pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualcosa?

pistole, fucili, carabine, Ex ordinanza, collezione
aim
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5743
Iscritto il: 23/12/2010, 16:16

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da aim » 06/10/2012, 9:48

Caro T Mada,

pensavo ti riferissi appunto alla FISAT.

Come appassionato sono sempre contento di vedere nuove realta' che si incaricano della difesa e promozione dei nostri diritti , certo meno piagnistei e meno infondato egocentrismo ci starebbero bene ma speriamo che siano solo problemi di gioventu'.

Cordialmente
aim

Dal
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 506
Iscritto il: 28/09/2012, 16:15

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da Dal » 06/10/2012, 11:34

Rocchetta ha scritto:Io non capisco i legislatori italiani...

O un'arma è da guerra.
Oppure non lo è.

Cazzo è la tipologia "tipo guerra"?

E' come dire che esistono i criminali, le persone perbene e le persone "tipo criminali" che finiscono nella stessa cella dei criminali.

La 110/75 sarebbe una buona legge, solo che va ripulita delle stronzate come le "armi tipo guerra"...

E non solo quella...
Le armi tipo guerra è stato chiarito molto bene cosa sono. Ma basterebbe anche un giurista sveglio per capirlo.

Sono semplicemente le armi comuni che attraverso modifiche hanno assunto caratteristiche di armi da guerra come la raffica o per sparare il munizionamento considerato da guerra, cioè quello di calibro superiore a 12,7mm.
Perchè nulla può impedire che anche su una 22 venga montata una palla tracciante.

Secondo me non serviva la giurisprudenza per individuarle, ma bastava un' attenta lettura dell' articolo 1 della L.110 e un po' di ragionamento.

Quando all' articolo 2 della L.110 si dice "Sono altresì armi comuni da sparo i fucili e le carabine che, pur potendosi prestare all'utilizzazione del munizionamento da guerra, presentino specifiche caratteristiche per l'effettivo impiego per uso di caccia o sportivo, abbiano limitato volume di fuoco e siano destinate ad utilizzare munizioni di tipo diverso da quelle militari." e essendo stato individuato il munizionamento da guerra nella L.185/90 c'è da dedurre che tali parole siano oggi riferibili esclusivamente a munizioni di calibro superiore a 12,7mm.

E qui correttamente qualcuno ha citato i calibri 700 nitro express, 600 nitro express e altri, superiori a 12,7mm e quindi da guerra, ma per uso di caccia (o sportivo) sono considerate comuni.

Chi dice che il munizionamento da guerra esiste anche sotto il 12,7mm non sa di che cosa stia parlando, al massimo si può parlare di palle da guerra, ma è un ragionamento illogico perchè esistono palle incendiarie esplosive e traccianti in qualsiasi calibro di arma comune. Ma il munizionamento che è da guerra indipendentemente dalla palla che usa, è individuato solo nelle munizioni di calibro superiore al 12,7mm.





Comunque a prova della buona fede del BNP:

pistola B1 9x19 Para Walther ISTANZA RIGETTATA AI SENSI DEL d.l. 204/2010
pistola B1 9x19 Para GLOCK ISTANZA RIGETTATA AI SENSI DEL D.L. 204/2010 (CAL. 9mm Parabellum)
pistola B1 9X19 KIMAR SRL ISTANZA RIGETTATA IN QUANTO IL CALIBRO 9X19 (SINONIMO DI 9 mm PARABELLUM) E' VIETATO SUL MERCATO ITALIANO
pistola B1 9x19 Armi Sport di Chiappa S. & C. snc ISTANZA RIGETTATA IN QUANTO IL CALIBRO 9X19 (SINONIMO DI 9 mm PARABELLUM) E' VIETATO SUL MERCATO ITALIANO
pistola B1 9X19 FABBRICA D'ARMI PIETRO BERETTA SPA Sebbene arma comune ai sensi dell'art. 5 D. Lgs 204/2010, non si procede all'attribuzione del codice identificativo e all'inserimento della stessa nel database pubblico delle armi comuni. Tuttavia sul certificato di prova rilasciato per ogni singola arma verrà dichiarata la natura di arma comune non commercializzabile, in Italia, ai privati.
revolver B1 9X19 KIMAR SRL ISTANZA RIGETTATA IN QUANTO IL CALIBRO 9X19 (SINONIMO DI 9 mm PARABELLUM) E' VIETATO SUL MERCATO ITALIANO



Ora sappiamo che Walther e Glock non hanno la fabbrica qui, quindi non si possono importare per il mercato civile, ma Chiappa e Kimar producono eccome in Italia, e mentre Beretta può esportare così con la semplice licenza del Questore visto che hanno ottenuto la classificazione (ecco qui altra prova che non esiste differenza tra export e mercato civile, perchè la legge giustamente considera un' arma sempre comune o sempre da guerra, e qui appunto deve dire che il 9 para è comune ma che è vietato per poter far esportare Beretta con la licenza del Questore) le altre due aziende rimangono fregate.

Avatar utente
Rocchetta
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5175
Iscritto il: 27/12/2010, 23:28

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da Rocchetta » 06/10/2012, 12:20

A me sembra comunque una idiozia.

Se un'arma è comune e viene modificata per farla agire come un'arma militare diventa da guerra, non "tipo guerra" o "quasi da guerra", ed allora non la puoi avere.

Tre sessi non esistono.
Un cittadino disarmato è solo uno che paga le tasse

Dal
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 506
Iscritto il: 28/09/2012, 16:15

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da Dal » 06/10/2012, 13:06

Rocchetta ha scritto:A me sembra comunque una idiozia.

Se un'arma è comune e viene modificata per farla agire come un'arma militare diventa da guerra, non "tipo guerra" o "quasi da guerra", ed allora non la puoi avere.

Tre sessi non esistono.
Sì ma ci sono 3 sessi... Fosse per me ci sarebbero state solo le armi proibite e quelle consentite. (Anzi, fosse per me non ci sarebbero neanche quelle proibite per chi ha certi tipi di licenze).

Il tipo guerra è l'ibrido che ha caratteristiche da guerra ma non fa parte dell' equipaggiamento di un esercito. Sfido infatti a vedere eserciti con armi civili modificate.

Il problema è che nessuno (o pochi) ha capito quale sia il sesso ibrido, e in realtà è solo quel tipo di arma (proibita) che nata comune è stata modificata per avere caratteristiche da guerra. Oppure il rarissimo caso di armi nate già con munizioni che per la legge sarebbero da guerra, tipo il 600 nitro express. Tali armi però vengono fatte rientrare dall' articolo 2 della L110/75 e tali armi sono così considerabili comuni. Così come ricordato dalle norme sul materiale d'armamento.

L'art 1 dice che le caratteristiche sono la raffica e il munizionamento da guerra, e il munizionamento da guerra qualunque sia la palla che monta è quello unicamente superiore al 12,7mm.



Non so come faccia Belpi (che sono sicuro sia un ottimo professionista) a giustificare l'operato del BNP con un' interpretazione fantasiosa e molto precaria di una norma (senza contare l'indiscutibile MALAFEDE del BNP), visto che noi da giuristi non dobbiamo considerare da guerra le munizioni a nostro gusto, ma solo quelle che la legge ci dice essere da guerra.

Da guerra è un criterio troppo astratto, e va concretizzato con una norma. La norma esiste ed è provato da altre norme che non esiste differenza tra ciò che è da guerra per il civile e ciò che è da guerra per l'export, e viene confermato dalla prova che il legislatore ha dovuto dichiarare il 9 para definitivamente comune per renderlo esportabile senza la licenza ministeriale per armi da guerra.

Pivi
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 6729
Iscritto il: 22/12/2010, 19:02
Località: Loneriacco di Tarcento - Udine

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da Pivi » 06/10/2012, 15:17

Il problema è che ANCHE le cartucce cariche con palla FMJ che presentino marchi NATO ( +) sono considerate da guerra dal ministero... basta leggere cosa hano scritto nella circolare relativa alla libera detenzione dei bossoli con contrassegni militari " considerando che le munizioni militari vengono caricate seguendo rigidi capitolati...". Vuol dire che L' INSIEME della cartuccia ordinaria innesco+polvere+bossolo+palla è militare perchè assemblata e costruita a norme militari ( anche dimensionali e ponderali oltre che pressorie e strutturali).

E' da qui che certe sentenze han condannato alcuni malcapitati per detenzione di cartucce da guerra, per la detenzione ( seppur illegale) di cartucce 8 x 50 R Mannlicher a palla del 1918 !!!!!!!!

Per loro conta la destinazione d'uso!
Perchè seguono alla lettera la 110/75 che parla di cartucce destinate "alle armi da guerra". Quii c'è l'errore della 110, perchè non c'è scritto eplicitamente che le uniche munizioni da guerra ( che loro descrivono come "vietate per usi civili" sono quelle preforanti, traccianti ecc ecc)
Ed è qui che casca l'asino: perchè le munizioni a palla con contrassegni NATO non possono essere vendute ai civili e invece le munizioni militari di surplus russe o cinesi si?
WHEN COMMISSIONS ARE ALL AROUND...GET DOWN TO WHISKEY
CERCO / SCAMBIO CARTUCCE INERTI E BOSSOLI...NEL CASO MANDATE UN PM !
Immagine
ImmagineImmagine
CIAO DAL...

oizirbaf
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 13838
Iscritto il: 21/12/2010, 13:26
Località: Gallia cisalpina

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da oizirbaf » 06/10/2012, 15:27

E con tutti i soldi che ci costano questi incompetenti non hanno null'altro di più utile alla sicurtezza del cittadino da fare.
Sappiate politici che li appoggiate che NON AVRETE IL NOSTRO VOTO!!!!
E non siamo pochi! :prrrr:
Rem tene, verba sequentur.

torquemada
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1065
Iscritto il: 29/05/2012, 18:07

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da torquemada » 06/10/2012, 16:08

Pivi ha scritto:Il problema è che ANCHE le cartucce cariche con palla FMJ che presentino marchi NATO ( +) sono considerate da guerra dal ministero... basta leggere cosa hano scritto nella circolare relativa alla libera detenzione dei bossoli con contrassegni militari " considerando che le munizioni militari vengono caricate seguendo rigidi capitolati...". Vuol dire che L' INSIEME della cartuccia ordinaria innesco+polvere+bossolo+palla è militare perchè assemblata e costruita a norme militari ( anche dimensionali e ponderali oltre che pressorie e strutturali).

E' da qui che certe sentenze han condannato alcuni malcapitati per detenzione di cartucce da guerra, per la detenzione ( seppur illegale) di cartucce 8 x 50 R Mannlicher a palla del 1918 !!!!!!!!

Per loro conta la destinazione d'uso!
Perchè seguono alla lettera la 110/75 che parla di cartucce destinate "alle armi da guerra". Quii c'è l'errore della 110, perchè non c'è scritto eplicitamente che le uniche munizioni da guerra ( che loro descrivono come "vietate per usi civili" sono quelle preforanti, traccianti ecc ecc)
Ed è qui che casca l'asino: perchè le munizioni a palla con contrassegni NATO non possono essere vendute ai civili e invece le munizioni militari di surplus russe o cinesi si?
ma noi che siam piu bravi e usiamo le cartucce con su scritto 223 rem perche ci romponi le palle???? mi pare loro volgiano proibire un arma nascondendosi dietro la stronzata del calibro

Dal
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 506
Iscritto il: 28/09/2012, 16:15

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da Dal » 06/10/2012, 17:05

Pivi ha scritto:Il problema è che ANCHE le cartucce cariche con palla FMJ che presentino marchi NATO ( +) sono considerate da guerra dal ministero... basta leggere cosa hano scritto nella circolare relativa alla libera detenzione dei bossoli con contrassegni militari " considerando che le munizioni militari vengono caricate seguendo rigidi capitolati...". Vuol dire che L' INSIEME della cartuccia ordinaria innesco+polvere+bossolo+palla è militare perchè assemblata e costruita a norme militari ( anche dimensionali e ponderali oltre che pressorie e strutturali).

E' da qui che certe sentenze han condannato alcuni malcapitati per detenzione di cartucce da guerra, per la detenzione ( seppur illegale) di cartucce 8 x 50 R Mannlicher a palla del 1918 !!!!!!!!

Per loro conta la destinazione d'uso!
Perchè seguono alla lettera la 110/75 che parla di cartucce destinate "alle armi da guerra". Quii c'è l'errore della 110, perchè non c'è scritto eplicitamente che le uniche munizioni da guerra ( che loro descrivono come "vietate per usi civili" sono quelle preforanti, traccianti ecc ecc)
Ed è qui che casca l'asino: perchè le munizioni a palla con contrassegni NATO non possono essere vendute ai civili e invece le munizioni militari di surplus russe o cinesi si?
Ma infatti dire che al Ministero sono cialtroni è fargli un complimento, il problema è che sono in malafede anche... E molti giudici purtroppo non ne capiscono di armi, o non vogliono capirne.

Fa conto tu che uno che utilizzava un puntatore laser a caccia è stato condannato perchè il giudice l'ha assimilato a una torcia o visore notturno.


E come hai correttamente detto tu: è doppiamente una stronzata, visto che il surplus yugoslavo e cinese è acquistabile e detenibile.

Ma giuridicamente sappi che anche se hai un 5.56 nato sei dalla parte della ragione. Il problema è farglielo capire.

Inoltre ripeto, la legge ha individuato cos'è munizione che fa parte del materiale d'armamento e munizione comune. Il resto sono cazzate.


E le circolari del Ministero NON sono fonte di diritto. Per questo va levato dalle scatole il BNP che si ostina ad applicarle.

torquemada
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1065
Iscritto il: 29/05/2012, 18:07

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da torquemada » 06/10/2012, 17:54

io per sicurezza ho comprato qualche barattolo di vaselina extra credo servirà

Dal
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 506
Iscritto il: 28/09/2012, 16:15

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da Dal » 06/10/2012, 20:13

speriamo che al BNP basti quella che hai comprato...


da una parte ci siamo noi e le aziende, dall'altra parte il Ministero...

torquemada
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1065
Iscritto il: 29/05/2012, 18:07

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da torquemada » 06/10/2012, 22:10

Allora mi Sto arrivando! Mi servono le mutande di ferro

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da Bizio61 » 09/10/2012, 5:51

Bizio61 ha scritto:Ho richiesto all' Avv. Gentile il suo consenso o viceversa diniego a pubblicare lo scambio di email intercorso.
Attendo la sua risposta.
Mi ha risposto l' Avv. Gentile della FISAT comunicandomi che si sono appena usciti pubblicamente su questa storia sul sito di campagnafisat.
QUANDO IL BANCO ...SBANCA

Ci arrivano ogni tanto delle email interessanti che riteniamo di pubblicare, fatti i salvi i diritti di privacy, per informare tutti gli iscritti.
Salve FISAT,
vi scrivo per avere notizie di azioni intraprese dal BNP e che di fatto stanno stravolgendo l'interpretazione di alcuni articoli della 110/75, in particolare l'Art.1 ( Armi tipo Guerra ) che stanno applicando alle armi da fuoco corte, ed a specifici calibri da arma lunga. Potete leggere la "circolare" del BNP qui: http://www.bancoprova.it/index.php/it/c ... zione.html "Il BNP, in ottemperanza a quanto previsto dall’articolo 1 della Legge 110/75, non certificherà come armi comuni le armi corte in grado di utilizzare lo stesso munizionamento della armi da guerra. I seguenti calibri sono considerati idonei all’utilizzo delle munizioni da guerra: 5,7x28; 5,56x45; 7,62x39; 7,62x51; 30-06; 7,62x54R; 12,7x99 e loro sinonimi piu’ altri eventuali. Le armi semiautomatiche nei sopracitati calibri e sinonimi non possono utiizzare caricatori militari. In merito alle armi da fuoco corte in calibro 9x19 parabellum, l'art. 5 del D.Lgs. 204/2010 ne consente la fabbricazione e l'esportazione secondo la normativa dellea armi comuni, tuttavia ne vieta la commercializzazione in Italia ai soggetti privati. Pertanto questo Banco per evitare equivoci, non inserirà le predette armi nell'elenco delle armi classificate e sul certificato di prova rilasciato al produttore/importatore dichiarerà che trattasi di arma comune non commercializzabile in Italia."
Nel momento in cui vi scrivo il BNP sta già rifiutando "catalogazioni" da parte di importatori e distributori tra i più grossi e importanti. Come al solito si sta cercando di limitare l'accesso e l'introduzione di "armi militari", "simil militari", "tipo guerra", "che fanno paura".
Mi meraviglia non aver sentito nulla da voi.

Saluti

RISPOSTA DELLA FISAT:
Caro amico
intanto mi consenta una piccola soddisfazione nel vedere che lei si stupisce del silenzio di un’associazione che, a quel che ci risulta, non ritenuto di sostenere sin dall’ormai lontano 2009, data cui risale il suo ultimo (ed unico) sostegno pari ad euro 5. Ciò ci suggerisce che, per quanto lei non abbia ritenuto di sostenerci da allora, consideri comunque la nostra opera valida e la cosa non può che farci piacere.
Venendo al dunque, il problema del Banco ci é tutt’altro che nuovo; quando tutti in Italia si autocelebravano per il (sospetto) passaggio di consegne estivo eravamo gli unici a lanciare l’allarme (le basti vedere all’archivio alla voce “Nessuna Paura” datata 18.8.2012).
Per poterle rispondere devo fare una piccola digressione tecnica: per poter andare in giudizio con appena ragionevoli probabilità di successo si deve essere titolari di un diritto soggettivo o quantomeno di un interesse legittimo
Con DIRITTO non si intende un diritto inteso nel senso comune dei normali cittadini - come ad esempio il diritto di possedere armi dei cittadini onesti - ma essere titolari di una concreta situazione giuridica violata. Vogliamo fare degli esempi ? Nel “caso Caserta” il diritto soggettivo erano fondamentalmente due: quello di non essere discriminati (rispetto ai cittadini delle altre province) previsto dall’articolo 3 Cost. ed art. 21 Carta dei Diritti Fondamentali dell’UE e - più a latere - quello di ad un’amministrazione efficiente (vera e propria impalcatura della class action contro la Pubblica Amministrazione).
Nel caso in questione lei come cittadino potrebbe invocare, tanto per fare un esempio di bassa lega, la compromissione del diritto di legittima difesa e di quello di autodeterminazione ma immediatamente dopo dovrebbe andare a dire al Giudice che non ci tutela abbastanza con una .357 Magnum ma si ha bisogno di un .408 Chey Tac e di un M4. Le lascio immaginare le risate generali che una simile pretesa susciterebbe in aula; ciò che si deve andare a dire é che un M4 o un CheyTac non sono più pericolose di un .22 perché ad essere potenzialmente pericoloso é chi le impugna e tali restrizioni al commercio sfuggono quindi al criterio di ragionevolezza (che ha una definizione ben precisa che per brevità tralascio).
Avrà quindi ben compreso, concludendo, che il mestiere del legale - come tutti i mestieri - appare semplice solo a chi non sa farlo.
Un conto quindi é sparate menate su Facebook o, peggio, presentare domande di classificazione a random prive di qualsiasi concretezza che vengono respinte dal Banco indebolendo la credibilità della causa collettiva ed un altro é mettere concretamente nero su bianco un atto di citazione che non faccia scompisciare di risate il Giudice (che quindi si sentirebbe libero di rigettare a vista).
Per questo occorrono conoscenza vera delle norme, serietà, rappresentatività di situazioni concrete perché quell’improvvisazione veemente tipica dei social network, che hanno oggi sostituito le inconcludenti quattro chiacchiere un tempo fatte in armeria, ahimè di nessuna utilità.
La tranquillizzo, comunque, dicendole che stiamo lavorando duro per creare un fronte di resistenza che lei sarà libero di sostenere fattivamente come riterrà, essendo evidente in quanto il diritto di commercio delle aziende corrisponde al suo diritto di detenere in modo responsabile e legale.

Simone Ciucchi - presidente FISAT (6.10.2012)
:arrow: http://www.campagnafisat.it/www.campagn ... fisat.html
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

coordinatoreAMST
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 573
Iscritto il: 29/05/2012, 12:03

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da coordinatoreAMST » 09/10/2012, 14:32

Peccato che per vedersi accogliere un atto di citazione (o un ricorso o un procedimento sommario, o altro),
ancorché ben fatto e supportato da idoenee prove, serve un Giudice :laurea: competente della materia, visto che nessuno può obbligarlo a nominare un perito (che si spera anche lui competente).
Non a caso il Giudice è detto "perito tra i periti"- purtroppo spesso non è così.
E quando si mixa una scarsa competenza specifica con un potere pressoché illimitato, privo di responsabilità diretta e personale, il cocktail può risultare micidiale :banana90:

Avatar utente
Fabio_TLD_Lecco
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 134
Iscritto il: 20/06/2012, 17:39

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da Fabio_TLD_Lecco » 09/10/2012, 14:39

oizirbaf ha scritto:E con tutti i soldi che ci costano questi incompetenti non hanno null'altro di più utile alla sicurtezza del cittadino da fare.
Sappiate politici che li appoggiate che NON AVRETE IL NOSTRO VOTO!!!!
E non siamo pochi! :prrrr:
:applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi: :applausi:
W le 1911!

Avatar utente
Rocchetta
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5175
Iscritto il: 27/12/2010, 23:28

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da Rocchetta » 09/10/2012, 23:37

A parte le considerazioni tecnico-giuridiche, l'atteggiamento FISAT è PESSIMO, da unici depositari della verità veramente vera.

Mah...
Un cittadino disarmato è solo uno che paga le tasse

Pivi
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 6729
Iscritto il: 22/12/2010, 19:02
Località: Loneriacco di Tarcento - Udine

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da Pivi » 10/10/2012, 8:54

Veramente FISAT non ha pubblicato ancora nulla sulle mancate catalogazioni di cui abbiamo scritto sopra, e che sono di una gravità estremamente più grande dei problemi relativbi alla mancvata commercializzazione di una Contender in 308 Win!
WHEN COMMISSIONS ARE ALL AROUND...GET DOWN TO WHISKEY
CERCO / SCAMBIO CARTUCCE INERTI E BOSSOLI...NEL CASO MANDATE UN PM !
Immagine
ImmagineImmagine
CIAO DAL...

Avatar utente
malvaco
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1792
Iscritto il: 20/03/2011, 3:47

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da malvaco » 10/10/2012, 9:08

Rocchetta ha scritto:A parte le considerazioni tecnico-giuridiche, l'atteggiamento FISAT è PESSIMO, da unici depositari della verità veramente vera.

Mah...
la verità è composta dai fatti.Finchè riportano i fatti,ed è ciò che hanno fatto,che gli vuoi contestare...??? .dubbio:

p.s. @Bizio61 5 € nel 2009....?? :mazza: :haha:
PORGI L'ALTRA GUANCIA...

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da Bizio61 » 10/10/2012, 9:13

malvaco ha scritto:p.s. @Bizio61 5 € nel 2009....?? :mazza: :haha:
:?: :?: :?:

Quella non e' la mia email e quella risposta non e' diretta a me.
Se l' Avv. Gentile mi avesse concesso l' autorizzazione avrei pubblicato il nostro scambio di email, molto meno formale di quella pappardella di risposta messa sul blog. Avendomi invece risposto che aveva pubblicato la cosa sul loro blog desumo per default che mi abbia negato il consenso e dato piu' verosimilmente un diniego.
Dal 2010 ad oggi a quei signori ho dato 30 euro il primo anno, 150 euro il secondo per diventare socio a vita piu' altri 10 euro per conto di Arbalest. Fai tu i conti.
Ultima modifica di Bizio61 il 10/10/2012, 16:52, modificato 2 volte in totale.
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

Avatar utente
malvaco
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1792
Iscritto il: 20/03/2011, 3:47

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da malvaco » 10/10/2012, 9:23

Bizio61 ha scritto:
:?: :?: :?:

Quella non e' la mia email e quella risposta non e' diretta a me.
Se l' Avv. Gentile mi avesse concesso l' autorizzazione avrei pubblicato il nostro scambio di email, molto meno formale di quella pappardellata di risposta messa sul blog.
Dal 2010 che ho fatto il TAV ad oggi a quei signori ho dato 30 euro il primo anno, 150 euro il secondo per diventare socio a vita piu' altri 10 euro per conto di Arbalest che ho anticipato e non ho piu' rivisto. Fai tu i conti.
premesso che scherzavo e che non mi devi nessuna spiegazione,chiedo scusa,avevo frainteso... :october:
PORGI L'ALTRA GUANCIA...

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: pima la ccca ora il banco......sono io o non trona qualc

Messaggio da Bizio61 » 10/10/2012, 9:25

No, figurati, nessun problema.
Ma in effetti e' stato meglio chiarire e puntualizzare che l' email postata non e' la mia e la risposta FISAT non e' pertanto indirizzata a me.
Altri utenti avrebbero potuto fraintendere ed attribuirla erroneamente a me, cosi' come hai fatto tu.

:october:
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

Rispondi