Zastava M76

legislazione armiera, novità legislative e amministrative, giurisprudenza e dottrina.

Zastava M76

Messaggioda Firmin » 18/05/2017, 16:27

Però, tre anni per decidere di mutare il sequestro da "probatorio" a "preventivo"! Questa sì che è giustizia col turbo! :cazz: :mazza:
Firmin
Livello 1
Livello 1
 
Messaggi: 97
Iscritto il: 26/05/2016, 17:51

Re: Zastava M76

Messaggioda lupo69 » 19/05/2017, 18:52

Belin ma sempre a mugugnare, meno male che ci hanno mese solo tre anni piuttosto..
"se le armi saranno bandite, solo i banditi saranno armati"
"un popolo che non vuole portare le proprie armi, portera' quelle di qualcun altro"
Avatar utente
lupo69
Livello 5
Livello 5
 
Messaggi: 6119
Iscritto il: 21/12/2010, 19:06
Località: Highland Liguri (GE)

Re: Zastava M76

Messaggioda alexfaro » 24/05/2017, 16:50

Per i possessori degli Zastava M/76 sono passati tre anni dal sequestro?
Allora cosa dovrei dire io che ero uno degli sfortunati possessori degli M/14 Norinco,i quali vennero sequestrati nell'agosto del 1998 e ad oggi 24/05/2017 il mio si trova(FORSE)presso l'ufficio corpi di reato della procura della repubblica di Venezia(che è però a Mestre)quantunque siano trascorsi quasi 19 anni dall'atto del sequestro,questo nonostante siamo stati tutti assolti >perchè il fatto non costituisce reato!>
Tra l'altro io non posso andare a prendere l'M/14 perchè dovrei andarci con il mio avvocato,mio carissimo amico il quale è però sempre super-impegnato,poi non saprei a chi rivolgermi una volta che fossi andato da solo presso quell'ufficio,quindi come suol dirsi "cornuto e mazziato"almeno fino ad oggi!
Ovviamente spero che questo ennesima "grana"(anche se questa volta forse un pizzichino di ragione ce l'hanno)si risolva in modo molto più veloce x chi ne è stato colpito.
ps
Se nessuno di voi ricorda x quale motivo gli M/14 Norinco furono sequestrati,ve lo ricordo io .
Perchè sul ponte di culatta non c'era la sigla del produttore(Norinco)ma solo un codice alfanumerico,con però il numero del catalogo nazionale,la matricola il calibro e i punzoni del BNP,compresi ovviamente tutti gli altri punzoni regolari sia di banchi esteri che altro.
un saluto
Alexfaro
alexfaro
Livello 1
Livello 1
 
Messaggi: 23
Iscritto il: 31/01/2011, 19:32
Località: Bologna

Re: Zastava M76

Messaggioda sipowicz » 25/05/2017, 18:00

.................. ma chi si ricorda come è partita la storia dell'M76 Zastava? :ninzo:
Immagine Immagine Immagine http://www.tuttobioshop.it/
Quando il governo teme il popolo c'è libertà
Quando il popolo teme il governo c'è la tirannia
Benjamin Franklin
Avatar utente
sipowicz
Livello 5
Livello 5
 
Messaggi: 12248
Iscritto il: 21/12/2010, 11:34
Località: Sud Salento

Re: Zastava M76

Messaggioda Alex39 » 25/05/2017, 20:43

sipowicz ha scritto:.................. ma chi si ricorda come è partita la storia dell'M76 Zastava? :ninzo:


Perché diversi esemplari, demilitarizzati in Austria, in maniera veramente pasticciona, bancati a Ferlach e regolarmente importati da una o due armerie, con la leva della sicura in posizione intermedia sparavano a raffica.
Alex39
Livello 3
Livello 3
 
Messaggi: 894
Iscritto il: 22/05/2013, 18:57

Re: Zastava M76

Messaggioda Alpha63 » 25/05/2017, 21:52

Alex39 ha scritto:
sipowicz ha scritto:.................. ma chi si ricorda come è partita la storia dell'M76 Zastava? :ninzo:


Perché diversi esemplari, demilitarizzati in Austria, in maniera veramente pasticciona, bancati a Ferlach e regolarmente importati da una o due armerie, con la leva della sicura in posizione intermedia sparavano a raffica.


Hanno reso un bel servizio a tutti questi pirla...
Ceterum censeo Carthaginem esse delendam
Immagine

In Sicilia la linea più breve tra due punti è un arabesco
Avatar utente
Alpha63
Livello 5
Livello 5
 
Messaggi: 13330
Iscritto il: 21/12/2010, 20:44
Località: Pianeta Terra

Re: Zastava M76

Messaggioda mk1 » 26/05/2017, 7:33

per quanto ne sapevo io gli zastava non sono mai stati demilitarizzati in quanto nascono semiautomatici e la sicura ha solo 2 posizioni, quella intermedia non è una vera e propia pozione
Non c'é cattivo più cattivo di un buono quando diventa cattivo
Bud Spencer :pugile:
Avatar utente
mk1
Livello 3
Livello 3
 
Messaggi: 509
Iscritto il: 31/03/2015, 15:01
Località: Turin

Re: Zastava M76

Messaggioda marco64 » 26/05/2017, 11:11

Alex39 ha scritto:
Perché diversi esemplari, demilitarizzati in Austria, in maniera veramente pasticciona, bancati a Ferlach e regolarmente importati da una o due armerie, con la leva della sicura in posizione intermedia sparavano a raffica.


completamente errato ...
Avatar utente
marco64
Livello 4
Livello 4
 
Messaggi: 1618
Iscritto il: 24/12/2010, 7:22
Località: Pistoia

Re: Zastava M76

Messaggioda marco64 » 26/05/2017, 11:37

La storia è complessa, e si tratta di due numeri di catalogo diversi.

In breve, parliamo solo dell'arma al catalogo 14655.
Pagani chiese la catalogazione del M76. Siccome l'arma veniva da arsenali militari la commissione chiese il disegno quotato della scatola di scatto. Questi disegni non furono mai prodotti, l'arma che nasceva semiautomatica fu ugualmente catalogata e non risultano sulla scheda necessari interventi di demilitarizzazione.

Fino a che il catalogo non è decaduto, al banco nazionale di prova l'unica cosa che hanno guardato degli M76 è che rispettassero le dimensioni della scheda e la prova forzata.
Abolito il catalogo e passata al banco la responsabilità di decidere quali fossero le armi comuni, tipo guerra e guerra, si sono magicamente accorti che mettendo il selettore della sicura in posizione intermedia l'arma spara a raffica controllata.
Precisiamo che la cosa è nota in letteratura, in alcune nazioni europee lo M76 è vietato, come è stato vietato negli USA dalla ATF per lo stesso motivo.
La causa è che per economia costruttiva negli M76 è stato montato il disconnettore lungo che montavano sugli M70 a raffica.

Quindi al banco di prova come gli sono arrivati i primi M76 dopo l'abolizione del catalogo hanno denunciato l'importazione di armi tipo guerra a chi li ha portati a bancare.
Partita l'inchiesta, circa 1250 M76 importati, di cui circa 900 passati dal banco di Gardone.

Sono stati periziati uno per uno ed è venuto fuori che poco più di 200 non avevano la capacità di tiro a raffica, i rimanenti si.
La non capacità di tiro a raffica è stata ottenuta accorciando di circa 1 mm il disconnettore. Misura comunque ritenuta insufficiente per definire l'arma "comune". Infatti sostituendo il disconnettore o con un punto di saldatura l'arma avrebbe nuovamente la capacità di tiro a raffica. I disconnettori accorciati non è chiaro chi li abbia modificati: armieri di reparto, distributori o importatori.

Le armi comunque potranno essere modificate, se i giudici vorranno, effettuando una demilitarizzazione tipo AK47.

Per la cronaca il mio periziato non ha la capacità di tiro a raffica.
Avatar utente
marco64
Livello 4
Livello 4
 
Messaggi: 1618
Iscritto il: 24/12/2010, 7:22
Località: Pistoia


Torna a Le armi e la legge

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite