Armi cedute e ora reclamate

legislazione armiera, novità legislative e amministrative, giurisprudenza e dottrina.
Fra1
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 263
Iscritto il: 27/10/2016, 10:40

Re: Armi cedute e ora reclamate

Messaggio da Fra1 » 19/12/2018, 11:38

lupo69 ha scritto:Quando è mancato mio zio, gli eredi diretti ossia mia zia e mio padre (sorella e fratello maggiori) avevano il problema armi, essendo mio zio cacciatore, come mio nonno e il mio
bisnonno, risolto facendo intestare a me armi e munizioni, allegata alla nuova denuncia,
ho presentato anche la rinuncia a quella parte di eredità riguardante le armi e munizioni
da parte di mio padre e mia zia, in duplice copia.
Se anche voi avete fatto una cosa del genere, tuo fratello non ha niente in mano per fare
qualsiasi tentativo di rivalsa.
Comunque sono sempre situazioni del belino, spero che riesca a risolverla bene e al più presto... :october:
Lupo, avevo detto due parole su questo punto.
La rinuncia parziale all'eredità è nulla, cioè è come se non fosse stata fatta, perché contraria ad una norma imperativa. C'è di più: la rinuncia all'eredità si fa con atto pubblico (Notaio). Tutto quanto fatto in violazione di queste due norme è come se non esistesse (nullità assoluta imprescrittibile).
Ciao/Fra1

Monia68
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 18
Iscritto il: 18/12/2018, 11:55

Re: Armi cedute e ora reclamate

Messaggio da Monia68 » 19/12/2018, 15:20

Alpha63 ha scritto:Ok Monia,
ma sembra (almeno a me sembra) che la questione sia una vertenza tra parenti per una parte di eredità, il fatto che si tratti di armi non cambia nulla e tutto ricade sotto gli articoli del codice civile che regolano le successioni. Quindi a te serve un buon civilista....
" La mia domanda è la seguente: puo' esercitare ancora dei diritti oppure una volta cedute questi decadono?"
E' una domanda per avvocati, non per esperti di armi!
Noi possiamo, da esperti in materia, dirti se il valore delle armi è congruo e se vale la pena pagare un avvocato. Magari se ci fornisci i dati che ci sono in denuncia possiamo esprimerci propriamente. Potrebbe trattarsi di oggetti dal valore meramente affettivo come di armi per cui vale la pena arrivare in Cassazione!!!
:october:
Ciao Alpha, certo, assolutamente, le armi per quel che mi riguarda sono un valore assolutamente affettivo,
e di certo nessuno ha intenzione di arrivare in cassazione per questo...ci mancherebbe..la mia era solo una curiosita',
avendole cedute noi in qualita' di eredi a una terza persona, in teoria noi non potremmo piu avere nulla da reclamare...Ricordo ancora il maresciallo ai tempi, quando ci disse che a loro non importava chi avrebbe dovuto intestarsi le armi che quelle erano cose "nostre" ma che le armi dovevano avere un proprietario velocemente...
volevo solo avere una conferma da qualcuno piu esperto, ma a quanto pare ho sbagliato anche il posto :dubbio:
Grazie a tutti

Monia68
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 18
Iscritto il: 18/12/2018, 11:55

Re: Armi cedute e ora reclamate

Messaggio da Monia68 » 19/12/2018, 15:22

lupo69 ha scritto:Quando è mancato mio zio, gli eredi diretti ossia mia zia e mio padre (sorella e fratello maggiori) avevano il problema armi, essendo mio zio cacciatore, come mio nonno e il mio
bisnonno, risolto facendo intestare a me armi e munizioni, allegata alla nuova denuncia,
ho presentato anche la rinuncia a quella parte di eredità riguardante le armi e munizioni
da parte di mio padre e mia zia, in duplice copia.
Se anche voi avete fatto una cosa del genere, tuo fratello non ha niente in mano per fare
qualsiasi tentativo di rivalsa.
Comunque sono sempre situazioni del belino, spero che riesca a risolverla bene e al più presto... :october:
Abbiamo fatto la stessa identica cosa. :-)

Monia68
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 18
Iscritto il: 18/12/2018, 11:55

Re: Armi cedute e ora reclamate

Messaggio da Monia68 » 19/12/2018, 15:43

Fra1 ha scritto:
Monia68 ha scritto:
mattandre1305 ha scritto:Credo che gli eredi abbiano ommesso, in sede di successione davanti al notaio, quindi con dolo, di elencare nei beni del de cujus anche i fucili e quindi il fratello può, a mio modesto avviso, impugnare la successione, anche se il cognato è creditore nei suoi confronti di 5.000 euros!!! :laurea: :laurea:
NO, non abbiamo omesso nulla, perchè nel testamento lasciato da mio papa', veniva nominata unica erede mia mamma, quindi io e mio fratello abbiamo RINUNCIATO alla nostra legittima in favore della mamma,e di comune accordo con noi figli abbiamo sottoscritto questi documenti in quanto le armi erano rimaste senza proprietario e bisognava trovarne uno urgentemente, anche se 'unica erede era la mia mamma ...a 80 anni non poteva fare il porto d'armi, mio fratello abita in un'altra provincia e gli veniva un casino non indifferente cambiare la procura , trasportare le armi a casa sua smontate!! etc, per questo motivo le abbiamo cedute a mio marito che essendo in possesso di porto d'armi ha potuto intestarsele. Non è complicato ma mi rendo conto che spiegare cosi non è facile :dubbio:
Monia buon giorno.
Ti porgo anch'io il benvenuto nel forum anche se l'occasione non è proprio per te piacevole.
Cerchiamo di chiarire qualche punto, non da appassionati di armi, ma da un punto di vista legale trattando le armi come qualunque altro bene che riguardi un patrimonio da ereditare.
Primo punto: la rinuncia parziale è nulla. O si rinuncia all'intera eredità, o non si rinuncia. La nullità su tale fatto è imprescrittibile, vale a dire può essere fatta valere sempre. Il diritto ad impugnare la successione si prescrive, ma si potrà comunque esercitare dopo aver ottenuto l'annullamento predetto.
Altro profilo di nullità è la forma della rinuncia all'eredità. Va fatta per atto pubblico (Notaio).
Quindi la domanda che faccio per rispondere ai tuoi dubbi è: quali atti avete fatto dopo aver letto il testamento di tua madre?
Ciao/Fra1
Ciao FRa,
grazie per il benvenuto...
allora, chiarisco subito una cosa, che qui nessuno HA RINUNCIATO A UNA PARTE DI EREDITA',
semplicemente, gli eredi, io mia mamma e mio fratello, abbiamo donato gratuitamente le armi a una terza persona,
perchè non ci interessava di tenerle. ( dico cosi perchè alla fine se uno cede un oggetto qualsiasi a un altra persona e lo mette per iscritto lo puo' fare per mille motivi che a noi non ci interessano no?) di fatto queste armi ( ma puo' essere anche uno scooter per intenderci) da due anni e mezzo HANNO UN NUOVO PROPRIETARIO. Io seppur non essendo un avvocato, credo che da quel momento l'oggetto in questione non rientrando piu nell'asse ereditario non c'è piu. Punto. Nessuno ci ha obbligati a firmare nessuno ci ha obbligato a cedere l'oggetto a chicchessia... scusate, esistono dei documenti che comprovano questa decisione, a qualcosa serviranno o no? COmunque, per quanto riguarda la domanda che mi hai fatto ti dico che, aperto il testamento, dove peraltro io per prima ( mio fratello avrebbe voluto gia' la sua quota di legittima) ho rinunciato a favore della mamma, e diventata mia mamma erede universale, abbiamo cominciato a sbrigare le pratiche dell'auto, di tutto quello che ne consegue insomma quando un parente stretto viene purtroppo a mancare, ma i fucili hanno avuto la priorita' per ovvi motivi...su consiglio del comandante dei carabinieri bisognava urgentemente che qualcuno si intestasse le armi , dopo aver dimostrato di avere un porto d'armi ovviamente, a quel punto scartata mia mamma che a quasi 80 anni mica poteva andare al poligono, scartato mio fratello perchè dopo essersi informato, vivendo a 40 km in un altra provincia, burocraticamente la cosa veniva a complicarsi, anche perchè non avrebbe potuto trasportare le armi se non smontate e scortato dai carabinieri!!! insomma, per farla breve le abbiamo lasciate a mio marito il quale ha iniziato subito l'iter per il porto d'armi e a tal proprosito i carabinieri ci hanno fatto firmare questi documenti dove dichiaravamo che cedavamo le armi pincopallino. FIne. Ora a distanza di quai 3 anni questo ( mio fratello) ha fatto il porto d'armi e vuole che gli consegni due fucili, ma siccome lui mi è debitore di 5 mila euro io mi rifiuto di darglieli fino a che mi da quello che mi spetta. Questo è quanto. IO non mi voglio rifiutare a darglieli, anzi, chiedo solo quello che mi deve, mi pare lecito no? per questo volevo capire se essendo di proprieta' di mio marito il fatto di darglieli diventava una scelta esclusiva di mio marito e basta. Senza che mi obblighi tramite avvocati etc, spero di averti fatto comprendere un po' la situazione :roll:

Monia68
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 18
Iscritto il: 18/12/2018, 11:55

Re: Armi cedute e ora reclamate

Messaggio da Monia68 » 19/12/2018, 15:48

Alpha63 ha scritto:
Monia68 ha scritto: E' comunque un piacere averti tra noi, se avrai bisogno di info siamo qua.
:october:
Grazie magari visto che siete esperti di armi vi elenchero' anche i modelli dei fucili cosi mi illuminate :wink:

Fra1
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 263
Iscritto il: 27/10/2016, 10:40

Re: Armi cedute e ora reclamate

Messaggio da Fra1 » 19/12/2018, 16:01

Monia ciao.
Dobbiamo fare chiarezza, tutti gli aspetti morali, per quanto importantissimi da un punto di vista familaire e affettivo, per un momento lasciamoli da parte.
Devi spiegarmi che atti sono stati fatti.
Dai Carabinieri avete firmato che rinunciate all'eredita relativamente alle armi ?
Siete andati a fare atti dal Notaio o in Tribunale che riguardano l'eredità ?
Spiega meglio che puoi.
Ciao/Fra1

panella
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1420
Iscritto il: 06/03/2013, 15:22

Re: Armi cedute e ora reclamate

Messaggio da panella » 19/12/2018, 16:36

Monia scusa, in un punto scrivi che nessuno ha rinunciato all'eredità, in un altro che tua madre è erede universale (e dunque unica erede.....)......sono frasi contrastanti..... :dubbio: :dubbio: :dubbio: :dubbio: :dubbio:

Avatar utente
Oldodes
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 178
Iscritto il: 26/03/2011, 20:43
Località: Lombardia

Re: Armi cedute e ora reclamate

Messaggio da Oldodes » 19/12/2018, 20:08

Gentile Monia, hai capito il giusto.

Questo sito si occupa di casi che riguardano le armi.
Il tuo invece è un caso che riguarda la restituzione di un debito e altri aspetti legati ad una eredità che, incidentalmente, comprende anche delle armi.
Le armi seguono le stesse regole degli altri beni mobili.
Con una sola precisazione: chi le detiene deve averne titolo.
E non è detto che detentore e proprietario coincidano nel medesimo soggetto.

Ma bene è che: prima con un notaio/avvocato vi chiarite i rapporti economici ed ereditari,
e solo dopo completate le questioni inerenti la destinazione dei cinque fucili (considerati però come valore venale, nei calcoli riferiti alla vicenda ereditaria).

Andare dal notaio/avvocato: i siti non bastano, serve qualcuno che avendo visto le carte, espliciti con concetti comprensibili le situazioni giuridiche sottese.

Saluti.

Fra1
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 263
Iscritto il: 27/10/2016, 10:40

Re: Armi cedute e ora reclamate

Messaggio da Fra1 » 19/12/2018, 23:54

Oldodes ha scritto:Gentile Monia, hai capito il giusto.Questo sito si occupa di casi che riguardano le armi.
Il tuo invece è un caso che riguarda la restituzione di un debito e altri aspetti legati ad una eredità che, incidentalmente, comprende anche delle armi.Le armi seguono le stesse regole degli altri beni mobili.Con una sola precisazione: chi le detiene deve averne titolo. E non è detto che detentore e proprietario coincidano nel medesimo soggetto.Ma bene è che: prima con un notaio/avvocato vi chiarite i rapporti economici ed ereditari,e solo dopo completate le questioni inerenti la destinazione dei cinque fucili (considerati però come valore venale, nei calcoli riferiti alla vicenda ereditaria).Andare dal notaio/avvocato: i siti non bastano, serve qualcuno che avendo visto le carte, espliciti con concetti comprensibili le situazioni giuridiche sottese.
Saluti.
Se potesse a spiegarsi meglio, Monia avrebbe anche qui il contributo di natura legale che le serve.
Gratuitamente....
Fra1

Monia68
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 18
Iscritto il: 18/12/2018, 11:55

Re: Armi cedute e ora reclamate

Messaggio da Monia68 » 20/12/2018, 0:12

Fra1 ha scritto:Monia ciao.

Dai Carabinieri avete firmato che rinunciate all'eredita relativamente alle armi ?
Siete andati a fare atti dal Notaio o in Tribunale che riguardano l'eredità ?
Spiega meglio che puoi.
Ciao/Fra1
Ciao FRa,
Allora, dai carabinieri abbiamo firmato 3 fogli uguali per ognuno degli eredi, sul foglio non c'è scritto " rinuncia all'eredita' " c'è scritto :
CESSIONE TRA PRIVATI DI ARMI DA FUOCO.

dove di fatto CEDIAMO GRATUITAMENTE A PINCOPALLO LE ARMI tipo, modello, etc, di propieta' del defunto xxxx
deceduto in data...
Secondo me il succo è quello, è di fatto una rinuncia all'eredita' del papa'..
in basso a sinistra firmano
i Cedenti e a destra l'acquirente. ( mio marito).

Quando mio papa' è mancato siamo andati dal notaio perchè mio papa' aveva lasciato un testamento.
Ma comunque nominando mia mamma come erede universale, lei è rimasta unica proprietaria di tutto quello che c'era...
ma non è cambiato nulla perchè mia mamma è ancora in vita... la vera successione sara' quando verra' a mancare anche lei..
Io non so davvero come fare a spiegare... :ninzo:

Monia68
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 18
Iscritto il: 18/12/2018, 11:55

Re: Armi cedute e ora reclamate

Messaggio da Monia68 » 20/12/2018, 0:23

Oldodes ha scritto: Con una sola precisazione: chi le detiene deve averne titolo.
E non è detto che detentore e proprietario coincidano nel medesimo soggetto.

Ma bene è che: prima con un notaio/avvocato vi chiarite i rapporti economici ed ereditari,
e solo dopo completate le questioni inerenti la destinazione dei cinque fucili (considerati però come valore venale, nei calcoli riferiti alla vicenda ereditaria).

Andare dal notaio/avvocato: i siti non bastano, serve qualcuno che avendo visto le carte, espliciti con concetti comprensibili le situazioni giuridiche sottese.

Saluti.
Ciao,
infatti, chi le detiene deve averne il titolo, ecco perchè i carabinieri ci hanno consigliato dopo la perdita del papa'
a intestare le armi a un nuovo propietario, che le potesse detenere in quanto non potevano rimanere dove erano rimaste
fino a quel momento, ossia in cassaforte a casa dei miei genitori, perchè appunto mia mamma non avendo il porto d'armi
non avrebbe potuto detenerle. Cosi abbiamo optato per mio marito, perchè a mio fratello sarebbe risultato piu complicato
l'iter, avrebbe dovuto cambiare la procura, per via della provincia che è diversa da quella mia e del papa', inoltre anche per il trasporto sarebbe stato complicato spostare le armi. A quel punto una volta deciso di comune accordo, abbiamo dovuto firmare
tre fogli rilasciati dai carabinieri dove noi 3 eredi abbiamo ceduto le armi a terzi. Le armi da quel momento sono state spostate a casa mia dove sono tutt'ora. Le armi da quel momento risultano essere di proprieta' di mio marito e non piu di mio padre.
Ho contattato un avvocato, ci vedremo domani per avere appunto un parere a riguardo. Ho gia' parlato al telefono anche con un mio amico notaio il quale mi ha detto che se io ho in mano queste dichiarazioni di fatto, le armi non rientrerebbero piu nell'asse ereditario e di conseguenza mio fratello ma neanche io e ne mia mamma potremo piu richiederle indietro.
Comunque domani sentiro' un secondo parere.

Monia68
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 18
Iscritto il: 18/12/2018, 11:55

Re: Armi cedute e ora reclamate

Messaggio da Monia68 » 20/12/2018, 0:25

Fra1 ha scritto: Se potesse a spiegarsi meglio, Monia avrebbe anche qui il contributo di natura legale che le serve.
Gratuitamente....
Fra1
Io sto sudando giuro...
non so piu come fare per spiegare la situazione..che poi davvero non è per niente complicata :ninzo:

Fra1
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 263
Iscritto il: 27/10/2016, 10:40

Re: Armi cedute e ora reclamate

Messaggio da Fra1 » 20/12/2018, 7:48

Monia68 ha scritto:
Fra1 ha scritto:Monia ciao.
Dai Carabinieri avete firmato che rinunciate all'eredita relativamente alle armi ?
Siete andati a fare atti dal Notaio o in Tribunale che riguardano l'eredità ?
Spiega meglio che puoi.
Ciao/Fra1
Ciao FRa,
Allora, dai carabinieri abbiamo firmato 3 fogli uguali per ognuno degli eredi, sul foglio non c'è scritto " rinuncia all'eredita' " c'è scritto :
CESSIONE TRA PRIVATI DI ARMI DA FUOCO.
dove di fatto CEDIAMO GRATUITAMENTE A PINCOPALLO LE ARMI tipo, modello, etc, di propieta' del defunto xxxx
deceduto in data...
Secondo me il succo è quello, è di fatto una rinuncia all'eredita' del papa'..
in basso a sinistra firmano
i Cedenti e a destra l'acquirente. ( mio marito).
Quando mio papa' è mancato siamo andati dal notaio perchè mio papa' aveva lasciato un testamento.
Ma comunque nominando mia mamma come erede universale, lei è rimasta unica proprietaria di tutto quello che c'era...
ma non è cambiato nulla perchè mia mamma è ancora in vita... la vera successione sara' quando verra' a mancare anche lei..
Io non so davvero come fare a spiegare... :ninzo:
Allora, andiamo per ordine.
Il testamento lasciato da papà, nel quale nomina erede universale la mamma, se quando papà era in vita non ha fatto donazioni che ancipassero l'eredità, lede la porzione di eredità che la legge assegna ai congiunti.
Il fratello, se dimostra questa lesione, può impugnarlo ed ottenerne la dichiarazione di nullità.
ma deve dimostrarlo, innanzitutto con una perizia sui beni e questa ha un suo costo iniziale
L'atto che è stato fatto dai Carabinieri è inesistente, proprio come se non fosse mai stato fatto, ed i Carabinieri dovrebbero astenersi dall'invitare a fare atti in violazione di legge sopratutto se da detti atti ne deriva una sottrazione dei beni dall'eredità...
Quel foglio di carta è nullo, cioè come mai fatto, per due motivi: A) la rinuncia all'eredità richiede la fomalità dell'atto pubblico (come quando si compra una casa); si può fare da un Notaio, il quale poi lo trasmette al Tribunale, oppure direttamente in Tribunale (art. 519 cod. civ.; B) la rinuncia all'eredità non può riguardare una porzione del patrimonio ma solo la sua interezza (art. 520 cod. civ.).
Se ho capito bene quest' atto non c'é e la denuncia di detenzione delle armi riguarda, appunto, la mera detenzione, non dimostra la proprietà.
Se tuo fratello ha delle rimostranze, è il caso che ne discutiate tranquillamente per trovare un accordo, anche perché avere dissapori familiari è un fardello davvero pesante da portare e per disputare beni che, forse, hanno un valore meramente affettivo.
Tieni presente che tuo fratello può ancora impugnare l'intero testamento se, ripeto, è stata lesa la sua porzione di eredità. Le proporzioni sono stabilite dagli artt. 536 e ss. del codice civile.
Non riferisco tutti gli altri articoli del codice che riguardano questa materia perché è già noiosa da se.....
Un altro aspetto da tenere in conto è l'accettazione dell'eredità; se non c'è l'atto di accettazione (anch'esso necessita della formalità dell'atto pubblico) si può ipotizzare una accettazione pura e semplice ma in tal caso, per essere così, tua madre deve esercitare tutti gli affari del defunto (es. la gestione degli immobili, il pagamento delle relative tasse/imposte, etc.).
Così facendo, però, si viene a trovare nella stessa posizione creditoria e debitoria del defunto.
Ciao/Fra1

Monia68
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 18
Iscritto il: 18/12/2018, 11:55

Re: Armi cedute e ora reclamate

Messaggio da Monia68 » 20/12/2018, 19:03

Ciao Fra,
ti posso assicurare che non è stato leso nulla anzi, la casa dei miei è andata ai miei figli come donazione voluta da mio papa',
mio fratello si è intestato tutte le polizze e i contanti per un valore al pari della casa che i miei figli hanno avuto in donazione.
Anzi ti diro' di piu, se c'è qualcuno che puo' impugnare qualcosa, quel qualcuno sono io perchè in quanto figlia legittima a me in teoria non è venuto nulla, i miei figli la casa mio fratello i soldi e io? il notaio mi ha fatto questa premessa...abbiamo ancora questa carta da giocare nel caso mio fratello facesse lo stronzo a cercarmi ancora soldi quando la mamma verra' a mancare. Per quanto riguarda le armi..sto aspettando a momenti la chiamata dell'avvocato e poi sentiro'. Grazie ciao

Fra1
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 263
Iscritto il: 27/10/2016, 10:40

Re: Armi cedute e ora reclamate

Messaggio da Fra1 » 20/12/2018, 20:57

Monia68 ha scritto:Ciao Fra,
ti posso assicurare che non è stato leso nulla anzi, la casa dei miei è andata ai miei figli come donazione voluta da mio papa',
mio fratello si è intestato tutte le polizze e i contanti per un valore al pari della casa che i miei figli hanno avuto in donazione.
Anzi ti diro' di piu, se c'è qualcuno che puo' impugnare qualcosa, quel qualcuno sono io perchè in quanto figlia legittima a me in teoria non è venuto nulla, i miei figli la casa mio fratello i soldi e io? il notaio mi ha fatto questa premessa...abbiamo ancora questa carta da giocare nel caso mio fratello facesse lo stronzo a cercarmi ancora soldi quando la mamma verra' a mancare. Per quanto riguarda le armi..sto aspettando a momenti la chiamata dell'avvocato e poi sentiro'. Grazie ciao
Monia, per l'amor del cielo, le mie sono solo ipotesi di lavoro.
Anziche dire tuo fratello, avrei fatto meglio a dire "Tizio".
Capisci bene che senza vedere le carte o senza sapere bene i fatti, ogni ipotesi è vera o falsa.
Tieni presente, però, che devi evitare ogni contenzioso perché si tratta di vicende complesse, articolate e costose.
Capisco che quando si discute, poi si arriva a prendere posizioni dalle quali non ci muove facilmente (vale per tutte le parti), ma credimi dopo qualche anno di vertenze, ci si morde le mani.
Io ti ho spiegato le norme in linea astratta, anche se il tuo caso è concreto.
Naturalmente, le situazioni si ribaltano quando i fatti sono narrati meglio.
Tieni presente una cosa che non dovrei dire, l'avvocato da sempre ragione al suo cliente anche quando sa in cuor suo che la partita è molto difficile....
Ti faccio i miei migliori auguri, sia per questa vicenda e sia per le imminenti feste di Natale; auguri di buon 2019 a te ed ai tuoi cari.
Fra1

Monia68
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 18
Iscritto il: 18/12/2018, 11:55

Re: Armi cedute e ora reclamate

Messaggio da Monia68 » 21/12/2018, 0:10

Fra1 ha scritto:
Monia68 ha scritto:Ciao Fra,
ti posso assicurare che non è stato leso nulla anzi, la casa dei miei è andata ai miei figli come donazione voluta da mio papa',
mio fratello si è intestato tutte le polizze e i contanti per un valore al pari della casa che i miei figli hanno avuto in donazione.
Anzi ti diro' di piu, se c'è qualcuno che puo' impugnare qualcosa, quel qualcuno sono io perchè in quanto figlia legittima a me in teoria non è venuto nulla, i miei figli la casa mio fratello i soldi e io? il notaio mi ha fatto questa premessa...abbiamo ancora questa carta da giocare nel caso mio fratello facesse lo stronzo a cercarmi ancora soldi quando la mamma verra' a mancare. Per quanto riguarda le armi..sto aspettando a momenti la chiamata dell'avvocato e poi sentiro'. Grazie ciao
Monia, per l'amor del cielo, le mie sono solo ipotesi di lavoro.
Anziche dire tuo fratello, avrei fatto meglio a dire "Tizio".
Capisci bene che senza vedere le carte o senza sapere bene i fatti, ogni ipotesi è vera o falsa.
Tieni presente, però, che devi evitare ogni contenzioso perché si tratta di vicende complesse, articolate e costose.
Capisco che quando si discute, poi si arriva a prendere posizioni dalle quali non ci muove facilmente (vale per tutte le parti), ma credimi dopo qualche anno di vertenze, ci si morde le mani.
Io ti ho spiegato le norme in linea astratta, anche se il tuo caso è concreto.
Naturalmente, le situazioni si ribaltano quando i fatti sono narrati meglio.
Tieni presente una cosa che non dovrei dire, l'avvocato da sempre ragione al suo cliente anche quando sa in cuor suo che la partita è molto difficile....
Ti faccio i miei migliori auguri, sia per questa vicenda e sia per le imminenti feste di Natale; auguri di buon 2019 a te ed ai tuoi cari.
Fra1
Ti quoto in tutto!! infatti ho detto "mio fratello" per spiegare meglio ma per me è "tizio" per non dire altro da un pezzo!! :rabbia:
Per quanto riguarda l'avvocato non sono riuscita a parlarci perchè ha avuto un imprevisto, ho parlato pero' con un'altro online, quindi in teoria il parere dovrebbe essere piu spassionato. Secondo lui la vicenda dovrebbe essere proprio chiusa. Avendo acconsentito tutti e tre gli eredi alla cessione. Dice che è sufficiente opporre la cessione.

Vedremo..
Grazie di cuore per le gentili risposte ricevute. Contraccambio gli auguri di buone feste a tutti voi :wink:

Avatar utente
LeoPx4
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1163
Iscritto il: 22/12/2010, 14:15
Località: Roma

Re: Armi cedute e ora reclamate

Messaggio da LeoPx4 » 29/12/2018, 20:43

Buona sera, un paio di anni fa ho avuto esperienza diretta, come ricevente di arma in seguito a decesso del possessore, in quel caso l'arma venne presa in custodia dal commissariato di PS di competenza fino all'espletamento degli iter burocratici e testamentali degli eredi che alla fine in perfetta armonia e accordo la regalarono al sottoscritto. Sono a conoscenza di casi simili e tutti gestiti con la custodia delle FFOO . Credo che il problema ha origini chiarissime, l'operato dei carabinieri
Saluti
Francesco
''Disapprovo cio' che dici, ma difenderò alla morte il tuo diritto di dirlo.'' (Voltaire)

Rispondi