Sarà vero?

polveri, dosi, dubbi

Sarà vero?

Messaggioda mariorossi » 23/07/2017, 22:38

Stamattina, come tutte le domeniche, appuntamento con gli amci al poligono. Essendo arrivato un po' in anticipo faccio un giro tra le postazioni e incontro due tiratori di dinamico che stavano discutendo su come utilizzare la Sipe N con la Dillon 650. Incuriosito, l'argomento era troppo interessante per non ascoltare, mi avvicino e presto attenzione alla loro discussione. Non la faccio lunga, il riassunto del loro battibeccare era questo: per utilizzare la sipe nei vari dosatori ed evitare la formazione di grumi, rendendola cioè più scorrevole,bastava aggiungere polvere di grafite e mescolare con insistenza. Alla mia domanda di quanta grafite si dovesse aggiungere mi viene risposto "Ad occhio". A me sembra un po' superficiale trattare una polvere da sparo con tanta sufficienza, anche perché i due non hanno saputo darmi spiegazioni sulle eventuali variazioni delle caratteristiche della polvere una volta aggiunta la grafite. La sipe è una polvere che ha nella composizione una percentuale di grafite come regolatore di accensione; aggiungendo ulteriormente polvere di grafite si possono avere variazioni sui tempi di accensione o comunque variazioni delle caratteristiche della polvere? Quando la polvere additivata brucia l'inalazione di questi fumi quali danni può provocare? La mia è una semplice curiosità, anche io uso la sipe per per il 45 acp e per il cal 12 per il tiro a palla sportivo, ma solo quella che prendo dalla lattina ora bottiglia di plastica!
Grazie dell'ascolto ciao a tutti :october:
mariorossi
Livello 1
Livello 1
 
Messaggi: 158
Iscritto il: 21/12/2010, 22:54

Re: Sarà vero?

Messaggioda oizirbaf » 24/07/2017, 7:24

Domanda intelligente, ovvia e di buon senso.
Dare una risposta razionale prevede una forma di sperimentazione che penso esuli dalle possibilità del normale caricatore.
Almeno al di là di queste: http://www.grurifrasca.net/
Oizirbaf
Rem tene, verba sequentur
Avatar utente
oizirbaf
Livello 5
Livello 5
 
Messaggi: 12149
Iscritto il: 21/12/2010, 13:26
Località: Gallia cisalpina

Re: Sarà vero?

Messaggioda mk1 » 24/07/2017, 8:14

non saprei risponderti pero posso dirti che io tratto il dosatore con la grafite, mi spiego meglio quando ho comprato il dosatore lyman nuovo ho notato che i granelli di polvere piu sottili(gm3-fbrown) rimanevano un po atacchati al corpo del dosatore e alla plastica del tubo, una passata col pennello di grafite e tutto si è risolto, è un metodo che ho letto qui sul forum ma non ricordo chi lo avesse scritto
Non c'é cattivo più cattivo di un buono quando diventa cattivo
Bud Spencer :pugile:
Avatar utente
mk1
Livello 3
Livello 3
 
Messaggi: 509
Iscritto il: 31/03/2015, 15:01
Località: Turin

Re: Sarà vero?

Messaggioda oizirbaf » 24/07/2017, 10:22

mk1 ha scritto:non saprei risponderti pero posso dirti che io tratto il dosatore con la grafite, mi spiego meglio quando ho comprato il dosatore lyman nuovo ho notato che i granelli di polvere piu sottili(gm3-fbrown) rimanevano un po atacchati al corpo del dosatore e alla plastica del tubo, una passata col pennello di grafite e tutto si è risolto, è un metodo che ho letto qui sul forum ma non ricordo chi lo avesse scritto

Però una cosa è trattare il dosatore con la grafite, in altre parole lubrificare lo stesso con quantitativi residui trascurabili... un'altra aggiungere grafite alla polvere di cui non si conoscano (noi) attività non controllabili.
Ultima modifica di oizirbaf il 24/07/2017, 13:32, modificato 1 volta in totale.
Rem tene, verba sequentur
Avatar utente
oizirbaf
Livello 5
Livello 5
 
Messaggi: 12149
Iscritto il: 21/12/2010, 13:26
Località: Gallia cisalpina

Re: Sarà vero?

Messaggioda monteaspro » 24/07/2017, 10:28

io so x certo che nei bossoli ci va solo polvere ,da manuale.nulla altro ,e nemmeno mischiarla, con altre polveri e affini.
monteaspro
Livello 3
Livello 3
 
Messaggi: 586
Iscritto il: 10/03/2017, 19:23

Re: Sarà vero?

Messaggioda tderubeis » 24/07/2017, 11:10

Quando si parla di polveri e si parla di mescole fatte in casa e perlopiù di quantità ad occhio a mio modesto parere bisogna starne alla larga e di brutto da certi consigli... :ocho:
Avatar utente
tderubeis
Livello 3
Livello 3
 
Messaggi: 870
Iscritto il: 27/01/2015, 11:39
Località: Lumbardabruzz

Re: Sarà vero?

Messaggioda cisco60 » 24/07/2017, 11:13

monteaspro ha scritto:io so x certo che nei bossoli ci va solo polvere ,da manuale.nulla altro ,e nemmeno mischiarla, con altre polveri e affini.


Ma a volte, per ridurre il volume all'interno dei bossoli, non viene usato anche semolino di riso, ovatta di cotone oppure carta morbida come ad es. quella igienica ?
cisco60
Livello 3
Livello 3
 
Messaggi: 540
Iscritto il: 13/05/2017, 17:28

Re: Sarà vero?

Messaggioda tderubeis » 24/07/2017, 11:17

cisco60 ha scritto:
monteaspro ha scritto:io so x certo che nei bossoli ci va solo polvere ,da manuale.nulla altro ,e nemmeno mischiarla, con altre polveri e affini.


Ma a volte, per ridurre il volume all'interno dei bossoli, non viene usato anche semolino di riso, ovatta di cotone oppure carta morbida come ad es. quella igienica ?

Nessun manuale cita ciò che tu dici. Oltretutto bisogna attenersi assolutamente alle quote OAL descritte, pena sovrappressioni o inceppamento dell'arma. La ricarica è divertente ma è una cosa seria... :october:
Avatar utente
tderubeis
Livello 3
Livello 3
 
Messaggi: 870
Iscritto il: 27/01/2015, 11:39
Località: Lumbardabruzz

Re: Sarà vero?

Messaggioda Alpha63 » 24/07/2017, 11:46

cisco60 ha scritto:
monteaspro ha scritto:io so x certo che nei bossoli ci va solo polvere ,da manuale.nulla altro ,e nemmeno mischiarla, con altre polveri e affini.


Ma a volte, per ridurre il volume all'interno dei bossoli, non viene usato anche semolino di riso, ovatta di cotone oppure carta morbida come ad es. quella igienica ?


Pratica diffusa nell'avancarica a polvere nera.
Qualcuno usa il semolino anche per cartucce con poca polvere, ma in quel caso la sperimentazione deve essere quanto mai prudente e graduale, non si gioca a cuor leggero con migliaia di bar.
Ceterum censeo Carthaginem esse delendam
Immagine

In Sicilia la linea più breve tra due punti è un arabesco
Avatar utente
Alpha63
Livello 5
Livello 5
 
Messaggi: 13410
Iscritto il: 21/12/2010, 20:44
Località: Pianeta Terra

Re: Sarà vero?

Messaggioda lupo69 » 24/07/2017, 11:52

Beh, a volte per ridurre lo spazio tra polvere e fondelli palla, ad esempio bossoli
del .357 caricati come un .38 mooollo, una pallina di cotone aiuta a tenere la polvere
compattata verso il fondo del bossolo, permettendo una migliore accensione,
così come nei cal 12 si usava mettere semolino, paglia o altro materiale inerte al posto
delle borre in sughero, feltro o altro materiale "costoso", tra la polvere e i pallini...
Personalmente ho usato il cotone in un paio di occasioni, sempre con revolver, descritta sopra
vista l' esigua dose di polvere, ma la mollezza e lo sporco che ne deriva, revo e piazzola,
mi ha fatto abbandonare l'idea...
"se le armi saranno bandite, solo i banditi saranno armati"
"un popolo che non vuole portare le proprie armi, portera' quelle di qualcun altro"
Avatar utente
lupo69
Livello 5
Livello 5
 
Messaggi: 6123
Iscritto il: 21/12/2010, 19:06
Località: Highland Liguri (GE)

Re: Sarà vero?

Messaggioda cisco60 » 24/07/2017, 11:58

Premesso che non ho mai avuto l'esigenza di modificare le procedure consigliate anche sui manuali, so per certo che per le "cariche ridotte" si usano quei prodotti precedentemente citati. So anche che per compensare le differenti pressioni conseguenti alla variazione di OAL, si può agire sull'intensità del crimpaggio. Ripeto, tutte cose che ho solo letto, curiosando su vari siti e forum.
Comunque, per farmi passare il prurito dell'eccessiva sperimentazione del "sacro fuoco della ricarica", sono andato a dare un'occhiata alle immagini e foto di armi letteralmente esplose in mano all'incosciente di turno :nero: .
cisco60
Livello 3
Livello 3
 
Messaggi: 540
Iscritto il: 13/05/2017, 17:28

Re: Sarà vero?

Messaggioda oizirbaf » 24/07/2017, 13:36

I "semolini", carta igienica, Kapok...si usano come "riempitivi" sopra la polvere come anzidetto da Lupo, non mischiata alla stessa. Servono a non fare...stratificare, orizzontalizzare, esigui quantitativi di polvere in cariche ridotte che potrebbero portare a ritardi di accensione, fuoco lungo con paradossali picchi pressori pericolosi.
Ovviamente mi riferisco a munizione per arma lunga...
Oizirbaf
Ultima modifica di oizirbaf il 24/07/2017, 16:46, modificato 2 volte in totale.
Rem tene, verba sequentur
Avatar utente
oizirbaf
Livello 5
Livello 5
 
Messaggi: 12149
Iscritto il: 21/12/2010, 13:26
Località: Gallia cisalpina

Re: Sarà vero?

Messaggioda tascopropoint » 24/07/2017, 15:40

cisco60 ha scritto:Premesso che non ho mai avuto l'esigenza di modificare le procedure consigliate anche sui manuali, so per certo che per le "cariche ridotte" si usano quei prodotti precedentemente citati. So anche che per compensare le differenti pressioni conseguenti alla variazione di OAL, si può agire sull'intensità del crimpaggio. Ripeto, tutte cose che ho solo letto, curiosando su vari siti e forum.
Comunque, per farmi passare il prurito dell'eccessiva sperimentazione del "sacro fuoco della ricarica", sono andato a dare un'occhiata alle immagini e foto di armi letteralmente esplose in mano all'incosciente di turno :nero: .


Parlando di corte, le cariche "ridotte" si fanno solo con polveri "vivaci", mai con le classiche lente per magnum. Le vivaci non hanno bisogno di alcun ...additivo, come dimostrato da qualche anno di ricarica del 45lc e 44mg, con dosi ...esigue: 5,8 grs di W231 nel primo e 8,5 grs di vecchia Rex Gialla nel secondo. Cartucce dolci da tsn a 25 m, che nonostante la temuta ..."dislocazione" della polvere, accendono bene, sono precise, incombusta ...nella norma. Meglio evitare quella ...fetenzia di inneschi F, meglio Winchester/CCI.

Parere di Bidello, ...al solito.

:october: :sigaro:
Old gunsmith creator of Supercazzola Custom.

Immagine Napalm51 for President!!
Avatar utente
tascopropoint
Livello 5
Livello 5
 
Messaggi: 7770
Iscritto il: 22/12/2010, 22:05
Località: bari

Re: Sarà vero?

Messaggioda tascopropoint » 24/07/2017, 16:02

mariorossi ha scritto:Stamattina, come tutte le domeniche, appuntamento con gli amci al poligono. Essendo arrivato un po' in anticipo faccio un giro tra le postazioni e incontro due tiratori di dinamico che stavano discutendo su come utilizzare la Sipe N con la Dillon 650. Incuriosito, l'argomento era troppo interessante per non ascoltare, mi avvicino e presto attenzione alla loro discussione. Non la faccio lunga, il riassunto del loro battibeccare era questo: per utilizzare la sipe nei vari dosatori ed evitare la formazione di grumi, rendendola cioè più scorrevole,bastava aggiungere polvere di grafite e mescolare con insistenza. Alla mia domanda di quanta grafite si dovesse aggiungere mi viene risposto "Ad occhio". A me sembra un po' superficiale trattare una polvere da sparo con tanta sufficienza, anche perché i due non hanno saputo darmi spiegazioni sulle eventuali variazioni delle caratteristiche della polvere una volta aggiunta la grafite. La sipe è una polvere che ha nella composizione una percentuale di grafite come regolatore di accensione; aggiungendo ulteriormente polvere di grafite si possono avere variazioni sui tempi di accensione o comunque variazioni delle caratteristiche della polvere? Quando la polvere additivata brucia l'inalazione di questi fumi quali danni può provocare? La mia è una semplice curiosità, anche io uso la sipe per per il 45 acp e per il cal 12 per il tiro a palla sportivo, ma solo quella che prendo dalla lattina ora bottiglia di plastica!
Grazie dell'ascolto ciao a tutti :october:


La vecchia Sipe, ...senza N, era il terrore dei dosatori, ne scioglieva il contenitore in plastica, guai a lasciarla dentro!!

Alle sogliole del Tiro Pratico(AITPS) si usava molto per fare PF major. Ne ha rotti di blocchetti Beretta 98 ...all'epoca!!

Avendo un aspetto ...umido/bagnato, causa dei famosi grumi(?), lo "scienziato" dell'epoca, si invento' un sistema per ...farla asciugare: foglio di giornale messo su di un tavolo, polvere versata a pioggia, tenuta all'aria per tutta la notte.

Onestamente ...funzionava, ma una rimescolata con il manico di legno di un cucchiaio, ...la davo ugualmente.

Un emulo di ...Rubbia/Zichichi, studio' il sistema ...rapido: sparse la polvere in una teglia e ...la mise nel forno, ...tenuto al minimo!! Hanno dovuto chiamare i pompieri!!

Altri tempi, ...altri occhiali!!

:october: :sigaro: :haha: :haha: :haha:
Old gunsmith creator of Supercazzola Custom.

Immagine Napalm51 for President!!
Avatar utente
tascopropoint
Livello 5
Livello 5
 
Messaggi: 7770
Iscritto il: 22/12/2010, 22:05
Località: bari

Re: Sarà vero?

Messaggioda iguana » 24/07/2017, 20:46

tascopropoint ha scritto:
mariorossi ha scritto:Stamattina, come tutte le domeniche, appuntamento con gli amci al poligono. Essendo arrivato un po' in anticipo faccio un giro tra le postazioni e incontro due tiratori di dinamico che stavano discutendo su come utilizzare la Sipe N con la Dillon 650. Incuriosito, l'argomento era troppo interessante per non ascoltare, mi avvicino e presto attenzione alla loro discussione. Non la faccio lunga, il riassunto del loro battibeccare era questo: per utilizzare la sipe nei vari dosatori ed evitare la formazione di grumi, rendendola cioè più scorrevole,bastava aggiungere polvere di grafite e mescolare con insistenza. Alla mia domanda di quanta grafite si dovesse aggiungere mi viene risposto "Ad occhio". A me sembra un po' superficiale trattare una polvere da sparo con tanta sufficienza, anche perché i due non hanno saputo darmi spiegazioni sulle eventuali variazioni delle caratteristiche della polvere una volta aggiunta la grafite. La sipe è una polvere che ha nella composizione una percentuale di grafite come regolatore di accensione; aggiungendo ulteriormente polvere di grafite si possono avere variazioni sui tempi di accensione o comunque variazioni delle caratteristiche della polvere? Quando la polvere additivata brucia l'inalazione di questi fumi quali danni può provocare? La mia è una semplice curiosità, anche io uso la sipe per per il 45 acp e per il cal 12 per il tiro a palla sportivo, ma solo quella che prendo dalla lattina ora bottiglia di plastica!
Grazie dell'ascolto ciao a tutti :october:


La vecchia Sipe, ...senza N, era il terrore dei dosatori, ne scioglieva il contenitore in plastica, guai a lasciarla dentro!!

Alle sogliole del Tiro Pratico(AITPS) si usava molto per fare PF major. Ne ha rotti di blocchetti Beretta 98 ...all'epoca!!

Avendo un aspetto ...umido/bagnato, causa dei famosi grumi(?), lo "scienziato" dell'epoca, si invento' un sistema per ...farla asciugare: foglio di giornale messo su di un tavolo, polvere versata a pioggia, tenuta all'aria per tutta la notte.

Onestamente ...funzionava, ma una rimescolata con il manico di legno di un cucchiaio, ...la davo ugualmente.

Un emulo di ...Rubbia/Zichichi, studio' il sistema ...rapido: sparse la polvere in una teglia e ...la mise nel forno, ...tenuto al minimo!! Hanno dovuto chiamare i pompieri!!

Altri tempi, ...altri occhiali!!

:october: :sigaro: :haha: :haha: :haha:


Esatto! La Sipe si adoperava anche a caccia insieme alla S4 mescolata in eguale dose, ma torniamo a noi. La Sipe è una polvere lamellare che contiene in parti uguali nitrocellulosa e nitroglicerina, una parte di plastificanti e una parte di grafite. Come dice Gerry sopra questa polvere è la dannazione dei dosatori, mai lasciare la Sipe nel dosatore....lo intacca in maniera impressionante, come fare? Semplice la si toglie dal dosatore finita la ricarica, senza farsi tante seghe mentali! :october: :october: :october:
Immagine
Avatar utente
iguana
Livello 4
Livello 4
 
Messaggi: 3755
Iscritto il: 21/12/2010, 12:18
Località: Ancona

Re: Sarà vero?

Messaggioda Fra1 » 25/07/2017, 9:56

I tiratori di Bench Rest, molti anni fa usavano aggiungere il disolfuro di molibdeno (il c.d. moly) alla polvere per ottenere una serie di risultati.
Questa pratica è stata abbandonata per varie ragioni circa gli effetti del moly sulla canna, in particolare la sua caratteristica igroscopica ed altro.
Tuttavia, resta valido un criterio che va tenuto in debita considerazione; l'aggiunta di qualsiasi materiale alla polvere ne altera la combustione; infatti a parità di dose, c'è meno propellente; se, invece, si aumenta la dose per compensare la diminuzione, si altera la densità di carcamento nella munizione con aumento di pressione; infine, non c'è alcuna garanzia che il materiale apportato sia equamente distribuito nelle varie munizioni.
Questi aspetti, già rilevanti nelle munizioni per carabina, lo sono ancor più in quelle per armi corte dove le differenze, in percentuale, sono maggiori per via del volume inferiore dei loro bossoli.
Fra1
Fra1
Livello 1
Livello 1
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 27/10/2016, 10:40

Re: Sarà vero?

Messaggioda mk1 » 25/07/2017, 11:13

ma sei sicuro che il bisolvuro di molibdeno veniva aggiunto alla polvere?? io sapevo che ci si trattava le palle, la hornady le commercializza gia trattate, mi sembra le ciamino Molly coated
Non c'é cattivo più cattivo di un buono quando diventa cattivo
Bud Spencer :pugile:
Avatar utente
mk1
Livello 3
Livello 3
 
Messaggi: 509
Iscritto il: 31/03/2015, 15:01
Località: Turin

Re: Sarà vero?

Messaggioda monteaspro » 25/07/2017, 11:46

si moly coathed. o silver .quelle della winchester, vi parra strano ,ma se sparate delle palle blindate .e poi alternate le palle moly ,dopo un po guardate dentro la canna vedete l effetto avuto ,si e creato un miscuglio chimico difficilmente da asportare dalle rigature ,con qualsiasi solvente ,rigature ko .tra l ottone ,e il molbideno..alcuni dicono di no.. io dico di si
monteaspro
Livello 3
Livello 3
 
Messaggi: 586
Iscritto il: 10/03/2017, 19:23

Re: Sarà vero?

Messaggioda tascopropoint » 26/07/2017, 16:06

iguana ha scritto:
tascopropoint ha scritto:
mariorossi ha scritto:Stamattina, come tutte le domeniche, appuntamento con gli amci al poligono. Essendo arrivato un po' in anticipo faccio un giro tra le postazioni e incontro due tiratori di dinamico che stavano discutendo su come utilizzare la Sipe N con la Dillon 650. Incuriosito, l'argomento era troppo interessante per non ascoltare, mi avvicino e presto attenzione alla loro discussione. Non la faccio lunga, il riassunto del loro battibeccare era questo: per utilizzare la sipe nei vari dosatori ed evitare la formazione di grumi, rendendola cioè più scorrevole,bastava aggiungere polvere di grafite e mescolare con insistenza. Alla mia domanda di quanta grafite si dovesse aggiungere mi viene risposto "Ad occhio". A me sembra un po' superficiale trattare una polvere da sparo con tanta sufficienza, anche perché i due non hanno saputo darmi spiegazioni sulle eventuali variazioni delle caratteristiche della polvere una volta aggiunta la grafite. La sipe è una polvere che ha nella composizione una percentuale di grafite come regolatore di accensione; aggiungendo ulteriormente polvere di grafite si possono avere variazioni sui tempi di accensione o comunque variazioni delle caratteristiche della polvere? Quando la polvere additivata brucia l'inalazione di questi fumi quali danni può provocare? La mia è una semplice curiosità, anche io uso la sipe per per il 45 acp e per il cal 12 per il tiro a palla sportivo, ma solo quella che prendo dalla lattina ora bottiglia di plastica!
Grazie dell'ascolto ciao a tutti :october:


La vecchia Sipe, ...senza N, era il terrore dei dosatori, ne scioglieva il contenitore in plastica, guai a lasciarla dentro!!

Alle sogliole del Tiro Pratico(AITPS) si usava molto per fare PF major. Ne ha rotti di blocchetti Beretta 98 ...all'epoca!!

Avendo un aspetto ...umido/bagnato, causa dei famosi grumi(?), lo "scienziato" dell'epoca, si invento' un sistema per ...farla asciugare: foglio di giornale messo su di un tavolo, polvere versata a pioggia, tenuta all'aria per tutta la notte.

Onestamente ...funzionava, ma una rimescolata con il manico di legno di un cucchiaio, ...la davo ugualmente.

Un emulo di ...Rubbia/Zichichi, studio' il sistema ...rapido: sparse la polvere in una teglia e ...la mise nel forno, ...tenuto al minimo!! Hanno dovuto chiamare i pompieri!!

Altri tempi, ...altri occhiali!!

:october: :sigaro: :haha: :haha: :haha:


Esatto! La Sipe si adoperava anche a caccia insieme alla S4 mescolata in eguale dose, ma torniamo a noi. La Sipe è una polvere lamellare che contiene in parti uguali nitrocellulosa e nitroglicerina, una parte di plastificanti e una parte di grafite. Come dice Gerry sopra questa polvere è la dannazione dei dosatori, mai lasciare la Sipe nel dosatore....lo intacca in maniera impressionante, come fare? Semplice la si toglie dal dosatore finita la ricarica, senza farsi tante seghe mentali! :october: :october: :october:


:october: :october: :sigaro: :allah: :allah: :allah:
Old gunsmith creator of Supercazzola Custom.

Immagine Napalm51 for President!!
Avatar utente
tascopropoint
Livello 5
Livello 5
 
Messaggi: 7770
Iscritto il: 22/12/2010, 22:05
Località: bari

Re: Sarà vero?

Messaggioda marco64 » 31/07/2017, 14:28

Per quello che è il mio pensare.
1. State lontani dagli alchimisti, non solo come modo di fare ma anche fisicamente sulle linee di tiro.
2. Non mischiate niente alla polvere, assolutamente.
3. Corretto spennellare con polvere di grafite i dosatori per togliere l'elettricità statica.
4. Non usate riempitivi nelle cartucce. Se adoperate polveri idonee o veloci non servono, se usate polveri lente state cercando di avere doppie accensioni con effetti poco piacevoli.
5. Svuotate sempre i dosatori alla fine della ricarica, alla luce la polvere si deteriora, oltre ad un possibile danneggiamento del contenitore in plastica del dosatore.
Avatar utente
marco64
Livello 4
Livello 4
 
Messaggi: 1622
Iscritto il: 24/12/2010, 7:22
Località: Pistoia

Prossimo

Torna a Ricarica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti