Fire forming

polveri, dosi, dubbi
Rispondi
oizirbaf
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 13838
Iscritto il: 21/12/2010, 13:26
Località: Gallia cisalpina

Fire forming

Messaggio da oizirbaf » 14/05/2014, 21:22

Mi ritrovo per una serie di ragioni tira e molla a ritornare dopo un giro lungo 4 anni con la famosa .240 Weath Mag. a rimontare la vecchia canna Boeler che non era a "camera cannata" bensì elaborata dal vecchio proprietario appositamente con modifica di spalla tipo 6 mm Ackley improved.
Devo formare a fuoco dei bossoli nuovi per plasmare la nuova spalla alla nuova camera. Non ho problemi di head space trattandosi di un belted.
Conosco la tecnica della polvere vivace, semolino, tappo in carta igienica o sapone... Quello che proprio non so è "quanta" (poca) polvere vivace dovrei usare con questa tecnica e con un calibro di questa cilindrata che si aggira intorno alla capacità di un 30.06.
Qualcuno ha esperienza pratica della faccenduola? Non sceglierei il sistema della carica minima con palla da quattrosoldi perché mi risulterebbe difficile per diversi motivi "spazio temporali" sparacchiarle al poligono.
Quindi mi interesserebbe sapere Quantità (pochezza :rido:) di viva polve e Tipo.
Grazie
Immagine
Oizirbaf
Rem tene, verba sequentur.

Avatar utente
abc
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 743
Iscritto il: 18/05/2013, 21:35
Località: Finale Emilia

Re: Fire forming

Messaggio da abc » 14/05/2014, 22:14

Fai alcune prove, la dose giusta sara' quella che non ti scoppiera' in faccia. :fischio: :ciglia: :prrrr: Ciao :october:
C'era una volta Sergiuccio!

paolo51
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 31
Iscritto il: 10/01/2011, 10:12

Re: Fire forming

Messaggio da paolo51 » 14/05/2014, 22:36

io in genere uso una decina di grani di N310 con buoni risultati.
Paolo

Avatar utente
hunter1951
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 6038
Iscritto il: 21/12/2010, 12:40

Re: Fire forming

Messaggio da hunter1951 » 15/05/2014, 10:55

Terrei come base di partenza i dieci grani di polvere ( Qualsiasi purchè vivace ) Secondo me sono pochi per un corretto fire forming di quel calibro, ma è sempre meglio fare per gradi. Se non hai polvere vivace in casa te ne cedo un po della mia. Ciao !

oizirbaf
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 13838
Iscritto il: 21/12/2010, 13:26
Località: Gallia cisalpina

Re: Fire forming

Messaggio da oizirbaf » 15/05/2014, 11:00

paolo51 ha scritto:io in genere uso una decina di grani di N310 con buoni risultati.
Paolo
Deduco con il metodo del semolino/carta igienica etc...
Grazie.

@ abc: azz! Non scherzarci troppo chè quella carabina "lì" è una grande baldracca (pelanda, sguangia, peripatetica, troia, prostituta, meretrice...) Ci ha fatti innamorare, soffrire e...piangere! P
"POCCA e BOTTANA MAGARI!" (direbbero Alfio ed Undertaker! :rido: )
Oizirbaf
Rem tene, verba sequentur.

oizirbaf
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 13838
Iscritto il: 21/12/2010, 13:26
Località: Gallia cisalpina

Re: Fire forming

Messaggio da oizirbaf » 15/05/2014, 11:05

hunter1951 ha scritto:Terrei come base di partenza i dieci grani di polvere ( Qualsiasi purchè vivace ) Secondo me sono pochi per un corretto fire forming di quel calibro, ma è sempre meglio fare per gradi. Se non hai polvere vivace in casa te ne cedo un po della mia. Ciao !
Ho della WW231 che, però, impiegherei per fini balisticamente più...nobili.
Cavoli stavo scaricando un bel po' di cartucce vecchie a pallini SMI, Legia, e roba da piattello. è sempre polvere vivace ( :rido: )
Oizirbaf
Rem tene, verba sequentur.

Avatar utente
undertaker
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2644
Iscritto il: 28/05/2011, 17:31

Re: Fire forming

Messaggio da undertaker » 15/05/2014, 13:23

Fabrizio, credo A LUME DI NASO, che con carta, semolino e simili materiali, dalla massa/peso di minima entità, non si sviluppi il necessario intasamento per ottenere le pressioni necessarie al fire forming.
Se il tuo problema è quello che non puoi portare l'arma fuori per sparare cartucce con cariche ridotte, ma vere, puoi sempre sparare dentro (mi ricordo che il tuo piano interrato potrebbe andare bene!) caricando cartucce con un tronchetto di PVC di diametro adeguato, magari praticando un foro cieco (lato fondello) entro cui inserire un pò di piombo per ottenere un aumento di massa. Come bersaglio puoi usare uno spezzone di tubo di plastica (quello per idraulica) del diametro di mm.150 e della lunghezza di com 100/150, pieno di sabbia appena appena umida (per non creare effetti esplosivi idrodinamici). Il tubo sarebbe tappato con due dischi di lamierino o legno. Non credo, a meno che non miri STORTO (e storto di brutto!), che la palla fuoriesca dal "parapalle" artigianale, sulle pareti laterali.
QUELLO CHE MI DISPIACE DI PIU', E' SAPERE CHE DOPO LA MIA MORTE MIA MOGLIE VENDERA' LE MIE ARMI AL PREZZO CHE LE AVEVO DETTO DI AVERLE COMPRATE![color=#FF0000][/color]

oizirbaf
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 13838
Iscritto il: 21/12/2010, 13:26
Località: Gallia cisalpina

Re: Fire forming

Messaggio da oizirbaf » 15/05/2014, 15:04

Guarda che è una tecnica largamente praticata. Solo io non conosco le "dosi" di polveri vivaci:
http://www.youtube.com/watch?v=jiF6OoPiuvM
http://www.youtube.com/watch?v=cHsVv-7r_9I
http://www.tiropratico.com/Mario_Favaro ... orming.pdf
Credo, però che seguiremo una via alternativa perché abbiamo trovato il "reamer" originale .240 Weath.
Oizirbaf
Rem tene, verba sequentur.

paolo51
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 31
Iscritto il: 10/01/2011, 10:12

Re: Fire forming

Messaggio da paolo51 » 15/05/2014, 20:34

io sopra la decina di grani di N310, metto un pò di carta igenica ben pressata per separare la polvere dal semolino, che verso fino ad appena sotto la spalla e termino col riempire la patrte rimanente con quel boraggio di sughero paraffinato che si usava una volta per le cartucce a pallini e che comprimo per bene. Con questo sistema ho ricavato da bossoli commerciali cartucce per calibri obsoleti o introvabili.
Da tener presente che in caso di modifiche dimensionali consistenti è consigliabile prima del fireforming procedere all' "annealing" onde evitare stress ecessivi all'ottone.
Paolo

Avatar utente
giovannimerecano
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 8689
Iscritto il: 29/07/2011, 15:44
Località: Elba, Alabama, U.S.A.

Re: Fire forming

Messaggio da giovannimerecano » 16/05/2014, 18:36

Ma la carta igienica deve essere nuova o usata? :haha:

Comunque, scherzi a parte, io ho sempre saputo che ci voleva una palla per sviluppare abbastanza pressione da far adattare il bossolo ad una camera per la quale non era designato. Boh!
La Glock e' un'ottima pistola per quelli che non sanno usare una 1911

NEMO ME IMPUNE LACESSIT


SOCIO SOSTENITORE FISAT

Avatar utente
undertaker
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2644
Iscritto il: 28/05/2011, 17:31

Re: Fire forming

Messaggio da undertaker » 16/05/2014, 18:41

Giovanni, Giovanni, nella vita ci vuole sempre, per qualsiasi cosa, almeno UNA palla: poi, come dice una vecchissima pubblicità italiana TWO IS MEGLIO CHE ONE! :october: :october: :october:
QUELLO CHE MI DISPIACE DI PIU', E' SAPERE CHE DOPO LA MIA MORTE MIA MOGLIE VENDERA' LE MIE ARMI AL PREZZO CHE LE AVEVO DETTO DI AVERLE COMPRATE![color=#FF0000][/color]

Avatar utente
giovannimerecano
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 8689
Iscritto il: 29/07/2011, 15:44
Località: Elba, Alabama, U.S.A.

Re: Fire forming

Messaggio da giovannimerecano » 16/05/2014, 18:48

undertaker ha scritto:Giovanni, Giovanni, nella vita ci vuole sempre, per qualsiasi cosa, almeno UNA palla: poi, come dice una vecchissima pubblicità italiana TWO IS MEGLIO CHE ONE! :october: :october: :october:
Two is MEGLIO CHE one???? Cos'e', italo-americano? Poi se mai avresti dovuto usare la parola MEGGHIU, no?
La Glock e' un'ottima pistola per quelli che non sanno usare una 1911

NEMO ME IMPUNE LACESSIT


SOCIO SOSTENITORE FISAT

oizirbaf
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 13838
Iscritto il: 21/12/2010, 13:26
Località: Gallia cisalpina

Re: Fire forming

Messaggio da oizirbaf » 16/05/2014, 18:59

Veramente si trattava di una trovata pubblicitaria in Britannicus macheronicus: Du gust is megl che one molto più vicino come suono al milanese!
http://www.youtube.com/watch?v=fKHbscGAy98
Oizirbaf
Rem tene, verba sequentur.

Avatar utente
giovannimerecano
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 8689
Iscritto il: 29/07/2011, 15:44
Località: Elba, Alabama, U.S.A.

Re: Fire forming

Messaggio da giovannimerecano » 16/05/2014, 21:28

Mi fa venire in mente la mia sempre allupata gioventu'. Una volta un mio amico mi chiese, visto che sapevo un po' d'inglese, di andare con lui alla Fontana di Trevi a rimorchiare qualche ragazza Americana. Vado, vedo un paio di bionde sicuramente americane, e mi fiondo: "Hi, miss, would you like me and my friend to show you some really nice places in Rome?"
E lei si gira e... "A stronzo, e vedi 'n po' de anna' affanculo, li mortacci tua!"
La Glock e' un'ottima pistola per quelli che non sanno usare una 1911

NEMO ME IMPUNE LACESSIT


SOCIO SOSTENITORE FISAT

TYPHOON
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 562
Iscritto il: 19/06/2012, 9:13
Località: Potenza

Re: Fire forming

Messaggio da TYPHOON » 16/05/2014, 22:22

Altro che fire forming quello a sberle. :morto:

Avatar utente
shootout
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 417
Iscritto il: 26/12/2010, 10:34

Re: Fire forming

Messaggio da shootout » 21/05/2014, 8:47

premetto che non conosco il .240 Weath Mag e non conosco le condizioni del tuo fucile percio prendi le mie informazioni come una mia esperienza personale .Ho formato dei bossoli per i calibri 12,7x44R e 45-75 wcf introvabili a prezzi decenti , partendo da quelli del .348 winchester , 60 euro per 50 bossoli , ho accorciato i bossoli all'altezza giusta , io uso da 20 a 25 grani di N320 , borretta di feltro o di cartone , l'importante che la polvere non sia libera di spandersi all'interno del bossolo , cotone idrofilo , comprimere bene , tappo di cera , NON metto nessuna palla , se cè bisogno ripeto l'operazione fino ad avere un risultato accettabile.

non saprei quali bossoli dovresti usare per avere il .240 w.m.

TYPHOON
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 562
Iscritto il: 19/06/2012, 9:13
Località: Potenza

Re: Fire forming

Messaggio da TYPHOON » 21/05/2014, 17:10

Il .240 WM ha il fondello del .30-06, ma è belted, diversamente dai Weatherby dal .257 al .375 Wea, che hanno il fondello del .375 H&H e che quindi si possono ricavare da qualsiasi bossolo abbastanza lungo, mentre per gli altri ci sono meno problemi, essendo lunghi 64,74 mm (misure CIP). Gli altri dal .378 in su hanno il fondello del .416 Rigby, ma non sono così diffusi, essendo adatti solo per le cacce africane.

Rispondi