Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

legislazione armiera, novità legislative e amministrative, giurisprudenza e dottrina.
mauserwaffen
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 98
Iscritto il: 19/01/2011, 21:12

Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da mauserwaffen » 27/11/2015, 8:27

Leggevo sul Resto del Carlino di qualche giorno fa che il questore di Reggio Emilia ha imposto un limite superiore di 100 armi alle licenze di collezione per armi comuni. Per come la vedo io è un abuso, soprattutto in quei casi in cui è accertato che il titolare abbia messo in atto tutte le misure di sicurezza necessarie alla custodia, oltre al fatto che il numero 100 è totalmente arbitrario e perchè non potrebbe essere 101 o 99. Che tipo di azioni legali si possono intraprendere secondo voi contro un provvedimento dle genere? Ci sono già procedimenti in atto?

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da Bizio61 » 27/11/2015, 8:50

Sarebbe stato meglio se prendendo spunto da qualcun altro molto piu' importante di lui il Questore di Reggio Emilia avesse detto "Mille e non piu' mille" ...

Ad ogni modo dalla lettura di cio' che dice sul suo portale il giudice Dott. Mori in merito ad esempio al fatto di poter o non poter utilizzare un' arma in collezione al tsn, si evince che cio' che viene scritto sulla licenza di collezione non costituisce legge; il problema e' comunque che bisogna attenersi ad eventuali restrizioni decise per motivi di sicurezza da parte del Questore, pena la revoca della licenza di collezione stessa.
Nel caso del numero massimo di 100 armi penso che tale limite sia purtroppo invalicabile in quanto non ti verrebbe concessa la preventiva per la 101 arma nel momento in cui tu ne presenti istanza.

Dato che tali limiti posti dal Questore sono discrezionali temo sia ben difficile poter fare alcuna opposizione.
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

mauserwaffen
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 98
Iscritto il: 19/01/2011, 21:12

Re: Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da mauserwaffen » 27/11/2015, 9:13

in effetti non avevo pensato al fatto che la licenza viene rilasciata inserendo le restrizioni e che il limite viene inserito in questo modo e si è costretti a rispettarlo. In effetti così sembra difficilmente attraccabile legalmente ma è comunque una violazione del principio di uguaglianza se in diverse parti d'Italia le perosne hanno diritti diversi. E' sempre la solita storia purtroppo....

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da Bizio61 » 27/11/2015, 10:23

mauserwaffen ha scritto:in effetti non avevo pensato al fatto che la licenza viene rilasciata inserendo le restrizioni e che il limite viene inserito in questo modo e si è costretti a rispettarlo. In effetti così sembra difficilmente attraccabile legalmente ma è comunque una violazione del principio di uguaglianza se in diverse parti d'Italia le perosne hanno diritti diversi. E' sempre la solita storia purtroppo....
È purtroppo come dici.
Ogni questura e addirittura ogni ufficio armi è parrocchia a sè stante con la classica distribuzione sul territorio italiano a macchia di leopardo nella applicazione delle procedure e delle normative che dovrebbero essere invece uguali per tutti.
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

zeroalx
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 129
Iscritto il: 21/06/2015, 2:05

Re: Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da zeroalx » 27/11/2015, 16:26

Secondo me è impugnabile e soprattutto pure superabile.

" Ritenuto in via preliminare di sottolineare che nella materia delle licenze di pubblica sicurezza, perché siano rispettati i principi costituzionali di eguaglianza e le libertà fondamentali riconosciute dalla Costituzione, i requisiti attitudinali o di affidabilità dei richiedenti di tali licenze devono pur sempre essere desunti da condotte del soggetto interessato, anche diverse da quelle aventi rilievo penale e accertate in sede penale, ma devono essere significative in rapporto al tipo di funzione o di attività da svolgere, non essendo ammissibile che da episodi estranei al soggetto finiscano per discendere conseguenze per lui negative, diverse ed ulteriori rispetto a quelle previste dalla legge e non suscettibili, secondo una valutazione ragionevole, di rilevare un’effettiva mancanza di requisiti o di qualità richieste per l’esercizio delle funzioni o delle attività di cui si tratta, traducendosi così in una sorta di indebita sanzione extralegale (T.A.R. Veneto, III, 14.4.2006, n.1017)"

Da leggersi: viene fatta una valutazione personale per il rilascio? Se me la limiti mi devi dire la motivazione,che non può essere di carattere generale,ma specifica sulla mia persona.

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da Bizio61 » 27/11/2015, 18:48

Stando al tuo ragionamento io potrei presentare ricorso per il fatto che a Milano non posso trasportare armi in collezione fuori dal luogo di detenzione mentre invece nella provincia limitrofa di Pavia e' possibile farlo e quindi i collezionisti possono andare tranquillamente in cava o al TSN ed utilizzarle.

Eppure il giudice Dott. Mori la pensa in modo diverso e dice chiaramente che pur essendo una prescrizione erronea bisogna attenersi a tale prescrizione data dal Questore senza menzionare la possibilita' di ricorso.
Nessuna norma vieta l’uso delle armi in collezione e perciò esse possono essere portate al poligono per tirare e possono essere date in comodato, se sportive; le armi da caccia non vanno in collezione. Però molti questori hanno frainteso la legge e impongono nella licenza il divieto di uso; è prescrizione erronea, ma chi se la ritrova deve osservarla.
http://www.earmi.it/diritto/faq/sintesi.htm
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

zeroalx
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 129
Iscritto il: 21/06/2015, 2:05

Re: Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da zeroalx » 27/11/2015, 23:42

Bizio61 ha scritto:Stando al tuo ragionamento io potrei presentare ricorso per il fatto che a Milano non posso trasportare armi in collezione fuori dal luogo di detenzione mentre invece nella provincia limitrofa di Pavia e' possibile farlo e quindi i collezionisti possono andare tranquillamente in cava o al TSN ed utilizzarle.

Eppure il giudice Dott. Mori la pensa in modo diverso e dice chiaramente che pur essendo una prescrizione erronea bisogna attenersi a tale prescrizione data dal Questore senza menzionare la possibilita' di ricorso.
Nessuna norma vieta l’uso delle armi in collezione e perciò esse possono essere portate al poligono per tirare e possono essere date in comodato, se sportive; le armi da caccia non vanno in collezione. Però molti questori hanno frainteso la legge e impongono nella licenza il divieto di uso; è prescrizione erronea, ma chi se la ritrova deve osservarla.
http://www.earmi.it/diritto/faq/sintesi.htm
Diciamo subito che stiamo parlando di cose diverse. La licenza di collezione si rilascia sulla base di specifiche qualità personali che vanno oltre alle scartoffie da presentare (reati penali,denunce,reati tributari,sanzione amministrative ecc ecc),e non può essere limitata da considerazioni generiche ma solo da appunti specifici motivati .

"Siccome da indagini chi ha le collezioni ha il vizietto di lasciare le porte dell'armadio blindato aperte,allora almeno riduciamo il danno ed in caso di furto i malmostosi non trovano più di 100 armi".

No,io non sono tutti e se gli altri sbagliano devi dimostrare che anch'io l'ho fatto,non addebitarmi preventivamente andazzi che tu questore a tuo modo ritieni comuni e quindi addebitarli a cazzo anche a me.

Inoltre le mie mancanze devono essere previste dalla legge con sanzioni specifiche, mentre in questo caso c'è un addebito preventivo generico che non viene punito con una norma di legge a seguito di una violazione ,ma da una limitazione che defacto costituisce una sanzione extralegale che non è appannaggio della discrezionalità del questore.Altrimenti il questore si fà le regole per i cavoli suoi e decide colpevoli e sanzioni come gli gira...non esiste.

Per il trasporto invece la limitazione non è alla persona ma alle armi oggetto di collezione,che non vengono qualificate ad essere trasportate (e questo da chiunque). E perchè?...Perchè molti questori vogliono evitare che la licenza di collezione sia un modo di aggirare i limiti della detenzione. Se un arma in collezione può essere utilizzata al pari di una non in collezione...qualcuno mi spiega che differenza c'è allora ? Tanto valeva alzare direttamente la detenzione senza questa ipocrisia tutta itagliana. E questa le vedo già più duretta da dimostrare.Il Dott. Mori parte dal presupposto molto liberale e corretto (ma inapplicabile in itaglia) che sia permesso tutto ciò che non è esplicitamente vietato.Quindi se non ho scritto esplicitamente "vietato il trasporto" sulla licenza esso, implicitamente, è permesso.

Invece in itaglia è implicitamente vietato tutto quello che non è esplicitamente permesso.

Qual'è il peccato originale? Che la nostra costituzione è una costituzione di sinistra,torva e limitativa,fatta per spegnere iniziativa privata e slancio creativo,cancellare la meritocrazia colpendo e punendo il capitale.Essa è in grado di dare potere di controllo anche a chi pur preposto è girato dall'altra parte a farsi i fattacci suoi che a sua discrezione può entrare in campo e paralizzare tutto. Mette sullo stesso piano il meritevole e l'idiota che all'interno degli apparati ha una discrezionalità totale nel poter ostacolare senza alcuna ragione concreta non avendo un obbiettivo dichiarato da perseguire.

E' da quasi 70 anni che stiamo pagando la follia di una visione contrapposta di schieramenti ideologizzati che non sono mai riusciti ad accantonare i propri interessi e le proprie miserie personali in favore del bene comune.

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da Bizio61 » 28/11/2015, 8:02

Adesso credo di aver capito la differenza, grazie.
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

coordinatoreAMST
Livello 3
Livello 3
Messaggi: 573
Iscritto il: 29/05/2012, 12:03

Re: Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da coordinatoreAMST » 28/11/2015, 11:49

Attenti a non ricadere in un altro errore: secondo me la legge già prevede la tutela del NON USO delle armi in collezione, laddove sancisce il divieto di detenzione delle relative munizioni. E' vero che posso avere 50 armi calibro nove in collezione e una dichiarata in semplice detenzione: dunque potrei detenere le relative munizioni.
Ma questo non cambia la legge :giudice: :giudice:
Il senso del discorso del Dr. Mori (credo di non sbagliare) è che un collezionista potrebbe trasportare un'arma al poligono, comprare una scatola di colpi, e usarla saltuariamente. Non vedo che ci sia di strano.
Quanto alla discrezionalità delle prescrizioni della autorità amministrativa, ritengo che l'insegnamento dei TAR faccia scuola: sì alla discrezionalità, finché questa non si tramuta in arbitrio. Sul limite alle 100 armi ci sarebbe molto da scrivere, in sede di ricorso al TAR. Purtroppo i ricorsi costano, durano anni, sono di esito incerto: per questo raramente vengono proposti. :october: :october: :october:

zeroalx
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 129
Iscritto il: 21/06/2015, 2:05

Re: Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da zeroalx » 28/11/2015, 13:02

Sarebbe infatti interessante sapere se la questura citata ha effettivamente concesso l'uso delle armi in collezione oppure la mancanza di uno specifico divieto di trasporto sulla licenza di collezione stessa abbia indotto qualcuno a pensare che fosse un'implicita autorizzazione.

Nota: ricordiamoci che ,per chi puo', nulla vieterebbe di sparare in casa,ne di ricaricarsi il munizionamento adatto, che ovviamente non e' tracciabile,utilizzando quindi le armi in collezione pur non potendolo fare.

Credo che nel caso delle armi in collezione il solo spostarle da un luogo all'altro (casa-tsn) richieda l'autorizzazione al trasporto.

Per il ricorso siamo ovviamente nella jungla dei tribunali italioti,pero' quì c'e' sentenza,quindi non si chiede un parere ma l'applicazione,cosa che dovrebbe essere molto meno onerosa ma soprattutto rapida e dall'esito tutt'altro che incerto.

A mio parere onde evitare di tirare troppo la corda,sarebbe opportuno che ci si mettesse in testa che le armi si inseriscono in collezione con uno scopo oltre che storico-culturale anche preservativo (cacchio ridete?!) Quindi "rovinare" certe armi utilizzandole non sarebbe tanto corretto. Se appunto non ci fosse alcuna distinzione pratica tra le armi in collezione e quelle in detenzione verrebbe a morire la ragione stessa della collezione.

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da Bizio61 » 28/11/2015, 13:32

Sembra che il giudice Mori pensi il contrario. Ho riportato sopra le sue parole tratte da una pagina del suo portale e che cioè la legge non vieta nulla, pertanto chi non si trova alcuna dicitura può trasportare le proprie armi al TSN, chi invece se la ritrova deve purtroppo attenersi ad essa e nel caso per farlo deve prima richiedere autorizzazione alla questura.
Inoltre in collezione vengono inserite non solo armi da preservare per il loro valore collezionistico ma qualsiasi arma ecceda le 6 sportive e le 3 comuni, armi fatte quindi per essere usate e non solo coccolate.
Io utilizzo le armi in collezione facendo continui spostamenti dalla detenzione alla collezione, e viceversa a botte di 32€ alla volta in marche da bollo, soluzione molto più pratica che non aspettare che il dirigente firmi il permesso.
Ultima modifica di Bizio61 il 28/11/2015, 13:35, modificato 1 volta in totale.
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

zeroalx
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 129
Iscritto il: 21/06/2015, 2:05

Re: Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da zeroalx » 28/11/2015, 15:13

Concordo con la valutazione di Monte,finchè si scrive un parere è sempre tutto apposto,salvo scontrarsi con la dura realtà pratica di chi deve seguire la legge e non le opinioni.

Lasciamo da parte un'attimo la diatriba "armi da usare si o armi da usare no" ,che è più di carattere personale, legata alla propria sensibilità.

Il giudice Mori sà sicuramente il fatto suo,ma dubito che anche lui non veda il tentativo di forzatura cercando falle in una norma che è chiarissima: una collezione non è un escamotage per superare la legge.

Se la legge impone che al massimo ci sono tot armi da poter detenere allora le furberie stanno a zero. Il vincolo della richiesta di una licenza specifica,le regole sul tipo di arma,i limiti sui doppioni,l'assenza di munizionamento,l'autorizzazione di trasporto e soprattutto il carico e lo scarico dalla collezione, testimoniano la chiara ed evidente volontà di impedire l'uso di queste armi.

Se il bollo assume in questa nostra terra martoriata di ingiustizie e gabelle la dimensione di un ulteriore balzello...provate dico solo provate ad immmaginare cosa accadrebbe se le movimentazioni fossero a costo zero. Miliardi di pratiche di gente che il venerdì leva le armi dalla collezione,và in poligono e il lunedì le ripassa in collezione... Poi lamentarsi dell'inefficenza degli uffici sarebbe come sparare non sulla croce rossa,ma sui nostri attributi pendenti perchè saremmo noi gli artefici del caos di cui poi avere tanta indignazione.

La realtà è che siamo un popolo vessato,che risponde nell'unico modo possibile,con le furberie e non con il diritto. Poichè chi ci governa froda la nostra fiducia abusando delle regole ci sentiamo in dovere di farlo anche noi.

Ogni spunto di riflessione è sempre valido ma ormai è inutile che ci diciamo e ridiciamo le stesse cose: perchè posso avere 100 fucili ma non 100 pistole? Cosa cambia avere 200 colpi invece di 500? Se non posso acquistare allora aggiro con la ricarica... e via discorrendo.

Il settore è mal gestito (perchè potrebbe in primis essere un eccellente traino economico), secondo è osteggiato (l'ignoranza regna sovrana e più sono ignoranti più vogliono restringere), terzo così è e ce lo dobbiamo tenere perchè finchè non si concretizzano azioni credibili è meglio non fare nemmeno troppo casino...pensate solo se facessero un referendum per l'abolizione delle armi...come pensate voterebbe il 70-80% della gente?

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da Bizio61 » 28/11/2015, 18:08

zeroalx ha scritto:Se il bollo assume in questa nostra terra martoriata di ingiustizie e gabelle la dimensione di un ulteriore balzello...provate dico solo provate ad immmaginare cosa accadrebbe se le movimentazioni fossero a costo zero. Miliardi di pratiche di gente che il venerdì leva le armi dalla collezione,và in poligono e il lunedì le ripassa in collezione... Poi lamentarsi dell'inefficenza degli uffici sarebbe come sparare non sulla croce rossa,ma sui nostri attributi pendenti perchè saremmo noi gli artefici del caos di cui poi avere tanta indignazione.
Anche per quanto riguarda la richiesta di due marche da bollo per ogni movimentazione della licenza di collezione per armi comuni la cosa e' discrezionale cosi' come la famosa dicitura che su alcune licenze viene apposta e su altre no.
Alcune questure non richiedono piu' il pagamento delle marche da bollo essendosi adeguate ad un chiarimento ministeriale che risale al 2005, mentre altre, fra cui la mia, lo richiedono ancora.
http://www.armietiro.it/non-si-devono-p ... e-armi-717
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

zeroalx
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 129
Iscritto il: 21/06/2015, 2:05

Re: Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da zeroalx » 28/11/2015, 18:39

Come direbbe una pubblicità: ti piacerebbeee...

Non è discrezionale, perchè il parere del ministero si è leggerissimamente scontrato con l'agenzia delle entrate che ha confermato l'obbligo di pagamento. Almeno parziale. Poichè viene reputata la richiesta in collezione come un'istanza volta al questore si reputa che l'autorizzazione alla messa in collezione od il diniego della stessa sia la risposta a completamento di un iter e che questa sia da bollare ogni volta come a chiusura della pratica. La parzialità stà nelle modifiche " a riduzione delle armi in collezione" ove per elminarle non è necessario la riscrittura dell'atto ,che comporterebbe nuovi bolli,ma che si possa semplicemente cancellare la riga dell'arma in oggetto per stralciarla,riducendo l'operazione ad una semplice comunicazione e non ad una richiesta.

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da Bizio61 » 28/11/2015, 18:52

Okay, la cosa non e' discrezionale, puo' essere che mi sia espresso male. Cio' che intendevo dire e', in altri termini, che la richiesta delle marche da bollo e' affidata alla decisione del responsabile dell' ufficio armi.
Ci sono uffici armi che non richiedono marche da bollo tanto nel carico di armi in collezione quanto nello scarico di armi dalla collezione.
Questo post ne e' una testimonianza
viewtopic.php?f=6&t=11703&p=190812#p190812
Il mio ufficio armi le richiede invece in entrambi i casi, piu' una ulteriore marca da bollo quando di tanto in tanto stampano la copia aggiornata della collezione.
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

zeroalx
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 129
Iscritto il: 21/06/2015, 2:05

Re: Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da zeroalx » 28/11/2015, 21:45

Bizio61 ha scritto:Okay, la cosa non e' discrezionale, puo' essere che mi sia espresso male. Cio' che intendevo dire e', in altri termini, che la richiesta delle marche da bollo e' affidata alla decisione del responsabile dell' ufficio armi.
Che appunto si chiama discrezionalità.


No tranqui Biz avevo capito e non era per darti contro,solo per evitare che qualcuno se ne andasse a polemizzare con i "signori dietro il vetro" inutilmente. Probabilmente non sanno bene nemmeno loro cosa devono fare (in questo caso per fortuna di chi non paga) ed è la riprova di quanto surreale sia l'intero discorso ;)

Avatar utente
marco64
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1680
Iscritto il: 24/12/2010, 7:22
Località: Pistoia
Contatta:

Re: Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da marco64 » 03/12/2015, 10:02

secondo me esistono equivoci "storici" sulla licenza di collezione e le fantasiose prescrizioni che si leggono di conseguenza.

Ci sono da considerare alcuni aspetti da considerare sulla licenza di collezione per armi comuni.
La legge dice che la licenza di collezione è un titolo a parte, permette di detenere anche una sola arma o di superare il normale limite legale, non permette porto e trasporto e non permette la detenzione di munizioni. Questo perché nei prerequisiti del rilascio alla licenza non è previsto nessuna certificazione al maneggio o il possesso di pda in corso di validità .
Ecco perché viene richiesto il parere preventivo ed ogni inserimento in collezione deve essere autorizzato. Di fatto ogni volta che si inserisce un'arma in collezione è come se si richiedesse un nullaosta alla detenzione da parte di un cittadino senza titoli abilitativi. Anche perché la licenza ha carattere permanente mentre i pda scadono.

Le prescrizioni in licenza quindi sono inutili e dovrebbero essere superate (trasporto, uso e detenzione di munizionamento) in caso di possesso di un qualsiasi pda in corso di validità.
Basterebbe una circolare per rendere agevole e logico l'uso delle armi in collezione.
In questo modo potrebbero anche abbassare il limite detentivo "normale" delle armi, basterebbe che concedessero l'uso delle armi in collezione a fini di studio, sportivi e caccia. Lasciando solo il limite al porto da difesa.

Avatar utente
kappevale
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2439
Iscritto il: 21/12/2010, 23:32

Re: Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da kappevale » 03/12/2015, 10:51

Quando richiedo aggiornamento licenza collezione vogliono che il tav sia in corso di validità, altrimenti ciccia.

Avatar utente
gpaolo
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 149
Iscritto il: 22/12/2010, 16:04

Re: Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da gpaolo » 03/12/2015, 12:01

Quando richiedo aggiornamento licenza collezione ci vogliono 3 mesi di tempo.

Avatar utente
marco64
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1680
Iscritto il: 24/12/2010, 7:22
Località: Pistoia
Contatta:

Re: Limite massimo armi in collezione Reggio Emilia

Messaggio da marco64 » 03/12/2015, 13:18

kappevale ha scritto:Quando richiedo aggiornamento licenza collezione vogliono che il tav sia in corso di validità, altrimenti ciccia.
sono prescrizioni (usanze) locali, non è previsto da nessuna legge o circolare.

Rispondi