Cassazione su custodia armi.

legislazione armiera, novità legislative e amministrative, giurisprudenza e dottrina.

Cassazione su custodia armi.

Messaggioda sipowicz » 26/05/2017, 15:58

..................ogni tanto una rinfrescata sui doveri di come custodire le armi serve a molti, se non a tutti.
http://www.altalex.com/documents/news/2 ... mi-in-casa
Per fortuna che la Cassazione è corsa in aiuto del malcapitato per riconoscere un diritto sancito dalla legge stessa, ma il giudice di primo grado non dovrebbe conoscere cosa prevede la legge in merito alla custodia delle armi da parte del cittadino prima di metterlo in croce?
L'Italia è un paese normale? :ninzo:
Mah e chi lo sa! .dubbio: :cerotto2:
Immagine Immagine Immagine http://www.tuttobioshop.it/
Quando il governo teme il popolo c'è libertà
Quando il popolo teme il governo c'è la tirannia
Benjamin Franklin
Avatar utente
sipowicz
Livello 5
Livello 5
 
Messaggi: 12410
Iscritto il: 21/12/2010, 11:34
Località: Sud Salento

Re: Cassazione su custodia armi.

Messaggioda newjohnwayne » 27/05/2017, 11:39

la maggioranza dei magistrati è piuttosto presuntuosa e spesso anche ignorante,sempre pronta però ad avvalersi della famosa "discrezionalità"per perseguitare il malcapitato onesto di turno. :giudice:

salvando la pace di qualcuno,la magistratura è nemica del cittadino onesto e rispettoso delle leggi ed in genere un giudice non risponde del proprio operato,come qualsiasi altro lavoratore.magari si potrebbe iniziare ad introdurre la responsabilità civile anche per la "casta".
Ultima modifica di newjohnwayne il 27/05/2017, 17:25, modificato 1 volta in totale.
newjohnwayne
Livello 3
Livello 3
 
Messaggi: 881
Iscritto il: 07/03/2017, 14:09

Re: Cassazione su custodia armi.

Messaggioda lupo69 » 27/05/2017, 15:46

A NewDuke... In idaglia ? Mera utopia.
Addirittura la cassazione ha sentenziato che la discrezionalità
e' un diritto dei giudicanti e dei facenti funzione (pretori e questori)...
"se le armi saranno bandite, solo i banditi saranno armati"
"un popolo che non vuole portare le proprie armi, portera' quelle di qualcun altro"
Avatar utente
lupo69
Livello 5
Livello 5
 
Messaggi: 6165
Iscritto il: 21/12/2010, 19:06
Località: Highland Liguri (GE)

Re: Cassazione su custodia armi.

Messaggioda cisco60 » 28/05/2017, 1:06

Il "peccato originale", ammesso che di errore si debba parlare (ogn'uno ha legittimamente le proprie convinzioni ed idee), sta nel fatto che sia VIETATA LA DETENZIONE DI ARMI DA FUOCO e/o ESPLODENTI ......SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE. Fatte salve fin dai tempi remoti le eccezioni per determinate categorie di persone quali Appartenenti alle F.F.A.A. e Forze dell'Ordine, per tutte le altre, cacciatori in primis, si è trattato di CONCESSIONE regolamentata nel corso degli anni, da leggi più o meno "logiche" o "lineari".
CONCESSIONE, vuol dire DEROGA, STRAORDINARIETA' che viene condizionata inevitabilmente dai diversi "momenti storici,culturali,ambientali" cui stiamo vivendo. Quello che sarebbe stato ovvio, 200 anni fa, va da sè che non lo possa essere ora.
Dalla concessione alla DISCREZIONALITA' il passo è stato brevissimo anzi probabilmente istantaneo ma non per colpa della Magistratura ma per volere esplicito del Legislatore (Parlamentari anche se ancora in presenza del Re). Anzi, proprio alcune sentenze giuridiche di "ultima istanza" hanno spesso sottolineato che discrezionalità non debba essere confusa con "arbitrio" da parte di altri "Organi dello Stato".
Personalmente penso che il problema vero sia legislativo. Ci vorrebbero leggi che così come attualmente viene previsto tra i privati la punibilità economica di una causa civile intentata contro terzi, quando ritenuta "temeraria", lo stesso, avvenga per le sentenze di "primo grado" ritenute "manifestamente ingiuste e infondate". Questa eventuale palese ingiustizia però, potrà solo accertarla e certificarla una "Suprema Corte" e non il "furor di popolo".
Alto motivo di discussione, certamente da risolvere da parte di uno Stato Civile, sarebbe l'esistenza di un "ristoro economico implicito ed automatico" a favore della vittima della "palese ingiusta condanna" e che almeno copra le spese per il patrocinio del proprio avvocato..
Tecnicamente, ho dei forti dubbi che la "responsabilità civile" dei magistrati sia la cosa più giusta e priva di rischi; anche se la "pancia" a volte mi farebbe dire di sì.
Si potrebbe prevedere l'eventuale "esborso" da parte dello Stato e per i Magistrati eventuali "censure pubbliche" e "blocchi di carriera". E' vero che in questo modo pagheremmo noi per errori di altri ma saremmo forse più sicuri della "indipendenza della Magistratura"; cosa che io, illuso, credo ancora.
Francesco.
cisco60
Livello 3
Livello 3
 
Messaggi: 730
Iscritto il: 13/05/2017, 17:28

Re: Cassazione su custodia armi.

Messaggioda Alpha63 » 28/05/2017, 8:31

cisco60 ha scritto:Il "peccato originale", ammesso che di errore si debba parlare (ogn'uno ha legittimamente le proprie convinzioni ed idee), sta nel fatto che sia VIETATA LA DETENZIONE DI ARMI DA FUOCO e/o ESPLODENTI ......SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE. Fatte salve fin dai tempi remoti le eccezioni per determinate categorie di persone quali Appartenenti alle F.F.A.A. e Forze dell'Ordine, per tutte le altre, cacciatori in primis, si è trattato di CONCESSIONE regolamentata nel corso degli anni, da leggi più o meno "logiche" o "lineari".
CONCESSIONE, vuol dire DEROGA, STRAORDINARIETA' che viene condizionata inevitabilmente dai diversi "momenti storici,culturali,ambientali" cui stiamo vivendo. Quello che sarebbe stato ovvio, 200 anni fa, va da sè che non lo possa essere ora.
Dalla concessione alla DISCREZIONALITA' il passo è stato brevissimo anzi probabilmente istantaneo ma non per colpa della Magistratura ma per volere esplicito del Legislatore (Parlamentari anche se ancora in presenza del Re). Anzi, proprio alcune sentenze giuridiche di "ultima istanza" hanno spesso sottolineato che discrezionalità non debba essere confusa con "arbitrio" da parte di altri "Organi dello Stato".
Personalmente penso che il problema vero sia legislativo. Ci vorrebbero leggi che così come attualmente viene previsto tra i privati la punibilità economica di una causa civile intentata contro terzi, quando ritenuta "temeraria", lo stesso, avvenga per le sentenze di "primo grado" ritenute "manifestamente ingiuste e infondate". Questa eventuale palese ingiustizia però, potrà solo accertarla e certificarla una "Suprema Corte" e non il "furor di popolo".
Alto motivo di discussione, certamente da risolvere da parte di uno Stato Civile, sarebbe l'esistenza di un "ristoro economico implicito ed automatico" a favore della vittima della "palese ingiusta condanna" e che almeno copra le spese per il patrocinio del proprio avvocato..
Tecnicamente, ho dei forti dubbi che la "responsabilità civile" dei magistrati sia la cosa più giusta e priva di rischi; anche se la "pancia" a volte mi farebbe dire di sì.
Si potrebbe prevedere l'eventuale "esborso" da parte dello Stato e per i Magistrati eventuali "censure pubbliche" e "blocchi di carriera". E' vero che in questo modo pagheremmo noi per errori di altri ma saremmo forse più sicuri della "indipendenza della Magistratura"; cosa che io, illuso, credo ancora.
Francesco.


:applausi2:
Ceterum censeo Carthaginem esse delendam
Immagine

In Sicilia la linea più breve tra due punti è un arabesco
Avatar utente
Alpha63
Livello 5
Livello 5
 
Messaggi: 13784
Iscritto il: 21/12/2010, 20:44
Località: Pianeta Terra

Re: Cassazione su custodia armi.

Messaggioda oizirbaf » 28/05/2017, 11:13

Peccato che sull'altare della cosidetta "discrezionalità" che dovrebbe, come in tutte le umane cose, avere una misura, si assiste a delle assurdità dove la discrezione dovrebbe mutare nome in "opinione". Comprensibile, ed ovvio, che un umano anche davanti a "Lex quid voluit dixit" possa "divergere", si proprio divergere, dall'opinione da un altro pari umano di pochi gradi, pochi, sulla base dei medesimi elementi probatori e legislativi... Pochi gradi! Quando un umano ti assolve e l'altro suo consimile ti condanna i gradi di divergenza diventano 180!!! decisamente troppi per costituire una dicrezionalità accettabile!
Si mettano daccordo perche il "Fiat Justitia" stà andando a peripatetiche...o meglio a puttane! O...forse ci è gia' andato!
Oizirbaf
Ultima modifica di oizirbaf il 01/06/2017, 10:25, modificato 1 volta in totale.
Rem tene, verba sequentur (Marco Porcio Catone)
Immagine
Avatar utente
oizirbaf
Livello 5
Livello 5
 
Messaggi: 12262
Iscritto il: 21/12/2010, 13:26
Località: Gallia cisalpina

Re: Cassazione su custodia armi.

Messaggioda lepanto357 » 28/05/2017, 11:47

Certo che basare i fondamenti giuridici su presupposti che risalgono a tempi remoti e a condizioni totalmente mutate, è pura follia! Non si tiene conto che tra poco sarà la legge islamica che farà da padrona? La parte imbecille dell' Italia sta a guardare, con il sorrisetto ebete sulle labbra. Non c'è un bel virus in arrivo, che stermini gli idioti?
lepanto357
Livello 2
Livello 2
 
Messaggi: 395
Iscritto il: 22/03/2016, 14:55

Re: Cassazione su custodia armi.

Messaggioda cisco60 » 29/05/2017, 1:49

oizirbaf ha scritto:Peccato che sull'altare della cosidetta "discrezionalità" che dovrebbe, come in tutte le umane cose, avere una misura, si assiste a delle assurdità dove la discrezione dovrebbe mutare nome in "opinione". Comprensibile, ed ovvio, che un umano anche davanti a "Lex quid voluit dixit" possa "divergere", si proprio divergere, dall'opinione da un altro pari umano di pochi gradi, pochi, sulla base dei medesimi elementi probatori e legislativi... Pochi gradi! Quando un umano ti assolve e l'altro suo consimile ti condanna i gradi di divergenza diventano 180!!! decisamente troppi per costituire una dicrezionalità accettabile!
Si mettano daccordo perche il "Fiat Justitia" stà andando a peripattetiche...o meglio a puttane! O...forse ci è gia' andato!
Oizirbaf



Sfonda una porta aperta. Io in prima persona sono stato coprotagonista, mio malgrado di questa divergenza a 180°.
La mia provocazione però intendeva sottolineare come tale confusione fosse principalmente frutto di promulgazioni di leggi "fatte male", contraddittorie, che si sovrappongono a distanza di anni.
Se fatte proprio col "cubo", alcuni Supremi Organi della Magistratura, hanno la facoltà d'intervenire anche se, solo dopo essere state emanate. In altri casi, cercano di "interpretate" ma anche loro, pur se qualcuno si atteggia a divinità, fanno quello che possono.
Se abbiamo eletto persone, nel migliore dei casi, incapaci, i nostri strali li dovremmo indirizzare altrove.
Quasi dimenticavo. Speravo che " l'Europa " su certe "cose" ci "raddrizzasse" ma a quanto pare questo "carrozzone" ha solo finalità economiche e finanziarie.
Gli imbecilli, nei migliori dei casi e gli scaltri, in quelli peggiori, a quanto pare non hanno nazionalità. Sinceramente però, non so quale delle due categorie sia la più pericolosa.
Francesco.
cisco60
Livello 3
Livello 3
 
Messaggi: 730
Iscritto il: 13/05/2017, 17:28

Re: Cassazione su custodia armi.

Messaggioda hunter1951 » 29/05/2017, 14:26

Gli imbecilli, nei migliori dei casi e gli scaltri, in quelli peggiori, a quanto pare non hanno nazionalità. Sinceramente però, non so quale delle due categorie sia la più pericolosa.
Francesco.
cisco60
Livello 1
Livello 1

Messaggi: 16
Iscritto il: 13/05/2017, 17:28

Sicuramente gli imbecilli perchè non dormono mai ! ( Parafrasando un famoso detto )
Avatar utente
hunter1951
Livello 5
Livello 5
 
Messaggi: 5103
Iscritto il: 21/12/2010, 12:40


Torna a Le armi e la legge

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti