Il complotto del Banco di prova

pistole, fucili, carabine, Ex ordinanza, collezione
Rispondi
peppino
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 98
Iscritto il: 22/01/2011, 11:58

Il complotto del Banco di prova

Messaggio da peppino » 15/11/2012, 11:15

Ormai è chiaro che al Banco Nazionale di prova ci sia un complotto in corso per bloccare alcune attività di nicchia quali le importazioni di armi "tattiche" corte (che poi corte non sono) e la produzione di armi bolt action in determinati calibri (peraltro del tutto legali).
La regia di questo complotto è diretta ancora una volta dal "trombonaro" e da alcuni suoi compari con il direttore che fa da marionetta.

Giorni orsono il direttore del banco di prova si è preso una forte strigliata da parte di alcune "persone che contano" e difatti, per magia, ha acconsentito la classificazione dei caricatori con maggiore capacità (come se poi lui avesse il potere di farlo).

Molte aziende non parlano e non si lamentano col direttore perche hanno molti scheletri negli armadi ma se questo ostruzionismo illegale dovesse perdurare allora si che verranno fuori anche tutte le punzonature fatte in modo non del tutto lecito. Onestamente non vorrei trovarmi nella posizione dell'ingegnere.

A buon intenditore poche parole.

Ciao a tutti.

Avatar utente
MarcoVSK
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3461
Iscritto il: 29/05/2011, 15:22
Località: Centro Italia

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da MarcoVSK » 15/11/2012, 11:24

http://www.anpam.it/chi_siamo.htm, senza dimenticare il Pedersoli, che è il peggiore.
Ultima modifica di MarcoVSK il 15/11/2012, 11:27, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da Bizio61 » 15/11/2012, 11:25

Ho sentito anche io questa storia di armi lunghe schedate con caricatori a 20 colpi ... si conoscono maggiori dettagli in merito ?
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

davide20
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2185
Iscritto il: 09/03/2012, 20:55

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da davide20 » 15/11/2012, 11:28

eh si..proprio un " complotto "... chissa' prima o poi qualcosa esce.... :wink:
Verba volant, scripta manent

aim
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5743
Iscritto il: 23/12/2010, 16:16

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da aim » 15/11/2012, 12:38

Peppino ha proprio il dono della chiarezza, mi mancavano questi post cosi' chiari e circostanziati.

Cordialmente
aim

peppino
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 98
Iscritto il: 22/01/2011, 11:58

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da peppino » 15/11/2012, 12:55

aim ogni tanto esci fuori ??

Ciao a tutti

belpi
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2624
Iscritto il: 20/03/2012, 13:56
Località: Brescia

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da belpi » 15/11/2012, 12:57

peppino ha scritto: Ormai è chiaro che al Banco Nazionale di prova ci sia un complotto in corso per bloccare alcune attività di nicchia quali le importazioni di armi "tattiche" corte

La regia di questo complotto è diretta ancora una volta dal "trombonaro"
perché, ovviamente, qualsiasi utente appassionato di armi tattiche una volta che non riesca a comprare uno stubby si troverà naturalmente indotto a rivolgersi verso una coppia di "Le Page"....


chiarissimo.

come abbiamo fatto a non pensarci?



.dubbio:

Avatar utente
MarcoVSK
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3461
Iscritto il: 29/05/2011, 15:22
Località: Centro Italia

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da MarcoVSK » 15/11/2012, 14:01

Emendamenti presentati al defunto decreto 79 del 2012 :

"Con esclusione dei fucili da caccia ad anima liscia e delle repliche di armi ad avancarica, il Banco Nazionale pubblica, in forma telematica, una scheda tecnica che contiene le caratteristiche del tipo d'arma riconosciuto ed il relativo codice identificativo".

"rende esente da bollo l'inserimento in collezione di armi da caccia ad anima liscia e di repliche ad avancarica e stabilisce che per l'utilizzo esclusivamente delle armi sportive in collezione (ed esclusivamente in poligoni del TSN o "autorizzati") è sufficiente dare avviso all'Autorità nelle 48 ore precedenti, anche per via telematica, nonché che nelle 24 ore precedenti si possono detenere le munizioni relative alle armi che si utilizzeranno, col vincolo di doverle utilizzare durante la sessione di tiro o distruggere."

Ricordo che parliamo delle avancarica, le uniche armi in Italia che... "si ma per queste niente autorizzazioni".

Ma qualche forumista qui persiste a volerci far passare per scemi, come facevano i personaggi della ex CCCA guarda caso.

aim
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5743
Iscritto il: 23/12/2010, 16:16

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da aim » 15/11/2012, 14:17

Mi domando cosa ci sa da lamentarsi per il fatto che il legislatore, preso atto della modestissima o quasi inesistente capacita' offensiva delle armi monocolpo ad avancarica ed anche delle armi ad aria compressa di bassa potenza, preveda minori restrizioni per esse, cosa che accade in tutto il mondo da ben prima che in Italia.

Cordialmente
aim

belpi
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2624
Iscritto il: 20/03/2012, 13:56
Località: Brescia

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da belpi » 15/11/2012, 14:23

MarcoVSK ha scritto:
Ricordo che parliamo delle avancarica, le uniche armi in Italia che... "si ma per queste niente autorizzazioni".

Ma qualche forumista qui persiste a volerci far passare per scemi, come facevano i personaggi della ex CCCA guarda caso.
se ti riferisci a me, insisto.
che pedersoli abbia portato a casa un risultato positivo anche per gli appassionati in un settore in cui è il principlae operatore, è lì da vedere.
che sia "male" un minimo di libertà sulle armi, può essere. io di avancarica moderne non ne ho e non ne voglio, ma non mi pare un male in sé.
se aumentassero il numero detenibile di corte comuni, mi farebbe piacere (non per interesse personale) a prescindere dall'utilità che potrebbero ricavarne Bignami o Beretta se uno di loro fosse responsabile di qualche organizzazione di produttori. mi pare ovvio che siano i produttori i più muniti di strumenti per ottenere comportamenti positivi dalla PA

ma che la ostilità alle armi "tattiche" in generale sia legata alla faccenda avancarica è una sciocchezza evidente.
primo, perché quella ostilità arriva financo alla UE dove, tra le tante cazzate come la misura dei cetrioli e la curva delle banane, si sono inventati le B7 "somiglianti".
che piffero di senso avrà mai la "somiglianza".
secondo, perchè la questione delle "corte" è definita da una poco ragionevole direttiva, che purtroppo è quella che è (i tedeschi, che sono conquistatori e non conquistati da questa UE, se la sono tradotta ad uso proprio e secondo logica)
infine, devo ancora vedere uno che sta in dubbio tra una PDW derivata M4 e un tromboncino.

che il banco faccia palesi errori, e ci aggiunga delle meschinità al solo scopo di pararsi il posteriore, sono perfettamente d'accordo.
che ci sia dietro un gomblotto, mi viene da sorridere.
che dietro il gomblotto ci sia pedersoli, mi sganascio.

prendila come vuoi.

Pivi
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 6729
Iscritto il: 22/12/2010, 19:02
Località: Loneriacco di Tarcento - Udine

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da Pivi » 15/11/2012, 14:34

Per le armi corte Girlando applica la legge così com'è, senza però considerare due cose:

1- Sono catalogate armi in grado di utilizzare munizionamento militare e militare "da guerra", come il 45 ACP, le cui armi però vengono regolarmente bancate e classificate

2- Tutte le armi corte sono in grado di impiegare munizionamento civile con proiettili "da guerra", sia di fabbrica che ricaricate, e quindi "munizioni da guerra"

Ora, non si può applicare una legge per alcuni casi e per altri no ( vedi elenco calibri non-bancabili se usati in armi corte). Quindi Girlando farebbe bene a non bancare nessun arma corta se proprio deve seguire la legge.

Poi vediamo se l' ANPAM non si decide a fare pressioni per modificare di sana pianta i primi due articoli della 110/75
WHEN COMMISSIONS ARE ALL AROUND...GET DOWN TO WHISKEY
CERCO / SCAMBIO CARTUCCE INERTI E BOSSOLI...NEL CASO MANDATE UN PM !
Immagine
ImmagineImmagine
CIAO DAL...

ugo.delgiudice
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3363
Iscritto il: 17/01/2011, 11:16

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da ugo.delgiudice » 15/11/2012, 14:36

permettimi di correggere un punto: io con un'arma ad avancarica di libera vendita ci vado a caccia di ungulati. la modesta capacità offensiva è riferita al tempo necessario per sparare + di un colpo, non all'efficacia intrinseca del binomio arma/proiettile. tecnicamente io posso acquistare e detenere un'arma sovrapponibile balisticamente ad in 50 bmg senza denunciarla; a me fa comodo, la cosa mi piace e mi diverte, ma è un nonsense normativo. su youtube ci sono video di gente che spara ad avancarica a 1000 yarde. quindi, o cal .58 con 37 grammi di piombo sparati con canna rigata o un fucile monocolpo in 50 bmg, possono avere effetti balistici teoricamente sovrapponibili.

Pivi
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 6729
Iscritto il: 22/12/2010, 19:02
Località: Loneriacco di Tarcento - Udine

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da Pivi » 15/11/2012, 14:58

Dipende dai casi, per le armi ad aria compressa la modesta capacità offensiva è riferita specificatamente ad un determinato valore di energia e nessun altro valore deve essere preso in considerazione per considerarla tale.

Negli altri casi in cui viene citata la "capacità offensiva" essa è chiaramente riferita al numero di colpi effettuabili nell'unità di tempo senza ricaricare l'arma. Per questo le armi da guerra leggere sono quelle ad elevata capacità offensiva, perchè il volume di fuoco nell'unità di tempo è superiore a quello di qualsiasi arma comune

Per le munizioni invece dipende dal tipo di proiettile usato ( per le munizioni da guerra ordinarie per armi leggere è stato dimostrato più volte in cassazione che non hanno alcuna capacità offensiva superiore alle comuni armi paricalibro anche se molte volte conta più la "destinazione d'uso" che l'effettiva capacità offensiva).

Quinid Girlando non ha alcun potere di negare la bancatura ad armi comuni che sparano munizioni per armi comuni!
WHEN COMMISSIONS ARE ALL AROUND...GET DOWN TO WHISKEY
CERCO / SCAMBIO CARTUCCE INERTI E BOSSOLI...NEL CASO MANDATE UN PM !
Immagine
ImmagineImmagine
CIAO DAL...

argoplus
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 770
Iscritto il: 06/10/2011, 21:44

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da argoplus » 15/11/2012, 15:11

Ma ancora c’è chi sostiene che le lobby sono in invenzione dei "complottisti" Occhio sveglio il vostro!

Cmq avevo capito che si stava procedendo verso la direzione giusta ma sento che c'e ancora molto marcio sotto.

croce.mas
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 374
Iscritto il: 07/01/2011, 21:36

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da croce.mas » 15/11/2012, 15:34

Bizio61 ha scritto:Ho sentito anche io questa storia di armi lunghe schedate con caricatori a 20 colpi ... si conoscono maggiori dettagli in merito ?

Non si sa' molto, soprattutto se valgono anche per le armi che erano gia' catalogate.
Comunque dalle schede che ho visto io: Norinco cq-a 29 colpi, S&W M&P15 20 colpi, H&K mr223 20 colpi, astra 5 colpi,Sig 516 20 colpi ecc...

Avatar utente
pistolero
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2362
Iscritto il: 26/12/2010, 12:17

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da pistolero » 15/11/2012, 15:48

Qualcosa è cambiato con i caricatori e su questo non ci piove.

Ecco una pubblicità di questo mese su una rivista di armi (appena arrivata in edicola) da parte di Bignami:

Immagine

Immagine
Ultima modifica di pistolero il 15/11/2012, 15:49, modificato 1 volta in totale.

coordinatoreAMST
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 573
Iscritto il: 29/05/2012, 12:03

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da coordinatoreAMST » 15/11/2012, 15:49

Chiamiamola lobby o con altri termini : qualcosa di vero forse c'è. :dubbio:
L'attività di lobby dovrebbe essere volta non a bandire una attività commerciale concorrente, ma a magnificare
le doti dell'azienda e dei prodotti legati al lobbysta : nel primo caso ci si trova di fronte a qualcosa di simile a un
atto di concorrenza sleale, nel secondo a una specie di dolus bonus.
Le associazioni di categorie tacciono o guardano altrove. .dubbio:
Il dr. Pedersoli è una persona intelligente, non credo sia il colpevole del giro di vite del BNP, e sa benissimo che anche
se bandiranno le armi simil tattiche, non per questo gli appassionati si butteranno a pesce su mortimer e le page.
Questo, ovviamente, IMHO e in rispetto alle altrui idee :october:

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da Bizio61 » 15/11/2012, 16:06

croce.mas ha scritto:
Bizio61 ha scritto:Ho sentito anche io questa storia di armi lunghe schedate con caricatori a 20 colpi ... si conoscono maggiori dettagli in merito ?

Non si sa' molto, soprattutto se valgono anche per le armi che erano gia' catalogate.
Comunque dalle schede che ho visto io: Norinco cq-a 29 colpi, S&W M&P15 20 colpi, H&K mr223 20 colpi, astra 5 colpi,Sig 516 20 colpi ecc...
Grazie.
Dalle foto postate da Pistolero credo si tratti di Bignami che e' riuscito ad ottenere questo ampliamento del numero di colpi.
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

Magnum1
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 140
Iscritto il: 14/11/2012, 22:38

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da Magnum1 » 15/11/2012, 16:08

Buongiorno a tutti!! è la prima volta che scrivo su questo forum anche se è un pò che vi leggo.Mi accodo a questo topic per una questione che mi sta particolarmente a cuore e sulla quale vorrei avere lumi da voi.
Premetto che sono un appassionato di armi corte di grosso calibro.
Ho letto delle varie assurdità del banco...delle simil-guerra...forse guerra...degli stubby lunghi-corti o corti-lunghi e tutte le altre amenità sui calibri d'arma corta che potrebbero essere uso guerra etc etc....ma c'è una cosa che proprio non riesco a spiegarmi.
Sul sito del Banco, sotto Procedura per Classificazione, si legge:
"La valutazione effettuata dal Banco Nazionale di Prova è di natura esclusivamente tecnica e pertanto in nessun modo afferente alla commerciabilità, detenibilità o qualsivoglia altra limitazione o agevolazione riconducibile alla stessa".
Dunque? In italiano io capisco che il parere del banco non dovrebbe essere di nessun peso su, appunto, commerciabilità e detenibilità.
Ma SOPRATTUTTO si legge:
"Fermo restando l’attività preliminare di classificazione come sopra descritta, le armi importate recanti i punzoni di prova di uno dei banchi riconosciuti, come previsto dall’articolo 11 e 13 della legge 110/75, non devono essere presentate al BNP con l’esclusione delle armi derivate dalla demilitarizzazione di armi automatiche per le quali vige la citata circolare del 20.09.2002 che dovranno pervenire al BNP con la documentazione prevista per la sola verifica della corretta demilitarizzazione."
Quindi?? Sempre in italiano si capisce che se un'arma, non ricadente sotto la circolare citata, è già stata bancata da un banco riconosciuto. mettiamo per esempio quello tedesco, l'arma in questione NON deve passare sotto il banco nostrano. Corretto?
Ora vengo alla mia quaestio.
Il .500s&w, tanto antipatico al direttore....sotto quale caso ricade per essere rifiutato?
Non è calibro da guerra, non lo è mai stato e nemmeno mai lo sarà.
Le armi che lo adottano non sono simil-militari...nè adottano calibri da arma lunga in arma corta e cazzate varie.
Il calibro è squisitamente e solamente da caccia...tant'è che per tale scopo viene impiegato là dove la legge lo consente.
E ultimo ma non ultimo...il banco tedesco è riconosciuto?? Se la risposta è Si...io come privato cittadino posso chiedere l'importazione di una S&W 500 senza nemmeno preoccuparmi di farla passare dal banco...dato che in Germania è regolarmente venduta (http://www.arms24.com/Waffen/Kurzwaffen ... 03fc970213)(fondo pagina) giusto? E nessuno potrebbe osteggiarmi,corretto? O sono io che ho mal interpretato?
Non capisco quindi dove stia il problema del banco che rifiuta questo calibro? Dato che nemmeno sono tenuto a sottoporglielo!
Se così non fosse vorrei sapere come mai si permette al direttore di "quellochevuoi" di non rispettare ciò che è scritto!(Pure sul suo stesso sito!!). Visto che io,come cittadino, di fronte alla legge sono uguale a lui, per estensione e analogia, la prossima volta che mi arriveranno le tasse da pagare valuterò, a mia discrezione e simpatia, se dare seguito al pagamento o meno. Se venissi punito per questo potrei,sempre per analogia, pretendere che venga punito anche il direttore....e se ciò non avvenisse...si potrebbe dichiarare a ragion veduta e con tutti i crismi del caso che trattasi di dittatura, che da definizione è: "predominio assoluto e perlopiù incontrastabile di un individuo (o di un ristretto gruppo di persone)".
Scusate il poema. Attendo lumi.

croce.mas
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 374
Iscritto il: 07/01/2011, 21:36

Re: Il complotto del Banco di prova

Messaggio da croce.mas » 15/11/2012, 16:13

Sembra che tutte le carabine b7 in 223 rem. siano state cassificate a 20 colpi tranne il Norinco a 29....

Rispondi