Controlli sulle armi in denuncia

legislazione armiera, novità legislative e amministrative, giurisprudenza e dottrina.
Danieleg
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 152
Iscritto il: 01/01/2019, 13:57

Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da Danieleg » 26/01/2019, 11:06

Vorrei approfondire un po' anche il discorso del controllo a casa sulle armi detenute.
Mi direste come funziona effettivamente?
Chiedono di vedere anche dove sono tenute? Ci sono cose particolari che chiedono? Quali sono i "problemi" tipici in cui si può incorrere?
Per le munizioni invece?

Fra1
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 262
Iscritto il: 27/10/2016, 10:40

Re: Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da Fra1 » 26/01/2019, 13:31

ranger.78 ha scritto:L'ho già descritto dall'altra parte....
Loro hanno copia della tua denuncia in mano e fanno una sorta di appello di quello che devi avere...
Ovvio che ti seguono fin dove tu tieni le armi, non è che ti aspettano seduti in cucina...quindi vedono e osservano...
Per le munizioni è la solita cosa, quelle che hai in denuncia loro le vogliono vedere...
Ricorda che è un controllo su quello che devi mostrare loro, non è una perquisizione...
Io ho l'armadio all'ingresso e tutto ciò che è scritto in denuncia è li pronto per essere controllato...
Vero che non si tratta di una perquisizione, ma può diventarlo in qualunque momento e senza mandato del Giudice (solo in materia di armi, munzioni, esplosivi), etc...
Fra1

Beppepac
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1127
Iscritto il: 21/12/2010, 17:52
Località: Torino

Re: Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da Beppepac » 26/01/2019, 15:58

Un mio amico lo ha subito, controllo minuzioso contando ad una ad una le munizioni.
Mori e chiaro al momento non ce molto da fare durante un sequestro! http://www.earmi.it/diritto/faq/ritiro.htm

""
È procedura del tutto illegittima, non prevista da nessuna legge, che viola gravemente i diritti del cittadino.
La legge prevede solo il sequestro nell’ambito del processo penale mediante un provvedimento che deve essere trasmesso immediatamente al procuratore della repubblica per la convalida la quale deve avvenire al massimo entro 96 ore dal sequestro. Se manca la convalida il sequestro viene meno. Gli agenti di PS possono sequestrare solo cose che servono alla prova del reato e il cosiddetto corpo del reato, vale a dire l’arma che secondo loro non è in regola.
Il cittadino è tutelato da sequestri illegittimi perché può immediatamente far presente al PM che il sequestro è illegittimo e, se il PM non ci sente, può fare ricorso al Tribunale della libertà. Questi, se il caso è chiaro, restituisce le armi e, di fatto, già spiega perché l’indagato è innocente.
Di fronte ad un “sequestro cautelativo” che non è un atto processuale, ma un atto amministrativo soggetto a precisi requisiti giuridici, ad un preciso obbligo di motivazione, ad un preventivo avviso di inizio procedimento, il cittadino è disarmato perché ha l’unica arma di fare un costoso ricorso al TAR (e se lo facesse potrebbe anche richiedere il risarcimento dei danni, ma “campa cavallo!”) oppure un ricorso gerarchico, se riesce a individuare il superiore competente. Ma è chiaro che non è accettabile che la precisa tutela della proprietà, stabilita dalla legge quando si muove la polizia giudiziaria o il PM, rimanga priva di una adeguata tutela quando ci si trova di fronte ad ufficio di PS di infimo rango!

Fra1
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 262
Iscritto il: 27/10/2016, 10:40

Re: Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da Fra1 » 26/01/2019, 17:26

Beppepac ha scritto:Un mio amico lo ha subito, controllo minuzioso contando ad una ad una le munizioni.
Mori e chiaro al momento non ce molto da fare durante un sequestro! http://www.earmi.it/diritto/faq/ritiro.htm
""È procedura del tutto illegittima, non prevista da nessuna legge, che viola gravemente i diritti del cittadino.
La legge prevede solo il sequestro nell’ambito del processo penale mediante un provvedimento che deve essere trasmesso immediatamente al procuratore della repubblica per la convalida la quale deve avvenire al massimo entro 96 ore dal sequestro. Se manca la convalida il sequestro viene meno. Gli agenti di PS possono sequestrare solo cose che servono alla prova del reato e il cosiddetto corpo del reato, vale a dire l’arma che secondo loro non è in regola.
Il cittadino è tutelato da sequestri illegittimi perché può immediatamente far presente al PM che il sequestro è illegittimo e, se il PM non ci sente, può fare ricorso al Tribunale della libertà. Questi, se il caso è chiaro, restituisce le armi e, di fatto, già spiega perché l’indagato è innocente.
Di fronte ad un “sequestro cautelativo” che non è un atto processuale, ma un atto amministrativo soggetto a precisi requisiti giuridici, ad un preciso obbligo di motivazione, ad un preventivo avviso di inizio procedimento, il cittadino è disarmato perché ha l’unica arma di fare un costoso ricorso al TAR (e se lo facesse potrebbe anche richiedere il risarcimento dei danni, ma “campa cavallo!”) oppure un ricorso gerarchico, se riesce a individuare il superiore competente. Ma è chiaro che non è accettabile che la precisa tutela della proprietà, stabilita dalla legge quando si muove la polizia giudiziaria o il PM, rimanga priva di una adeguata tutela quando ci si trova di fronte ad ufficio di PS di infimo rango!
Beppe, ma il tuo amico ha subito un sequestro ?
Fra1

Avatar utente
marcanto10
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 171
Iscritto il: 05/11/2014, 12:43

Re: Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da marcanto10 » 26/01/2019, 20:09

In una tale circostanza, ossia di un controllo da parte delle autorità di PS presso l'abitazione:
1) arma/armi e munizioni devono essere separati, oppure possono essere nel medesimo posto.
2) l'arma deve essere scarica, ossia senza caricatore già inserito e senza eventualmente proiettile in canna.
se l'arma è con proiettile in canna e caricatore introdotto, ma non completamente inserito.

in altri termini, quali sono le condizioni che non ci creano problemi
le disposizioni di norma danno disposizioni a questo riguardo, oppure entra in gioco la personale diligenza.

Beppepac
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1127
Iscritto il: 21/12/2010, 17:52
Località: Torino

Re: Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da Beppepac » 27/01/2019, 9:55

marcanto10 ha scritto: in altri termini, quali sono le condizioni che non ci creano problemi
le disposizioni di norma danno disposizioni a questo riguardo, oppure entra in gioco la personale diligenza.
Non ci sono disposizioni!
Tutto dipende dalla intelligenza di chi fa un controllo, e dalla scaltrezza di chi lo subisce!

Fra1 ha scritto:Beppe, ma il tuo amico ha subito un sequestro ?
Fra1
No ,soltanto un controllo!

Danieleg
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 152
Iscritto il: 01/01/2019, 13:57

Re: Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da Danieleg » 27/01/2019, 11:29

ranger.78 ha scritto:L'ho già descritto dall'altra parte....
Si, ho visto ma data l'importanza della cosa e volendo approfondire ho aperto un nuovo thread per non andare ot. ;)

Io tengo le lunghe e le munizioni nell'armadio di sicurezza in una stanzetta in garage (questo non di mia proprietà esclusiva formalmente, ma dove tengo comunque la mia auto) e la corta nella sua custodia nell'armadio ("normale") in casa.
Vedete qualche possibile problema?


@marcanto10:
provando a rispondere, nella tua proprietà è possibile avere le armi pronte all'uso, quindi con munizioni e anche con colpo in canna, l'importante è che quando tu non ci sei non siano accessibili a minori o persone imperite nel maneggio delle armi (ma questo anche se non sono cariche!!).
Se ad esempio vivi solo in casa, puoi anche tenere la pistola colpo in canna sul comodino.
Giusto? :)

Giancarlo51
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 280
Iscritto il: 02/01/2017, 12:44

Re: Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da Giancarlo51 » 27/01/2019, 12:30

Mi spiace ma la legge consente, art. 41 TULPS (questo sconosciuto!), agli Agenti ed Ufficiali di PG di effettuare perquisizioni domiciliari senza mandato del giudice se hanno notizia, anche solo per indizio, che vi siano occultate armi, munizioni non denunciate od abusivamente detenute, operando il conseguente sequestro penale-
Badate, anche un semplice Agente è legittimato ad operare, mentre solitamente la perquisizione secondo il CPP deve essere fatta da un Uffciale di Pg.. Questa attività è' sottoposta alla convalida del giudice.

Giancarlo51
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 280
Iscritto il: 02/01/2017, 12:44

Re: Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da Giancarlo51 » 27/01/2019, 12:37

Quindi la procedura dell'art. 41 TULPS (stante la pericolosità e l'urgenza della materia) è perfettamente legale. In questo caso il giudice non interviene prima (col mandato) ma successivamente con la Convalida. (entro le 48 ore). E' stata sempre giudicata conforme alla Costituzione, in base alla espressa previsione del comma secondo dell'art, 13 sui provvedimenti di urgenza e provvisori dell''Autorità di P.S..

Full-auto
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 46
Iscritto il: 12/09/2015, 13:02

Re: Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da Full-auto » 27/01/2019, 13:17

Volevo dire una cosa a Danieleg: fino a qualche anno fa vivevo in un appartamento al secondo piano e avevo il box auto al piano terra. Mi ero informato se potevo tenere armi e munizioni nel box e in questura mi avevano detto di no, perchè se il box non è comunicante con una porta o una scala direttamente con l'appartamento in pratica è un'unità abitativa diversa (dove peraltro non vive nessuno per controllare), quindi avevo lasciato perdere.
Poi per essere tranquillo mi farei fare anche due righe scritte dagli altri proprietari che sanno che tieni le armi in garage e che gli sta bene.

Fra1
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 262
Iscritto il: 27/10/2016, 10:40

Re: Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da Fra1 » 27/01/2019, 13:45

tascopropoint ha scritto:
Danieleg ha scritto:
ranger.78 ha scritto:L'ho già descritto dall'altra parte....
Si, ho visto ma data l'importanza della cosa e volendo approfondire ho aperto un nuovo thread per non andare ot. ;)
Io tengo le lunghe e le munizioni nell'armadio di sicurezza in una stanzetta in garage (questo non di mia proprietà esclusiva formalmente, ma dove tengo comunque la mia auto) e la corta nella sua custodia nell'armadio ("normale") in casa.Vedete qualche possibile problema?
@marcanto10:
provando a rispondere, nella tua proprietà è possibile avere le armi pronte all'uso, quindi con munizioni e anche con colpo in canna, l'importante è che quando tu non ci sei non siano accessibili a minori o persone imperite nel maneggio delle armi (ma questo anche se non sono cariche!!).
Se ad esempio vivi solo in casa, puoi anche tenere la pistola colpo in canna sul comodino.
Giusto? :)
Se le hai dichiarate c/o il tuo domicilio, devo stare li, e non ...in garage. Che ci sia un armadio di sicurezza è relativo, ...non le detieni in casa!!
Parere di Bidello, ...al solito!! :laurea:
.dubbio: .dubbio: .dubbio: :sigaro:
Se da un lato è vero che, ex art. 818 C.C.: <<...Gli atti e i rapporti giuridici che hanno per oggetto la cosa principale comprendono anche le pertinenze (box auto)...>>, è altresì vero che la norma ex art. 38 TULPS è norma speciale e cogente, talché essa va inquadrata nelle finalità preminenti di pubblica sicurezza di rendere edotta l'autorità sull'esatto luogo di detenzione delle armi, munizioni, etc.. Ne consegue che quasi sicuramente potrebbe essere contestata una detenzione in luogo diverso da quello denunciato.
Fra1

Danieleg
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 152
Iscritto il: 01/01/2019, 13:57

Re: Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da Danieleg » 27/01/2019, 18:53

Uhhmmm ma nella denuncia non c'è indicato il locale dove vengono tenute, ne c'è modo di farlo!!
C'è solo indicato se sono detenute nel luogo di residenza/domicilio, e questo è corretto.
Ho trovato anche questa faq: http://www.conarmi.org/faq_scheda.jsp?idnews=3153 , anche qua si dice che è solo necessario che offra adeguate garanzie di sicurezza che le armi non possano essere disponibili a persone non abili.
E tra l'altro nel garage, come in casa, c'è un sistema di allarme antintrusione...

TNT58
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 401
Iscritto il: 22/12/2010, 23:57
Località: Valtellina

Re: Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da TNT58 » 27/01/2019, 19:02

Danieleg ha scritto:Vorrei approfondire un po' anche il discorso del controllo a casa sulle armi detenute.
Mi direste come funziona effettivamente?
Chiedono di vedere anche dove sono tenute? Ci sono cose particolari che chiedono? Quali sono i "problemi" tipici in cui si può incorrere?
Per le munizioni invece?
Dalle mie parti si fanno controlli su cosa, come e dovi si detengono le armi, io li ho avuti un paio di anni fa ed hanno verificato solo le matricole, ad un mio amico residente in altro comune stessa cosa, nulla da dire dove le tenevo, due armadi blindati in garage (abito in una villetta singola ed isolata il garage è al piano di sotto), niente conta delle munizioni, e vorrei ben dire 750 in una decina di calibri, nessuna richiesta di certificazione degli armadi o amenità simili, la visita è stata su appuntamento ovvero telefonata " vorremmo fare un controllo sulle sue armi detenute veniamo il tal giorno alla tal ora", questo è il controllo
Giancarlo51 ha scritto:Quindi la procedura dell'art. 41 TULPS (stante la pericolosità e l'urgenza della materia) è perfettamente legale. In questo caso il giudice non interviene prima (col mandato) ma successivamente con la Convalida. (entro le 48 ore). E' stata sempre giudicata conforme alla Costituzione, in base alla espressa previsione del comma secondo dell'art, 13 sui provvedimenti di urgenza e provvisori dell''Autorità di P.S..
Diversamente per la perquisizione vale quanto sopra, dalle mie parti a volte succede per detenzione di armi clandestine per uso bracconaggio, ma c'è un però, se non trovano niente una prima volta e poi nemmeno una seconda il :giudice: che "poi" dovrebbe convalidare la perquisizione, gli fa un "mazzo tanto" :mazza: , almeno stando ciò che mi diceva un CC, quindi i sospetti devono essere mooolto fondati e perciò questa eventualità si verifica raramente e quasi sempre a botta sicura sicura
:october:

Fra1
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 262
Iscritto il: 27/10/2016, 10:40

Re: Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da Fra1 » 27/01/2019, 21:54

[quote=
E ...tanto tuono' ...che piovve!! :felice:
:october: :october: :october: :sigaro: :sigaro: :haha: :allah: :allah:[/quote]



Ci sarebbe a dire soltanto: no comment...
Invece aggiungo: chi ha studiato diritto (in modo serio e concreto) capisce subito quando il suo interlocutore non lo ha studiato....
Ciononostante cerca di inculcare i principi su cui fondare una riflessione......
Ma dopo tanti sforzi, smette ....
Ahimè...
Fra1

cisco60
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5373
Iscritto il: 13/05/2017, 17:28

Re: Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da cisco60 » 28/01/2019, 2:11

Sicuramente lo avrete già detto ma il luogo di detenzione dev'essere di
esclusiva pertinenza e scevro da facili intrusioni di estranei (la cassapanca
nel mio giardino, anche se recintato, dubito possa essere ritenuta idonea).
:october:

panella
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1420
Iscritto il: 06/03/2013, 15:22

Re: Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da panella » 28/01/2019, 11:09

Danieleg ha scritto: Io tengo le lunghe e le munizioni nell'armadio di sicurezza in una stanzetta in garage (questo non di mia proprietà esclusiva formalmente, ma dove tengo comunque la mia auto) e la corta nella sua custodia nell'armadio ("normale") in casa.
Vedete qualche possibile problema?
oltre alla questione garage anche le armi contenute nell'armadio di casa non vanno proprio benissimo.
Sarebbe meglio che fossero riposte in un cassetto o in un armadio che sia dotato di chiave.....

Fra1
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 262
Iscritto il: 27/10/2016, 10:40

Re: Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da Fra1 » 28/01/2019, 13:28

tascopropoint ha scritto: Infatti, potevi limitarti a quello!!
Fra le mie tante pecche di Bidello, ebbene si, ...non ho studiato legge!! :haha: :haha: :haha:
Ci sono tanti modi per ...dare una mano, ognuno scelga quello che crede!! :laurea: :laurea:


Vero, ognuno scelga quello che crede.... ben sapendo, però, che venire a chiedere lumi sul forum può essere fuorviante se si tratta di materie legali ed a rispondere c'è chi ne sa poco e perdipù irride e contrasta chi cerca di spiegarne qualcosa...
Contenti voi....
Fra1

Avatar utente
marcanto10
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 171
Iscritto il: 05/11/2014, 12:43

Re: Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da marcanto10 » 28/01/2019, 17:26

Fra1 ha scritto: Vero, ognuno scelga quello che crede.... ben sapendo, però, che venire a chiedere lumi sul forum può essere fuorviante se si tratta di materie legali ed a rispondere c'è chi ne sa poco e perdipù irride e contrasta chi cerca di spiegarne qualcosa...
Contenti voi....
Fra1
SONO solo in parte d'accordo con te, quello che dici per certi versi è vero ........chi ha cognizioni della "materia legale" ed ha studiato diritto di certo può fornire maggiori dettagli avendone una più ampia competenza in tal senso.
Ma in alternativa può (anzi DEVE) CORREGGERE qualora fosse detto, o data indicazione, fuorviante !!!

Chi ti scrive non ha competenze della "materia legale" in fatto d'armi, ma ti assicuro che ho imparato moltissimo dalla lettura di questo forum.
E' vero che le armi sono anche e sopratutto conoscenza delle norme, ma sono sopratutto anche esperienza .......quindi chi non ha dimestichezza in "materia legale" fornisce il suo VALIDO contributo in esperienza.

Ritornando alla discussione, credo che il link che è stato indicato
http://www.conarmi.org/faq_scheda.jsp?idnews=3153
fornisca una valida ed attendibile risposta alla detenzione, anche, in un garage fornendone validi riferimenti delle sentenze di cassazione
Non costituisce violazione dell'obbligo di diligenza nella custodia delle armi, previsto e sanzionato dall'art. 20 legge 18 aprile 1975 n. 110, la detenzione, da parte di taluno, di un fucile da caccia all'interno del garage di sua esclusiva proprietà, non sussistendo per il privato cittadino alcun obbligo di adottare particolari sistemi ed efficienti misure di difesa antifurtoCass. pen. Sez. I, 08/01/2013, n. 5697, conforme a Cass. pen. Sez. I, 19/03/2004, n. 15541.

Ma attenzione, il garage deve essere di sua esclusiva proprietà, ossia NON in comproprietà.
Quindi non andrebbe bene un garage in comproprietà.

Avatar utente
marcanto10
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 171
Iscritto il: 05/11/2014, 12:43

Re: Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da marcanto10 » 28/01/2019, 17:55

Danieleg ha scritto: @marcanto10:
provando a rispondere, nella tua proprietà è possibile avere le armi pronte all'uso, quindi con munizioni e anche con colpo in canna, l'importante è che quando tu non ci sei non siano accessibili a minori o persone imperite nel maneggio delle armi (ma questo anche se non sono cariche!!).
Se ad esempio vivi solo in casa, puoi anche tenere la pistola colpo in canna sul comodino.
Giusto? :)
ho compreso quello che dici, ma forse mi sono espresso anche male io oppure ho dato modo di interpretare in modo errato.
L'arma con colpo in canna e caricatore inserito a metà deve stare ovviamente custodita opportunamente, per esempio o in un cassetto chiuso a chiave e con chiave occultata, oppure in un armadio metallico anche esso opportunamente chiuso.
Questo mi sembra ovvio!!!!

Ma invece a me interessava sapere, se al momento del controllo si tira fuori dall'armadio metallico (o normale) chiuso a chiave un arma con colpo in canna e caricatore semi-inserito, cosa succede.
Per gli operatori di PS che eseguono il controllo, sarà tutto a posto ?

Fra1
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 262
Iscritto il: 27/10/2016, 10:40

Re: Controlli sulle armi in denuncia

Messaggio da Fra1 » 28/01/2019, 17:57

marcanto10 ha scritto:
Fra1 ha scritto: Vero, ognuno scelga quello che crede.... ben sapendo, però, che venire a chiedere lumi sul forum può essere fuorviante se si tratta di materie legali ed a rispondere c'è chi ne sa poco e perdipù irride e contrasta chi cerca di spiegarne qualcosa...
Contenti voi....
Fra1
SONO solo in parte d'accordo con te, quello che dici per certi versi è vero ........chi ha cognizioni della "materia legale" ed ha studiato diritto di certo può fornire maggiori dettagli avendone una più ampia competenza in tal senso.
Ma in alternativa può (anzi DEVE) CORREGGERE qualora fosse detto, o data indicazione, fuorviante !!!

Chi ti scrive non ha competenze della "materia legale" in fatto d'armi, ma ti assicuro che ho imparato moltissimo dalla lettura di questo forum.
E' vero che le armi sono anche e sopratutto conoscenza delle norme, ma sono sopratutto anche esperienza .......quindi chi non ha dimestichezza in "materia legale" fornisce il suo VALIDO contributo in esperienza.
Carissimo Marcanto, sarei felice di poterlo fare ma, se hai seguito il forum ne sarai a conoscenza, diventa impossibile se gli interventi di alcuni non sono improntati al colloquio, magari anche alla critica, ma sono funzionali solo alla denigrazione.
Tempo addietro ho cercato, norma dopo norma, principio giuridico dopo principio giuridico, di portare ad una conclusione.
Non sono riuscito ad arrivare neppure a metà; quindi....
Come ho detto poco sopra, dopo tanti sforzi, è il caso di smettere, anche perché - e questa è una velata critica - dovrebbero essere gli altri che leggono a fare presente che intendono ascoltare e discutere nel merito delle questioni.
Ciao/Fra1

Rispondi