Il complotto del Banco di prova

pistole, fucili, carabine, Ex ordinanza, collezione
Pivi
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 6729
Iscritto il: 22/12/2010, 19:02
Località: Loneriacco di Tarcento - Udine

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da Pivi » 16/11/2012, 2:27

Belpi,

sulla questione delle palle HP abbiamo discusso a lungo. Anche le Faq della polizia le indicano come permesse per il tiro e la caccia, ma la norma è scritta, il "permesso" è retto da una circolare e ci sono 3 sentenze della Cassazione che considerano le palle HP ( in verità sentenze riferite a palle 38 special) munizioni da guerra.

da come la vedo io questi sono gli scenari:

1-fregarsene della Cassazione e finchè va bene si continui come adesso

2- adottare delle misure precauzionali, cioè usare palle espansive solamente se costruite appositamente per uso caccia o tiro.Tra queste rientrano praticamente tutte le palle da caccia e le FMJHP da tiro, lasciando perdere quelle da pistola/revolver che oggettivamente, anche se utilizzabili per caccia, in effetti non lo sono mai, quindi munizioni non camerate anche in carabine o comunque di piccola/media potenza. Quindi i vari 44 magnum , 454 casull , 460 SW e 500 Magnum

3-se denunciati per possesso di munizioni da guerra sperare che i giudici non le possano ritenere da guerra stando la loro natura e che invece si riferiscano alla direttiva

Faccio notare che se non dichiarate da guerra, ma solo proibite, non esiste alcun capo d'accusa applicabile: per la legge italiana le munizioni o sono da guerra o sono per armi comuni. Non è neanche ipotizzabile la necessità di una licenza per l'acquisto di palle sfuse se ritenute comuni ( ci dovrebbe essere una clausola speciale con relative sanzioni), nè se ritenute da guerra, perchè in tal caso si andrebbe contro il TULPS che proibisce la concessione di licenze per la detenzione di armi da guerra e munizioni da guerra.
WHEN COMMISSIONS ARE ALL AROUND...GET DOWN TO WHISKEY
CERCO / SCAMBIO CARTUCCE INERTI E BOSSOLI...NEL CASO MANDATE UN PM !
Immagine
ImmagineImmagine
CIAO DAL...

Dal
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 506
Iscritto il: 28/09/2012, 16:15

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da Dal » 16/11/2012, 15:32

belpi ha scritto:
MarcoVSK ha scritto:
Ricordo che parliamo delle avancarica, le uniche armi in Italia che... "si ma per queste niente autorizzazioni".

Ma qualche forumista qui persiste a volerci far passare per scemi, come facevano i personaggi della ex CCCA guarda caso.
se ti riferisci a me, insisto.
che pedersoli abbia portato a casa un risultato positivo anche per gli appassionati in un settore in cui è il principlae operatore, è lì da vedere.
che sia "male" un minimo di libertà sulle armi, può essere. io di avancarica moderne non ne ho e non ne voglio, ma non mi pare un male in sé.
se aumentassero il numero detenibile di corte comuni, mi farebbe piacere (non per interesse personale) a prescindere dall'utilità che potrebbero ricavarne Bignami o Beretta se uno di loro fosse responsabile di qualche organizzazione di produttori. mi pare ovvio che siano i produttori i più muniti di strumenti per ottenere comportamenti positivi dalla PA

ma che la ostilità alle armi "tattiche" in generale sia legata alla faccenda avancarica è una sciocchezza evidente.
primo, perché quella ostilità arriva financo alla UE dove, tra le tante cazzate come la misura dei cetrioli e la curva delle banane, si sono inventati le B7 "somiglianti".
che piffero di senso avrà mai la "somiglianza".
secondo, perchè la questione delle "corte" è definita da una poco ragionevole direttiva, che purtroppo è quella che è (i tedeschi, che sono conquistatori e non conquistati da questa UE, se la sono tradotta ad uso proprio e secondo logica)
infine, devo ancora vedere uno che sta in dubbio tra una PDW derivata M4 e un tromboncino.

che il banco faccia palesi errori, e ci aggiunga delle meschinità al solo scopo di pararsi il posteriore, sono perfettamente d'accordo.
che ci sia dietro un gomblotto, mi viene da sorridere.
che dietro il gomblotto ci sia pedersoli, mi sganascio.

prendila come vuoi.
Belle stronzate. Intanto questi personaggi (costruttori di doppiette + avancarica) hanno sempre avuto un trattamento palesemente differenziato rispetto a tutti gli altri. Nell' 82 modificarono la 110/75 al fine di essere esclusi dal catalogo.

E per questo nessuno ha mai pensato di applicargli stronzate inapplicabili tipo il limitato volume di fuoco, che dio solo sa come, è stato applicato anche alle pistole. Sempre che volesse dire questo, ma per me la commissione ha solo abusato del suo potere e non ha applicato un bel niente.

E poi CASUALMENTE le armi che puoi detenere in numero infinito in Italia sono le loro doppiette (e le carabine sono state messe solo perché altrimenti era troppo palese, e poi faceva comodo, ne costruivano qualcuna anche loro) e le armi avancarica che risultano anche di libera vendita.

Vuoi che ci prendiamo per il culo ancora un po? Inizio io? Inizi tu?



Qui c'è dietro della gente che ha paura che il tiro a lunga distanza e le pistole b7 in certi calibri vengano portate dalle guardie giurate e che venga rovinata l'immagine del mondo armiero. In pratica vogliono farci passare tutti come dei cacciatori agli occhi della gente altrimenti hanno paura

E il Min. INT è felicissimo e condivide certe scelte liberticide.

Poi caro Belpi ci sarà da ridere quando dovrete spiegare in sede di ricorso perchè il Ministero con un DM abbia iscritto al catalogo lo stubby se era tipo guerra, così come le armi in 408 cheytac e simili. Sarà altresì divertente sentire le ragioni con le quali cercheranno di negare il 50bmg, visto che anche allora il Consiglio di Stato si arrampicò non poco sugli specchi, e la ragione presentata oggi non è più valida.

MarcoVSK ha scritto:Emendamenti presentati al defunto decreto 79 del 2012 :

"Con esclusione dei fucili da caccia ad anima liscia e delle repliche di armi ad avancarica, il Banco Nazionale pubblica, in forma telematica, una scheda tecnica che contiene le caratteristiche del tipo d'arma riconosciuto ed il relativo codice identificativo".

"rende esente da bollo l'inserimento in collezione di armi da caccia ad anima liscia e di repliche ad avancarica e stabilisce che per l'utilizzo esclusivamente delle armi sportive in collezione (ed esclusivamente in poligoni del TSN o "autorizzati") è sufficiente dare avviso all'Autorità nelle 48 ore precedenti, anche per via telematica, nonché che nelle 24 ore precedenti si possono detenere le munizioni relative alle armi che si utilizzeranno, col vincolo di doverle utilizzare durante la sessione di tiro o distruggere."

Ricordo che parliamo delle avancarica, le uniche armi in Italia che... "si ma per queste niente autorizzazioni".

Ma qualche forumista qui persiste a volerci far passare per scemi, come facevano i personaggi della ex CCCA guarda caso.
Appunto.. Guarda caso! Se Beretta o compagni di merende (inclusa fiocchi) pensano di rivedere ancora i miei soldi avranno una brutta sorpresa

Mi raccomando ricordate queste vicende ai cacciatori, che sono il loro target preferito.

Dal
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 506
Iscritto il: 28/09/2012, 16:15

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da Dal » 16/11/2012, 15:43

croce.mas ha scritto:Sembra che tutte le carabine b7 in 223 rem. siano state cassificate a 20 colpi tranne il Norinco a 29....
anche l'aug è a 29...

E d'ora in poi sempre 29

La cosa ridicola è che SE ANCHE avessero il potere (è un' ipotesi scolastica, non ce l'hanno) di stabilire quanti colpi vanno nel caricatore nessuno è obbligato ad avere un caricatore a 29 colpi per costruzione, non potendo loro stabilire come deve essere costruito un accessorio, fermo restando che i caricatori a 29 colpi per costruzione non esistono in tutto il mondo. E non esistono neanche i limitatori a 29...

Se uno tenesse 29 colpi nel caricatore sarebbe apposto, ma la cosa ridicola è che tutti diamo scontato che siano nel caricatore e basta, ma quello in canna? Non ci pensa nessuno?

Al di la dell'evidente illegittimità del BNP nel voler determinare il numero dei colpi nel caricatore, sono curioso di vedere chi in sede di giudizio avrà il coraggio di dire che chi usa un caricatore da 30 con una classificazione a 29 ha alterato l'arma perché cambia il volume di fuoco! Sono curiosissimo di sentire questa ignobile stronzata.

Dal
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 506
Iscritto il: 28/09/2012, 16:15

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da Dal » 16/11/2012, 15:47

belpi ha scritto:
pistolero ha scritto:x Magnum1: se non ricordo male la catalogazione della SW 500 venne rifiutata perchè ritenuta troppo potente in base all'occultabilità della stessa. Sembra assurdo ma è così.
non solo è assurdo.
da parte del Banco, è anche un abuso perché le scelte di opportunità le può fare solo il Legislatore o il Ministero (con un DM, non basterebbe una circolare).
Sì ma se la legge dice che i revolver e pistole sono armi comuni, esattamente come puoi intervenire con un DM essendo di rango inferiore?

Come fai a scrivere un DM dove sembra che tu non stia violando la legge quando in realtà lo stai facendo? Se la legge mi dice che sono comuni tutti i revolver, non è che posso fare un DM e dire che sono comuni le armi corte solo in determinati calibri con la scusa di fornire delle disposizioni tecniche.

croce.mas
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 374
Iscritto il: 07/01/2011, 21:36

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da croce.mas » 16/11/2012, 15:48

Ci sono notizie sul numero di colpi delle armi gia' catalogate?

Dal
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 506
Iscritto il: 28/09/2012, 16:15

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da Dal » 16/11/2012, 16:26

croce.mas ha scritto:Ci sono notizie sul numero di colpi delle armi gia' catalogate?
Non ci saranno mai.

Se ami rispettare la legge e solo la legge metti un caricatore da 30 e via, se invece hai paura come molti qui dentro di qualche funzionario ignorante o in malafede e prepotente ti limiti a inserire i colpi previsti nella scheda di classificazione, purchè il modello in classificazione sia IDENTICO al tuo. E con questo non intendo con le lunghezze al millimetro (che come spero saprai non esistono più per fortuna), ma che sia la stessa arma almeno ecco.

Ma dovete smetterla per favore con questa storia ripetitiva, l'articolo 7 della 110/75 è stato abrogato e oggi vige l'articolo 12 sexies-diecies della 135/2012 quindi state tranquilli.

torquemada
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1065
Iscritto il: 29/05/2012, 18:07

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da torquemada » 16/11/2012, 16:40

GD ha scritto:
torquemada ha scritto:
GD ha scritto:Per la serie : complicazioni affari semplici CHIEDO :
Perche' 29 e non 30 ?
Ma soprattutto perche' gli altri 20 colpi ? Dove cazzo lo compro il caricatore da 20 quando in giro ce ne sono a valanga da 30 ?
Perchensecondo il girlando 29 e' limitato rispetto i 30 militari...


Di mag da 20 per ar che ne sono a cariolate in ongi negozio

Sinceramente io di caricatori da 20 non ne ho visti cosi tanti. A cariolate ho visto quelli da 30 .
In ogni caso per l'ennesima volta non si capisce come mai uno bancato da 29 l'altro da 20 . Mah
perche la richesta la fa l'utente e kui decide che capacità richiedere, chi ha secelto 20 ha pensato che nn si sarebbe rotto le palle ardurre quelli da 30....

per i mag da 20 o non li hai visti o nn li volevi vedere.....
se vai su un qualuqnue sito di commerce europeo o americano ti accorgi che hanno ovunque i magpull da 30 e da 20, oppure le loro copie tedesche altrettanto da 20 e da 30,
se vai su midway ne hanno un pacco da 10 e ada 5, per nn parlare dei caricatori in lluminio vecchi otipo da 20 colpi che trovi senza znessun problema in gemania e un pelo meno in italia,

vuoi cercare da qualche parte?

tactical sense,
gunstrade,
tactical 73
oberlad arms
e gun
tacticalarms
hanno tutti magupll da 30 e da 20

per nn palrare di altre decine di ecommerce che hanno caricatori di vario tipo e lunghezza per varie ami ....
basta guardare.

torquemada
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1065
Iscritto il: 29/05/2012, 18:07

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da torquemada » 16/11/2012, 16:42

DoubleTap ha scritto:beh è proprio perchè i caricatori da 29 non esistono...se diamo per buona che i caricatori da 30 sono ok potrai solo mettere quelli da 20, perchè se metti uno da 30 che "sarebbe" vietato e lo carichi anche a 29 non ti esclude dall'alterazione d'arma e la limitazione non puoi farla..fai da te.
e in base a cosa nn puoi limitareda te un caricatore?

non è parte di arma non soggeto a nessun controllo e licenza quindi puoi farci quello che ti pare comprarlo segarlo romperlo limarlo rivettarlo ridurlo come un qualuqnue accessorio

torquemada
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1065
Iscritto il: 29/05/2012, 18:07

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da torquemada » 16/11/2012, 16:47

Dal ha scritto:
croce.mas ha scritto:Ci sono notizie sul numero di colpi delle armi gia' catalogate?
Non ci saranno mai.

Se ami rispettare la legge e solo la legge metti un caricatore da 30 e via, se invece hai paura come molti qui dentro di qualche funzionario ignorante o in malafede e prepotente ti limiti a inserire i colpi previsti nella scheda di classificazione, purchè il modello in classificazione sia IDENTICO al tuo. E con questo non intendo con le lunghezze al millimetro (che come spero saprai non esistono più per fortuna), ma che sia la stessa arma almeno ecco.

Ma dovete smetterla per favore con questa storia ripetitiva, l'articolo 7 della 110/75 è stato abrogato e oggi vige l'articolo 12 sexies-diecies della 135/2012 quindi state tranquilli.
certo ma se qualcuno di patetici palloni gonfiati che stanno apreseidere cariche e banchi si prendessero un un pelo delle loro resposnsabilità e loscrivessero nero su bianco ci sarebbero meno rischi che qualcuno si veda fottuto a sangue da qualche petualente funzionario ignorante che crede di aver chiassa quale potere di giustiziere.

purtroppo essuno lo scriverà mai.. perche prima fanno poi se gli chiedi dicono che nn lo hanno mai detto.

povate a chimare il banco e chiedere al direttore o vicedirettore .......

avrete una sfilza di no comment non so non è compito nostro doveete chiedee alla ps noi non abbiamo oce in capitolo....
ma intanto si sonoinventati leggi e limiti ai caricatori.

gli auguro davvero che gli arrivino tante di quelle denuncie che dovranno trasferirisi sotto un pnto per pagare i danni.

Dal
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 506
Iscritto il: 28/09/2012, 16:15

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da Dal » 16/11/2012, 16:53

Esattamente torquemada... Hai perfettamente ragione.

Fermo restando che mai mi sognerò di limitare un caricatore di un colpo per fare piacere al BNP. Vengano a dirmi che è alterazione d'arma perché 1 colpo in più aumenta il volume di fuoco.


Fermo restando che dovranno spiegarmi dove hanno preso questo parametro e chi gli ha dato il potere di decidere.

peppino
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 98
Iscritto il: 22/01/2011, 11:58

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da peppino » 16/11/2012, 17:31

Avviso per gli importatori, fabbricanti di armi tattiche ed appassionati in genere:

Signori,

se no vi svegliate e denunciate questa banda di malfattori, delinquenti corrotti, ve lo metteranno in quel posto senza vesellina.
Questi delinquenti si nascondono dietro l'etica (del tutto personale) per bloccare le attività altrui e continuare a fare i loro porci comodi (modo del tutto sleale per eliminare la concorrenza).

Ammazzare un cinghiale con un arma tattica semiautomatica è meno etico che ammazzarli con una canna liscia, rigata oppure ad avancarica. Ma forse hanno ragione perchè le armi non tattiche quindi eticamente corrette oltre ad ammazzare i cinghiali hanno ammazzato, in questo "p"aese, anche tanti uomini. VERGOGNATEVI!!!!

Mi viene da vomitare.

Ciao a tutti.

Avatar utente
MarcoVSK
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3461
Iscritto il: 29/05/2011, 15:22
Località: Centro Italia

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da MarcoVSK » 16/11/2012, 18:15

Dal ha scritto:
belpi ha scritto:
MarcoVSK ha scritto: Ricordo che parliamo delle avancarica, le uniche armi in Italia che... "si ma per queste niente autorizzazioni".
Ma qualche forumista qui persiste a volerci far passare per scemi, come facevano i personaggi della ex CCCA guarda caso.
se ti riferisci a me, insisto.
che pedersoli abbia portato a casa un risultato positivo anche per gli appassionati in un settore in cui è il principlae operatore, è lì da vedere.
che sia "male" un minimo di libertà sulle armi, può essere. io di avancarica moderne non ne ho e non ne voglio, ma non mi pare un male in sé.
se aumentassero il numero detenibile di corte comuni, mi farebbe piacere (non per interesse personale) a prescindere dall'utilità che potrebbero ricavarne Bignami o Beretta se uno di loro fosse responsabile di qualche organizzazione di produttori. mi pare ovvio che siano i produttori i più muniti di strumenti per ottenere comportamenti positivi dalla PA
ma che la ostilità alle armi "tattiche" in generale sia legata alla faccenda avancarica è una sciocchezza evidente.
primo, perché quella ostilità arriva financo alla UE dove, tra le tante cazzate come la misura dei cetrioli e la curva delle banane, si sono inventati le B7 "somiglianti".
che piffero di senso avrà mai la "somiglianza".
secondo, perchè la questione delle "corte" è definita da una poco ragionevole direttiva, che purtroppo è quella che è (i tedeschi, che sono conquistatori e non conquistati da questa UE, se la sono tradotta ad uso proprio e secondo logica)
infine, devo ancora vedere uno che sta in dubbio tra una PDW derivata M4 e un tromboncino.
che il banco faccia palesi errori, e ci aggiunga delle meschinità al solo scopo di pararsi il posteriore, sono perfettamente d'accordo.
che ci sia dietro un gomblotto, mi viene da sorridere.
che dietro il gomblotto ci sia pedersoli, mi sganascio.
prendila come vuoi.
Belle stronzate. Intanto questi personaggi (costruttori di doppiette + avancarica) hanno sempre avuto un trattamento palesemente differenziato rispetto a tutti gli altri. Nell' 82 modificarono la 110/75 al fine di essere esclusi dal catalogo.
E per questo nessuno ha mai pensato di applicargli stronzate inapplicabili tipo il limitato volume di fuoco, che dio solo sa come, è stato applicato anche alle pistole. Sempre che volesse dire questo, ma per me la commissione ha solo abusato del suo potere e non ha applicato un bel niente.
E poi CASUALMENTE le armi che puoi detenere in numero infinito in Italia sono le loro doppiette (e le carabine sono state messe solo perché altrimenti era troppo palese, e poi faceva comodo, ne costruivano qualcuna anche loro) e le armi avancarica che risultano anche di libera vendita.

Vuoi che ci prendiamo per il culo ancora un po? Inizio io? Inizi tu?

Qui c'è dietro della gente che ha paura che il tiro a lunga distanza e le pistole b7 in certi calibri vengano portate dalle guardie giurate e che venga rovinata l'immagine del mondo armiero. In pratica vogliono farci passare tutti come dei cacciatori agli occhi della gente altrimenti hanno paura
E il Min. INT è felicissimo e condivide certe scelte liberticide.
Poi caro Belpi ci sarà da ridere quando dovrete spiegare in sede di ricorso perchè il Ministero con un DM abbia iscritto al catalogo lo stubby se era tipo guerra, così come le armi in 408 cheytac e simili. Sarà altresì divertente sentire le ragioni con le quali cercheranno di negare il 50bmg, visto che anche allora il Consiglio di Stato si arrampicò non poco sugli specchi, e la ragione presentata oggi non è più valida.
MarcoVSK ha scritto:Emendamenti presentati al defunto decreto 79 del 2012 :
"Con esclusione dei fucili da caccia ad anima liscia e delle repliche di armi ad avancarica, il Banco Nazionale pubblica, in forma telematica, una scheda tecnica che contiene le caratteristiche del tipo d'arma riconosciuto ed il relativo codice identificativo".
"rende esente da bollo l'inserimento in collezione di armi da caccia ad anima liscia e di repliche ad avancarica e stabilisce che per l'utilizzo esclusivamente delle armi sportive in collezione (ed esclusivamente in poligoni del TSN o "autorizzati") è sufficiente dare avviso all'Autorità nelle 48 ore precedenti, anche per via telematica, nonché che nelle 24 ore precedenti si possono detenere le munizioni relative alle armi che si utilizzeranno, col vincolo di doverle utilizzare durante la sessione di tiro o distruggere."
Ricordo che parliamo delle avancarica, le uniche armi in Italia che... "si ma per queste niente autorizzazioni".
Ma qualche forumista qui persiste a volerci far passare per scemi, come facevano i personaggi della ex CCCA guarda caso.
Appunto.. Guarda caso! Se Beretta o compagni di merende (inclusa fiocchi) pensano di rivedere ancora i miei soldi avranno una brutta sorpresa
Mi raccomando ricordate queste vicende ai cacciatori, che sono il loro target preferito.
Erano mesi che qui nel Forum giocavamo a prenderci per il culo in mondovisione. Adesso ho smesso !
Sai quando ti rispondono "non ci sono le prove che sono Anmpam e CCCA a non volere i black rifle, finche non postate i verbali le vostre sono solo chiacchiere..." allora capisci che discutere con gente che si priva della propria onesta intellettuale è un esercizio inutile !
:bulli:

Dal
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 506
Iscritto il: 28/09/2012, 16:15

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da Dal » 16/11/2012, 18:57

Secondo me manca anche il senso della decenza per non vedere l'ovvio. Oppure bisogna essere come Belpi e essere amico loro.

belpi
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2624
Iscritto il: 20/03/2012, 13:56
Località: Brescia

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da belpi » 16/11/2012, 19:04

Dal ha scritto:Secondo me manca anche il senso della decenza per non vedere l'ovvio. Oppure bisogna essere come Belpi e essere amico loro.
dev'essere triste essere un poveretto e sapere di non avere altro da replicare che l'insinuazione personale.

Dal
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 506
Iscritto il: 28/09/2012, 16:15

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da Dal » 16/11/2012, 19:10

belpi ha scritto:
Dal ha scritto:Secondo me manca anche il senso della decenza per non vedere l'ovvio. Oppure bisogna essere come Belpi e essere amico loro.
dev'essere triste essere un poveretto e sapere di non avere altro da replicare che l'insinuazione personale.
Ma su Belpi è chiaro come il sole non è un' insinuazione...

Sei a Brescia sei amico/consulente di qualcuno e hai i tuoi interessi... Legittimo ma almeno diccelo...


Io ti ho fatto vedere più volte dove i vostri discorsi fanno acqua, e lentamente state affondando... O mettete un tappo e tornate in riga oppure affondate, affari vostri.. Il discorso degli stubby non regge, dei caricatori idem delle carabine a tiro a lunga distanza nemmeno .

Sarò felice di vedere uno dei tuoi amici cercare di spiegare al TAR che il Min Int con DM ha messo in commercio un'arma tipo guerra, per favore avvisami che voglio essere presente a farmi due risate.

Sarà altresì divertente quando cercherete di spiegare chi vi ha dato il potere di limitare il numero dei colpi (visto che a essere sinceri non venne attribuito nemmeno dall'articolo 7 alla commissione, quando questa esisteva e l' articolo era in vigore) e quando tenterete di spiegare che un mettere 30 colpi invece che 29 significa modificare il volume di fuoco.



Intanto i tuoi amici si sono parati il culo nell' 82, e se lo stavano parando con il DL 79/2012, lanciando merda sulla concorrenza, è provato, e ci vuole una gran faccia tosta per dire il contrario
Ultima modifica di Dal il 16/11/2012, 19:12, modificato 1 volta in totale.

belpi
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2624
Iscritto il: 20/03/2012, 13:56
Località: Brescia

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da belpi » 16/11/2012, 19:12

bla bla

poveretto.

Dal
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 506
Iscritto il: 28/09/2012, 16:15

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da Dal » 16/11/2012, 19:13

belpi ha scritto:bla bla

poveretto.
Belpi ho la soluzione, iniziate a produrre stubby e carabine per la lunga distanza.

Così tutelate tutti e non solo gli amici che fanno le doppiette e le avancarica.

torquemada
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1065
Iscritto il: 29/05/2012, 18:07

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da torquemada » 16/11/2012, 19:15

uno stubby ad avancarica?

forte

Dal
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 506
Iscritto il: 28/09/2012, 16:15

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da Dal » 16/11/2012, 19:18

torquemada ha scritto:uno stubby ad avancarica?

forte
faranno la doppietta stubby vedrai, poi saranno tutti di libera vendita come minimo

davide20
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2185
Iscritto il: 09/03/2012, 20:55

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da davide20 » 16/11/2012, 22:59

sentito direttamente con le mie orecchie ( che sono belle grosse )....

“Fonti mooolto ben informate confermano che dietro il colpo di mano del Banco, ci sono i soliti burattinai: il fabbricante di tromboni con i suoi compagni di merende entro un raggio di pochi km.
Questi “signori” che fino ad oggi hanno barattato la pelle degli appassionati italiani, in cambio di regalie ministeriali…, vogliono eliminare black rifles e carabine da long range. perché a loro dire “sporcherebbero” l’immagine che l’opinione pubblica ha del mondo armiero (industriale) made in italy.
Con buona pace di migliaia di tiratori, e delle decine di aziende e dei loro dipendenti, che basano il loro (onesto) lavoro su queste nicchie, perfettamente lecite di un mercato che guarda caso, è l’unico a dare segni di novità e ripresa, rispetto al pantano di caccia e tiro accademico
Tanto loro esportano il 90% del loro fatturato. Cosa gliene può fottere dei poveri disgraziati italiani….
A pensarci bene , un modo per fargli bruciare il c..o ci sarebbe: far sapere proprio ai loro prediletti clienti d’ oltreoceano, particolarmente rancorosi verso chiunque metta a repentaglio il sacro diritto di libertà di ogni appassionato d’armi, le tresche velenose di questi furbetti del quartierino…
E’già successo e qualcuno a Gardone ha dovuto fare marcia indietro.
Vedremo se quando nelle gare di tiro USA si vedranno ancora cartelli con la scritta “Italian firearms not allowed” (come è già successo un annetto fa..); questi filibustieri avranno ancora voglia di…. giocare a fare i froci con il culo del prossimo..” ....
Verba volant, scripta manent

Rispondi