Il carro dei vincitori

pistole, fucili, carabine, Ex ordinanza, collezione
Avatar utente
massimoarmeria
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 458
Iscritto il: 23/12/2010, 17:26

Il carro dei vincitori

Messaggio da massimoarmeria » 08/02/2011, 11:03

Parliamoci chiaro, il ridimensionamento del decreto sulle armi è stato soprattutto possibile grazie all'aiuto di alcune organizzazioni e soprattutto alla mobilitazione di tutti noi appassionati .

Adesso però viene il bello ! L'articolo che si occupa del 9 parabellum è chiaramente vessatorio e visivamente anticostituzionale. Le aziende produttrici hanno una diversità giuridica non indifferente rispetto al comune cittadino, il che la dice lunga sul pensiero monopolistico di alcuni nostri legislatori e non solo...

Ora tutti noi ci aspettiamo una levata di scudi da quelle stesse associazioni che hanno cantato vittoria, attribuendosi allori e meriti.

Ricorso alla Corte Europea? Perchè no? Ma non venitemi a dire che ci vogliono i soldi per l'avvocato...Forse tutti dovrebbero rendersi conto che la catalogazione del 9 para, porterebbe dei benefici al settore non certo indifferenti.

Primo fra tutti la scomparsa del Catalogo Nazionale, poi la caduta del regime oligarchico di alcuni importatori e produttori ma soprattutto rivitalizzerebbe il mercato, vista la tendenza naturale della maggior parte degli utenti a migrare dal 9x21 al 9x19, ovviamente questo determinerebbe un calo dei prezzi anche del 9 IMI, ma una parte di utenza continuerebbe a comperarlo (vedi Guardie Giurate) propio in virtu' di questo calo.

Il dado è tratto dunque, ora dobbiamo soltanto restare alla finestra e vedere come si comporteranno tutte quelle associazioni che tanto hanno cantato vittoria in sede di decreto. Perchè facile è gridare al Lupo al Lupo,difficile è cacciarlo...

Un Max Calciatore, ops ! pardon, Cacciatore.

Blackbullet
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 10746
Iscritto il: 21/12/2010, 23:02

Re: Il carro dei vincitori

Messaggio da Blackbullet » 08/02/2011, 11:06

io sono disponibile a versare una quota delle spese legali. fare danni al lobbista per me non ha prezzo

tassiamoci e procediamo.

:felice: :sigaro:
Glock G19 Smith Wesson 60 .
Immagine
~ IO NON COMPRO ITALIANO ~ CHI COMPRA ITALIANO DANNEGGIA ANCHE TE DIGLI DI SMETTERE ~

Avatar utente
comsubin
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1214
Iscritto il: 21/12/2010, 16:51
Località: Provincia SP

Re: Il carro dei vincitori

Messaggio da comsubin » 08/02/2011, 11:13

secondo me sarebbe già tanto che le cose non peggiorassero... gli articoli del nuovo decreto che potrebbero essere interpretati "ad libitum" sono molti e tenendo conto degli scienziati con cui abbiamo a che fare stiamo freschi... .dubbio:
comunque personalmente quella del 9x19 "o para" che dir si voglia è l'ultima cosa che mi preoccupa... meglio non svegliare il can che dorme, magari si rendono conto che il 9x21 può essere più performante e vietano l'uso anche di quello... :pianto:
piuttosto ci sarà da stare in guardia sulla circolare che emanerà il ministero della salute riguardo alle certificazioni psicofisiche... :mazza:
e fluctibus irruit in hostem
in tenebris attendimus

Avatar utente
massimoarmeria
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 458
Iscritto il: 23/12/2010, 17:26

Re: Il carro dei vincitori

Messaggio da massimoarmeria » 08/02/2011, 11:26

comsubin ha scritto:secondo me sarebbe già tanto che le cose non peggiorassero... gli articoli del nuovo decreto che potrebbero essere interpretati "ad libitum" sono molti e tenendo conto degli scienziati con cui abbiamo a che fare stiamo freschi... .dubbio:
comunque personalmente quella del 9x19 "o para" che dir si voglia è l'ultima cosa che mi preoccupa... meglio non svegliare il can che dorme, magari si rendono conto che il 9x21 può essere più performante e vietano l'uso anche di quello... :pianto:
piuttosto ci sarà da stare in guardia sulla circolare che emanerà il ministero della salute riguardo alle certificazioni psicofisiche... :mazza:
Caro mi spiace ma non sono d'accordo.

Io mi sento cittadino non suddito e per me le armi non sono una concessione, ma un diritto di tutti i cittadini liberi ed onesti !

Un max dissidente.

Avatar utente
DIOMEDE
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2629
Iscritto il: 23/12/2010, 13:14

Re: Il carro dei vincitori

Messaggio da DIOMEDE » 08/02/2011, 11:46

Non sono un esperto di diritto, ma evitiamo di dire sciocchezze. Il possesso di armi da fuoco è una concessione governativa, alla stregua della patente di guida degli autoveicoli o della licenza di pesca. Non è il diritto di voto, ad esempio, che hanno tutti indistintamente. :giudice:

Avatar utente
comsubin
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1214
Iscritto il: 21/12/2010, 16:51
Località: Provincia SP

Re: Il carro dei vincitori

Messaggio da comsubin » 08/02/2011, 11:51

DIOMEDE ha scritto:Non sono un esperto di diritto, ma evitiamo di dire sciocchezze. Il possesso di armi da fuoco è una concessione governativa, alla stregua della patente di guida degli autoveicoli o della licenza di pesca. Non è il diritto di voto, ad esempio, che hanno tutti indistintamente. :giudice:
concordo... sfortunatamente sulla nostra carta costituzionale non abbiamo dalla nostra il secondo emendamento come in america... :pianto:
e fluctibus irruit in hostem
in tenebris attendimus

Avatar utente
ranghe
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 271
Iscritto il: 22/12/2010, 20:04

Re: Il carro dei vincitori

Messaggio da ranghe » 08/02/2011, 11:52

s',ma il diritto di difendersi? quello viene prima della costituzione,leggi, cazzi e mazzi vari,in quanto essere umano,prima penso alla pelle e senza armi come faccio? di qui,siccome difendersi è un diritto,non possono limitarlo con leggi che limitano le armi!

Avatar utente
massimoarmeria
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 458
Iscritto il: 23/12/2010, 17:26

Re: Il carro dei vincitori

Messaggio da massimoarmeria » 08/02/2011, 11:57

DIOMEDE ha scritto:Non sono un esperto di diritto, ma evitiamo di dire sciocchezze. Il possesso di armi da fuoco è una concessione governativa, alla stregua della patente di guida degli autoveicoli o della licenza di pesca. Non è il diritto di voto, ad esempio, che hanno tutti indistintamente. :giudice:
Sciocco è il pensiero di considerare un diritto una concessione...

Avatar utente
agnilie
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2540
Iscritto il: 22/12/2010, 20:45
Località: Trieste-Moricone(RM)-Pontelandolfo(BN)

Re: Il carro dei vincitori

Messaggio da agnilie » 08/02/2011, 12:04

Io ci stò! Se si deve intervenire presso la Comunità Europea contate pure sul mio apporto incondizionato!
Magari non cambierò mai la mia 9x21 ma mi scoccia che qualcuno mi vieti qualcosa che agli altri è permesso!

agnilie
Immagine 2050 Post(s)
"Nec Recisa Recedit"

Avatar utente
comsubin
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1214
Iscritto il: 21/12/2010, 16:51
Località: Provincia SP

Re: Il carro dei vincitori

Messaggio da comsubin » 08/02/2011, 12:05

massimoarmeria ha scritto:
comsubin ha scritto:secondo me sarebbe già tanto che le cose non peggiorassero... gli articoli del nuovo decreto che potrebbero essere interpretati "ad libitum" sono molti e tenendo conto degli scienziati con cui abbiamo a che fare stiamo freschi... .dubbio:
comunque personalmente quella del 9x19 "o para" che dir si voglia è l'ultima cosa che mi preoccupa... meglio non svegliare il can che dorme, magari si rendono conto che il 9x21 può essere più performante e vietano l'uso anche di quello... :pianto:
piuttosto ci sarà da stare in guardia sulla circolare che emanerà il ministero della salute riguardo alle certificazioni psicofisiche... :mazza:
Caro mi spiace ma non sono d'accordo.

Io mi sento cittadino non suddito e per me le armi non sono una concessione, ma un diritto di tutti i cittadini liberi ed onesti !

Un max dissidente.
sono d'accordo con te sul fatto di sentirsi cittadini e non sudditi... e su questo prima che per le armi bisognerebbe alzare gli scudi su ben altro... :mazza: ma la vedo dura... :cazz:
comunque hai scritto "le armi"(al plurale...) sono un diritto e come già espresso sopra non è scritto da nessuna parte...
comunque bene o male le possiamo detenere ed usare... ora che ci sia tutta questa enfasi per il 9 para quando abbiamo rischiato di non poter neppure più ricaricare... mi pare eccessivo... :ocho:
ok d'accordo sul fatto che porterebbe dei benefici al settore ma... se ad esempio avessero vietato la ricarica penso che il danno al settore sarebbe stato tosto... figuriamo poi se venissero fuori novità sui rilasci delle licenze di porto d'armi... :morto:
e fluctibus irruit in hostem
in tenebris attendimus

Avatar utente
DIOMEDE
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2629
Iscritto il: 23/12/2010, 13:14

Re: Il carro dei vincitori

Messaggio da DIOMEDE » 08/02/2011, 12:05

ranghe ha scritto:s',ma il diritto di difendersi? quello viene prima della costituzione,leggi, cazzi e mazzi vari,in quanto essere umano,prima penso alla pelle e senza armi come faccio? di qui,siccome difendersi è un diritto,non possono limitarlo con leggi che limitano le armi!
La difesa deve essere commisurata alla offesa. Puoi usare armi da fuoco, per difenderti, soltanto difronte ad aggressori armati. Difendersi è un diritto, giusto, ma se permetto a tutti di esercitarlo lasciando il libero uso di armi da fuoco arriveremmo in breve al far-west e paradossalmente nessuno sarebbe più al sicuro. Ma quando scrivete, avete i centri corticali superiori collegati???

Blackbullet
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 10746
Iscritto il: 21/12/2010, 23:02

Re: Il carro dei vincitori

Messaggio da Blackbullet » 08/02/2011, 12:07

:banana90:

Italian mode on
Glock G19 Smith Wesson 60 .
Immagine
~ IO NON COMPRO ITALIANO ~ CHI COMPRA ITALIANO DANNEGGIA ANCHE TE DIGLI DI SMETTERE ~

Avatar utente
comsubin
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1214
Iscritto il: 21/12/2010, 16:51
Località: Provincia SP

Re: Il carro dei vincitori

Messaggio da comsubin » 08/02/2011, 12:10

ranghe ha scritto:s',ma il diritto di difendersi? quello viene prima della costituzione,leggi, cazzi e mazzi vari,in quanto essere umano,prima penso alla pelle e senza armi come faccio? di qui,siccome difendersi è un diritto,non possono limitarlo con leggi che limitano le armi!
ao ma proprio con il 9 para bisogna difendersi? ma sù... con tutti i calibri che ci sono... :mitra:
e fluctibus irruit in hostem
in tenebris attendimus

Avatar utente
massimoarmeria
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 458
Iscritto il: 23/12/2010, 17:26

Re: Il carro dei vincitori

Messaggio da massimoarmeria » 08/02/2011, 12:14

comsubin ha scritto:
massimoarmeria ha scritto:
comsubin ha scritto:secondo me sarebbe già tanto che le cose non peggiorassero... gli articoli del nuovo decreto che potrebbero essere interpretati "ad libitum" sono molti e tenendo conto degli scienziati con cui abbiamo a che fare stiamo freschi... .dubbio:
comunque personalmente quella del 9x19 "o para" che dir si voglia è l'ultima cosa che mi preoccupa... meglio non svegliare il can che dorme, magari si rendono conto che il 9x21 può essere più performante e vietano l'uso anche di quello... :pianto:
piuttosto ci sarà da stare in guardia sulla circolare che emanerà il ministero della salute riguardo alle certificazioni psicofisiche... :mazza:
Caro mi spiace ma non sono d'accordo.

Io mi sento cittadino non suddito e per me le armi non sono una concessione, ma un diritto di tutti i cittadini liberi ed onesti !

Un max dissidente.
sono d'accordo con te sul fatto di sentirsi cittadini e non sudditi... e su questo prima che per le armi bisognerebbe alzare gli scudi su ben altro... :mazza: ma la vedo dura... :cazz:
comunque hai scritto "le armi"(al plurale...) sono un diritto e come già espresso sopra non è scritto da nessuna parte...
comunque bene o male le possiamo detenere ed usare... ora che ci sia tutta questa enfasi per il 9 para quando abbiamo rischiato di non poter neppure più ricaricare... mi pare eccessivo... :ocho:
ok d'accordo sul fatto che porterebbe dei benefici al settore ma... se ad esempio avessero vietato la ricarica penso che il danno al settore sarebbe stato tosto... figuriamo poi se venissero fuori novità sui rilasci delle licenze di porto d'armi... :morto:[/quo


Caro Comsubin, rispetto il tuo parere ma non lo condivido.

Uno stato moderno non concede, ma perchè dobbiamo vivere con al speranza di contentarci? Ovvero mettersi sempre in condizione di appecoronarci a certi loro punti di vista?
Mi ricordo un'anedotto, quando volevo catalogare il Sig. 552

"Caro Max" disse il solerte funzionario ministeriale, "lei non conosce le potenzialità di quest'arma..." Con un simile oggetto si potrebbe tranquillamente assaltare un furgone blindato" !

Vogliamo davvero dare la possibilità a questi individui di decidere sulle nostre passioni?

P.S. per la cronaca, la carabina fu poi ripresentata da altra ditta (mooolto piu' importante) e regolarmente catalogata....ahahahahahah!!!!
Ultima modifica di massimoarmeria il 08/02/2011, 12:24, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
DIOMEDE
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2629
Iscritto il: 23/12/2010, 13:14

Re: Il carro dei vincitori

Messaggio da DIOMEDE » 08/02/2011, 12:19

massimoarmeria ha scritto:
DIOMEDE ha scritto:Non sono un esperto di diritto, ma evitiamo di dire sciocchezze. Il possesso di armi da fuoco è una concessione governativa, alla stregua della patente di guida degli autoveicoli o della licenza di pesca. Non è il diritto di voto, ad esempio, che hanno tutti indistintamente. :giudice:
Sciocco è il pensiero di considerare un diritto una concessione...
Sciocco, se non lo sai, deriva da Asino. il mio, pertanto, sarebbe il pensiero di un asino. Essendo un asino educato, non mi abbasserò a polemizzare. Lascio agli altri giudicare le castronate che qualcuno scrive.
Per me lo Stato viene prima del singolo cittadino, e lo Stato ha il diritto di regolamentare, con leggi più o meno ferree, il possesso di armi da fuoco da parte dei propri cittadini. Per la sicurezza di tutti, per evitare ad esempio che le riunioni di condominio si risolvano a pistolettate.

aim
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5743
Iscritto il: 23/12/2010, 16:16

Re: Il carro dei vincitori

Messaggio da aim » 08/02/2011, 12:30

Caro Max,

la mia e' una voce discorde anche rispetto a quella di altri amici comuni, in breve ritengo che:

1- la differenziazione del regime sul 9PB sia giuridicamnte inattaccabile per il semplice motivo che il regime giuridico delle imprese e' gia' diverso da quello dei privati per una moltitudine di fattori;

2- tutti oggi sono contro il catalogo e ne vogliono l'abolizione, io invece ricordo che oggi senza il tanto vituperato catalogo saremmo alla 98 in 7,65 PB, la 1911 in 9 steyr e l'M16 in 222, certo il catalogo rappresenta maggiori costi, perdita di tempo e sopratutto oggi non tutela piu' la chiarezza catalogando a volte in modo assurdo, ma attenzione perche' togliere il catalogo senza cambiare l'impianto della 110 sara' MOLTO pericoloso perche' cio' che e' stato catalogato rimarra' comunque "comune" ma tutte le nuove importazioni saranno di incerta definizione e nulla vietera' che, dopo rituale denuncia del possessore, siano i giudici a doverlo decidere di volta in volta;

3- il maledetto concetto di "concessione" e' ormai fortunatamente storia del diritto amministrativo, oggi abbiamo dei diritti, ricordiamoci pero' che il nostro diritto di avere armi deve rispettare anche i diritti altrui alla sicurezza e tranquillita' , quindi tentare di "assolutizzare" il diritto a possedere armi e' IMHO del tutto infondato.


Questa la mia visione aridamente tecnica.

Ciao
aim

Avatar utente
DoubleTap
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2220
Iscritto il: 21/12/2010, 15:48

Re: Il carro dei vincitori

Messaggio da DoubleTap » 08/02/2011, 13:10

vista la ormai totale diffusione in italia del 9x21, sarei per far convivere entrambi i calibri anche per motivi logistici.
Chi come me è tiratore di tds non passerebbe da oggi al domani dal 9x21 al 9x19, non me ne potrebbe fregare dimeno.
Però la liberalizzazione del 9para porterebbe un insieme di vantaggi al settore..cosa che al momento con questo decreto ha portato solo alle aziende produttrici di armi!
a)sarebbe ottimo per i collezionisti di armi in 9Luger senza lo scempio dell'alesaggio della canna a 9x21;
b) potremmo vedere qualche competizione internazionale di tiro (IPSC,IDPA) sul nostro territorio (che sarebbe la cosa più importante da un punto di vista di promozione sportiva!);
c)si potrebbe modificare la 110/75 definendo che le armi da guerra SONO SOLO quelle che sparano a raffica (la cosa più intelligente da scrivere e che nessuno ha il coraggio di fare..)
Solo la FISAT potrebeb sviluppare un'azione in questo senso.
Io credo che ormai dopo la sentenza Lo Curto e le prove effettuate NON ESISTE più una sola ragione tecnica per poter giustificare il concetto di maggiore lesività di questo calibro da pistola..a parte le pippe mentali che si può fare qualcuno che si professa esperto della materia ma che invece non sa neanche la differenza tra una semiauto e un revolver.

Avatar utente
Rocchetta
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5175
Iscritto il: 27/12/2010, 23:28

Re: Il carro dei vincitori

Messaggio da Rocchetta » 08/02/2011, 13:25

DIOMEDE ha scritto:Non sono un esperto di diritto, ma evitiamo di dire sciocchezze. Il possesso di armi da fuoco è una concessione governativa, alla stregua della patente di guida degli autoveicoli o della licenza di pesca. Non è il diritto di voto, ad esempio, che hanno tutti indistintamente. :giudice:
Una concessione governativa nasce da una legge.

Il diritto di ognuno, se lo vuole ed e' sano di mente, di essere armati e' un diritto naturale.

Evitiamo di confondere il diritto naturale con quello che concede la legge, altrimenti potrebbe diventare oggetto di concessione (e sottoposto a licenza) anche il semplice respirare.

Il diritto di voto e' semplicemente la RATIFICA da parte della legge del diritto naturale di ognuno ad eleggere propri rappresentanti alla guida del paese. Basta che l'Italia ridiventi una Monarchia assoluta e tale diritto viene abrogato.
Un cittadino disarmato è solo uno che paga le tasse

Avatar utente
Rocchetta
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5175
Iscritto il: 27/12/2010, 23:28

Re: Il carro dei vincitori

Messaggio da Rocchetta » 08/02/2011, 13:33

DIOMEDE ha scritto: La difesa deve essere commisurata alla offesa. Puoi usare armi da fuoco, per difenderti, soltanto difronte ad aggressori armati.
Stronzata megagalattica.

Il principio di proporzionalitá non deriva dal fatto che l'aggressore/ri siano armati o meno, quanto dalla loro capacitá e dalle manifesta intenzione di mettere in pericolo la vita dell'aggredito.

Ponendo il caso limite di tre aggressori DISARMATI ma di notevole stazza fisica e di proporzionale forza che aggrediscano una donna pesante 60 kg. e nemmeno in buona forza fisica, se questi manifestano l'intenzione di aggredirla e' del tutto legittimo che la donna se armata possa fare fuoco.

Se l'aggressore e' dotato di cacciavite, e' in grado di mettere in pericolo la vita dell'aggredito: gli posso sparare.

Cosa succederebbe se chi viene aggredito potesse avere un'arma da fuoco e reagire ADEGUATAMENTE (quindi con leggi chiare e relativa pratica sull'uso delle armi)?

Che molte aggressioni non vedrebbero i funerali delle vittime. Che gli aggressori ci penserebbero 4 volte prima di aggredire, stuprare, uccidere, causare gravi lesioni a cittadini obbedienti alle leggi.

An armed society is an educated society.

La difesa personale non e' e non DEVE essere monopolio delle forze dell'Ordine, perché se cosi fosse significa che il diritto UNIVERSALE dell'Uomo a difendere la propria vita non esiste piú.
Un cittadino disarmato è solo uno che paga le tasse

Avatar utente
Rocchetta
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5175
Iscritto il: 27/12/2010, 23:28

Re: Il carro dei vincitori

Messaggio da Rocchetta » 08/02/2011, 13:38

aim ha scritto:Caro Max,

la mia e' una voce discorde anche rispetto a quella di altri amici comuni, in breve ritengo che:

1- la differenziazione del regime sul 9PB sia giuridicamnte inattaccabile per il semplice motivo che il regime giuridico delle imprese e' gia' diverso da quello dei privati per una moltitudine di fattori;

aim
E' tutt'altro che inattaccabile: la legge 110 non fa distinzione quando un'arma (e relativo munizionamento) e' comune per i cittadini o comune per una impresa dotata di licenza di fabbricazione.

O un'arma e' comune, ed allora lo e' per TUTTI, od un'arma e' da guerra (o tipo guerra...) ed allora se un individuo/impresa vuole fabbricare/possedere/commerciare la seconda tipologia si munisce di adeguata licenza.

Stessa cosa per il calibro.
Un cittadino disarmato è solo uno che paga le tasse

Rispondi