NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

pistole, fucili, carabine, Ex ordinanza, collezione
Avatar utente
stefanoiacomini
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 376
Iscritto il: 01/06/2012, 19:28

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da stefanoiacomini » 25/09/2012, 14:47

Standard, ci sono delle 9x19 a salve con bossolo in ottone e chiusura stellare usate anche per uso scenico che fanno un bel botto e una bella fiammata... quelle a cui ti riferisci tu sono quelle in plastica blu che sono pericolose se sparate a distanza ravvicinata.

Io un colpo a salve sparato in aria con la pistola vera o con una pistola giocattolo, non lo farei oggi con l'aria che tira... il Capo della Polizia "sconsiglia" vivamente questa pratica per gli agenti :bannato: :bannato: :bannato: (effettivamente serve a poco perchè tanto non si fermano ugualmente...) mentre per i privati ci pensa il Magistrato :mazza: :mazza: :mazza: :mazza: a sanzionarli con il risultato che dopo non si spara più e non si possono più tenere armi in casa!

Oggi alla prima cazzata ti ritirano P.A. ed armi :barella: :barella: :barella: :barella: :barella: meglio non pensarci nemmeno lontanamente a sparare in aria, poi siamo grandi e vaccinati e ognuno faccia quello che vuole ma non dite che non lo sapevate... :ciglia: :ciglia: :ciglia: :ciglia: :ciglia:

Jacques, che ti devo rispondere di più? Pensala come la vuoi... sicuramente sei una persona determinata, ricordati solo una cosa che in mezzo al nero e al bianco c'è il grigio con decine di sfaccettature differenti.

Stefano
http://www.interforzebrescia.it

Bravi si nasce, capaci di diventa...

Avatar utente
DoubleTap
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2220
Iscritto il: 21/12/2010, 15:48

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da DoubleTap » 25/09/2012, 16:24

torno dopo una settimanella di "lavoro" (quello che jacques definirebbe ...scaldare la sedia con il culo....) e che vedo?? che decide di abbandonare il terreno dopo averci illuminato con il metodo del cervello allenato, come se chi si allenasse nel tiro sportivo fosse uno zombie deambulante.
Visto anche fortemente criticare Cristiano, che lo ha definito un fakeman, ma se forse avesse avuto l'umiltà di leggere il suo primo libro avrebbe capito che tipo di lavoro fà e che non è che sta ad inventarsi cose, quindi però NON ci deliziava dandoci i suoi particolari sul suo passato e presente operativo e la sua formazione da soldato pefetto.
Ora purtroppo non avremmo più l'intervento risolutivo sulla difesa personale, beh a questo punto io consiglierei tutti VIVAMENTE di tornare a parlare di tiro sportivo che è già una buona cosa quando si tratta di raggiungere un buon livello di uso dell armi in generale.
Tanto le armi è meglio che le teniate chiuse da qualche parte e pregate Dio di non doverle mai usare.

Avatar utente
standard9
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 4553
Iscritto il: 11/01/2011, 7:48

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da standard9 » 25/09/2012, 20:56

stefanoiacomini ha scritto:Standard, ci sono delle 9x19 a salve con bossolo in ottone e chiusura stellare usate anche per uso scenico che fanno un bel botto e una bella fiammata... quelle a cui ti riferisci tu sono quelle in plastica blu che sono pericolose se sparate a distanza ravvicinata.

Io un colpo a salve sparato in aria con la pistola vera o con una pistola giocattolo, non lo farei oggi con l'aria che tira... il Capo della Polizia "sconsiglia" vivamente questa pratica per gli agenti :bannato: :bannato: :bannato: (effettivamente serve a poco perchè tanto non si fermano ugualmente...) mentre per i privati ci pensa il Magistrato :mazza: :mazza: :mazza: :mazza: a sanzionarli con il risultato che dopo non si spara più e non si possono più tenere armi in casa!

Oggi alla prima cazzata ti ritirano P.A. ed armi :barella: :barella: :barella: :barella: :barella: meglio non pensarci nemmeno lontanamente a sparare in aria, poi siamo grandi e vaccinati e ognuno faccia quello che vuole ma non dite che non lo sapevate... :ciglia: :ciglia: :ciglia: :ciglia: :ciglia:

Jacques, che ti devo rispondere di più? Pensala come la vuoi... sicuramente sei una persona determinata, ricordati solo una cosa che in mezzo al nero e al bianco c'è il grigio con decine di sfaccettature differenti.

Stefano
Esplodere un colpo in aria,di avvertimento è senz'altro rischioso per l'aria che tira e per le conseguenze legali(anche se esagerate e non è detto che debbano comportare la sospensione del porto d'armi una volta esaminati i motivi:altrimenti,a cosa serve avere la licenza di porto di pistola per difesa personale se manco ci si può difendere).
Visto che siamo in tema,trovandosi nella circostanza detta prima(uscita a tarda notte dal teatro e incontro con alcuni sospetti disarmati) cosa sarebbe opportuno compiere in alternativa per evitare un sicuro attacco alla nostra incolumità?
Credo che le probabili risposte dovrebbero essere:A) Sciorinare l'abilità in arti marziali;
B) Estrarre la pistola e colpire i balordi alle gambe(rischio di essere imputati per tentato omicidio e comunque di aver procurato ferite rischiose per la vita dei colpiti)
C) comportarsi a mò di centrometrista dandosi alla fuga
D) Estrarre la pistola e colpire in punti vitali
E)Soccombere alle loro angherie
F)Non uscire di casa e non andare a teatro .
G) Intimare loro di andarsene con garbo ma con decisione e al loro rifiuto estrarre l'arma e mostrarla e, ancora ad un loro rifiuto e pericolo di una loro reazione(codice rosso) sparare in aria o a loro con munizioni traumatiche.
Quest'ultima è la soluzione che consiglio. E qual è la vostra?

In sintesi se mi dovesse capitare un episodio simile ne varrebbe la pena perdere il porto d'armi ed altro a fronte di perdere la mia pace esistenziale per ciò che poteva capitare a me e ai miei cari.

Avatar utente
stefanoiacomini
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 376
Iscritto il: 01/06/2012, 19:28

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da stefanoiacomini » 26/09/2012, 0:44

Standard... non è il problema di sapere cosa fare o cosa non fare, è la tipologia di problema a conciliarsi male con un "uso delle armi proporzionato all'offesa ricevuta"....

Il nostro Codice Penale non ci aiuta molto in questi contesti e il più delle volte si ha più da perdere che da guadagnare.

Adesso è un po' più chiaro del perchè evito di parlare di casistiche nelle quali far uso delle armi per legittima difesa?

Perchè quasi tutte le "aggressioni" tipo che avvengono sulle nostre strade non permettono un uso legale delle armi da fuoco!

Un'aggressione verbale da parte di tre o quattro extra mezzi ubriachi, non prevede come soluzione nemmeno l'estrazione dell'arma... la pistola si tira fuori SOLO per usarla.

Invece di starcela a menare tra di noi su come reagiremmo in caso di aggressione, sui corsi estremi da fare per allenare il cervello ad agire con freddezza e determinazione, sarebbe opportuno parlare di quali siano realmente i casi nei quali sia possibile estrarre ed utilizzare un'arma perchè in tutti gli altri casi è da EVITARE qualsiasi reazione....

Non dico che mi faccia piacere vedere le nostre strade piene di merdosi che non hanno rispetto delle regole di convivenza civile anzi a dirla tutta mi stanno sui coglioni... mi sta sui coglioni vivere con la preoccupazione che un merdoso possa violentare mia figlia 15enne quando è in giro per la città... mi sta sui coglioni che ci possano essere in circolazione spacciatori che agiscono indisturbati nelle nostre vie senza che nessuno possa fare qualcosa.... mi stanno sui coglioni ladri e rapinatori che massacrano di botte donne e anziani indifesi... sono tante le cose che mi stanno su ma questo non mi autorizza ad estrarre l'arma e nemmeno a sparare colpi in aria o in direzione di persone disarmate.

In conclusione: se sono in tanti e sono armati non si riesce a far niente.... se sono ubriachi e sono disarmati non si può estrarre l'arma.... se prima non hanno messo in atto un qualsiasi gesto che possa mettere in pericolo la nostra vita o quella dei nostri cari, non si può fare nulla... ma allora quando cavolo si può estrarre l'arma ed usarla?

Bene è su queste considerazione che deve lavorare il nostro cervello! Siccome la risposta è scontata, meglio allenarsi in maniera sportiva e scaricare le nostre frustrazioni o problematiche senza farsi troppi pensieri su una legittima difesa che in Italia esiste solo in teoria!

Nel mio piccolo so perfettamente cosa fare e come comportarmi nel caso indicato da Standard, ma non lo posso scrivere, bisogna insegnare ai merdosi le regole della buona creanza e di comportamento...

Stefano
http://www.interforzebrescia.it

Bravi si nasce, capaci di diventa...

Avatar utente
standard9
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 4553
Iscritto il: 11/01/2011, 7:48

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da standard9 » 26/09/2012, 5:38

Innanzitutto sono compiaciuto nel constatare che non si sia scivolati in una polemica discutendo in questo 3D.Le polemiche sono sempre oziose e non costruttive e quindi, a mio avviso non aiutano a risolvere i problemi e allontanano gli interlocutori dalla ricerca di una soluzione. Tra l'altro far nascere una polemica su un argomento così interessante quale è la legittima difesa sarebbe stato una perdita di tempo per tutti noi del forum.
La sintesi del tema sembra che si possa circoscrivere al fatto che in Italia avere la licenza per girare armati serve solo per pagare la relativa tassa allao Stato e per alcuni ostentare di essere un favorito(pare che ne siano solo poche decine di migliaia ad avere il porto d'armi per difesa personale).
Ad ogni modo, ognuno di noi saprà regolarsi alla meglio nel caso che dovesse trovarsi in una circostanza simile.
Il problema non riguarda certamente chi appartiene ad una fascia alta. Ricordo anni fa,quando ero ancora un giovane medico che un professore in pensione di ottima cultura mi disse che per essere importante bisognava avere due cose nella vita:L'autista e la segretaria.Non ho mai avuto nè l'uno e nè l'altra ma, attualmente ho un revolver snub nose con le prime cartucce nel tamburo ad effetto traumatico, ottime sia per il balordo disarmato che per farmi togliere dal magistrato coglione il porto d'armi e tutte le armi che ho in collezione...e se ne andasse a farsi fottere lui e tutta questa 'filosofia del C@.. Prima vengono le palle e la dignità di esistere e poi questa società di merda,con tutto il letamaio di politici farabutti, ladroni e corrotti! :vaff: :vaff: :vaff: Salutoni. :sigaro:

Avatar utente
stefanoiacomini
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 376
Iscritto il: 01/06/2012, 19:28

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da stefanoiacomini » 26/09/2012, 8:56

Standard9, parlare di tecniche di difesa personale e del relativo utilizzo delle armi da fuoco è una questione moooolto delicato perchè c'è il rischio di fornire indicazioni sbagliate a coloro che leggono le ns. considerazioni...

Sarebbe come parlare sul forum di tecniche di rianimazione o di come si fa una tracheotomia e pensare che dopo tutti i lettori siano in grado di poterla fare senza la minima esperienza o uno specifico corso.... magari in situazioni estremamente gravi si potrebbe anche essere costretti ma tu da medico te la sentiresti di insegnare on line una tecnica così delicata?

Queste discussioni sono interessanti se non scendono in polemica come scrivi giustamente anche tu, ma le conseguenze di un errato utilizzo delle armi sono sotto gli occhi di tutti e dovrebbero far riflettere ad adoperare la massima prudenza!

Io da giovanissimo Sott.le dell'Arma dopo una delle prime sparatorie in servizio mi sono ritrovato ad avere grane con la Giustizia anche se poi il procedimento è stato archiviato... in compenso mi sono preso una bella punizione di 5 giorni di consegna sul foglio matricolare.... :bulli: :bulli: :bulli: :bulli: :bulli: e nemmeno 15 giorni mi sono ritrovato un tossico armato di canne mozze nel bar dove stavo telefonando dalla cabina (non esistevano ancora i GSM)... anche se non me le andavo a cercare, erano le grane a trovare me!
Negli anni sono rimasto coinvolto in molte altre situazioni delicate (e ti garantisco mooolto delicate) ma ho imparato a essere molto più prudente ed anche un pizzico più scaltro!!!

Capire quali siano i contesti nei quali si possa utilizzare legalmente le armi da fuoco, non è facile... il confine tra l'eccesso colposo e la legittima difesa è estremamente sottile... :giudice: :giudice: :giudice: :giudice: il rischio di trovarsi nei guai è dietro l'angolo ma allo stesso tempo non possiamo permettere di farci fare del male... :laurea: :laurea: :laurea: :laurea: la soluzione migliore è sempre evitare lo scontro e il contatto ravvicinato ma allo stesso tempo mantenersi allenati all'uso delle armi da fuoco per sapere come sfruttare al meglio l'arma che si detiene o si porta al fianco senza far male a noi stessi o agli altri. :mitra: :mitra: :mitra: :mitra: :mitra:

Per me la priorità è portare a casa la pellaccia e dormire sonni tranquilli nel mio letto senza rimpianti.

Stefano :) :) :) :)
http://www.interforzebrescia.it

Bravi si nasce, capaci di diventa...

duxino
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3270
Iscritto il: 22/12/2010, 15:51
Località: Prov. Napoli

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da duxino » 26/09/2012, 9:52

Capire quali siano i contesti nei quali si possa utilizzare legalmente le armi da fuoco, non è facile... il confine tra l'eccesso colposo e la legittima difesa è estremamente sottile... il rischio di trovarsi nei guai è dietro l'angolo ma allo stesso tempo non possiamo permettere di farci fare del male... la soluzione migliore è sempre evitare lo scontro e il contatto ravvicinato ma allo stesso tempo mantenersi allenati all'uso delle armi da fuoco per sapere come sfruttare al meglio l'arma che si detiene o si porta al fianco senza far male a noi stessi o agli altri.

Per me la priorità è portare a casa la pellaccia e dormire sonni tranquilli nel mio letto senza rimpianti.

Quotone per Stefano, Standard dimostra di essere molto equilibrato e sono certo che in una, non augurabile, situazione di rischio sappia valutare bene la reale portata, non la percezione, del pericolo. Per questo mi sento di dargli un solo umile consiglio, nell'arma solo munizioni letali. Un aggressore strafatto di cocaina non "sente" le pallottole blindate figurarsi quelle in plastica. Due situazioni realmente accadute: Anni fà, paesone nella prov. Napoli, circolo ricreativo, un poliziotto fresco di corso, arriva il tossico strafatto che revolver in pugno rapina la cassa, il poliziotto non reagisce, aspetta, il rapinatore fà per andarsene, l'agente estrae e punta la 51, si qualifica. Il tossico si gira e gli punta il revolver, il poliziotto spara uno, due, tre colpi alla fine svuota tutto il caricatore da 8 colpi della 51 da meno di 5 mt, tutti i colpi vanno a segno al torace. Nonostante fosse stato colpito ben otto volte, il soggetto riesce a sparare due colpi contro l'agente, si gira per scappare e crolla morto sul posto, mentre il poliziotto si becca una pallottola cal. 38 alla spalla e l'altra lo colpisce al lato sx della testa distuggendogli l'orecchio, fortunatamente la sfanga ed ancora oggi presta servizio a Napoli. Fine anni 80, in piena notte, inseguimento per le vie di Napoli, due "falchi" sono dietro un rapinatore armato, questi spara contro uno dei due agenti che risponde al fuoco, l'inseguimento continua per qualche centinaio di mt, altra sparatoria, niente da fare il tizio non si ferma, sale si arrampica su un cancello altri colpi, macchè niente non si ferma. L'agente, ottimo tiratore, non si spiega come non l'abbia colpito, scavalcato il cancello lo trovano a terra ferito, in ospedale hanno contato 14 dicansi 14 fori di entrata ed altrettanti di uscita alle spalle, alle gambe ed al torace ed è sopravvissuto, dopo l'ospedale si è fatto sette anni di carcere. Ciao
....non chiedere per chi suona la campana, essa suona per Te.

Avatar utente
standard9
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 4553
Iscritto il: 11/01/2011, 7:48

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da standard9 » 26/09/2012, 14:24

Trovarsi a dover contrastare un'aggressione condotta da un drogato comporta sovente di assistere ai fatti menzionati prima da Duxino.Colpito a morte anche con più colpi,l'aggressore continua a reagire perchè i colpi non vengono avvertiti in quanto non gli provocano dolore.In questi casi occorre una munizione idonea per lo 'stopping powe'r e quindi una Hollow Point(da noi purtroppo per ignoranza dei legislatori,é vietata) che scarichi tutta o gran parte della sua energia cinetica nel corpo del colpito e attinga contemporaneamente organi vitali(visceri e arterie) creando un'imponente emorragia che sommata al probabile effetto sul sistema nervoso(???:ricordo che di solito per un tale effetto sicuro occorrono velocità sui 700 m/s) quale conseguenza dello shock,provochi un immediato K.O.!
Le Fiocchi Black Mamba forse sostituiscono per lo scopo le HP.
Nei casi invece di imbattersi nel molestatore, probabile violento rapinatore e stupratore,non drogato ma al max.alcolizzato,le' less letha'l vengono avvertite sulla sua pellaccia più di un 9 para FMJ (che fora,trapassa e se na va!).
Sono ben al corrente che il Forum è aperto a tutti e non bisogna dare informazioni sbagliate ma al tempo stesso si deve essere liberi anche di esprimere un'opinione e dare un consiglio personale in merito ad un tema, facendo menzione dei lati positivi e negativi che potrebbero derivare attuando determinati comportamenti suggeriti.
Ritornando alla scena dei molestatori di notte, Stefanoiacomini ha ricordato giustamente i rischi anche legali che si possono correre sparando un colpo a salve ed io,senza confutare tale avvertimento ho sostenuto che in certi frangenti correrei questi eventuali rischi. I lettori poi sono liberi di farsi una propria idea.
Colgo l'occasione per proporre un incontro sia a Stefanoiacomini che a Duxino per berci innanzitutto una birra insieme e per provare vari tipi di munizioni commerciali,ricaricate e less lethal casalinghe,per verificarne meglio le potenzialità e gli effetti terminali e per aggiornare,qualora ce ne fosse bisogno,qualche nostra nozione. :october:

Gisto

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da Gisto » 26/09/2012, 15:08

standard9 ha scritto:una munizione idonea per lo 'stopping powe'r e quindi una Hollow Point(da noi purtroppo per ignoranza dei legislatori,é vietata)
Mi permetto di ricordare che è vietata per difesa e quindi per il porto con PDA ma si può usare al poligono con il TAV e detenere e se per difesa si ha a disposizione solo quella....lo so che il giudice può dire questo e quello ma avremo ben altre gatte da pelare... :october:

Avatar utente
stefanoiacomini
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 376
Iscritto il: 01/06/2012, 19:28

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da stefanoiacomini » 26/09/2012, 15:49

Standard9, chiacchierando come stiamo facendo stiamo portando a riflettere tutti coloro che leggono queste righe, persone che spesso non conoscono come funzioni la macchina della Giustizia e il Codice Penale... è importante parlare di tecniche di difesa, quanto dei rischi annessi al loro utilizzo, per evitare di sentir dire: "mi è partito il colpo accidentalmente..." oppure "volevo solo sparare a scopo intimidatorio..." o altre scuse che al P.M. di turno poco importano.

Standard mi rivolgo a te perchè credo tu sia una persona molto coscienziosa e allo stesso tempo determinata, in ogni caso le mie considerazioni sono generiche ed estese a tutti.

La prudenza non deve essere vista come codardia, ma un concentrato di esperienze vissute da altri in prima persona, come faceva il mio primo e anziano Appuntato che aveva il compito di frenare i giovani ed irruenti ViceBrigadieri appena usciti dalla Scuola... quando si ascoltavano gli anziani dai capelli bianchi non si prendevano cazziate, quando si faceva di testa propria partivano immediatamente i siluri...! :bulli: :bulli: :bulli: :bulli:

Il diritto di vivere sonni tranquilli è una delle cose più sacrosante... il diritto di difendere casa propria pure... anche di poter girare per le nostre città senza vedere tutta le merdacce su due piedi che non si può far finta di non vedere... ma non possiamo rischiare di compromettere la nostra esistenza per una questione di principio e nell'erronea convinzione di poter risolvere tutto con una scazzottata o tirando fuori la pistola!

Come privati cittadini preoccupiamoci di evitare le rogne ma con l'occhio attento e allenato :angelo: :angelo: :angelo: comportiamoci da angioletti ma pensiamo da diavoletti; per i malfattori ci DEVONO pensare le Forze dell'Ordine... noi dobbiamo solo preoccuparci di stare lontani dalle rogne sia in campo professionale che privato!

L'unica cosa veramente seria da fare è mantenersi in forma fisicamente (cosa che purtroppo non riesco a fare perchè mi piace cucinare e mangiare...), mantenere la mente serena e tranquilla....infine allenarsi a fuoco periodicamente più che si può, meglio se in contesti come IDPA, T.D. senza velleità di classifica ma solo con la voglia di imparare a far bene oppure semplicemente alle lattine.

Come dominare la paura e tirar fuori l'istinto di sopravvivenza, non si impara in nessun corso estremo, certe cose s'imparano con gli anni e solo sulla strada ma a volte non basta... bisognerebbe dare un po' più ascolto alla saggezza dei vecchietti, documentandosi bene su quello che si può fare e ciò che non si deve assolutamente fare.

Per tutti gli amici che abitano in zona Lazio, vi rammento ancora che dal 12 al 14 ottobre a Bassiano (LT) ci sarà una delle più belle gare dell'anno dove tutti gli "sportivi" dinamici si cimenteranno nella finale di stagione... potete tranquillamente venire a vedere cosa vuol dire maneggiare le armi in maniera estrema ma in completa sicurezza... con un pizzico di fantasia si potranno visualizzare scenari simil-reali e pensare come potrebbero essere affrontati... in più sarà un occasione per stare in compagnia e scambiarsi le solite battute su a chi ce l'ha più lungo.... :cero: :cero: :cero: :cero:

Stefano
http://www.interforzebrescia.it

Bravi si nasce, capaci di diventa...

duxino
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3270
Iscritto il: 22/12/2010, 15:51
Località: Prov. Napoli

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da duxino » 26/09/2012, 16:43

Caro Standard onore e piacere conoscere sia Te che Stefano. Ritornando in argomento, per le munizioni adatte alla difesa se ne è parlato a iosa, personalmente porto normalmente una .45 con munizioni da 200 gn Remington da 300 mt/s se ricordo bene o la .40 con munizioni da 155 gn, per cercare di avere un s.p più marcato. Nella nostra legislazione non esiste un reato di "sparo in aria" spari in luogo pubblico, procurato allarme sì. Se nel caso di una palese aggressione si presentasse l'occasione di sparare un colpo a scopo intimidatorio, semmai sparando in terra o comunque in condizioni di sicurezza, anche il più becere dei giudici non potrebbe accusarti di nulla.Questo in teoria e ragionando fra noi, poi all'atto pratico è tutta un'altra storia, sopratutto quando c'è qualcuno altro che dice la sua. Quante volte ed a quanti è capitato di passare da vittima ad aggressore. Per la serie: E' vero sono ubriaco, ma io a questo ho solo chiesto una moneta e lui mi ha spianato la pistola. Comunque ognuno è libero di esprimere le proprie opinioni, ci mancherebbe, per questo io rimango della mia solo munizioni letali. Ciao
....non chiedere per chi suona la campana, essa suona per Te.

Avatar utente
sceriffo
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5062
Iscritto il: 28/04/2012, 20:05

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da sceriffo » 26/09/2012, 17:19

Standard9 se e quando riuscirai ad organizzare un incontro ricreativo con gli amici menzionati, anche io visto il tuo sviscerato interesse per i tipi di munizioni e loro effetti terminali , ho qualcosa di interessante da dire e far "vedere"sul campo, fammi sapere. :october: :october:

Avatar utente
standard9
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 4553
Iscritto il: 11/01/2011, 7:48

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da standard9 » 26/09/2012, 18:52

stefanoiacomini ha scritto:Standard9, chiacchierando come stiamo facendo stiamo portando a riflettere tutti coloro che leggono queste righe, persone che spesso non conoscono come funzioni la macchina della Giustizia e il Codice Penale... è importante parlare di tecniche di difesa, quanto dei rischi annessi al loro utilizzo, per evitare di sentir dire: "mi è partito il colpo accidentalmente..." oppure "volevo solo sparare a scopo intimidatorio..." o altre scuse che al P.M. di turno poco importano.

Standard mi rivolgo a te perchè credo tu sia una persona molto coscienziosa e allo stesso tempo determinata, in ogni caso le mie considerazioni sono generiche ed estese a tutti.

La prudenza non deve essere vista come codardia, ma un concentrato di esperienze vissute da altri in prima persona, come faceva il mio primo e anziano Appuntato che aveva il compito di frenare i giovani ed irruenti ViceBrigadieri appena usciti dalla Scuola... quando si ascoltavano gli anziani dai capelli bianchi non si prendevano cazziate, quando si faceva di testa propria partivano immediatamente i siluri...! :bulli: :bulli: :bulli: :bulli:

Il diritto di vivere sonni tranquilli è una delle cose più sacrosante... il diritto di difendere casa propria pure... anche di poter girare per le nostre città senza vedere tutta le merdacce su due piedi che non si può far finta di non vedere... ma non possiamo rischiare di compromettere la nostra esistenza per una questione di principio e nell'erronea convinzione di poter risolvere tutto con una scazzottata o tirando fuori la pistola!

Come privati cittadini preoccupiamoci di evitare le rogne ma con l'occhio attento e allenato :angelo: :angelo: :angelo: comportiamoci da angioletti ma pensiamo da diavoletti; per i malfattori ci DEVONO pensare le Forze dell'Ordine... noi dobbiamo solo preoccuparci di stare lontani dalle rogne sia in campo professionale che privato!

L'unica cosa veramente seria da fare è mantenersi in forma fisicamente (cosa che purtroppo non riesco a fare perchè mi piace cucinare e mangiare...), mantenere la mente serena e tranquilla....infine allenarsi a fuoco periodicamente più che si può, meglio se in contesti come IDPA, T.D. senza velleità di classifica ma solo con la voglia di imparare a far bene oppure semplicemente alle lattine.

Come dominare la paura e tirar fuori l'istinto di sopravvivenza, non si impara in nessun corso estremo, certe cose s'imparano con gli anni e solo sulla strada ma a volte non basta... bisognerebbe dare un po' più ascolto alla saggezza dei vecchietti, documentandosi bene su quello che si può fare e ciò che non si deve assolutamente fare.

Per tutti gli amici che abitano in zona Lazio, vi rammento ancora che dal 12 al 14 ottobre a Bassiano (LT) ci sarà una delle più belle gare dell'anno dove tutti gli "sportivi" dinamici si cimenteranno nella finale di stagione... potete tranquillamente venire a vedere cosa vuol dire maneggiare le armi in maniera estremaesse ma in completa sicurezza... con un pizzico di fantasia si potranno visualizzare scenari simil-reali e pensare come potrebbero re affrontati... in più sarà un occasione per stare in compagnia e scambiarsi le solite battute su a chi ce l'ha più lungo.... :cero: :cero: :cero: :cero:

Stefano
Cambiando argomento e commentando il tiro alternativo disponibile sulla 'piazza' c'è da aggiungere che per chi non ha velleità di classifica e vuole usare una pistola per il piacere che si prova a maneggiarla e a conseguire una certa familiarità
ottenendo risultati soddisfacenti,esistono degli esercizi standard sia su cartacei che sui ferri e, personalmente per un tiro ludico sportivo con armi per difesa consiglierei solo i bersagli cartacei,in particolare i mini(30cmx40) entro 15 metri max di distanza.
Per quanto riguarda l'agonismo invece,sono dell'avviso che dopo un pò tutto diviene in funzione del podio e il piacere del tiro diviene in relazione solo della vittoria.Tra l'altro gli sport che prevedono un giudizio di un arbitro(penalità e quant'altro) sono molto criticabili per ciò che riguarda il risultato.Gli sport con esercizi standard è vero che sono monotoni (vedi il tiro olimpico) ma più si adattano a riconoscere il vero merito del partecipante. Gli sport invece che cambiano sempre stage,sono dinamici soprattutto per il divertimento e l'assenza della monotonia ma soggetti a tanti fattori che fanno conseguire un risultato.E poi una cosa che non sopporto di questi sport d'oltreoceano è il non poter ripeter durante una gara una prova per un malfunziomanto dell'arma non dovuto al tiratore.Negli sport olimpici invece questo è previsto.So anche le ragioni perchè non si può ripetere uno stage di dinamico o IDPA(il tiratore sarebbe poi avvantaggiato perchè già l'ha provato visto che gli stage sono tutti dissimili l'uno dall'altro; ma manco mi pare giusto!Facessero uno sport dinamico(il vecchio tiro pratico quando è nato era fondato soprattutto su prove standard) con esercizi standard ripetibili in caso di malfunzionamento della pistola e credo che per qualcuno le cose andrebbero in modo migliore). Ma qui mi sa che incomincio inconsapevolmente a indossare le vesti di un provocatore e farmi dei nemici,anche perchè ormai si può dire che in questi vent'anni qui da noi si è costituito quasi un partito di tds-IDPA e si ascoltano solo le direttive non casalinghe: di nostro non c'è nulla(è la stessa situazione politica che abbiamo in europa anche se bene o male abbiamo Draghi che ci spalleggia:Ci vorrebbe un Draghi anche nel tiro dinamico! Bah non voglio indossare le vesti del detrattore e quindi mi fermo qui.

Avatar utente
wardog
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5732
Iscritto il: 21/12/2010, 16:29

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da wardog » 26/09/2012, 19:43

In Italia per i civili le munizioni fanno una sola cosa. Bucano.

Quindi parlare di stopping power non ha senso. Casomai di penetrazione. Per anni ho portato della magsafe casarecce (quando si poteva), che in una prova empirica si sono dimostrate efficacissime.

Ora visto che per UN ECCESSO di munizioni in un arma non e' mai morto nessuno, mentre per il contrario spesso si, quando devo andare per luoghi perigliosi, uso una g17 o una pps e due-tre caricatori di scorta.

L'idea base delle mie zone, e' che se succede casino serio, di solito sei piu' solo di un rabbino a Tikrit il sabato, e di solito sei pure piu' lontano da anime conosciute di un predicatore all'inferno.

Quindi i concetti di volume di fuoco, contano assai..se ce la fai a tirae fuori qualcosa.. il primo caricatore sventagliato ti serve a correre all'indietro bestemmiando verso un riparo.

Idem per le rapine negli esercizi commerciali, i recenti fatti di cronaca insegnano...

Non parliamo poi dei furgoni portavalori..

Devo dire poi che benche' nel 99 percento dei casi non serva a un cacchio, nell'1 percento rimanente, un laser crimson trace ha la capacita' di risolvere la giornata..

Stay frosty...
COST QUEL CHE COST, IL PIU' FIGO L'E' CHRIS COST...

Bigstone
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 267
Iscritto il: 30/05/2012, 20:53

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da Bigstone » 26/09/2012, 20:19

Intervengo solo per far notare che non necessariamente una munizione DEVE deformarsi per cedere TUTTA la sua energia: basta che non overpenetri, ovvero che non fuoriesca.

Questo può BENISSIMO succedere con una NORMALISSIMA FMJ caricata alla potenza giusta; viceversa, si può utilizzare una palla che sia sì monolitica, ma NON indeformabile (non mi risulta essere vietato l' uso del Piombo nudo, più o meno legato) o in alternativa esistono le THV.

Fine del contributo, saluti.

gunwriter
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 623
Iscritto il: 02/02/2012, 14:02

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da gunwriter » 26/09/2012, 21:12

Alcune modeste (obbligatoriamente teoriche) considerazioni su quest'interessante Thread, buttate da me in modo un po' caotico qua e là.

In primis credo che l'allenamento personale a situazioni critiche debba essere "parallelo" e non prima una cosa e dopo un'altra per prepararci ad affrontarle e per preparare, come dice Jacques, il cervello ad affrontarle. Ovvero, per fare un esempio: se devo affrontare un burrasca in barca a vela (vento forza 8 sul mare) occorrerà in primis apprendere le tecniche di navigazione con cattivo tempo, meteorologia ecc. ecc. e poi provare gradatamente, mettendoci alla prova prima in uno specchio di mare non molto esposto con vento forza 5 (vento fresco) poi forza 6 (vento teso), e poi 7 (burrasca lieve o burraschetta). E poi, in base a una nostra valutazione oggettiva, giudicare se saremo in grado di affrontare forze di vento (e conseguentemente del mare) avverse superiori come un forza 8 (burrasca), senza farci prendere dal panico... (Ho fatto quest'esempio che può essere in parte errato, ma anche le burrasche come i conflitti o le aggressioni non sono mai proprio uguali l'una all'altra).

Per il resto credo che affidarsi ad un calibro o a una munizione a salve o meno quasi fossero un talismano, sia errato. E comunque nel caso dovessi andare a teatro in luogo pericoloso andrei e tornerei in taxi. perciò nel caso illustrato da Wardog, mi comporterei come Jacques, e se la situazione dovesse precipitare uno spray al capsicum per assicurarmi la fuga e poi ev.chiamare il 112 o il 113 potrebbe essere meglio (anche dal punto di vista giudiziario) perché l'aggressore anche orientale sa che non si esiterà con quello mentre con un'arma potrà davvero dire spara, cazzo, spara! E posso credere che nessuno lo farà in quella situazione proprio come ha detto Wardog, di cui pur condividendo la differenziazione tra insegnanti capaci e operativi capaci faccio presente che esistono sempre le eccezioni, che racchiudono entrambe le capacità, non sono molte ma esistono, ed esistono in tutti i campi.
:october:
Ultima modifica di gunwriter il 27/09/2012, 0:35, modificato 4 volte in totale.
Ci vuole coraggio per fingere di avere paura/ Sun Zu- L'arte della Guerra.


Immagine

Gisto

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da Gisto » 26/09/2012, 21:13

Bigstone ha scritto: Fine del contributo, saluti.
ImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
Maske
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2012
Iscritto il: 23/12/2010, 14:31

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da Maske » 26/09/2012, 21:44

gunwriter ha scritto:Alcune modeste (obbligatoriamente teoriche) considerazioni su quest'interessante Thread, buttate da me in modo un po' caotico qua e là.

In primis credo che l'allenamento personale a situazioni critiche debba essere "parallelo" e non prima una cosa e dopo un'altra per prepararci ad affrontarle e per preparare, come dice Jaques, il cervello ad affrontarle. Ovvero, per fare un esempio: se devo affrontare un burrasca in barca a vela (vento forza 8 sul mare) occorrerà in primis apprendere le tecniche di navigazione con cattivo tempo, meteorologia ecc. ecc. e poi provare gradatamente, mettendoci alla prova prima in uno specchio di mare non molto esposto con vento forza 5 (vento fresco) poi forza 6 (vento teso), e poi 7 (burrasca lieve o burraschetta). E poi, in base a una nostra valutazione oggettiva, giudicare se saremmo in grado di affrontare forze di vento (e conseguentemente del mare) avverse superiori come un forza 8 (burrasca), senza farci prendere dal panico... (Ho fatto quest'esempio che può essere in parte errato, ma anche le burrasche come i conflitti o le aggressioni non sono mai proprio uguali l'una all'altra).

Per il resto credo che affidarsi ad un calibro o a una munizione a salve o meno quasi fossero un talismano, sia errato. E comunque nel caso dovessi andare a teatro in luogo pericoloso andrei e tornerei in taxi. perciò nel caso illustrato da Wardog, mi comporterei come Jacques, e se la situazione dovesse precipitare uno spray al capsicum per assicurarmi la fuga e poi ev.chiamare il 112 o il 113 potrebbe essere meglio (anche dal punto di vista giudiziario) perché l'aggressore anche orientale osa che non si esiterà con quello mentre con un'arma potrà davvero dire spara, cazzo, spara! E posso credere che nessuno lo farà in quella situazione proprio come ha detto Wardog, di cui pur condividendo la differenziazione tra insegnanti capaci e o operativi capaci faccio presente che esistono sempre le eccezioni, che racchiudono entrambe le capacità, non sono molte ma esistono, ed esistono in tutti i campi.
:october:
Guarda che il tuo paragone con le burrasche invece lo trovo molto azzeccato...come le aggressioni possono arrivare improvvise oppure coglierti inevitabilmente in alto mare...sai che stanno per arrivare ma non puoi scappare da nessuna parte...allo stesso modo in altri casi il buonsenso ti dice di dare retta al bollettino ed evitare di partire come, tornando a alla questione "difesa", l'occhio allenato sa riconoscere una situazione pericolosa oppure se deve muoversi pianifica in maniera di evitare zone a rischio. Farsi sorprendere quando è possibile evitarlo è un errore grave...la migliore difesa è evitare i guai quando possibile ;)
Ottenere cento vittorie su cento battaglie non è il massimo dell’abilità: vincere il nemico senza bisogno di combattere,
quello è il trionfo massimo

gunwriter
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 623
Iscritto il: 02/02/2012, 14:02

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da gunwriter » 26/09/2012, 22:16

Caro Maske, sono daccordissimo con te, anche con i tuoi precedenti interventi. :october:
Ci vuole coraggio per fingere di avere paura/ Sun Zu- L'arte della Guerra.


Immagine

Avatar utente
Maske
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2012
Iscritto il: 23/12/2010, 14:31

Re: NON C'E NIENTE DI SERIO CREDETE...

Messaggio da Maske » 26/09/2012, 22:28

:bacio:
Ottenere cento vittorie su cento battaglie non è il massimo dell’abilità: vincere il nemico senza bisogno di combattere,
quello è il trionfo massimo

Rispondi