

ORDNANCE
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3074
Iscritto il: 21/12/2010, 12:29

Re: Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da ORDNANCE » 16/04/2014, 14:14

Molto interessante, come sistema d'apertura! Ma il calibro? E soprattutto, la lunghezza delle camere? Già se fosse un 12/65 si potrebbe ipotizzare che sia molto vecchio, se è un 12/67 può essere del periodo tra le due guerre, 12/70 sarebbe piuttosto moderno.
Marchi di banco di prova?
Il numero di brevetto che hai trovato sull'arma?

andrea_1
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 16
Iscritto il: 15/04/2014, 17:18

Re: Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da andrea_1 » 16/04/2014, 15:39

Grazie a tutti e piacere di conoscervi!
Dunque: il fucile, mi sembra decisamente di nuova concezione (non è senz'altro più vecchio degli anni 80, anzi, le canne sono perfette dentro e fuori, il calcio è perfetto, sono presenti delle belle incisioni sulle cartelle e sui particolari meccanici.... sembra usato pochissimo.
C'è un numero di matricola (00118) che vorrà dire poco, visto così.
Purtroppo non l'ho sottomano in questo momento e quindi non ricordo i particolari ma sono sicuro che il luogo di provenienza stampigliato è in provincia di Brescia.
Per il munizionamento devo indagare meglio.. è un 12 ma non so se normale, mag o super...
Giuro che appena riesco gli faccio anche qualche foto.
A proposito, come si fa (se si può) ad allegarle qui?

Ciao a tutti.

:D

duxino
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3255
Iscritto il: 22/12/2010, 15:51
Località: Prov. Napoli

Re: Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da duxino » 16/04/2014, 16:34

Così come descritto il sistema di chiusura non può funzionare. Fare ruotare un parallelepipedo, come grosso modo è il blocco camere di cartuccia di una doppietta, assemblato con pochissimo gioco contro un altro parallelepipedo, la culatta, su di un perno è impossibile perché ruotando assumerà una posizione angolare che aumenta in modo significativo l'ingombro. Ciao
....non chiedere per chi suona la campana, essa suona per Te.

ugo.delgiudice
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3363
Iscritto il: 17/01/2011, 11:16

Re: Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da ugo.delgiudice » 16/04/2014, 16:58

come sistema esiste, ma è antico assai e difficilmente viene riprodotto attualmente, poichè prevede apputno che in movimento non ci siano dei parrelepipedi perfetti, ma uno leggermente concavo ed uno leggermente convesso.

andrea_1
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 16
Iscritto il: 15/04/2014, 17:18

Re: Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da andrea_1 » 22/04/2014, 17:36

Amici, buona sera.
Ri eccomi a casa e dunque posso darvi altri particolari sul fantomatico Roselli.

Dunque: Sulla canna c'è questa stampigliatura:
P.ROSELLI - COGOZZO V.T. BRESCIA - BREV: P.V.

Per quanto riguarda i dettagli costruttivi mi piacerebbe poter allegare un paio di foto ma non ne sono capace. Mi dite se è possibile e come si fa?

Grazie a tutti.

Avatar utente
kappevale
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2439
Iscritto il: 21/12/2010, 23:32

Re: Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da kappevale » 22/04/2014, 20:23

Vai su tinypic.com, registrati gratis, poi aggiungi le immagini. Uscirà un link per i forum, copialo e incollalo nel post avendo cura di non mettere foto troppo grandi (800x600 dovrebbe andare bene sennò le foto vengono tagliate)

belpi
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2624
Iscritto il: 20/03/2012, 13:56
Località: Brescia

Re: Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da belpi » 22/04/2014, 21:44

andrea_1 ha scritto:Dunque: Sulla canna c'è questa stampigliatura:
P.ROSELLI - COGOZZO V.T. BRESCIA - BREV: P.V.
attualmente a Cogozzo c'è una "Meccanica Roselli SpA" (che fa tutt'altro) il cui titolare è un amico.

quando ho occasione di incontrarlo, gli chiedo se è roba di famiglia sua e se ha qualche informazione da condividere.

andrea_1
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 16
Iscritto il: 15/04/2014, 17:18

Re: Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da andrea_1 » 23/04/2014, 15:41

Grazie Kappevale.

Provo ad andare sul sito e vedo quello che posso fare..... sono una scarpa...

Belpi, grazie anche a te.
Immagino che Cogozzo VT non sia una metropoli (non me vogliano i Cogozzesi) e quindi nel paese si conoscano più o meno di vista tutti. Conto molto su di te... almeno per sapere se il sig. P. Roselli è veramente esistito.

:magia:

Gianpozz2
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 579
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Spotorno (SV)

Re: Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da Gianpozz2 » 23/04/2014, 17:44

Ciao a tutti,
potrebbe essere che in passato avessero prodotto armi così com la Lames di Chiavari (Ge) che ora produce ricambi per la Fiat ma in passato faceva ottimi sovrapposti

Gianpozz2

andrea_1
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 16
Iscritto il: 15/04/2014, 17:18

Re: Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da andrea_1 » 02/05/2014, 11:13

Buon giorno a tutti!

Grazie al "gran Visir" Oizirbaf sono finalmente in grado di proporvi qualche immagine del fantomatico ROSELLI.
Insieme, leva di armamento cani/ sgancio culatta, canne ruotate in apertura e stampigliature.
... se vi viene in mente qualcosa....

Grazie a tutti!

Andrea.
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

.... e scusate se sono troppe le foto.

Ciao!
:D

oizirbaf
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 13838
Iscritto il: 21/12/2010, 13:26
Località: Gallia cisalpina

Re: Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da oizirbaf » 02/05/2014, 18:03

Ma quel 1951 a lato della Prova Speciale Forzata è la data?
Non ho mai visto uno schioppo siffatto! Ora sono decisamente curioso. Speriamo che qualcuno abbia notizie in merito.
Se nessuno si fa vivo manda una bella e-mail al BNP per vedere se ti danno qualche ragguaglio.
Oizirbaf
Rem tene, verba sequentur.

andrea_1
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 16
Iscritto il: 15/04/2014, 17:18

Re: Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da andrea_1 » 02/05/2014, 18:30

mah.... parrebbe la data.
L'attrezzo è, come si può vedere, in ottime condizioni anche all'interno.
Mah.... mistero.....

:dubbio:

belpi
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2624
Iscritto il: 20/03/2012, 13:56
Località: Brescia

Re: Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da belpi » 17/05/2014, 13:39

andrea_1 ha scritto: Immagino che Cogozzo VT non sia una metropoli (non me vogliano i Cogozzesi) e quindi nel paese si conoscano più o meno di vista tutti. Conto molto su di te... almeno per sapere se il sig. P. Roselli è veramente esistito.

:magia:
ho visto ieri il mio amico Roselli.

mi conferma che il sovrapposto lo produceva l'azienda della sua famiglia.
il sig. Pietro Roselli è effettivamente esistito, era suo nonno e fondatore dell'azienda.
adesso l'azienda, che si chiama Officina Meccanica Roselli, fa tutt'altro; di fucile facevano solo quel sovrapposto e lo hanno prodotto fino al 1957 (Ezio è del 1943, lo ricorda ma ovviamente non ha preso parte alla produzione); ne hanno uno in azienda, esposto in una teca.

la chiusura era di derivazione francese.

oizirbaf
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 13838
Iscritto il: 21/12/2010, 13:26
Località: Gallia cisalpina

Re: Che fucile sarà mai un "Roselli"?

Messaggio da oizirbaf » 17/05/2014, 18:34

Potenza del Forum (e dei suoi frequentatori)! Abbiamo imparato qualcosa di nuovo in tema.
Grazie.
Oizirbaf .leggo:
Rem tene, verba sequentur.

Rispondi