Procedimento di diniego del Porto d'Armi

legislazione armiera, novità legislative e amministrative, giurisprudenza e dottrina.
NIRGAL
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 295
Iscritto il: 14/02/2014, 17:20

Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da NIRGAL » 31/10/2014, 14:39

10 MARZO 2009.
ORE 19:00 _ Aggressione subita da un arterio sclerotico, per motivi di viabilità, mentre ero distratto a parlare con una sua vicina di casa.
ORE 19:30 _ Pronto Soccorso / 6 punti di sutura per un taglio sulla parte frontale sinistra del capo.
Non ho chiamato il 113 ; errore DECISIVO.

11 MARZO 2009
Querela presentata da me ai carabinieri e redatta dagli stessi per LESIONI.
Viene a mancare la continuità di reato, i carabinieri non possono arrestare l'aggressore.

24 MARZO 2009
I carabinieri decidono di non demandare il tutto ad un tribunale penale ma al Giudice di pace (gravissimo danno nei miei confronti).
Arriva la contro-querela dell' aggressore con accuse false, inventate dal suo avvocato per rendere meno scomoda la posizione del suo assistito e per indurre me a ritirare la mia querela.

4 ANNI DI RINVII
Dal 2009 al 2013 si susseguono una decina di rinvii del processo. INCREDIBILE !
Ho avuto forti sospetti che cercassero di protteggere l' aggressore la cui condanna per lesioni era sicura al 100 %, dal momento che le prove erano schiaccianti : certificato del Pronto soccorso e foto della lesione.

FEBBRAIO 2013
-- Decido di ritirare la querela per salvaguardare la fedina penale, il PdA, la serentià (da accuse false non dipanabili) e il portafoglio.
-- Arriva la remissione di querela del giudice. Procedimento penale concluso.

13 GIUGNO 2014
Richiesta di rinnovo TaV.

1 LUGLIO 2014
Il commissariato nega il rinnovo ed invia documentazione alla Questura.
Causale : segnalazione a carico per querela subita nel 2009.

9 LUGLIO 2014
Registrazione in Questura della documentazione.

8 OTTOBRE
Scadono i 3 mesi utili alla Questura per pronunciarsi in merito.
Mi comunicano per telefono che nei casi dubbi possono avvalersi di altri 3 mesi ed estendere l'istruttoria addiritura per 1 anno.

30 OTTOBRE
ORE 11:00 _ Arriva la raccomandata che ufficializza l'avvio dell'istruttoria per il procedimento di diniego del PdA.
Mi richiedono documenti e Memoria difensiva, da presentare entro 10 giorni dall'arrivo della comunicazione.

ORE 17:30
L'avvocato promuove la mia memoria difensiva e la documentazione allegata (la querela per lesioni presentata da me e incredibilmente ignorata dalla Questura).
Siamo indecisi se inviarle per PEC o per raccomandata.
La PEC non ha la mia firma digitale, dal momento che non è mia, il che potrebbe rappresentare un cavillo che potrebbe invalidare il tutto.

31 OTTOBRE
In Questura mi dicono che non hanno disposizioni in merito alla firma digitale della PEC e per sicurezza m'invitano ad utilizzare la Raccomandata.




Se avessi chiamato il 113, il mio aggressore sarebbe stato immediatamente arrestato, processato da un tribunale penale ed io quale vittima dell'aggressione, non avrei avuto alcuna conseguenza.

NIRGAL
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 295
Iscritto il: 14/02/2014, 17:20

Re: Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da NIRGAL » 31/10/2014, 14:43

.
PREVISIONI :

Sono passati quasi 5 mesi dalla richiesta di rinnovo e l'istruttoria è iniziata solo ora.

La famosa burocrazia italiana è confermata in pieno ! Ciò che si potrebbe fare in 2 settimane (in questo caso si tratterebbe di dire si o no), viene fatto in mesi, mesi, mesi e mesi.

Se riuscirò ad avere una risposta entro dicembre, mi posso ritenere fortunato.

Richiedendomi memoria difensiva e documentazione, sono aumentate considerevolmente le probabilità di archiviazione del procedimento di diniego, come mi ha fatto intendere la responsabile dell'istruttoria.
Ultima modifica di NIRGAL il 31/10/2014, 14:50, modificato 1 volta in totale.

NIRGAL
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 295
Iscritto il: 14/02/2014, 17:20

Re: Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da NIRGAL » 31/10/2014, 14:46

.
CONCLUSIONE :

Essendo titolari di PdA, bisogna evitare e stare molto alla larga dai balordi, dagli arteriosclerotici, dalle teste di cazzo, dalle liti per la viabilità, dai coglioni nati, dai povocatori, dagli imbecilli, ecc, ecc.

Nel caso in cui si venga inevitabilmente coinvolti in problemi e liti per la viabilità o liti per incidenti stradali (estremamente frequenti), bisogna evitare d'uscire dalla macchina, bisogna immediatamente comporre il 113 !!!
Chi ha il PdA non può e non deve rischiare niente ! I balordi che non detengono la licenza possono fare ciò che vogliono ; questa è la realtà !

Nel caso si sia vittima di un'aggressione con emorragia profusa, bisogna tamponare con la camicia o con qualcos'altro e chiamare immediatamente il 113.
Aviarsi al Pronto Soccorso senza chiamare il 113 è un errore FATALE ! Soprattutto se viene presentata querela il giorno dopo, si subirebbe la contro-querela e non si combinerebbe nulla, tranne perdere il PdA e un sacco di soldi !

corona985
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 22
Iscritto il: 15/09/2014, 17:33

Re: Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da corona985 » 01/11/2014, 18:04

Siamo nell'Italia in cui in prima sentenza sei da ergastolo ed innocente alla corte di appello, un buon avvocato e tutto si risolve

NIRGAL
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 295
Iscritto il: 14/02/2014, 17:20

Re: Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da NIRGAL » 05/11/2014, 17:15

Dalla Questura :

"La remissione della querela e la conseguente estinzione del reato, per quanto apparentemente favorevole operando esclusivamente sul piano della procedibilità penale, non assume rilievo nel procedimento amministrativo in quanto non elide il fatto nella sua dimensione storica, fatto che l'Autorità di pubblica sicurezza ha il potere di valutare in modo del tutto autonomo nella finalità di salvaguardare l'ordine e la sicurezza pubblica.

Entro 10 giorni dal ricevimento della presente comunicazione potrà presentare memorie scritte e documenti pertinenti all'oggetto del procedimento."


Entro 60 giorni dovranno decidere se archiviare tale procedimento e contestualmente rilesciarmi la licenza o se negarmi il rinnovo della stessa.

Direi che le probabilità di rinnovo da parte della Questura sono salite al 80 % ; spero prima di Natale.

mattandre1305
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1405
Iscritto il: 21/12/2010, 18:41

Re: Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da mattandre1305 » 06/11/2014, 0:59

Mi pare che questo passaggio delle note della Questura la dica lunga sul fatto che a loro non gliene frega una emerita cippa della remissione di querela:

"non assume rilievo nel procedimento amministrativo in quanto non elide il fatto nella sua dimensione storica, fatto che l'Autorità di pubblica sicurezza ha il potere di valutare in modo del tutto autonomo nella finalità di salvaguardare l'ordine e la sicurezza pubblica."

e quindi possono anche decidere di non concederlo!!! I.M.H.O.

Avatar utente
cheytac
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1951
Iscritto il: 23/12/2010, 15:01
Località: gallia cisalpina

Re: Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da cheytac » 06/11/2014, 1:34

mattandre1305 ha scritto:Mi pare che questo passaggio delle note della Questura la dica lunga sul fatto che a loro non gliene frega una emerita cippa della remissione di querela:

"non assume rilievo nel procedimento amministrativo in quanto non elide il fatto nella sua dimensione storica, fatto che l'Autorità di pubblica sicurezza ha il potere di valutare in modo del tutto autonomo nella finalità di salvaguardare l'ordine e la sicurezza pubblica."

e quindi possono anche decidere di non concederlo!!! I.M.H.O.
Concordo in pieno,soprattutto perché hanno scritto cosa anima le loro decisioni,al netto delle eventuali memorie......""valutare in modo del tutto autonomo nella finalità di salvaguardare l'ordine e la sicurezza pubblica.""
Per come conosco la pubblica amministrazione,le quotazioni non salgono affatto anzi,diventano al pari di fare il 6 al Superenalotto,il 29 di febbraio di un anno non bisestile!! :ciglia: ciao veci
ImmagineImmagine

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da Bizio61 » 06/11/2014, 9:56

Anche io la penso cosi'.

ΔΩ, se posso permettermi di darti un consiglio, prenditi un avvocato penalista veramente preparato in materia di armi, ad esempio iscriviti alla FISAT e senti l' avvocato Silvia Gentile, altrimenti rischi di vederti negato il TAV da parte della tua Questura (tanto a loro che importa dopotutto; si coprono dietro a generiche motivazioni di tutela dell'ordine e dellla sicurezza pubblica difficilmente contestabili asserendo che comunque tu storicamente, a prescindere da come sia finita, hai comunque ricevuto una querela [non elide il fatto nella sua dimensione storica], e chi si e' visto si e' visto) e di dover procedere necessariamente ad un ricorso oneroso al TAR scontrandoti anche la' contro un muro di gomma.
In pratica IMHO rischi di salutare per sempre il tuo TAV.
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

davide20
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2185
Iscritto il: 09/03/2012, 20:55

Re: Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da davide20 » 06/11/2014, 12:32

eh si con le querele bisogna stare attenti, soprattutto quando chi le riceve ( non penso sia il caso di delta ) e' recidivo nei comportamenti....... porto bye bye...... :giudice:
Verba volant, scripta manent

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da Bizio61 » 06/11/2014, 15:11

Questo articolo e' secondo me interessante e viene messo in discussione il concetto di "non elide il fatto nella sua dimensione storica"
http://www.leggioggi.it/2013/08/29/rila ... chiedente/

In caso di diniego si puo' ricorrere alla via non onerosa del ricorso gerarchico al Prefetto e poi, nel caso, al passaggio successiovo cioe' al Ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica.
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

Alex39
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1458
Iscritto il: 22/05/2013, 18:57

Re: Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da Alex39 » 06/11/2014, 16:03

Bizio61 ha scritto:Questo articolo e' secondo me interessante e viene messo in discussione il concetto di "non elide il fatto nella sua dimensione storica"
http://www.leggioggi.it/2013/08/29/rila ... chiedente/

In caso di diniego si puo' ricorrere alla via non onerosa del ricorso gerarchico al Prefetto e poi, nel caso, al passaggio successiovo cioe' al Ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica.
E' la discrezionalità dell'autorità per le licenze di PS che inficia tutte le istanze,. Poi la poca propenzione del personale a ragionare e prendersi delle responsabilità, per cui è più facile il diniego che la concessione anche perchè questa, nel caso di diniego del TAV, non è un danno economico per il richiedente.

NIRGAL
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 295
Iscritto il: 14/02/2014, 17:20

Re: Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da NIRGAL » 06/11/2014, 16:22

Non ha senso avviare un'istruttoria con richiesta di memoria difensiva per poi negarmi la licenza.

La responsabile del procedimento m'ha detto che nessuno vuole negarmi la licenza, semplicemente hanno bisogno di prove documentate a mio favore per archiviare l'istruttoria.

Se avessero voluto negarmi la licenza l'avrebbero già fatto da un pezzo, senza chiedere alcuna memoria difensiva.
Questo lo penso io, me l'ha confermato l'avvocato e come scritto sopra me l'ha fatto intendere la responsabile dell'istruttoria.

Inizialmente le probabilità di rinnovo erano del 50 % ; ora siamo al 70 / 80 %.

Le motivazioni addotte dalla Questura sono le stesse che mi sono state presentate in Commissariato, ormai arci-note.
Con tali motivazioni estremamente deboli , soprattutto nel mio caso privo di precedenti di qualsiasi natura, sanno benissimo che un eventuale diniego avrebbe vita breve, venendo annullato dalla Prefettura o dal TAR.
Inoltre sanno che eventuali spese del TAR o ancora peggio del Consiglio di Stato, sarebbero a carico della Questura stessa.

Per cui le interpretazioni delle cornacchie ( :rido: ) di questo forum sono SBAGLIATE !
Poi può succedere che quel 20/30 % avverso abbia la meglio.

Grazie a Bizio per l' articolo postato, molto interessante ... in quel caso però c'era una condanna sulla fedina penale risalente al 1986 e segnalazioni risalenti al 1999 ... insomma, essendo questore più di un dubbio l'avrei avuto anch'io !
Ultima modifica di NIRGAL il 06/11/2014, 16:41, modificato 2 volte in totale.

NIRGAL
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 295
Iscritto il: 14/02/2014, 17:20

Re: Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da NIRGAL » 06/11/2014, 16:25

Alex39 ha scritto:
Bizio61 ha scritto:Questo articolo e' secondo me interessante e viene messo in discussione il concetto di "non elide il fatto nella sua dimensione storica"
http://www.leggioggi.it/2013/08/29/rila ... chiedente/

In caso di diniego si puo' ricorrere alla via non onerosa del ricorso gerarchico al Prefetto e poi, nel caso, al passaggio successiovo cioe' al Ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica.
E' la discrezionalità dell'autorità per le licenze di PS che inficia tutte le istanze,. Poi la poca propenzione del personale a ragionare e prendersi delle responsabilità, per cui è più facile il diniego che la concessione anche perchè questa, nel caso di diniego del TAV, non è un danno economico per il richiedente.
Se arrivo improbabilmente al Consiglio di Stato (2° grado di giudizio), il danno è di 4000 € che il Giudice rimetterà a carico della Questura stessa ! Parlo per sentenze pregresse.

Dico improbabilmente, perchè nel mio caso è probabile un rilascio della Questura stessa.
Ultima modifica di NIRGAL il 06/11/2014, 16:55, modificato 1 volta in totale.

NIRGAL
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 295
Iscritto il: 14/02/2014, 17:20

Re: Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da NIRGAL » 06/11/2014, 16:54

Nel caso esposto da Bizio trovo sorprendente che il richiedente sia riuscito ad avere la licenza.

Infatti si tratta di un tipo recidivo a tutti gli effetti : condanna penale e segnalazione per ingiurie e LESIONI.

Nel mio caso si tratta di congetture di reato e fino a che non si dimostri il contrario, un cittadino è innocente.

Nel caso di questo signore, vi è una condanna penale che avrebbe dovuto rendere il TaV pura utopia.

In Italia, come al solito, manca la certezza della "pena".

Ti prendi 30 anni e dopo qualche anno sei ai domiciliari e dopo qualche anno ancora sei libero !
Paese delle BANANE !

Avatar utente
Bizio61
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14883
Iscritto il: 21/12/2010, 15:05
Località: Mediolanum

Re: Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da Bizio61 » 06/11/2014, 17:15

Infatti anche secondo me quel tizio rappresenta un caso ben più grave rispetto al tuo dato che quel tizio ha subito una condanna, sebbene in epoca passata, cosa che invece nel tuo caso non c'è nemmeno stata. Ma è anche vero che per ottenere il porto d'armi è dovuto andare avanti a furia di ricorsi gerarchici che, sebbene non onerosi come quello al TAR, gli hanno fatto perdere anni di tempo.
Inoltra il link al tuo avvocato. Potrebbe servirgli per la stesura del memoriale difensivo dove a volte vengono riportati altri casi giurisprudenziali come esempio.

Non si tratta di fare le cornacchie. Il fatto è che la pubblica amministrazione piuttosto che sbagliare preferisce lavarsi le mani alla Ponzio Pilato e fare a scarica barile demandando ad altri la decisione.
Salu2 a to2
Bizio

FISAT Life Member & NRA Life Member, AUDA Member
Always keep fighting the good fight

Immagine

NIRGAL
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 295
Iscritto il: 14/02/2014, 17:20

Re: Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da NIRGAL » 06/11/2014, 17:24

La memoria difensiva l'ha inviata il mio avvocato martedì scorso, tramite PEC.

L'articolo da te segnalato potrebbe essere utile nel caso in cui debba ricorrere alla prefettura ... a meno che non decida di fare una postilla autonomamente ed inviarla ora.

La memoria difensiva l'ho scritta io, l'avvocato l'ha corretta in alcuni punti. Se avessi inviato la mia originale avrei risparmiato 100 € ... avrei potuto fare ampiamente a meno dell'avvocato.

Avatar utente
cheytac
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1951
Iscritto il: 23/12/2010, 15:01
Località: gallia cisalpina

Re: Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da cheytac » 06/11/2014, 21:38

Nemmeno la questura ha bisogno,di rilasciarti il pda!! :sigaro: :sigaro: ciao veci
ImmagineImmagine

Avatar utente
cheytac
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1951
Iscritto il: 23/12/2010, 15:01
Località: gallia cisalpina

Re: Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da cheytac » 21/11/2014, 18:34

ImmagineImmagine

Gisto

Re: Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da Gisto » 21/11/2014, 19:40

Entro qualche anno succederà a tutti.... :october: :october: :october:

NIRGAL
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 295
Iscritto il: 14/02/2014, 17:20

Re: Procedimento di diniego del Porto d'Armi

Messaggio da NIRGAL » 21/11/2014, 20:06

Interessante articolo, piuttosto cozza un bel po' con quello linkato da Bizio.

In ogni caso io non ho nessun reato da estinguere e non ho bisogno d'alcuna riabilitazione da reato.

Il mio caso riguarda la accuse false di un tizio per controbilanciare la mia querela par lesioni.
Trovo assurdo che una querela rimessa, inerenti accuse false di un Pinko Pallino qualsiasi, sia un impedimento per il rinnovo della licenza.

Querele false se ne registrano un'infinità, probabilmente migliaia al mese !
Molte vengono ritirate ... questo dovrebbe essere sufficiente per negare un Porto d'Armi ? Ma perfavore !

Inoltre, se non sbaglio, un cittadino italiano è da ritenersi innocente fino a prova contraria !

Domani mattina se mi sveglio con la Luna storta, vado in caserma e querelo il primo forumista che mi capita e del quale conosco il nome, per percosse, ingiurie e minacce ... se scopro il vero nome potrei farlo con chiunque di voi , potrei procurarmi anche dei testimoni falsi ... se lo decidessi potrei farvi vedere i sorci verdi !
Poi magari ritiro la querela ... tanto ormai la friitatta sarebbe fatta , addio al PdA per il forumista querelato.

Vi sembra giusto che per delle accuse false si perda il PdA ? Ho reso l'idea ?

Rispondi