Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma semplic

legislazione armiera, novità legislative e amministrative, giurisprudenza e dottrina.
PaoloAR15
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 36
Iscritto il: 24/02/2013, 20:33

Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma semplic

Messaggio da PaoloAR15 » 10/12/2015, 12:34

Parlando ieri sera con gli amici (tiratori, istruttori di tiro civili e militari, rappresentanti delle forze dell'ordine) con cui ero a cena, ho avuto riscontri di una cosa che ho osservato spesso in poligono, parlando di leggi e del diritto di possedere armi da fuoco: il pensiero diffuso che "tanto a me le restrizioni non toccano".

Se si parla con i cacciatori che usano le doppiette o i semiauto calibro dodici, c'e' gente che dice: "voi che usate le pistole semiauto o i fucili ex ordinanza o i semiautomatici in stile militare siete i cattivi, siete quelli pericolosi. A me se vi tolgono tutto non me ne frega niente. Io ci vado solo a caccia, pago le tasse e lo stato non rinuncerá mai a questa entrata."

Alcuni rincarano anche la dose: "Anzi se ve le tolgono fanno anche bene, perché gettate discredito sulla categoria con le vostre manie da rambo" (quando ci sono armi c'é sempre rambo da qualche parte...)

Questa gente, ed é parecchia, credetemi, non ha capito nulla, anzi sono degli emeriti imbecilli, per diversi motivi:

1) lo scopo non é togliere solo certe armi di torno. E' di toglierle TUTTE. Inclusi i fucili da caccia. Forse non sanno che anche il piú acceso animalista molte volte non ha NULLA contro chi va in poligono e spara a sagome di carta, ma ha MOLTISSIMO contro chi spara a degli animali. Ci si chieda il perché il numero dei cacciatori é in decremento costante e l'etá media dei cacciatori invece é collocata nella terza etá. E perché, invece, gli sport che usano armi in poligono ed usano pistole e black rifles hanno subito un incremento, ultimamente, raccogliendo la partecipazione entusiasta di nuove leve.

2) pistole semiauto e black rifles sono sempre piu' usati in discipline sportive perché ci si prestano magnificamente e il tipo di discipline sono anche divertenti da praticare (rispettando semplici criteri di sicurezza...) come il three gun match, le competizioni IPSC e IDPA.

3) se una cosa é ingiusta (come l'infame circolare europea) perché lede i diritti di qualcuno senza motivo, se uno se ne frega si rende MORALMENTE COMPLICE di una ingiustizia. E questo é un atteggiamento italiano che possiamo ritrovare in molti campi dell'ambito sociale: dalla sanitá al rispetto delle istituzioni, dal lavoro alle cure parentali. E' il motivo per cui i nostri diritti di cittadini vengono sempre piu' compressi e NESSUNO SI RIBELLA. Perché tanto si spera che toccherá sempre agli altri subire e non a noi. Fino a che la catena finisce e tocca a noi per davvero.

Capiamoci bene, la mia non é una tirata contro i cacciatori tout court, ma contro coloro che hanno questo specifico atteggiamento da arroganti strafottenti (ci potrei includere molti tiratori di .22 e di AC, ma i cacciatori sono ancora tanti ed é una categoria numericamente importante che storicamente é arroccata nella convinzione che a loro non succederá niente). A questa gente il porto d'armi e le armi le toglierei davvero: non sono appassionati ne di armi ne di caccia. Sono solo dei possessori di armi e dei bulletti in potenza, potenziali schiavi o carnefici, non cittadini a pieno titolo.

Li disprezzo e li compatisco.
Ultima modifica di PaoloAR15 il 14/12/2015, 1:54, modificato 1 volta in totale.

PaoloAR15
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 36
Iscritto il: 24/02/2013, 20:33

Re: Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma sem

Messaggio da PaoloAR15 » 10/12/2015, 12:50

ma i cacciatori sono ancora tanti ed é una categoria numericamente importante che storicamente é arroccata nella convinzione che a loro non succederá niente). A questa gente il porto d'armi e le armi le toglierei davvero: non sono appassionati ne di armi ne di caccia. Sono solo dei possessori di armi e dei bulletti in potenza, potenziali schiavi o carnefici, non cittadini a pieno titolo.
Da quando è obbligatorio essere appassionato di armi per poterne usare una?
E' vietato pensare all'arma solo come ad un mero attrezzo da usare per ciò che serve, e non come ad un' opera d'arte?
Da quando c'e' gente che si definisce tale e poi si comporta altrimenti.

Io non vieto niente. Constato.
Ultima modifica di PaoloAR15 il 10/12/2015, 13:02, modificato 1 volta in totale.

oizirbaf
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 13838
Iscritto il: 21/12/2010, 13:26
Località: Gallia cisalpina

Re: Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma sem

Messaggio da oizirbaf » 10/12/2015, 12:53

Da cacciatore (con armi anche "ricamate") STRAQUOTONE per PaoloAR15!
Oizirbaf :october:
Rem tene, verba sequentur.

Avatar utente
docpilot
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 11243
Iscritto il: 21/12/2010, 19:27
Località: Neapolis

Re: Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma sem

Messaggio da docpilot » 10/12/2015, 12:54

PaoloAR15 ha scritto:... A questa gente il porto d'armi e le armi le toglierei davvero: non sono appassionati ne di armi ne di caccia. Sono solo dei possessori di armi e dei bulletti in potenza, potenziali schiavi o carnefici, non cittadini a pieno titolo.

Li disprezzo e li compatisco.
Non credi di pensarla come loro...però all'incontrario?

Per me (che sono un liberale convinto) chiunque ha il diritto di detenere legalmente armi e munizioni e usarle nella disciplina che preferisce...anche se purtroppo la pensa come tu hai ottimamente descritto in precedenza...

Divide et impera...per evitarlo noi possiamo fare la nostra parte, piccola, ma pur sempre parte...che deve essere supportata necessariamente da chi ha voce in capitolo...e pare che questo stia già succedendo...

La nostra montagna da scalare è ripida e irta di ostacoli e pericoli...ma arriveremo alla vetta.
Immagine
Moglie che tace casa felice. Confucio.
La gente che grida parole violente non vede, non sente, non pensa per niente.
Immagine

Alex39
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1437
Iscritto il: 22/05/2013, 18:57

Re: Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma sem

Messaggio da Alex39 » 10/12/2015, 13:22

docpilot ha scritto:
PaoloAR15 ha scritto:... A questa gente il porto d'armi e le armi le toglierei davvero: non sono appassionati ne di armi ne di caccia. Sono solo dei possessori di armi e dei bulletti in potenza, potenziali schiavi o carnefici, non cittadini a pieno titolo.

Li disprezzo e li compatisco.
Non credi di pensarla come loro...però all'incontrario?

Per me (che sono un liberale convinto) chiunque ha il diritto di detenere legalmente armi e munizioni e usarle nella disciplina che preferisce...anche se purtroppo la pensa come tu hai ottimamente descritto in precedenza...

Divide et impera...per evitarlo noi possiamo fare la nostra parte, piccola, ma pur sempre parte...che deve essere supportata necessariamente da chi ha voce in capitolo...e pare che questo stia già succedendo...

La nostra montagna da scalare è ripida e irta di ostacoli e pericoli...ma arriveremo alla vetta.
Però nel nostro mondo ci sono anche questi:
Dialogo fra due tiratori.
Parcheggio del poligono TSN, due amici frequentatori si incontrano, nomi fittizi Franco e Alberto.
Franco- ciao Alberto come va;
Alberto- tutto bene, anzi benissimo, ho preso un altro pezzo, una Glock 23 in .40;
Franco- bella, ma perché l’hai presa il munizionamento del .40 costa caro;
Alberto- io ricarico cosi abbasso i costi, poi vuoi mettere il .40 col 9x21 è meglio ha più potere di arresto;
Franco- certo, ma però per sparare ad un bersaglio il potere d’arresto non serve;
Alberto- si è vero ma io la pistola la uso al poligono ma se necessario la uso per difesa e voglio che il malintenzionato vada in terra al primo colpo;
Franco- lo so che te la pistola la porti addosso, ma con il TAV non si può lo sai;
Alberto- me ne fotto, non sono mica come quelli la sotto la tettoia dei 50 metri tutti bardati, ma li hai mai notati quelli con quella lunga e ridicola pistola in 22, che sparano un colpo ogni 3-4 minuti, stanno li studiano il tiro e poi “cè” fanno lo scoppietto, che tiro è quello;
Franco- ma loro sono gli accademici e fanno altre cose, ai visto i bersagli come sono lontani;
Alberto- faranno altre cose ma se devono piantare una palla in pancia a qualcuno il loro scoppietti se li possono friggere;
Franco- dai andiamo che mi sembra che nel tunnel ci sia parecchia gente-
Fine del dialogo, anche questi sono appassionati di armi.

Avatar utente
docpilot
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 11243
Iscritto il: 21/12/2010, 19:27
Località: Neapolis

Re: Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma sem

Messaggio da docpilot » 10/12/2015, 13:42

@ Alex39
@ monteaspro

D'accordissimo con voi e aggiungo (ciò che doveva essere sottinteso) ai puntini sospensivi della mia frase:
"Per me (che sono un liberale convinto) chiunque ha il diritto di detenere legalmente armi e munizioni e usarle nella disciplina che preferisce...anche se purtroppo la pensa come tu hai ottimamente descritto in precedenza...Fermo restando che ognuno è e rimane, comunque e sempre, l'unico e solo responsabile delle proprie azioni."

Le teste calde (eufemismo) ci sono dappertutto...
Immagine
Moglie che tace casa felice. Confucio.
La gente che grida parole violente non vede, non sente, non pensa per niente.
Immagine

PaoloAR15
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 36
Iscritto il: 24/02/2013, 20:33

Re: Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma sem

Messaggio da PaoloAR15 » 10/12/2015, 14:02

Alex39 ha scritto:
docpilot ha scritto:
PaoloAR15 ha scritto:... A questa gente il porto d'armi e le armi le toglierei davvero: non sono appassionati ne di armi ne di caccia. Sono solo dei possessori di armi e dei bulletti in potenza, potenziali schiavi o carnefici, non cittadini a pieno titolo.

Li disprezzo e li compatisco.
Non credi di pensarla come loro...però all'incontrario?

Per me (che sono un liberale convinto) chiunque ha il diritto di detenere legalmente armi e munizioni e usarle nella disciplina che preferisce...anche se purtroppo la pensa come tu hai ottimamente descritto in precedenza...

Divide et impera...per evitarlo noi possiamo fare la nostra parte, piccola, ma pur sempre parte...che deve essere supportata necessariamente da chi ha voce in capitolo...e pare che questo stia già succedendo...

La nostra montagna da scalare è ripida e irta di ostacoli e pericoli...ma arriveremo alla vetta.
Però nel nostro mondo ci sono anche questi:
Dialogo fra due tiratori.
Parcheggio del poligono TSN, due amici frequentatori si incontrano, nomi fittizi Franco e Alberto.
Franco- ciao Alberto come va;
Alberto- tutto bene, anzi benissimo, ho preso un altro pezzo, una Glock 23 in .40;
Franco- bella, ma perché l’hai presa il munizionamento del .40 costa caro;
Alberto- io ricarico cosi abbasso i costi, poi vuoi mettere il .40 col 9x21 è meglio ha più potere di arresto;
Franco- certo, ma però per sparare ad un bersaglio il potere d’arresto non serve;
Alberto- si è vero ma io la pistola la uso al poligono ma se necessario la uso per difesa e voglio che il malintenzionato vada in terra al primo colpo;
Franco- lo so che te la pistola la porti addosso, ma con il TAV non si può lo sai;
Alberto- me ne fotto, non sono mica come quelli la sotto la tettoia dei 50 metri tutti bardati, ma li hai mai notati quelli con quella lunga e ridicola pistola in 22, che sparano un colpo ogni 3-4 minuti, stanno li studiano il tiro e poi “cè” fanno lo scoppietto, che tiro è quello;
Franco- ma loro sono gli accademici e fanno altre cose, ai visto i bersagli come sono lontani;
Alberto- faranno altre cose ma se devono piantare una palla in pancia a qualcuno il loro scoppietti se li possono friggere;
Franco- dai andiamo che mi sembra che nel tunnel ci sia parecchia gente-
Fine del dialogo, anche questi sono appassionati di armi.
No. Quello descritto che gira senza l'adeguato permesso di polizia non é un appassionato. E' un imbecille.

Un appassionato é chi rispetta la legge e tutela i SUOI giusti diritti.

PaoloAR15
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 36
Iscritto il: 24/02/2013, 20:33

Re: Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma sem

Messaggio da PaoloAR15 » 10/12/2015, 14:04

Io faccio semplicemente il raffronto con quanto stanno facendo altri paesi ed altri tiratori AD ESEMPIO con la petizione di Change.org.

Un paese con la tradizione e industria armiera come l'Italia dovrebbe fare molto ma molto di piu'.

Invece no.

Tutti chini a guardare esclusivamente il proprio orticello.

Pecore che sperano di essere mangiate per ultime.

58-KURTZ
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2998
Iscritto il: 23/12/2010, 20:58
Località: Nord ! Toscana

Re: Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma sem

Messaggio da 58-KURTZ » 10/12/2015, 17:13

PaoloAR15 ha scritto: Se si parla con i cacciatori che usano le doppiette o i semiauto calibro dodici, c'e' gente che dice: "voi che usate le pistole semiauto o i fucili ex ordinanza o i semiautomatici in stile militare siete i cattivi, siete quelli pericolosi. A me se vi tolgono tutto non me ne frega niente. Io ci vado solo a caccia, pago le tasse e lo stato non rinuncerá mai a questa entrata."

Alcuni rincarano anche la dose: "Anzi se ve le tolgono fanno anche bene, perché gettate discredito sulla categoria con le vostre manie da rambo" (quando ci sono armi c'é sempre rambo da qualche parte...)
Questi sono ragionamenti da teste di C xxx O !!!
Nei tempi dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario !

PaoloAR15
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 36
Iscritto il: 24/02/2013, 20:33

Re: Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma sem

Messaggio da PaoloAR15 » 10/12/2015, 19:16

Hai ragione.

Ma sia io che le persone presenti ieri a cena li abbiamo sentite dire cosi, queste persone.

Ovviamente non sempre le stesse, visto che frequentiamo poligoni diversi, gente diversa, luoghi geografici addirittura diversi.

La mentalitá di alcuni é quella.

Manca, insomma, l'unitá per tutelare la nostra passione ma, sopratutti, i diritti di TUTTI quelli che usano le armi.

In pratica, bisogna sentirsi dire, se hai certe tipologie di armi : "Sono problemi vostri"

E solo per l'aspetto della propria arma e né per le statistiche ne per la pericolositá o la letalitá. Un approccio ideologico di cui nemmeno tra tiratori si é esenti. Una VERGOGNA.

Io non sono ne cacciatore, ne faccio il tiratore IPSC, ma quando ci sono stati pericoli per queste due categorie ho espresso il mio incondizionato appoggio: se colpiscono uno, é come se colpissero tutti.

Purtroppo alcuni pensano che non sia cosi. VERGOGNA.

Avatar utente
gpaolo
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 149
Iscritto il: 22/12/2010, 16:04

Re: Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma sem

Messaggio da gpaolo » 10/12/2015, 20:31

PaoloAR15 ha scritto:Hai ragione.

Ma sia io che le persone presenti ieri a cena li abbiamo sentite dire cosi, queste persone.

Ovviamente non sempre le stesse, visto che frequentiamo poligoni diversi, gente diversa, luoghi geografici addirittura diversi.

La mentalitá di alcuni é quella.

Manca, insomma, l'unitá per tutelare la nostra passione ma, sopratutti, i diritti di TUTTI quelli che usano le armi.

In pratica, bisogna sentirsi dire, se hai certe tipologie di armi : "Sono problemi vostri"

E solo per l'aspetto della propria arma e né per le statistiche ne per la pericolositá o la letalitá. Un approccio ideologico di cui nemmeno tra tiratori si é esenti. Una VERGOGNA.

Io non sono ne cacciatore, ne faccio il tiratore IPSC, ma quando ci sono stati pericoli per queste due categorie ho espresso il mio incondizionato appoggio: se colpiscono uno, é come se colpissero tutti.

Purtroppo alcuni pensano che non sia cosi. VERGOGNA.

Questa è la verità senza "se" e senza "ma" complimenti per l'ottima esposizione
GPaolo

Alex39
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1437
Iscritto il: 22/05/2013, 18:57

Re: Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma sem

Messaggio da Alex39 » 11/12/2015, 10:06

Si ma attenzione a non alimentare allarmismi e fobie, perché sono pochi o punti quelli che hanno la freddezza e le capacità di analisi del momento, altrimenti succede come ai due fidanzati.
http://www.repubblica.it/cronaca/2015/1 ... 129108167/

johnwayne
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 3446
Iscritto il: 21/12/2010, 22:02

Re: Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma sem

Messaggio da johnwayne » 11/12/2015, 10:14

parliamo di persone molto superficiali oltre che mooolto ignoranti!l'appassionato vero ha interesse che la propria passione sia ampiamente condivisa e ne parla con disinvoltura,senza vergognarsene affatto,anche con persone palesemente contrarie a tali passioni.nell'ambito oplofilo vi sono diverse passioni,tutte sane e condivisibili,dalla caccia al tiro accademico,a quello dinamico,al collezionismo puro,al tiro con avancarica ed ex ordinanza, etc.un appassionato sceglie il proprio settore ma non disprezza quello altrui.francamente,se i "sepolcri imbiancati europei"penalizzassero davvero le armi dall'estetica militare,a me dispiacerebbe,pur non possedendone.gli appassionati di tali armi sono,in genere,persone simpatiche e gentili,che si impegnano nel tiro quanto gli altri tiratori e,come gli altri,sono sempre disposti a far provare a terzi le loro armi,così come i tiratori dinamici ed ogni altro appassionato oplofilo.dopo oltre 30 anni di caccia e 12 di tiro,conosco tiratori delle + svariate tipologie e,a tutt'oggi,ho incontrato un solo fanatico,convinto assertore della difesa abitativa con carabina semiauto in calibro esuberante,per il resto tutti appassionati seri e con la testa sulle spalle,pur nella diversità di passioni. :sigaro:
.

PaoloAR15
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 36
Iscritto il: 24/02/2013, 20:33

Re: Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma sem

Messaggio da PaoloAR15 » 11/12/2015, 12:43

Alex39 ha scritto:Si ma attenzione a non alimentare allarmismi e fobie, perché sono pochi o punti quelli che hanno la freddezza e le capacità di analisi del momento, altrimenti succede come ai due fidanzati.
http://www.repubblica.it/cronaca/2015/1 ... 129108167/
Non ho capito cosa sia "alimentare allarmismi e fobie" in questo contesto. Si sta parlando di DIRITTI, non di sicurezza. Intervenire piú IT, per favore.

PaoloAR15
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 36
Iscritto il: 24/02/2013, 20:33

Re: Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma sem

Messaggio da PaoloAR15 » 11/12/2015, 13:11

ranger.78 ha scritto:Diritti? quali diritti?
Noi non abbiamo nessun diritto nel detenere armi da fuoco!
L'america è un altra cosa.
Si é un'altra cosa.

Per questo loro sono un grande paese e noi no.

Avatar utente
standard9
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 4553
Iscritto il: 11/01/2011, 7:48

Re: Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma sem

Messaggio da standard9 » 11/12/2015, 13:28

Paolo R15,vedo che non hai ben fotografata la realtà.I cacciatori possono anche essere appassionati di armi,ma c'è una buona parte di loro che usa la doppietta come un attrezzo,pertanto se ne fotte delle restrizioni di armi. Il lato negativo per noi appassionati è che i politici antiarmi consentono l'attività venatoria ,il tiro sportivo accademico,e il tiro a volo comunque,anche se gli appassionati di armi vengono vessati da leggi restrittive. Vedi l'ex unione sovietica e i paesi che gli appartenevano(Ucraina,Bielorussa ed altri). Vedi l'UK(regno unito inglese). Si possono detenere tutti i fucili da caccia a canna liscia(negli ex paesi del CCCP anche rigati,tipo 308W,30-06) ma è vietato detenere le pistole. Lì i cacciatori da soli o in gruppo si divertono lo stesso quanto noi o più di noi.E poi,le armi ad aria compressa sono di libera vendita,anche se erogano 50 Joule,però non devono essere di calibro superiore al 4,5(e questo è,permettetemi di segnalarlo,cosa intelligente per evitare un'eccessiva gittata letale del piombino). Due anni fa andai in Ucraina ed acquistai presso un centro commerciale una carabina a molla in cal. 4,5,che erogava circa 26 joule(dato che sono cittadino italiano,figurò un mio amico come acquirente presentando solo la sua carta d'identità). Ebbene,con due o tre persone andammo in aperta campagna a sparare i corvi. Passò vicino a noi,in una stradina di campagna,una pattuglia della polizia(lì, proprio gli agenti non scherzano:se li contesti ti menano da morire e ti lasciano a terra sanguinante:non se ne fregano un cazzo!). Ebbene,si fermarono a parlare con uno dei miei amici ucraini,scesero,si accesero una sigaretta,videro come tiravamo ai corvi e se ne andarono salutandoci con un sorriso.Lì badano a cose più serie!

PaoloAR15
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 36
Iscritto il: 24/02/2013, 20:33

Re: Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma sem

Messaggio da PaoloAR15 » 11/12/2015, 13:53

ranger.78 ha scritto:Da oplofilo posso invidiare il loro diritto a detenere armi, ma da qui a considerarli un grande paese, ce ne corre!
Sono civile e democratico, per cui sostengo il tuo diritto a: 1) essere ignorante 2) essere totalmente provinciale.

E' tua la vita, mica la mia.

PaoloAR15
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 36
Iscritto il: 24/02/2013, 20:33

Re: Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma sem

Messaggio da PaoloAR15 » 11/12/2015, 13:55

standard9 ha scritto:Paolo R15,vedo che non hai ben fotografata la realtà.I cacciatori possono anche essere appassionati di armi,ma c'è una buona parte di loro che usa la doppietta come un attrezzo,pertanto se ne fotte delle restrizioni di armi. Il lato negativo per noi appassionati è che i politici antiarmi consentono l'attività venatoria ,il tiro sportivo accademico,e il tiro a volo comunque,anche se gli appassionati di armi vengono vessati da leggi restrittive. Vedi l'ex unione sovietica e i paesi che gli appartenevano(Ucraina,Bielorussa ed altri). Vedi l'UK(regno unito inglese). Si possono detenere tutti i fucili da caccia a canna liscia(negli ex paesi del CCCP anche rigati,tipo 308W,30-06) ma è vietato detenere le pistole. Lì i cacciatori da soli o in gruppo si divertono lo stesso quanto noi o più di noi.E poi,le armi ad aria compressa sono di libera vendita,anche se erogano 50 Joule,però non devono essere di calibro superiore al 4,5(e questo è,permettetemi di segnalarlo,cosa intelligente per evitare un'eccessiva gittata letale del piombino). Due anni fa andai in Ucraina ed acquistai presso un centro commerciale una carabina a molla in cal. 4,5,che erogava circa 26 joule(dato che sono cittadino italiano,figurò un mio amico come acquirente presentando solo la sua carta d'identità). Ebbene,con due o tre persone andammo in aperta campagna a sparare i corvi. Passò vicino a noi,in una stradina di campagna,una pattuglia della polizia(lì, proprio gli agenti non scherzano:se li contesti ti menano da morire e ti lasciano a terra sanguinante:non se ne fregano un cazzo!). Ebbene,si fermarono a parlare con uno dei miei amici ucraini,scesero,si accesero una sigaretta,videro come tiravamo ai corvi e se ne andarono salutandoci con un sorriso.Lì badano a cose più serie!
Poi sarei io quello che non ha ben fotografata la realtá.

Direi che ci ho azzeccato in pieno.

Del resto... l'amico sopra ha detto che non é un diritto avere armi, no? :D

Eh l'America é un'altra cosa.

E quando i treni arrivavano in orario.

Che tristezza che mi fate.

Avatar utente
standard9
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 4553
Iscritto il: 11/01/2011, 7:48

Re: Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma sem

Messaggio da standard9 » 11/12/2015, 14:18

Noto che non ci capiamo. I cacciatori,comunque vadano le cose,continueranno la loro attività venatoria,e allo stesso modo i tiratori agonisti di tiro accademico e quelli del tiro a volo(che sono sport olimpici). Siamo noi appassionati una categoria a sè!
Il politico antiarmi se ne fotte se hai il bisogno di possedere una '911 o una B7. E lo stesso discorso si pone sul porto d'armi per difesa individuale(di cui io sono da anni un fortunato a possedere la licenza). Teoricamente,uno Stato che funziona,non può permettere che il singolo cittadino,che paga regolarmente le tasse,si preoccupi di difendere in casa o per strada se stesso e i suoi familiari.Rilasciare il porto per difesa personale è come delegare allo stesso modo di provvedere alle proprie cure mediche emergenti,senza chiamare il 118(e invece si chiama,si chiama e molto spesso e si abusa per propria comodità,senza che il più delle volte ce ne sia il bisogno!!!). Concedere il porto d'armi per difesa personale significa dichiarare l'inefficienza dello Stato in campo della sicurezza!Nella Russia ex comunista,e tuttora,non esisteva il porto d'armi al singolo cittadino per difendere la propria incolumità:era lo Stato efficiente(vero,falso,solo propaganda)che garantiva l'incolumità a tutti.Differente negli USA,terra conquistata con il piombo dei pionieri.Lì la democrazia permette un individualismo(se vado a cacare più di due volte al giorno non lo deve certo far presente al Politburo)pertanto,lo Stato è consapevole che non può essere presente dappertutto per difendere i suoi cittadini da eventuali furti,rapine ed azioni violente,per cui si concede il porto d'armi a chi ne fa richiesta(secondo emendamento). In sintesi:'teoricamente vorreste stare in uno Stato monotono dove non accade nulla,nè furti,nè rapine e nè violenze vari e stare senza la pistola adddosso,o al contrario vivere in uno Stato liberale,ove c'è la calma, e a volte la bufera che ben venga, ci toglie di dosso la monotonia e ci fa sognare di difenderci, oppure proprio di difenderci realmente?
Io sono per una vita meno monotona!(per le anime che ridono in eterno,in Paradiso,secondo una visione dantesca,c'è sempre tempo:'E sai che rottura di palle?...e pure in Eterno!!!)) :sigaro:
Ultima modifica di standard9 il 11/12/2015, 14:26, modificato 1 volta in totale.

PaoloAR15
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 36
Iscritto il: 24/02/2013, 20:33

Re: Armi ed armati: quelli che non sono appassionati, ma sem

Messaggio da PaoloAR15 » 11/12/2015, 14:24

standard9 ha scritto:Noto che non ci capiamo. I cacciatori,comunque vadano le cose,continueranno la loro attività venatoria,e allo stesso modo i tiratori agonisti di tiro accademico e quelli del tiro a volo(che sono sport olimpici). Siamo noi appassionati una categoria a sè!
Il politico antiarmi se ne fotte se hai il bisogno di possedere una '911 o una B7. E lo stesso discorso si pone sul porto d'armi per difesa individuale(di cui io sono da anni un fortunato a possedere la licenza). Teoricamente,uno Stato che funziona,non può permettere che il singolo cittadino,che paga regolarmente le tasse,si preoccupi di difendere in casa o per strada se stesso e i suoi familiari.Rilasciare il porto per difesa personale è come delegare allo stesso modo di provvedere alle proprie cure mediche emergenti,senza chiamare il 118(e invece si chiama,si chiama e molto spesso e si abusa per propria comodità,senza che il più delle volte ce ne sia il bisogno!!!). Concedere il porto d'armi per difesa personale significa dichiarare l'inefficienza dello Stato in campo della sicurezza!Nella Russia ex comunista,e tuttora,non esisteva il porto d'armi al singolo cittadino per difendere la propria incolumità:era lo Stato efficiente(vero,falso,solo propaganda)che garantiva l'incolumità del singolo cittadino.Differente negli USA,terra conquistata con il piombo dei pionieri.Lì la democrazia permette un individualismo(se vado a cacare più di due volte al giorno non lo deve certo far presente al Politburo)pertanto,lo Stato è consapevole che non può essere presente dappertutto per difendere i suoi cittadini da eventuali furti,rapine ed azioni violente contro il singolo,pertanto si concede il porto d'armi(secondo emendamento). In sintesi:'teoricamente vorreste stare in un monotono stato dove non accade nulla di rapina o furto e stare senza la pistola,o al contrario vivere in uno Stato liberale,ove c'è la calma, e a volte la bufera che che ci toglie di dosso la monotonia e ci fa sognare di difenderci, oppure proprio realmente di difenderci per renderci una vita meno monotona?
Io sono per una vita meno monotona!(per le anime che ridono in eterno,in Paradiso,secondo una visione dantesca,c'è sempre tempo: 'sai che rottura di palle,e in Eterno!!!)) :sigaro:
Mi pare che in Svizzera le armi le abbiano. E che lo stato non deleghi proprio un bel niente.

Permettere ai cittadini di avere il porto d'armi da difesa non é affermare proprio un bel niente: sarebbe come non permettere di avere estintori in ufficio altrimenti si certificherebbe che i vigili del fuoco sono inefficienti. Capisci anche tu che quello che hai detto NON HA SENSO...

:ciglia:

Rispondi