banco di prova nazionale

pistole, fucili, carabine, Ex ordinanza, collezione
belpi
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2624
Iscritto il: 20/03/2012, 13:56
Località: Brescia

Re: banco di prova nazionale

Messaggio da belpi » 30/10/2012, 9:07

Dal ha scritto:La 110 è chiara, ma potrebbe essere chiarificata per i minus habens.
si dice "minus habentes"
plurale.

Avatar utente
cheytac
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1951
Iscritto il: 23/12/2010, 15:01
Località: gallia cisalpina

Re: banco di prova nazionale

Messaggio da cheytac » 30/10/2012, 11:58

Va bene belpi, prendiamo per buona la tua ,visto che sei pratico!!! :idea: :idea: :haha: :haha: :sigaro: :sigaro: Ciao veci
ImmagineImmagine

Pivi
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 6729
Iscritto il: 22/12/2010, 19:02
Località: Loneriacco di Tarcento - Udine

Re: banco di prova nazionale

Messaggio da Pivi » 30/10/2012, 12:14

In effetti nella 110/75 c'è scritto "fatto salvo quanto riportato dall'articolo 1, secondo comma ( armi tipo guerra) , e giù l'elenco delle tipologie di armi comuni.

Mi rode una cosa: "cosa vuol dire "fatto salvo"? Vuol forse dire "tranne nei casi indicati dall' articolo 1"?

Vuol dire forse che le tipologie di armi comuni nell'articolo 2 possono essere considerate "tipo guerra"? Diverrebbero armi tipo guerra anche le pistole semiautomatiche in calibri attualmente utilizzati come ordinanza nel mondo.... ( ban del 45 ACP docet...), e i revolver.
Resterebbero esclusi solo i fucili . In effetti, altrimenti, non sarebbe stato necessario escludere i fucili con camerature militari, e la 185/90 che comprende anche i fucili semiautomatici progettati per usi militari era ben lungi dall'essere scritta.

Le pistole monocolpo in genere (camerate in calibri militari o no) non sono comprese nell'articolo 2 ( grosso problema, la legge non indica ciò che è proibito, ma ciò che non lo è!). Legalmente entrano tra le armi tipo guerra se in calibri militari ( leggasi ordinanza)!
Se in calibri civili..boh! Alla commissione devono aver agito per "analogie" balistiche con altre armi, considerando anche il volume di fuoco risicato ( anzi, nullo, pari a un colpo o al massimo 2 come nelle pistole Jurras, se mai armi simili siano mai state importate in Italia)
Dato che il requisito fondamentale è che l'impiego sia "moderno", stupisce non poco la presenza nell'elenco del 30/06 che è di uso militare così vetusto da essere considerato una cartuccia civile a tutti gli effetti... poi, dove trovare munizioni militari in 30/06 che siano state prodotte da meno di 20 anni???
I capitolati militari indicano che le caratteristiche "militari" di standard e caricamento di una cartuccia a palla si mantengono per 5 anni, quindi una cartuccia a palla militare perde le sue caratteristiche di "impiego bellico". A meno che non facciano riferimento alla tendenza tutta italiana di conservare in aeternum le munizioni militari di calibri tuttora in dotazione.

Per i fucili in 338 Lapua o 408 CT non c'è lettura o interpretazione della legge che tenga, se sono usati a caccia o in gare, sono comuni a tutti gli effetti, non importa che potenza abbiano.
WHEN COMMISSIONS ARE ALL AROUND...GET DOWN TO WHISKEY
CERCO / SCAMBIO CARTUCCE INERTI E BOSSOLI...NEL CASO MANDATE UN PM !
Immagine
ImmagineImmagine
CIAO DAL...

Dal
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 506
Iscritto il: 28/09/2012, 16:15

Re: banco di prova nazionale

Messaggio da Dal » 30/10/2012, 14:15

belpi ha scritto:
Dal ha scritto:La 110 è chiara, ma potrebbe essere chiarificata per i minus habens.
si dice "minus habentes"
plurale.
Corretto, hai scritto un post corretto! La prossima volta che ti cito alle 5 del mattino farò più attenzione!

Adesso tutte le tue argomentazioni sono magicamente più autorevoli, sono pronto a disfarmi delle pistole semiautomatiche come armi tipo guerra. :october:
Ultima modifica di Dal il 30/10/2012, 14:26, modificato 2 volte in totale.

Dal
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 506
Iscritto il: 28/09/2012, 16:15

Re: banco di prova nazionale

Messaggio da Dal » 30/10/2012, 14:17

Pivi ha scritto:In effetti nella 110/75 c'è scritto "fatto salvo quanto riportato dall'articolo 1, secondo comma ( armi tipo guerra) , e giù l'elenco delle tipologie di armi comuni.

Mi rode una cosa: "cosa vuol dire "fatto salvo"? Vuol forse dire "tranne nei casi indicati dall' articolo 1"?

Vuol dire forse che le tipologie di armi comuni nell'articolo 2 possono essere considerate "tipo guerra"? Diverrebbero armi tipo guerra anche le pistole semiautomatiche in calibri attualmente utilizzati come ordinanza nel mondo.... ( ban del 45 ACP docet...), e i revolver.
Resterebbero esclusi solo i fucili . In effetti, altrimenti, non sarebbe stato necessario escludere i fucili con camerature militari, e la 185/90 che comprende anche i fucili semiautomatici progettati per usi militari era ben lungi dall'essere scritta.

Le pistole monocolpo in genere (camerate in calibri militari o no) non sono comprese nell'articolo 2 ( grosso problema, la legge non indica ciò che è proibito, ma ciò che non lo è!). Legalmente entrano tra le armi tipo guerra se in calibri militari ( leggasi ordinanza)!
Se in calibri civili..boh! Alla commissione devono aver agito per "analogie" balistiche con altre armi, considerando anche il volume di fuoco risicato ( anzi, nullo, pari a un colpo o al massimo 2 come nelle pistole Jurras, se mai armi simili siano mai state importate in Italia)
Dato che il requisito fondamentale è che l'impiego sia "moderno", stupisce non poco la presenza nell'elenco del 30/06 che è di uso militare così vetusto da essere considerato una cartuccia civile a tutti gli effetti... poi, dove trovare munizioni militari in 30/06 che siano state prodotte da meno di 20 anni???
I capitolati militari indicano che le caratteristiche "militari" di standard e caricamento di una cartuccia a palla si mantengono per 5 anni, quindi una cartuccia a palla militare perde le sue caratteristiche di "impiego bellico". A meno che non facciano riferimento alla tendenza tutta italiana di conservare in aeternum le munizioni militari di calibri tuttora in dotazione.

Per i fucili in 338 Lapua o 408 CT non c'è lettura o interpretazione della legge che tenga, se sono usati a caccia o in gare, sono comuni a tutti gli effetti, non importa che potenza abbiano.

Ora ho capito da dove hai tirato fuori i 5 anni...

Mi trovo d'accordo con te su tutto comunque. Se questa fosse la corretta interpretazione addio pistole semiautomatiche, dovremmo inventarci un calibro nuovo per forza di cose.

edit: non mi trovo d'accordo invece sulla questione dei calibri d'ordinanza. Non si capisce perché uno stubby in 223 sarebbe proibito quando sappiamo tutti che (a parte qualche produttore che mette una camera in 5.56) il 223 è profondamente diverso, ma questo vale per il 308 winchester anche.

tacticalsense
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 617
Iscritto il: 05/01/2012, 11:36
Contatta:

Re: banco di prova nazionale

Messaggio da tacticalsense » 30/10/2012, 14:37

belpi ha scritto:
Dal ha scritto:La 110 è chiara, ma potrebbe essere chiarificata per i minus habens.
si dice "minus habentes"
plurale.
:haha: :haha: :haha:

grande lingua morta,, abbiamone rispetto. :october: :october: :october:
Gaetano Garda

peppino
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 98
Iscritto il: 22/01/2011, 11:58

Re: banco di prova nazionale

Messaggio da peppino » 30/10/2012, 14:46

... Girlando ed i suoi "amici di merende" sanno benissimo cosa si intende per munizione e arma da guerra il problema è che vogliono ostacolare le leciti importazioni..... chiaro il concetto???

In questo caso non occorrono azzeccacarbugli per spiegarlo.

Ciao a tutti.

Dal
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 506
Iscritto il: 28/09/2012, 16:15

Re: banco di prova nazionale

Messaggio da Dal » 30/10/2012, 15:01

tacticalsense ha scritto:
belpi ha scritto:
Dal ha scritto:La 110 è chiara, ma potrebbe essere chiarificata per i minus habens.
si dice "minus habentes"
plurale.
:haha: :haha: :haha:

grande lingua morta,, abbiamone rispetto. :october: :october: :october:
ma non era certo una mancanza di rispetto, solo che volevo citare i belpi, e il fatto che fossero 5 di mattina ha giocato brutti scherzi

sia inteso, poteva capitarmi anche quando non stavo dormendo in piedi

ma questà è l'unica cosa sulla quale Belpi ha sicuramente ragione

Dal
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 506
Iscritto il: 28/09/2012, 16:15

Re: banco di prova nazionale

Messaggio da Dal » 30/10/2012, 15:02

peppino ha scritto:... Girlando ed i suoi "amici di merende" sanno benissimo cosa si intende per munizione e arma da guerra il problema è che vogliono ostacolare le leciti importazioni..... chiaro il concetto???

In questo caso non occorrono azzeccacarbugli per spiegarlo.

Ciao a tutti.
Esattamente.

Conoscono meglio di noi le porcate che stanno facendo.

Rispondi