Armi e successioni

legislazione armiera, novità legislative e amministrative, giurisprudenza e dottrina.
Rispondi
Blackhawke
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 269
Iscritto il: 27/03/2017, 15:57

Armi e successioni

Messaggio da Blackhawke » 09/04/2017, 8:58

Qualora ci si trovi nelle vesti di eredi e nell'asse ereditario ci siano pure delle armi, come ci si deve comportare?
Il formaggio gratis si trova solo nella trappola per topi.

newjohnwayne
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2201
Iscritto il: 07/03/2017, 14:09

Re: Armi e successioni

Messaggio da newjohnwayne » 09/04/2017, 13:06

Blackhawke ha scritto:Qualora ci si trovi nelle vesti di eredi e nell'asse ereditario ci siano pure delle armi, come ci si deve comportare?
qualche mese fa è mancato un caro amico collezionista.i figli, residenti altrove e non in possesso di pda o licenza di collezione,ne hanno immediatamente fatto richiesta ed il commissariato di zona ha disposto che le armi restino nella casa dell'estinto(abitata dalla vedova),fino al rilascio del titolo agli eredi,accontentandosi di prelevare solo le munizioni trovate in loco.non so se sia rilevante o meno ma i due eredi dell'anziano collezionista sono ufficiali di alto grado dei CC e della G.d.F.

Blackhawke
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 269
Iscritto il: 27/03/2017, 15:57

Re: Armi e successioni

Messaggio da Blackhawke » 09/04/2017, 13:46

Per titolo intendi il nulla osta o il porto d'armi?
Il formaggio gratis si trova solo nella trappola per topi.

Blackhawke
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 269
Iscritto il: 27/03/2017, 15:57

Re: Armi e successioni

Messaggio da Blackhawke » 09/04/2017, 17:16

Nel caso in cui ci fosse contesa fra gli eredi che succede?

La denuncia di detenzione e la proprietà dell'arma possono far capo a persone diverse?

Ora complichiamo un pò la situazione...

Nel nostro "belpaese" i chiamati all'eredità dovranno prendere decisioni prima di essere considerati eredi, se non sono nel possesso dei beni ereditari avranno 10 anni di tempo per decidere, durante questo tempo chi ha il diritto/dovere di occuparsi delle armi onde evitare che rimangano incustodite?
Anche in questo caso i chiamati all'eredità e gli eredi potrebbero avere volontà diverse e contrastanti, chi ha il dititto di prendere decisioni in tal senso?

Ed ora ipotizziamo un altro scenario: alcuni chiamati all'eredità hanno accettato l'eredità con beneficio di inventario.
Essendo divenuti eredi, gravano sulle loro spalle una serie di obblighi e fra questi la tutela del patrimonio oggetto dell'asse ereditario, armi incluse.
Come dovranno comportarsi costoro, per quanto concerne la custodia delle armi senza incorrere nel rischio di decadenza? .dubbio:
Il formaggio gratis si trova solo nella trappola per topi.

Blackhawke
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 269
Iscritto il: 27/03/2017, 15:57

Re: Armi e successioni

Messaggio da Blackhawke » 09/04/2017, 17:58

Alpha63 ha scritto:
Blackhawke ha scritto:Nel caso in cui ci fosse contesa fra gli eredi che succede?

La denuncia di detenzione e la proprietà dell'arma possono far capo a persone diverse?

Ora complichiamo un pò la situazione... nel nostro "belpaese" i chiamati all'eredità dovranno prendere decisioni prima di essere considerati eredi, se non sono nel possesso dei beni hanno tempo 10 anni per decidere, durante questo tempo chi ha il diritto/dovere di occuparsi delle armi onde evitare che rimangano incustodite?
Anche in questo caso i chiamati all'eredità potrebbero avere volontà diverse e contrastanti, chi ha il dititto di prendere decisioni in tal senso?

Ed ora ipotizziamo un altro scenario: alcuni chiamati all'eredità hanno accettato l'eredità con beneficio di inventario.
Essendo divenuti eredi, gravano sulle loro spalle una serie di obblighi e fra questi la tutela del patrimonio oggetto dell'asse ereditario, armi incluse.
Come dovranno comportarsi costoro, per quanto concerne la custodia delle armi senza incorrere nel rischio di decadenza? .dubbio:
Le eventuali diatribe non riguardano la custodia (in questo caso temporanea) che può essere affidata a chiunque.
Ma avendo "ampia discrezionalità" il maresciallo Caputo e l'appuntato Cacace a fronte di una lite fanno un bel sequestro preventivo e i litiganti se lo prendono nel diociliberi.
Amen.
Na na na na, così non vale :mha:

Ok, eliminiamo le diatribe fra gli eredi.

La denuncia di detenzione e il relativo il possesso delle armi possono essere equiparati alla proprieta?

Per gli eredi accettanti con beneficio d'inventario, la denuncia di detenzione potrebbe comportare la decadenza dal beneficio d'inventario?
Il formaggio gratis si trova solo nella trappola per topi.

Blackhawke
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 269
Iscritto il: 27/03/2017, 15:57

Re: Armi e successioni

Messaggio da Blackhawke » 10/04/2017, 10:41

Nessuno dei forumisti si è mai trovato ad affrontare queste problematiche successorie?
Il formaggio gratis si trova solo nella trappola per topi.

monteaspro
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3131
Iscritto il: 10/03/2017, 19:23

Re: Armi e successioni

Messaggio da monteaspro » 10/04/2017, 10:48

io si in ben 3 casi , l ultima mi e costata la perdita del amicizia ,di un soggetto erede,che poi nu me frega piu un cazzo. e esborso di 1.500 cucuzze.ma non credo sia il caso di raccontarla.

Blackhawke
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 269
Iscritto il: 27/03/2017, 15:57

Re: Armi e successioni

Messaggio da Blackhawke » 10/04/2017, 11:15

Ciò che interessa capire è se il legislatore, in materia di armi, ha tenuto in qualche considerazione anche il nostro diritto di successione, o se è partito dall'assunto che la proprietà di armi regali l'immortalità. :mrgreen:

Se così non è, dovrebbe aver legiferato anche in tal senso.

In caso contrario, cosa dice la dottrina e/o la giurisprudenza? Sono allineate o dicono di tutto, il contrario di tutto e di più?
Il formaggio gratis si trova solo nella trappola per topi.

Avatar utente
Oldodes
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 178
Iscritto il: 26/03/2011, 20:43
Località: Lombardia

Re: Armi e successioni

Messaggio da Oldodes » 26/04/2017, 20:53

Per la normativa sulle successioni, le armi sono beni mobili qualsiasi e quindi non hanno regole particolari, seguono quindi le norme ordinarie.
Perciò, se le varie disposizioni a tutela delle quote legittime sono rispettate, il proprietario di armi ne può disporre a favore di chi preferisce sia per eredità che per legato.
Se manca il testamento, ci si deve accordare tra eredi, come per qualsiasi altra cosa mobile.

Le autorità di P.S. non hanno di che sindacare sugli aspetti di legittimità successoria di colui che ne denuncia il possesso.
La denuncia è una mera autodichiarazione, per la quale tutta la responsabilità cade in capo al dichiarante, mentre all'ente ricevente non resta che prenderne dovuta nota.
QUESTO PER QUANTO RIGUARDA LA NORMATIVA SULLE EREDITA'.

Diverso è l'aspetto che riguarda la normativa inerente le leggi sulle armi. Per questa, nel momento in cui un soggetto ha intenzione di possedere delle armi, è evidente che ex-ante, deve essersi munito dei titoli e delle forme idonee per poterle legittimamente acquisire e detenere.
E' sugli aspetti inerenti questa normativa, che gli enti riceventi, se del caso, potrebbero avanzare rilievi ed obiezioni (magari motivando in maniera adeguata!).

Questo chiarito, ritengo che almeno per le successioni i problemi non derivino dalle leggi, quanto piuttosto dagli altri eredi.
Ma da quel che ho scritto, è solo questione di diritto civile.

Saluti.
Ol Dodés

lipzve
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 11
Iscritto il: 28/01/2017, 16:59

Re: Armi e successioni

Messaggio da lipzve » 05/05/2017, 8:31

Io posso raccontare la mia storia.

Essendo mancato mio padre in circostanze improvvise e inaspettate, la questura ha preso in custodia tutte le armi poco dopo il constatato decesso. (come fa male ricordare queste cose).

Mi hanno spiegato che se io fossi stato residente con lui le avrebbero lasciate fino al mio ottenimento del PDA, ma essendo residente per mio conto le hanno prelevate.

L'anomalia per me è un altra, intanto sono entrato in possesso delle armi molto prima dell'accettazione ufficiale dell'eredità, ma non solo, ho anche un fratello (che comunque non le vuole) e nessuno mi ha mai chiesto o fatto notare qualcosa a riguardo.


In pratica, se fossero state armi di alto valore si sarebbe creato uno squilibrio ereditario.

Avatar utente
Oldodes
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 178
Iscritto il: 26/03/2011, 20:43
Località: Lombardia

Re: Armi e successioni

Messaggio da Oldodes » 05/05/2017, 12:37

L'anomalia per me è un altra, intanto sono entrato in possesso delle armi molto prima dell'accettazione ufficiale dell'eredità, ma non solo, ho anche un fratello (che comunque non le vuole) e nessuno mi ha mai chiesto o fatto notare qualcosa a riguardo.

In pratica, se fossero state armi di alto valore si sarebbe creato uno squilibrio ereditario.
L'aspetto che fai notare, conferma quanto ho scritto.
La questura, correttamente, si occupa solo degli aspetti inerenti le leggi di P.S., si interessa che chi acquisisca le armi abbia i necessari titoli richiesti da tali leggi.

Gli aspetti ereditari inerenti i valori in gioco o la qualità di erede, riguardano invece il diritto successorio-civile, ne più ne meno che da trasmettere in eredità fosse una collezione di orologi piuttosto che dei vecchi mobili o i gioielli della nonna. Di questi aspetti, devono interessarsi direttamente coloro che ritengono di avere titolo all'eredità.
La regola: "possesso vale titolo" , in ambito civilistico, giustamente vale anche per le armi!

Saluti.
Ol Dodés

Rispondi